Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 9 - a.s. 13/14
fuoriregistro
newsletter n. 9 - a.s. 13/14
BACHECA
Attività sportiva scolastica
Capdi - 16-11-2013
Le notizie che arrivano dai colleghi e dalle associazioni ci dicono di una situazione nelle scuole ingessata e in attesa che qualcosa si sbocchi.
Foodrightnow
Cesvi - 15-11-2013
Campagna di sensibilizzazione per promuovere il diritto al cibo per tutti e sostenere concretamente la lotta alla fame su scala globale.
Schoolebook, biblioebook
Renato Guttuso - 14-11-2013
Abbiamo avviato un'iniziativa ambiziosa: realizzare una ebiblioteca europea che raccolga gli ebook realizzati dalle scuole e per le scuole
Bim!
Letizia Pollini - 12-11-2013
Borgo Indaco Microfestival di cultura infantile che quest'anno si svolgerà dal 17 Novembre al 1 Dicembre.
Mancata trasparenza: il Sab denuncia
Sindacato Sab - 11-11-2013
Ci vediamo costretti a denunciare, con forza, la mancanza di trasparenza nelle operazioni del personale ATA presso l'ATP di Cosenza.
GALASSIA SCUOLA
Anche i ministri sono soggetti alla legge
di Enrico Maranzana - 16-11-2013
Durante un convegno sui libri di testo, le argomentazioni sviluppate dal Ministro Carrozza han fatto apparire nitidamente la sua strategia verso la qualità: il ritorno alla scuola napoleonica.
Nulla è scontato
di Claudia Fanti - 15-11-2013
Quando si fanno leggi, decreti, che pretendono di decidere tempi, programmi, prove di valutazione, bisogna sapere di cosa si parla e cosa si desidera raggiungere.
Chi evade l'obbligo di istruzione? Il Miur!
di MaurizioTiriticco - 15-11-2013
In seguito al dm 139, l'obbligo di istruzione decennale avrebbe dovuto interessare il primo anno dell'istruzione secondaria di secondo grado.
L'istruzione riparte, ma ... dove va?
di Enrico Maranzana - 12-11-2013
"Io parto, ma dove vado se parto, sempre ammesso che parto". Un quesito di vitale importanza per il decreto 104/2013: come investire le risorse disponibili?
Qui radio aula
di Claudia Fanti - 12-11-2013
Cari colleghi e colleghe a che punto siamo noi? Per adesso ciò che vediamo è un punto di non ritorno.
La cultura della valutazione e i soldati a cavallo
di Vincenzo Pascuzzi - 11-11-2013
Da valutare è l'intero sistema scolastico a partire dal ministro, fino ad arrivare ai bidelli. Invece il discorso è stato ristretto all'apprendimento!
Educazione alla legalità
di Giuseppe Aragno - 11-11-2013
La «scuola breve» fa i conti con mille impicci.
GRANDANGOLO
Il filtro dell'educazione
di Laura Alberico - 16-11-2013
Tanti i messaggi fuorvianti che la società diffonde a piene mani, sono lo specchio di un'epoca in crisi di valori e di idee, di progetti e di aspettative.
Cancellieri e la Costituzione arrangiata
di Severo Laleo - 16-11-2013
Per chiedere le dimissioni di Cancellieri è sufficiente soppesare la sua risposta di giustificazione per l' intervento di umanità nei confronti della signora Ligresti.
Approposito di spending rewew
di Mauro Artibani - 12-11-2013
In 2 anni sono stati oltre 118 i miliardi di euro sottratti dalle tasche dei pensionati e finiti nelle casse dello Stato. La denuncia e' dello Spi Cgil.
NOTIZIE DAL FRONTE
Tagli a getto continuo
Francesco di Lorenzo - 16-11-2013
Ormai è chiaro come il sole: ogni qualvolta, negli ultimi anni, un governo (e quest'ultimo non fa eccezione, anzi) interviene sulla scuola, lo fa peggiorando le cose. Non è un caso che i provvedimenti ministeriali suscitino scontento e preoccupazione in tutti quelli che vivono la scuola in prima persona. E naturalmente, di conseguenza, i timori crescono anche nelle famiglie. L'ultima chicca in ordine di tempo è la vociferata inclusione nella legge di stabilità, con conseguente delega al governo, di provvedimenti come le norme sugli organi collegiali e sullo stato giuridico dei docenti. Un modo per far passare questioni importanti senza nessuna discussione. Intanto, scoppiano le polemiche sulla prospettata chiusura di quattro Uffici Scolastici Regionali.
IN CLASSE
Il Risorgimento visto dai ragazzi seconda parte
Giancarlo Martina - 16-11-2013
Al progetto inizialmente previsto sono stati aggiunti successivamente alcuni lavori: la traduzione dei testi de "I luoghi del risorgimento a Udine e la sua memoria" non solo nelle lingue studiate dagli allievi, ma anche nella lingua madre (ove possibile, dato che diversi studenti non sono scolarizzati nello stato di nascita, così che parlano nella lingua madre ma non la sanno scrivere); o il questionario sulla memoria e Unità d'Italia.

  Newsletter precedente Newsletter successiva