Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 27 - a.s. 12/13
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 14/04/2013
raccontiscaffali

Sommario

DENTRO LA SCUOLA

L'ammuina dei tablet

di Francesco Di Lorenzo
Tre soldi, ma tutti i gerani che volete
di Flavia Gasperetti
Antiquiz
di Mauro Farina
Non dimentichiamo il tempo pieno
di Lorenzo Picunio

RIFLESSIONI TRA PIAZZE E PALAZZI

La carta Profumo

di Giuseppe Aragno
L'autonomia dai presidi manager
di Lucio Garofalo
La progettazione educativa fa fiorire la matematica
di Enrico Maranzana
Dal Web alla storia globale e alla condizione post-coloniale in Italia
di Gennaro Tedesco


Fai conoscere fuoriregistro ai tuoi amici


L'ammuina dei tablet
di Francesco Di Lorenzo

Dallo Speciale "Notizie dal fronte 2012-2013"

Ci risiamo. Non bastava la voglia di selezionare gli alunni migliori per la propria scuola. No. Ora si va oltre. Il liceo Beccaria di Milano, scuola statale, cioè inserita nel sistema scolastico nazionale, diventa una scuola non di tutti ma di qualcuno. Con il progetto 'Adotta un cervello', in pratica i privati entrano nella scuola dello Stato con tutti i crismi e gli onori. Infatti, il privato che finanzia, potrà esibire il suo logo accanto a quello storico della scuola. Un bel passo avanti (cioè indietro) nella confusione più totale. Altro che nuova politica, in questo modo si sta auspicando un ritorno indietro epocale. Si sta affermando il principio di una scuola sempre meno inclusiva, una scuola di élite, una scuola per pochi e per privilegiati: partendo però, attenzione, da una scuola statale che, secondo la Costituzione, dovrebbe essere libera da condizionamenti e per tutti i cittadini.



Tre soldi, ma tutti i gerani che volete
di Flavia Gasperetti

Gentile e prestigiosa Associazione Alumni NoiSapienza e così l'altrettanto gentile e prestigiosa Fondazione Roma Sapienza,

Vi ringrazio del vostro invito a prendere parte alla "Giornata del Laureato" da voi promossa, recapitatomi oggi per email. In esso mi si prega di RSPV la mia eventuale intenzione a partecipare e quindi vi scrivo per comunicarvi che, purtroppo, non mi sarà possibile essere con voi il 12 Aprile prossimo venturo ed è con sgomento che lo dico, perché non poter assistere con i propri occhi ad una manifestazione così battezzata, che col pensiero ci riporta a quelle di epoche passate quali la "Giornata del Balilla" o la "Befana Fascista", va chiaramente ad esclusivo detrimento di chi se la perde.

Ma abbiate pazienza, tenterò di spiegare qui le ragioni del mio diniego.



Antiquiz
di Mauro Farina

Dal 7 al 16 maggio prossimi nella scuola italiana, dalle elementari alle superiori, si ripeterà il distruttivo rito dei quiz-Invalsi, imposti come presunta misura della qualità del lavoro dei docenti e degli studenti e come valutazione, velleitaria e strumentale, del livello di istruzione fornita dai singoli istituti. In strutture inadeguate e in classi sovraffollate il MIUR (Ministero Istruzione, Università, Ricerca) cercherà di accelerare ulteriormente il percorso verso una distruttiva scuola-quiz, in un quadro generale di progressivo immiserimento dell'istruzione pubblica del nostro paese, che peserà come un macigno sulle future generazioni. La politica continua di tagli agli investimenti nella scuola e nell'Università dell'ultimo ventennio non poteva che determinare la situazione patologica attuale, che spiana la strada alle "proposte" private.



Non dimentichiamo il tempo pieno
di Lorenzo Picunio

Poniamo il problema dell'assegnazione di un numero sufficiente di classi prime a tempo pieno nella scuola primaria nel prossimo anno scolastico 2013-2014. Consideriamo il fatto che la richiesta è generalizzata nei grandi centri e molto ampia anche in quelli minori.

Il "lodo Gelmini-Berlusconi" prevedeva che ogni famiglia che ne faceva richiesta avrebbe avuto diritto al tempo pieno. Ma oggi sembra che la riduzione delle risorse impedirà di mantenere questa promessa.



La carta Profumo
di Giuseppe Aragno

E' vero. I soldi per le borse di studio sono spariti nei tagli e nell'insipienza della politica, ma non bisogna coltivare la disperazione. Il gusto forse è macabro, l'intento inconscio ha un vago sapore di sadismo, ma la notizia circola e nell'indifferenza generale che circonda la scuola occorre registrarla a futura memoria. Quando gli storici attoniti ricostruiranno la vicenda di questo impensabile codicillo di legislatura, occorrerà che si sappia: mentre il Paese annaspa nei vortici della peggiore crisi finanziaria che si sia mai registrata, Profumo, ministro scaduto e però prorogato, dà segni di vita e lancia, ineffabile, la sua tragicomica "Campagna di educazione finanziaria".

