Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 20 - a.s. 13/14
fuoriregistro
newsletter n. 20 - a.s. 13/14
BACHECA
Controlli alcolometrici sui docenti in Piemonte: il delirio continua ed, anzi, peggiora
Cub scuola Università Ricerca - 14-02-2014
La dirigente scolastica del Liceo Statale Regina Margherita ci informa che verremo sottoposti ad una vista sanitaria obbligatoria al fine di escludere condizioni di alcoldipendenza.
Terni. ancora una volta, penalizzata...
Giocondo Talamonti - 13-02-2014
Il riconoscimento dell'IPSIA come Centro Provinciale per l'Istruzione degli Adulti, alla luce dei dettami legislativi dovrebbe essere scontato, anche in virtù dell'autonomia che, nel frattempo, l'Istituto ha acquisito. Tutto bene, quindi. Niente affatto.
Le nuove competenze motorie
Capdi - 12-02-2014
Una dispensa e un poster a colori, a due facciate: A: le nuove competenze motorie, B: gli standard e i livelli di apprendimento.
Sempre accessibili gli atti amministrativi
Sindacato Sab - 10-02-2014
Non esiste diniego di accesso alle copie dei contratti docenti. La Commissione per l'Accesso Documenti Amministrativi c/o Presidenza del Consiglio dei Ministri ne riconosce il diritto...
GALASSIA SCUOLA
La Scuola restituisce
di Claudia Fanti - 14-02-2014
E' incredibile, impensabile, squallido, leggere e rileggere i programmi dei partiti sulla scuola. A parte il fatto che sono assolutamente scarni, vuoti di una filosofia e di una pedagogia di riferimento, sono totalmente estranei alla scuola reale.
Giulietto Chiesa, la scuola, i centri commerciali
di Daniela Pia - 13-02-2014
Sul registro di classe proprio oggi leggevo, incredula: sabato gli studenti saranno impiegati nei seguenti centri commerciali per attività legate all'orientamento.
E' tutta colpa del vuoto?
di Sonia Cartosciello - 11-02-2014
Gli episodi esecrabili del " branco" che in questi giorni, ancora e purtroppo, hanno fatto notizia mi hanno spinta a pormi una domanda, l'ennesima: ma è davvero tutta colpa del vuoto?
Basta tagli
di Gianluca Gabrielli - 10-02-2014
L'assemblea sindacale dell'IC 20 di Bologna riunita per deliberare l'assegnazione del Fondo d'Istituto esprime la propria delusione e un forte disappunto per il calo del 50 % dei finanziamenti che si somma al taglio di oltre il 30% dello scorso anno.
GRANDANGOLO
Ancona, una città pulita. Dagli homeless
di Mariella Caressa - 11-02-2014
La storia di un programma progettato a cancellare persone già rese invisibili dall' indifferenza e dalla mancanza di cuore dei cosiddetti organi politici, per i quali vengono prima le banche, poi il bilancio, poi il decoro, per finire con la festa dei migranti senza di loro.
Il futuro oscuro di un presente che ha paura del passato
di Giuseppe Aragno - 10-02-2014
Si dice ed è vero: la «Grande guerra», ci costò seicentomila uomini, per lo più lavoratori, costretti in trincea dopo il «maggio radioso», nonostante i moti della «Settimana Rossa». Si tace, ma...
NOTIZIE DAL FRONTE
La campana e la campanella
Francesco di Lorenzo - 15-02-2014
Nell'attesa di sapere chi sarà il nuovo ministro dell'Istruzione, un'indagine ci rivela che il 72% dei giovani diplomati italiani vorrebbe andarsene all'estero. Un modo elegante per dirci, da parte delle giovani generazioni, 'vedetevela voi con i mini aggiustamenti, con il tirare a campare e con tutto quello che viene in mente quando si parla di scuola'. I giovani, quindi, un po' per scelta-un po' per forza, si 'chiamano' fuori; hanno compreso che vengono evocati da tutti, ma mai presi seriamente in considerazione. Il risultato è che cercano altrove un minimo di sicurezza insieme a (non disdegnando) un minimo di futuro. E mentre il Miur pubblica e revoca circolari che dimostrano il caos esistente, alcuni ntellettuali firmano un 'manifesto' per contestare l'idea che la cultura umanistica sia semplicisticamente contrapposta alla cultura dei dati scientifici a cui dovrebbe sottostare.
IN CLASSE
Le guerre puniche: cause e conseguenze
Gennaro Tedesco - 15-02-2014
Molteplici sono i motivi che spingono allo scontro i Romani e i Cartaginesi tra il III e il II secolo a.C. I Romani sono ormai i padroni incontrastati dell'Italia peninsulare, sono la massima potenza territoriale dell'Occidente europeo. Essi raccolgono l'eredità storica delle città greche della Magna Graecia e della Grecia stessa, eredità che consiste nel continuare la tradizionale conflittualità e concorrenzialità commerciale greca nei confronti del mondo fenicio e poi cartaginese. Non meno interessati alla partita in corso tra Romani e Cartaginesi sono gli Etruschi anch'essi in qualche modo desiderosi di pareggiare i conti con la città punica dell'Africa settentrionale. L'Italia Meridionale, la Sicilia e l'Africa settentrionale cartaginese rappresentano l'area geografica e strategica più importante del Mediterraneo sia per la "coalizione" etrusco-greco-romana che per Cartagine.

  Newsletter precedente Newsletter successiva