Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 25 - a.s. 14/15
fuoriregistro
newsletter n. 25 - a.s. 14/15
BACHECA
L'intitolazione di un liceo ad un mafioso offende la memoria di Mico Geraci
Avvenire dei lavoratori - 16-05-2015
Monsignor Panzeca, fratello del boss di Caccamo, risulta essere stato un mafioso e quindi non gli si può intitolare una scuola statale. Interrogazione al Ministro dell'Istruzione.
Dalla carota al bastone
Cub Piemonte - 15-05-2015
Il governo è disponibilissimo a discutere con le lavoratrici e i lavoratori della scuola purché i lavoratori stessi accettino senza se e senza ma la posizione del governo, altrimenti...precettazione!
Lettera del Presidente del Consiglio agli insegnanti
Matteo Renzi - 14-05-2015
Utilizzo questa emailper arrivare a ciascuno di voi e rendere ragione della nostra speranza: vogliamo restituire centralità all'educazione e prestigio sociale all'educatore.
Sulla scuola non c'è accordo tra governo e sindacati
Internazionale - 13-05-2015
Il personale della scuola ha partecipato ieri a un nuovo sciopero convocato dai Cobas, in particolare contro l'inefficacia delle prove Invalsi. I sindacati hanno definito "insufficienti" le modifiche da parte del governo alla riforma. Blocco degli scrutini?
Laboratorio di scienze nel curricolo verticale
Rachele Lentini - 12-05-2015
Fulcro del seminario laboratoriale sarà l'investigazione scientifica, che parte da problemi concreti, si sviluppa attraverso esperimenti e giunge alla riflessione metacognitiva.
Ottimo bilancio anche a Bologna delle prime iniziative contro i quiz
Cobas Bologna - 11-05-2015
Abbiamo purtroppo notizia anche di alcuni casi grotteschi e scandalosi di dirigenti che hanno sostituito gli scioperanti entrando nelle classi a somministrare i test.
GALASSIA SCUOLA
Ddl Scuola tra errori e omissioni delle informazioni
di Anna Maria Corvino - 16-05-2015
Esimio collega Matteo Renzi, con questa mia rispondo alla missiva che lei ha indirizzato agli Insegnanti e agli Educatori d'Italia.
Commento al video di Renzi su La Buona Scuola
di Bianca Maria Cartella - 15-05-2015
Ti assicuro che prima di "spiegare" qualcosa a qualcuno hai il dovere morale di conoscere a fondo quel qualcosa. Tu non conosci la scuola e non conosci neanche il DdL che tenti di "spiegare".
Gli insegnanti e i loro Sindacati
di Riccardo Ghinelli - 14-05-2015
Come spesso accade il il commento migliore è di un comico, nella fattispecie Crozza: "gli insegnanti sono così incazzati che i Black-block si sono rifugiati nelle banche dalla paura".
Le sigle sindacali parlino ora o tacciano per sempre!
di Vincenzo Pascuzzi - 13-05-2015
I sindacati si dicono pronti a lottare. Quando? come? Tutte parole e proclami, e intanto il governo procede a tamburo battente, così sicuro di non avere nessuna opposizione, da permettersi di mentire, di denigrare spudoratamente.
Nomadi della didattica in relazioni precarie
di Salvatore e Caterina - 12-05-2015
Chi sono i docenti che la "Buona scuola" caccerà a pedate nel sedere? La rassegna Cesp inizia con gli interventi di due precari della scuola primaria di Bologna che sarebbero a spasso dal 30 giugno.
Senza titolo: non ce ne sono più
di Claudia Fanti - 11-05-2015
E ora siamo qui a provare a resistere ancora una volta all'attacco di una politica che definirla sconclusionata è un eufemismo.
GRANDANGOLO
C'è sempre un pezzetto di cielo verso cui si può alzare la testa?
di Omar Suleiman - 16-05-2015
Sulla parete del caffè arabo "padroneggia" da 23 anni una bella foto incorniciata con la frase straordinaria di Fatima Mernissi. Credo che questa frase non vale più per Piazza Bellini.
Legittima ribellione
di Giuseppe Aragno - 13-05-2015
Il circo mediatico ha inserito il diritto dei popoli alla resistenza nell'indice dei temi proibiti. Persino i social network alternativi vanno per la tangente e giocano fuori casa...
NOTIZIE DAL FRONTE
Quale orgoglio, prof ?
Francesco di Lorenzo - 16-05-2015
Le prove Invalsi si sono svolte in modo quasi regolare. Nonostante le proteste che si sono susseguite continuamente e le richieste di modifica delle prove, il Miur è andato avanti senza soste e senza tentennamenti. Che è un po' come dire, sì, vi facciamo protestare, ma alla fine tutti zitti, le prove si fanno lo stesso, e per di più come vogliamo noi. Non sembra che qualcuno, tra i buoni e tra i cattivi, si sia svegliato tardi? Non sembra che bisognava essere molto più decisi quando si smantellavano sotto gli occhi di tutti le riforme veramente importanti del nostro sistema scolastico? Quando ad esempio si distruggeva il modulo nella scuola elementare in nome di una pedagogia antiquata e senza senso?
Forse alla fine non ci sarà più bisogno di istituire la giornata dell'orgoglio prof.
IN CLASSE
Se....
Laura Alberico - 16-05-2015
"Se l'insegnante riesce a far uscire la sua materia dal manuale, allora questa diventa un sapere che può maturare i ragazzi". Una frase perfetta se non fosse che la perfezione non ha il pregio dell'autenticità, soprattutto nei tempi che viviamo dove il coraggio, l'entusiasmo, la voglia di fare da parte degli insegnanti non bastano per incidere il muro di indifferenza ed apatia, di opposizione e intransigenza che purtroppo vive e convive dentro una adolescenza inquieta e cristallizzata attorno alla mancanza di un interesse motivante e culturalmente vitale.

  Newsletter precedente Newsletter successiva