In società con Poste Italiane, prende il via così, per gli studenti della scuole secondarie di II grado, quello che l'Ansa, definisce, con impeccabile stile professionale lo "strumento di pagamento integrato alla 'Carta dello Studente IoStudio''.



L'autonomia dai presidi manager
di Lucio Garofalo

Nella mia carriera professionale ho incontrato soprattutto due generi di capi d'istituto.
La prima categoria, forse la più diffusa nel mondo della scuola, è quella del preside "hitleriano", o dispotico, che gestisce l'istituzione in modo autocratico e verticistico, scambiando l'autonomia scolastica per una tirannide individuale e considerando i rapporti interpersonali in termini di supremazia e subordinazione.
La seconda tipologia, forse la più pericolosa, è quella del dirigente affarista e demagogo, che spesso si sovrappone e coincide con il tipo assolutista. Tale soggetto concepisce la scuola come una sorta di proprietà privata, la sfrutta per scopi di lucro e prestigio personale, per cui la gestisce in modo da trasformarla nel più breve tempo possibile in un progettificio scolastico.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


La progettazione educativa fa fiorire la matematica
di Enrico Maranzana

Al convegno sull'Innovazione che si è tenuto a Bolzano nel settembre 2012 il ministro Francesco Profumo ha affermato che "in un momento come questo in cui si è più attratti dal contingente e quindi dal guardare indietro rispetto al guardare avanti, all'avere una strategia" è essenziale "individuare percorsi attraverso i quali si può migliorare la qualità della vita dei cittadini". Ha poi identificato nell'inadeguata preparazione dei docenti la causa delle diffuse e generalizzate carenze matematiche degli studenti italiani: il relativo insegnamento dovrebbe essere affidato solamente ai possessori della corrispondente laurea. Da cui la conclusione: le carenze che viziano la formazione dei giovani dipendono dalle procedure di selezione del personale docente.



Dal Web alla storia globale e alla condizione post-coloniale in Italia
di Gennaro Tedesco

Dalla ricerca elettronica, per quanto certamente parziale, frammentaria e non esaustiva, condotta sulle fonti del Web in italiano e in inglese, relative alla Storia mondiale, alla Storia globale, alla nuova Storia globale e agli Studi post-coloniali e subalterni, emergono alcune indicazioni ed ulteriori ipotesi di lavoro che potrebbero e dovrebbero estendere, confermando o smentendo, quanto da noi faticosamente posto in essere più che in luce.
Innanzitutto i temi e i problemi di Storia mondiale e degli Studi post-coloniali e subalterni sono molto più presenti in ambito italiano nel Web di quanto non lo siano nell'editoria scolastica e soprattutto nella Scuola reale e militante, appena un po' di più nelle nostre Università che solo negli ultimissimi anni e con estremo ritardo e con grandi difficoltà rispetto al mondo anglo-americano stanno prendendo atto della Rivoluzione storiografica, economica e antropologica in corso da decenni sulle due sponde settentrionali dell'Atlantico, ma anche su quelle dell'Oceano Indiano e Pacifico.
Purtroppo questo ritardo culturale e educativo del Bel Paese non è un caso.



 

Brevi di cronaca
Firenze, le scuole contro i test Invalsi
La Stampa.it - 12-04-2013
Le prove di valutazione continuano a far discutere: «La scuola rischia
di diventare un addestramento sulla base di un indicatore e i docenti degli impiegati»
«Tenete a casa i figli nei giorni in cui a scuola ci saranno i test Invalsi, oppure mandateli a scuola dicendo loro di non sostenerli». Questa la forma di protesta contro le prove di valutazione (che il prossimo mese, in date diverse, riguarderanno svariate classi nelle scuole di ogni ordine e grado) suggerita stamani alle famiglie, nel corso di una conferenza stampa al liceo classico Michelangiolo di Firenze, dalla Rete delle scuole fiorentine.

[ leggi ][ commenta
Lavoro, sì, ma gratis
Le inchieste di Repubblica - 11-04-2013
Cercansi laureati per impiego gratuito.
Così il lavoro è diventato un hobby.

I Comuni di tutta Italia pubblicano bandi alla ricerca di professionisti (architetti, ingegneri, giornalisti) disposti a lavorare senza compenso. Il vantaggio? Una citazione sul curriculum.

