Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 28 - a.s. 12/13
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 21/04/2013
raccontiscaffali

Sommario

TRA SCUOLA E ALTRI PIANETI

I saggi e i marziani

di Francesco Di Lorenzo
Jalan Jimbaran. La Via della Speranza
di Gennaro Tedesco
Il 25 aprile a Madrid antifascista
di Giuseppe Aragno


Fai conoscere fuoriregistro ai tuoi amici


I saggi e i marziani
di Francesco Di Lorenzo

Dallo Speciale "Notizie dal fronte 2012-2013"

Il documento sulla scuola che i saggi hanno prodotto ha provocato reazioni contrastanti. Ma è fiato sprecato. Essendo solo buone intenzioni, dopo averle lette, chi di dovere le metterà da parte. È successo già altre volte e in forme più variegate e creative di quanto si possa pensare. Forse la più famosa di queste strane uscite che alla fine risultano solo mediatiche, è stata quella del gennaio 1997. Il ministro di allora era Luigi Berlinguer e i saggi che lui convocò furono 40. Poi qualcuno si ribellò perché non era stato inserito nella lista e diventarono 44 (in fila per sei col resto di due, fu la battuta che circolò al momento).
Erano stati chiamati, come i sei ultimi, a dare indicazioni sul da farsi. La differenza è che i saggi del 2013 hanno dovuto dare indicazioni non solo sulla scuola avendo pochi giorni a disposizione. I 44 ebbero tre mesi. Il documento finale, di qualche centinaio di pagine, che nel maggio del 1997 fu reso noto, tre le altre cose consigliava di far uscire la filosofia, considerata maestra di vita, dallo stretto ambito liceale. I saggi di allora, cioè, proponevano di farla diventare materia di studio anche di altri indirizzi scolastici. Visto poi come sono andate le cose, qualche distratto potrebbe legittimamente chiedersi oggi se i 44 del 1997 erano saggi o marziani.



Jalan Jimbaran. La Via della Speranza
di Gennaro Tedesco

La mia esperienza diretta e personale dell'Indonesia mi consente di affermare che anche in questo Gigante dell'Asia la Scuola e l'Università non sono all'avanguardia e soffrono anch'esse per il periglioso processo di globalizzazione che le attraversa e le scuote alle fondamenta. Ma, al contrario del perduto Occidente, l'Indonesia, pur con tutte le sue gravi e numerose contraddizioni, non esaurisce né limita alla sola Scuola e all'Università il suo sistema formativo. Un fattore importante della pedagogia indonesiana è la Comunità Educante , un concetto e una pratica, che, quando raramente presente in Europa e in America, rischia di essere frainteso perché interpretato come generico e avulso da qualsiasi contesto concreto, assimilandolo ad un significato quasi esclusivamente mediatico, per quel poco che ne rimane in Occidente. Non è così in Indonesia. Molto spesso in queste contrade la Comunità Educante si materializza nella Strada. Quello che direttamente e personalmente ha potuto constatare chi scrive con le sue persistenti visite "sul campo" è che la Comunità eterogenea e metamorfica della Strada nei quartieri delle città indonesiane si trasforma in una Rete non solo di informazioni e interconnessioni comunicative, ma anche e soprattutto di discorsi e pratiche educative.



Il 25 aprile a Madrid antifascista
di Giuseppe Aragno

Il prossimo 25 aprile, in una città mobilitata contro il ricatto del debito e la distruzione dello stato sociale, Madrid celebrerà la «festa nazionale per la Liberazione da tutti i fascismi» e renderà omaggio alle donne e agli uomini accorsi in Spagna in difesa della Repubblica minacciata da Franco. Sarà l'occasione per una riflessione sulla lotta antifascista di resistenza, sull'attualità e il valore del 25 aprile in un'Europa paradossalmente «unita» eppure divisa come non pareva potesse più esserlo. E' difficile immaginare in quante scuole e università italiane ci sarà spazio per ricordare e quanti giovani, nel clima politico che viviamo, conoscano Rosselli, Pesce o Vincenzo Perrone, caduto per mano franchista a Monte Pelato, e le ragioni per cui migliaia di ragazzi e ragazze nel 1936 partirono dall'Italia per combattere una guerra che non pareva riguardarli. Tra presente e passato s'è ormai creato un pericoloso «corto circuito» e non c'è nulla purtroppo che somigli a un gregge quanto un popolo che ignora la sua storia.



 

Brevi di cronaca
Domanda di trasferimento
Sindacato SAB - 18-04-2013
I docenti che hanno presentato domanda di trasferimento o passaggi di cattedra e/o ruoli per l'a.s. 2013/14 riceveranno, in questi giorni, le schede di riscontro valutazione titoli, servizi e precedenze richieste e dichiarate nel modulo domanda.
Le modalità di ricezione della predetta scheda dovrà avvenire tramite la scuola di attuale servizio e la data di notifica fa fede ai fini di eventuale reclamo (da presentare entro i successivi 10 giorni), avverso l'errata valutazione e/o discordanze fra quanto dichiarato in domanda e quanto riscontrato dall'ATP.

[ leggi ][ commenta
Cgil: Così hanno demolito la scuola
La Repubblica - 15-04-2013
La Cgil li chiama i cinque anni della demolizione della scuola pubblica, e i dati messi in fila certificano il concetto di là dei punti di vista. Dal settembre 2008 al settembre 2013 (che significa governo Berlusconi con ministro Gelmini più una breve appendice di governo Monti con ministro Profumo) il numero degli alunni dalla prima elementare alla quinta liceo è cresciuto di 90.990 unità. In uno sviluppo normale del rapporto discente-docente, questa crescita avrebbe dovuto significare 9.000 insegnanti in più. Al contrario, in cinque anni ci sono stati 81.614 docenti in meno. "Dietro il paravento dell'ottimizzazione della spesa si è celata una gigantesca operazione di tagli sconsiderati che ha inciso sulla qualità del servizio pubblico e sul tempo scuola", scrive il sindacato Flc, che all'interno della Cgil cura il comparto scuola.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
WBT
Salvatore Averna - 20-04-2013
 proposta 
Segnalo la sperimentazione del metodo Whole Brain Teaching nell'insegnamento della Lingua Inglese in una scuola media italiana.

[ leggi ][ commenta
Convegno biblioteche scolastiche
conbs.blogspot.it - 17-04-2013
 incontri 
E' dedicato alle biblioteche scolastiche il convegno che si terrà a Bari, al Liceo ginnasio statale Orazio Flacco, il prossimo 23 aprile, giornata mondiale del libro e del diritto d'autore, proclamata dall'UNESCO. Con il suo patrocinio, l'Associazione Italiana Biblioteche - Regione Puglia, il Coordinamento nazionale bibliotecari scolastici, l'Associazione Italiana Editori, con la collaborazione del Liceo Flacco e delle reti di biblioteche scolastiche pugliesi promuovono un'occasione di incontro e conoscenza allo scopo di confrontare esperienze internazionali, con particolare riguardo al Piano strategico sulla lettura e allo specifico sostegno alle biblioteche scolastiche, varato dal Portogallo, e riflettere sulle buone pratiche attuate nelle nostre scuole da Torino, a Bella (Pz) ad Altamura.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Antimafia2000
Il sito raccoglie informazioni sulle maggiori mafie presenti nel Paese Paese e storie come quella di un rifugiato politico, a cura di Carlo Ruta.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva