Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 4 - a.s. 14/15
fuoriregistro
newsletter n. 4 - a.s. 14/15
BACHECA
Sciopero scuola 10 ottobre 2014
Cobas Scuola - 04-10-2014
II sindacato boccia anche gli scatti meritocratici, che nascondono risparmi sulla pelle dei docenti e l'intento di dividere ulteriormente la categoria. Chiede invece 300 euro mensili per tutti e l'immediato pensionamento dei Quota 96.
Perchè De Falco viene trasferito?
Ivan Vadori - 03-10-2014
Ministro Lupi, chiediamo esser messi al corrente della ragione di questa scelta.
Per i prossimi eroi di Internet
Eleonora Ballatori - 02-10-2014
Mozilla e Ford Foundation sono liete di annunciare l'apertura delle candidature al programma Ford-Mozilla Open Web Fellows, nato con lo scopo di creare una comunità globale di leader che si occuperà di proteggere e far progredire il Web libero ed aperto.
Proposte 2014-15
Toscana Trekking - 01-10-2014
Nostro punto di forza è l'aver abbinato le competenze di Guide Ambientali specializzate in Biologia, Geologia ed altre discipline, alla professionalità in ambito marittimo di una Compagnia di Navigazione.
Salone nazionale dell'orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro
Ufficio Stampa - 30-09-2014
Promosso da Veronafiere, in collaborazione con Regione Veneto, Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali,
GALASSIA SCUOLA
Se il registro elettronico diventa uno strumento di controllo verso studenti e docenti
di Marco Barone - 04-10-2014
Nella scuola della concorrenza e della così detta trasparenza, il registro elettronico compromette anche la fiducia e il dialogo tra le parti.
Merito, valutazione, competizione: le maglie di una catena da rifiutare
di Carlo Salmaso - 03-10-2014
Nel documento di 136 pagine compaiono una sola volta le parole condivisione e collegiale, risultano completamente assenti le parole cooperazione, compresenze, alunni per classe.
La scuola corre!
di Riccardo Bonacina - 02-10-2014
La Buona scuola esiste già, è già iniziata con nuovi modelli che non dipendono più dagli input dei ministeri o di qualche supertecnico, ma che nascono esattamente sul terreno della sperimentazione e dell'innovazione.
Progetto Sport di classe: bocciato
di Flavio Cucco - 30-09-2014
Ecco spuntare un nuovo progetto, che capovolge la funzione della figura centrale dell'ex alfabetizzazione motoria, non più un insegnante in classe ma un Tutor, un insegnante "tra le classi".
GRANDANGOLO
Conversazioni sociali
di Severo Laleo - 04-10-2014
Firenze persino, città, per storia e tradizione, di solidarietà, s'adegua con i tempi. Tre piccoli episodi, tutti nella stessa giornata, una domenica, e in sedi diverse.
Rottamare Platone?
di Andrea Ermano - 03-10-2014
Tra le frasi pronunciate dal Presidente del Consiglio all'assemblea del Nazareno, una mi ha fatto sobbalzare: "Noi non siamo un club di filosofi, non siamo un'associazione di liberi pensatori, noi siamo un partito politico".
Il tempo della fine
di Giovanni Sarubbi - 30-09-2014
Viviamo il tempo della fine che è anche il tempo della verità. Viviamo il tempo della fine di un sistema sociale, che domina sul piano mondiale, che ha oramai raggiunto un livello di iniquità mai prima raggiunto. .
NOTIZIE DAL FRONTE
Misfatti più che fatti
Francesco di Lorenzo - 04-10-2014
Non è affatto inedito il presidente del Consiglio Renzi che ha pronunciato a Londra tre volte la parola educazione (in inglese) per indicare quale strada, per lui, ci aprirà le porte del futuro. Avrà di sicuro voluto fare una citazione di un celebre discorso di Blair, in cui l'allora candidato a premier laburista, 18 anni fa, si presentò per la prima volta agli elettori dicendo proprio di puntare decisamente sull'istruzione. Potrebbe essere questo un cambiamento di rotta importante? Per chi si illude, forse.
La notizia che avvalora l'ipotesi espressa prima, e cioè che le buone intenzioni mai, o quasi mai, qui da noi, si sono tradotte in fatti, l'ha data la senatrice Manuela Serra, del movimento 5 Stelle. In breve, chi tra gli insegnanti si aggiorna e frequenta un dottorato di ricerca o una specializzazione post-laurea, viene penalizzato perché perde punteggio nella graduatoria di istituto.
IN CLASSE
Sperimentare la flipped evaluation
Alfredo Tifi - 04-10-2014
Valutare gli studenti nei modi tradizionali non mi ha mai convinto: nessuna utilità per loro, nessuna utilità per me come loro insegnante. Ho, quindi, messo a punto una proposta che non mi pare esagerato definire rivoluzionaria.La rivoluzione principale è questa: i ragazzi cominceranno gradualmente a studiare per comprendere invece che per sapere cosa devono ri-dire o ri-fare; da subito si aplpicheranno per raggiungere scopi, e non per il "merito in sé" (voti). Impareranno a costruire comunità di apprendimento; diventeranno autonomi e responsabili.

  Newsletter precedente Newsletter successiva