[ leggi ][ commenta
Ad Auschwitz saresti stata attenta: Profumo esige chiarezza
Roma today - 08-04-2013
Un'alunna ebrea distratta, a causa di un forte mal di testa, e la sua professoressa, di matematica, che la riprende: "Se fossi stata ad Auschwitz, saresti stata attenta". La storia è di ottobre, ma è divenuta di dominio pubblico solo nelle ultime ore, dopo la 'denuncia' de "La Repubblica". Le reazioni naturalmente non sono tardate ad arrivare e anche il mondo istituzionale ha risposto.
Il ministro dell'Istruzione Francesco Profumo ha, infatti, chiesto una relazione scritta in merito alla vicenda. La richiesta del ministro è stata fatta alla preside del Liceo Artistico Caravillani, Anna Maria Trapani, la quale già il 21 gennaio aveva inviato un richiamo scritto alla professoressa, che attualmente si trova in malattia.

[ leggi ][ commenta
Il governo dei saggi
Laura Alberico - 03-04-2013
Fra i troppi litiganti non gode nemmeno la saggezza. La politica e' chiusa nella gabbia della incomunicabilità e della corsa alla propria, ormai inutile " trasparenza" . Una partita senza risultati che lascia in panchina un pubblico estenuato che fatica a riconoscere i colori della propria squadra; sarà il troppo sole o la pioggia incessante che ha stinto bandiere e maglie di riconoscimento. La saggezza non potrà sciogliere i dubbi e la credibilità, ricucire gli strappi di infinite tavole rotonde in cui vincitori e vinti hanno mostrato l'altra faccia della medaglia, una politica decadente che ormai naviga alla deriva e si allontana dalla terraferma. Dieci saggi che interrogano e si interrogano, speranza legata al delicato equilibrio di una possibile ma improbabile soluzione come quella della quadratura del cerchio.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
L'insostenibile leggerezza dello spread
Lucio Garofalo - 13-04-2013
 sociale 
"Lo spread , la detestata spia del costo del debito, continua a sgonfiarsi fino a sotto i livelli di prima delle elezioni dall'esito più surreale nella storia repubblicana". Così Federico Fubini sul Coirriere della Sera. Sembra un paradosso per un paese devastato dalla crisi e dove cresce senza rimedio la miseria sociale. Da dove viene e come si sostanzia l'euforia degli acquirenti dei titoli di stato di un paese che versa in queste disastrate condizioni?

[ leggi ][ commenta
Concorso per Studenti della Regione Lombardia
I.I.S. "Pier Paolo Pasolini" - Milano - 06-04-2013
 comunicato 
L' I.T.S. "Pier Paolo Pasolini" di Milano organizza la 24^ Edizione del Concorso di Prosa e Poesia "Marina Incerti" per ricordare la figura della poetessa e insegnante scomparsa nel 1988 e per valorizzare la scrittura giovanile. Il Concorso è aperto a tutti gli studenti delle scuole medie inferiori e superiori di Milano e Provincia. Una sezione è riservata agli studenti delle scuole medie superiori delle altre province della Regione Lombardia. La partecipazione è gratuita, il tema libero.

[ leggi ][ commenta
Professore...lei è felice?
Rachele Lentini - 05-04-2013
 libri 
Martedì 23 aprile 2013 dalle 15.45 alle 18.00 presso il CeSeDi,Centro Servizi Didattici della Provincia di Torino, via Gaudenzio Ferrari 1 presentazione del libro di Claudio Berretta, insegnante di sostegno, consulente, facilitatore e formatore nell'ambito delle necessità educative speciali, del contrasto alla dispersione e dell'apprendimento cooperativo. Il libro raccoglie narrazioni e riflessioni su esperienze di scuola inclusiva concepita come comunità di apprendimento, nella quale la costruzione attiva del proprio sapere è fondata su relazioni di solidarietà e sul rispetto e la valorizzazione delle diversità di cui ognuno è portatore.

[ leggi ][ commenta
Sissignori, quel lusso costa caro
Mauro Artibani - 03-04-2013
 consumo 
Facciamo finta che i redditi disponibili siano insufficienti a fare la spesa, che la disoccupazione sottragga ancor più reddito alle Famiglie, che i risparmi si assottiglino, che il debito aumenti e che in tutto questo andazzo non si riesca a trovare il bandolo della matassa per raddrizzare le sorti della congiuntura. Si, facciamo finta di essere ad un tornante della storia, dove il dopo, insomma, non sarà più come il prima. Dove si vedranno prodighi smarriti girare in tondo, sbeffeggiati da frugali di antica data, mentre quelli nuovi di zecca stanno tutt'intenti a racimolare senso tra quel che resta. Va per la maggiore un nuovo precetto: "L'uomo non può possedere più di quanto il suo cuore possa amare."

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Associazione Laima
Laima si pone al centro di una ricerca del femminile, particolarmente sentita oggi da donne di tutto il mondo, che trae origine dal bisogno di vivere esperienze collettive e di integrare quella parte spirituale che il patriarcato ha cancellato dalla psiche e dalla storia delle donne. Tra le novità il Convegno 2013, Culture indigne di pace, a Torino, dal 26 al 28 aprile.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva