Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 11 - a.s. 07/08
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 09/12/2007
raccontiscaffali

Sommario

ORIZZONTI

Don Milani, la scuola e la parola

di Giuseppe Aragno
Ho paura
di Marino Bocchi

DENTRO LA SCUOLA

Il guazzabuglio c'è ... e si vede

di Grazia Perrone
Cronaca di un sabato mattina
di Gianfranco Amodeo
Mozione approvata
di Collegio docenti ITIS Severi di Padova
Sette punti di programma
di Lorenzo Picunio
Inforum
di Virginia Mariani

MONDO PRECARIO

Una finanziaria da migliorare

di Alcune associazioni di docenti precari
Basta con le scorciatoie sul sostegno!!
di Insegnanti precari

POSTA PER...

Lettera aperta

di Operai Fiat-Sata di Melfi
Lettera di una madre
di Enrica Bartesaghi


Consulta qui altre rassegne


Don Milani, la scuola e la parola
di Giuseppe Aragno

Sul "Manifesto" di domenica due dicembre, Enzo Mazzi scrive che un'affermazione ha in sé il "senso di don Milani": quella in cui si dice che "il mondo ingiusto l'hanno da raddrizzare i poveri e lo raddrizzeranno solo quando l'avranno giudicato e condannato con mente aperta e sveglia come la può avere solo un povero ch'è stato a scuola". Letta oggi, è "una frase problematica, perché i poveri hanno avuto ed hanno la scuola. Ma il mondo non sembra che sia stato raddrizzato".



Ho paura
di Marino Bocchi

E mi fa indignare e ribollire il sangue leggere che un consigliere comunale di Treviso vorrebbe "usare metodi da SS" per gestire il problema dell'immigrazione. Ho paura, non ve lo nascondo, ed è un sentimento che mi porto dentro da alcuni anni.

[ leggi (5 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Il guazzabuglio c'è ... e si vede
di Grazia Perrone

A pochi giorni dalla stipula definitiva del Contratto due notizie scuotono (si fa per dire) il mondo della scuola.
La prima attiene la situazione finanziaria deficitaria di parecchie scuole ... "autonome". La seconda (che, in verità, risale ad alcuni mesi orsono) in netto contrasto con la prima poiché riguarda il trattamento stipendiale "privilegiato" che una legge dello Stato assegna agli insegnanti di religione.



Cronaca di un sabato mattina
di Gianfranco Amodeo

Guai a mettersi in mezzo. Guai a dare una mano, specialmente per 350 euro all'anno. Molto meglio essere allineati, coperti, anonimi e compiacenti. Si evita pure, ma non ne sono affatto sicuro, di far parte della schiera di insegnanti affetti da patologie psichiatriche (vedi studio Getsemani).

[ leggi (3 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Mozione approvata
di Collegio docenti ITIS Severi di Padova

Il Ministro Fioroni con il D.M. 80 e la O.M. n. 92 è intervenuto, ad anno scolastico avviato, modificando strutturalmente il percorso didattico nella scuola superiore, motivando il tutto col fine di superare le carenze diffuse degli studenti e il progressivo impoverimento del nostro sistema scolastico.
Pur condividendo la necessità di offrire agli studenti in situazione di svantaggio culturale l'opportunità di raggiungere il successo formativo, sottolineiamo l'urgenza di aprire un confronto per superare l'attuale processo di apprendimento e formazione delle conoscenze che accolga le indicazioni degli insegnanti nel merito del 'fare didattica'.



Sette punti di programma
di Lorenzo Picunio

Va detto chiaro che l'investimento in istruzione è una necessità per la formazione della società del futuro, e che non dobbiamo meravigliarci se troviamo tradotto in disagio giovanile ogni mancato investimento per la qualità della scuola pubblica. Occorrono interventi seri e qualificati, adeguati per rispondere alla ripresa di natalità e all'inserimento di migliaia di bambini stranieri (che è certo un "problema", ma può - se ben gestito - diventare anche una "risorsa"). Dobbiamo rispondere alle esigenze di una società che non dà risposte ai bisogni dei bambini e degli adolescenti, ma poi si lamenta del bullismo, dell'abulia televisiva, dello scarso rendimento scolastico. Va ricordato che quasi tutti i punti citati richiamano la proposta di legge d'iniziativa popolare "per una buona scuola della repubblica" ferma in parlamento ormai da un anno.



Inforum
di Virginia Mariani

Possibile che anche con l'autorizzazione dei genitori non si possano pubblicare i nomi degli/lle alunni/e sul giornalino o sul libro di scrittura creativa? Possibile che non si possa affiggere un cartellone firmato in corridoio? Ed è possibile, di contro, che quando noi prendiamo un giorno personale dobbiamo fornire nei dettagli la certificazione medica? e che privacy c'è? e se non mi assento per visita specialistica?



Una finanziaria da migliorare
di Alcune associazioni di docenti precari

La Finanziaria è stata emendata dalla VII Commissione Cultura della Camera dei Deputati in modo positivo nella parte che riguarda la scuola: sono state recepite le osservazioni dei docenti precari contro la ricollocazione del personale senza titolo di studio, l'eliminazione della deroga al numero complessivo di insegnanti di specializzati di sostegno in presenza di handicap grave e certificato e quelle per l'aumento dell'organico di diritto sul sostegno.
Altre questioni sono però rimaste irrisolte.



Basta con le scorciatoie sul sostegno!!
di Insegnanti precari

Noi docenti di sostegno che lavoriamo da tanti anni con gli alunni diversamente abili speriamo che finisca QUESTA INGIUSTIZIA che vede penalizzati in primis gli alunni e poi noi precari. Non è pensabile che entri di ruolo chi non ha mai lavorato sul sostegno, per questo sottoscriviamo il documento presentato da alcune associazioni di precari, che rappresentano migliaia di persone.



Lettera aperta
di Operai Fiat-Sata di Melfi

Il clima di tensione creatosi tra azienda e lavoratori, a seguito del licenziamento di 4 operai, non ha precedenti. Stiamo assistendo al reiterato tentativo da parte dell'azienda di instaurare un vero e proprio clima di intimidazione tra i lavoratori all'interno della fabbrica; denunciamo, altresì, la sospensione dei diritti sindacali e costituzionali validi nel resto del Paese.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Lettera di una madre
di Enrica Bartesaghi

Nel mese di luglio del 2001 mia figlia, allora ventunenne, è stata massacrata dalla polizia alla Scuola Diaz di Genova, durante il G8, ricoverata in ospedale per le ferite riportate, sequestrata e "desaparecida" nella caserma di Genova Bolzaneto per due giorni, nuovamente sottoposta ad ingiurie e torture. Indagata per anni, sospettata di gravissimi reati, quali l'associazione a delinquere finalizzata alla devastazione e saccheggio, l'appartenenza al gruppo dei black-bloc, fino alla completa archiviazione per lei e tutti i 93 della Diaz. I giudici di Genova hanno dimostrato che le prove addotte (le molotov ritrovate nella scuola, l'accoltellamento di un agente e molte altre) erano false, prodotte dalle stesse forze di polizia per giustificare la "macelleria messicana" operata nella scuola.



 

Sponde
So this is Christmas
La Redazione - 08-12-2007
 mappamondo 
Non sono sicuro che abbia ragione José Saramago quando scrive che se tutti fossimo atei vivremmo in una società più pacifica. Ma qualche riflessione l'inducono sia il 'Gott mit uns' che il 'God bless America'

[ leggi ][ commenta


Brevi di cronaca
8 e 9 Dicembre - Stati generali
Ass. Naz. Per la Scuola della Repubblica - 08-12-2007
E' urgente e necessario un forte cambiamento della politica scolastica di questo Governo; ma soprattutto è necessaria ed urgente una riflessione politico-culturale nella sinistra sul ruolo della scuola statale e sulla politica scolastica.

[ leggi ][ commenta
Rom: un progetto di didattica a distanza
Vita no profit - 07-12-2007
L'associazione RomSinti@Politica negli anni scorsi ha sperimentato a Pescara una innovativa strategia per abbattere la dispersione scolastica degli alunni Rom. L'associazione ha infatti realizzato un sintetico scritto del progetto di istruzione a distanza realizzato a Pescara in collaborazione con una Scuola Media Statale nel periodo 2001/2005.

[ leggi ][ commenta
Serbia: scuola in sciopero
Osservatorio sui Balcani - 06-12-2007
Un'ondata generale di scioperi degli impiegati nelle strutture pubbliche sta investendo da giorni la Serbia. Il più grande e il meglio organizzato è quello degli impiegati nelle scuole. La richiesta per tutti è l'aumento di stipendio.

[ leggi ][ commenta
Scuole aperte: il rischio è lasciarle vuote
Newsletter Genitori e Scuola - 05-12-2007
Cerchiamo essenzialmente di capire quale la destinazione dei 64 milioni di euro stanziati a sostegno delle attività pomeridiane nelle scuole, e se il suddetto Programma apra realmente nuovi spazi ed opportunità di partecipazione per gli studenti e per i genitori o, in senso lato, favorisca la democrazia partecipativa.

[ leggi ][ commenta
Chi vuole le mamme-prof?
la Stampa - 04-12-2007
Mi sa che non sono troppo popolari le professoresse e le maestre con figli. Non è una novità, per carità. E' sempre la stessa storia da quando le donne hanno iniziato a lavorare con un minimo di tutela di maternità. Nelle scuole però il livello di tolleranza è ai minimi. L'Andis, l'associazione che rappresenta i dirigenti scolastici, si è lamentata.

[ leggi ][ commenta
Ai Precari ATA un Si del Ministro, ma...
D'Onofrio - 03-12-2007
La IUniScuola si chiede: l'indizione dei concorsi per gli ATA a "precari prorogati" è l'unica risposta possibile di questo Governo o un segnale di cambio di Ministri a breve?

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
I ricordi sono un plotone di esecuzione
Vincenzo Andraous - 08-12-2007
 sociale 
In molti istituti penitenziari italiani, centinaia di uomini condannati alla pena dell'ergastolo hanno iniziato uno sciopero della fame, per sensibilizzare l'opinione pubblica e l'apparato politico, sulla possibilità di abolire quel "fine pena mai".

[ leggi ][ commenta
Thyssen Krupp: il lavoro uccide
Cub Piemonte Ufficio Stampa - 07-12-2007
 diritti 
La Federazione Lavoratori Metalmeccanici Uniti-CUB di fronte all'ennesima prova del disprezzo padronale per la vita di lavoratori e lavoratrici indice uno sciopero dei lavoratori metalmeccanici dell'intera giornata lavorativa per lunedì 10 novembre con manifestazione fino alla Prefettura.

[ leggi ][ commenta
Monongah - La Marcinelle Americana
Arcoiris Tv - 06-12-2007
 cinema 
Ricorre oggi il centenario della tragedia mineraria di Monongah, nel West Virginia (USA), ove perirono oltre 950 minatori di cui oltre 450 emigrati italiani. Nle vedere l'unico film-documentario disponibile su questo evento è impossibile non ritornare alle immagini quotidiane delle migliaia di nuovi immigrati morti cento anni più tardi nel nostro mediterraneo alla ricerca del "sogno italiano".


[ leggi ][ commenta
La sfiducia della sfiducia dei consumatori?
mauro artibani - 05-12-2007
 consumo 
Se la mia fiducia pone un freno al consumo, sfiducia l'imprenditore ad investire; stessa sfiducia dai trader di borsa ad investire sulle azioni di quell'imprenditore; sfiducia quelli del capitale finanziario a fare i loro investimenti su quell'azienda; sfiducia che si propaga agli esattori delle tasse perché avranno meno introiti da esporre.

[ leggi ][ commenta
Voglio sapere chi sei
anonimo geronimo - 04-12-2007
 espressioni 
VOGLIO SAPERE se puoi vivere col fallimento, il Tuo e il mio, e saper stare ancora sulla riva di un lago a gridare alla luna argentea: SI!

[ leggi ][ commenta
Gemellaggi improponibili
Vincenzo Andraous - 03-12-2007
 storie 
Come in tutte le trasmissioni che si rispettino, anche nel telegiornale è apparsa in video una ben nota signora: le orecchie sono state aggredite dallo strillare sgraziato e inconfondibile di una famosa venditrice di fumo, tutta protesa a minacciare il suo imminente ritorno in campo, a fare ciò che già faceva, la buona imbonitrice, la cara amica dei destini di tanti italiani, mentre del suo di destino pare se ne interessi soltanto adesso.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Io cambio stile
In questo sito troverete materiali informativi sul clima e suggerimenti per cimentarvi nella realizzazione di foto-reportage, video, fumetti e vere e proprie campagne di comunicazione che abbiano come argomento il problema dei cambiamenti climatici.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Direttore responsabile: Luciano Scateni
Ideatore: Marino Bocchi
In redazione: Emanuela Cerutti (coordinamento), Giuseppe Aragno, Grazia Perrone
Collaborano: Ilaria Ricciotti, Pierangelo Indolfi
Sviluppo e manutenzione del sito: Maurizio Guercio

Registrazione Tribunale di Frosinone n. 324 del 08.07.2005
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva