Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 13 - a.s. 14/15
fuoriregistro
newsletter n. 13 - a.s. 14/15
BACHECA
Una domanda
Gianni Zappoli - 14-02-2015
Se un Parlamento incostituzionalmente eletto cambia la Costituzione, questa azione come si chiama?
Illegittimità trasferimenti
Sindacato Sab - 12-02-2015
A seguito di ricorso del SAB, l'ATP di Cosenza rettifica i trasferimenti di alcuni Assistenti Amministrativi; era stata riconosciuta una precedenza per cure continuative non dovuta.
Flipped classroom
Elisa Amorelli - 11-02-2015
A Roma il 13 febbraio primo convegno nazionale. Alla Palestra dell'innovazione esperti a confronto sulla didattica inclusiva. Introduce i lavori il linguista Tullio De Mauro.
No alla delega RSU! Nessun tavolo di trattativa difenderà i lavoratori.
USI-AIT Educazione - 09-02-2015
Le prossime elezioni delle RSU nella scuola impongono alcune riflessioni che intendiamo condividere.
leggi (2 commento/i) commenta
GALASSIA SCUOLA
Lettera al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella
di Cosimo De Nitto, Vincenzo Pascuzzi - 13-02-2015
È forte la preoccupazione che la situazione della Scuola possa peggiorare invece di migliorare con riforme che appaiono frettolose...
Un ossimoro è anche quando i politici si appellano all'onestà intellettuale
di Sonia Cartosciello - 11-02-2015
Il tempo è scaduto per vagheggiare ancora sulla buona scuola, è ora di concretezza, è ora di restituirle dignità e valore.
Compiti a casa mai più?
di Daniela Pia - 09-02-2015
Quando ero alle elementari invidiavo un mio compagno di scuola che avendo i genitori entrambi maestri era, a mio modo di vedere, molto avvantaggiato nello svolgere i compiti a casa.
GRANDANGOLO
Crisi, tocca sperare nella distruzione creatrice
di Mauro Artibani - 09-02-2015
Chi vuole dire sulla crisi e ha poco spazio per dirlo, twitta: "I redditi, erogati dalle Imprese a chi lavora per produrre merci, sono risultati insufficienti per acquistare quanto prodotto".
NOTIZIE DAL FRONTE
La competizione senza limiti di velocità
Francesco di Lorenzo - 13-02-2015
Il 49% dei ragazzi non ha mai avuto la possibilità di seguire a scuola lezioni che parlassero di web o di social-network, e il 65% di loro vorrebbe parteciparvi; cambiare verso vuol dire intercettare le esigenze del momento: i giovani hanno chiesto qualcosa. Che qualcuno almeno provi a rispondere. Di altre risposte si tratta invece a Sesto Fiorentino, dove la scuola media Cavalcanti accusa il Comune di favorire un'altra scuola situata sullo stesso territorio, e precisamente la scuola media Pescetti. Intanto ex ministri mettono a rischio la vita dei cittadini, superando i limiti di velocità, per affossare la scuola italiana. Che tristezza!
IN CLASSE
Slavemini e ciò che la scuola non insegna più
Giuseppe Aragno - 13-02-2015
Nella nostra storia ci sono anche le foibe, evento minore che nei manuali scolastici e nel Paese è diventata «centrale». Vicenda minore di scarso significato, che ha radici nella «grande guerra», tragedia ben più grave, in cui su seicentomila «caduti», centomila li fecero la fame e il governo, che li lasciò al loro destino, prigionieri di Germania e Austria che non potevano alimentarli. Perché?

  Newsletter precedente Newsletter successiva