Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 22 - a.s. 12/13
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 24/02/2013
raccontiscaffali

Sommario

DENTRO LA SCUOLA

Attendiamo fiduciosi gli eventi

di Francesco Di Lorenzo
Home Schooling? No, grazie!
di Marina Fasce
La scuola regredisce
di Enrico Maranzana
Corruttori
di Claudia Fanti

AI FUTURI PALAZZI

La scuola sul filo di lana

di Giuseppe Aragno
Scommettere sugli insegnanti: un impegno per il nuovo governo
di Cosimo De Nitto
Un impegno per l'istruzione
di Maurizio Tiriticco

APPELLI

Per l'Educazione Musicale

di Mario Piatti
Non corretta utilizzazione
di Conbs


Fai conoscere fuoriregistro ai tuoi amici


Attendiamo fiduciosi gli eventi
di Francesco Di Lorenzo

Dallo Speciale "Notizie dal fronte 2012-2013"

Finalmente una novità: la scuola si rinnova partendo dalle mura. Magari ci sarebbe bisogno anche di rinnovare le fondamenta. Ma non esageriamo e soprattutto non generalizziamo, teniamo conto delle differenze. Quindi, per essere seri, cominciamo col dire che nella storia della scuola italiana, non tutto ciò che è stato fatto deve essere buttato via. Ma questo è un altro discorso. Quella che ci sembra una notizia degna di nota, anche se ancora tutta da verificare, è questa: il Miur ha reso note le linee guida per la costruzione degli edifici scolastici del futuro.



Home Schooling? No, grazie!
di Marina Fasce

Pochi giorni fa, lunedì 18 febbraio, nel TG1 delle ore 20, un servizio ha illustrato i caratteri della home - schooling: anziché mandare i 4 figli a scuola, due genitori - insegnanti fanno lezione, armati di vari sussidi didattici e citando il computer che, con Internet, può permettere di trovare "tutte le risposte" ai quesiti cercati...
Invito, tutti, a riflettere sulla questione, citando, Clotilde Pontecorvo, illustrissima connazionale, Professore Emerito della Sapienza di Roma, docente di Psicologia dell'Educazione.



La scuola regredisce
di Enrico Maranzana

Dal Piano Nazionale Informatica al Piano Nazionale Scuola Digitale.

Ventiquattro anni separano i due interventi ministeriali, del 1989 il primo, di quest'anno il secondo, provvedimenti che aprono scenari educativi molto, molto differenti.
Le scelte ministeriali degli ultimi anni derivano da sollecitazioni esterne alla scuola: le direttive e le indagini europee, l'invasione tecnologica. Le differenti filosofie che hanno animato il ministero traspaiono anche dal nome assegnato ai due provvedimenti: informatica e digitale.
I loro corrispondenti, in ambito edile sono: edificio e mattone. Le attività ingegneristiche riguardano il primo, il lavoro del muratore il secondo: la capacità progettuale da un lato, gli aspetti tecnico-operativi dall'altro.



Corruttori
di Claudia Fanti

Supplenza prima ora, terza elementare. (Vengo utilizzata, come tutti, in una delle compresenze con la collega che dovrebbero servire ai recuperi di un alunno in difficoltà. Ormai nessuna di noi ci fa più caso.)
Non conosco per nulla le bambine e i bambini della terza. Entrano alla spicciolata. Capisco subito che ieri hanno ricevuto le schede di valutazione del primo quadrimestre dai loro discorsi assolutamente spontanei: non si accorgono quasi della mia presenza e con lo zaino ancora in spalla iniziano a sciorinare dei numeri...



La scuola sul filo di lana
di Giuseppe Aragno

Sul filo di lana e nella logica oltraggiosa del "voto utile", Skuola, sponsorizzata da Mediaset e Tgcom24, ha pensato bene di chiarire ai lettori-elettori i progetti per la scuola dai "grandi" protagonisti delle elezioni, senza interpellare gli altri candidati. L'iniziativa è quantomeno singolare. I rapporti tra la scuola malata e l'equipe dei "guaritori" dovrebbero essere ormai chiari: Bersani Monti e Berlusconi l'hanno governata assieme in piena concordia. Assieme hanno deciso i rovinosi tagli, l'illegale concorso a quiz e la sorte riservata ai precari; assieme hanno trasferito milioni di euro dal pubblico al privato in sfregio alla Costituzione e non c'è stato gran dissenso nemmeno sulle campagne di stampa per l'orario dei docenti e l'abolizione del valore legale del titolo di studio.


Scommettere sugli insegnanti: un impegno per il nuovo governo
di Cosimo De Nitto

"Scommettere sugli insegnanti", "investire sugli insegnanti", "valorizzare gli insegnanti" et similia sono ormai espressioni che cominciano a logorarsi se non si accompagnano a specificazioni concrete.
L'insegnante è pane, cultura, lavoro. Una metafora? No, la realtà. Coniughiamoli.



Un impegno per l'istruzione
di Maurizio Tiriticco

Tento di abbozzare un elenco di "cose" da chiedere alla nuova maggioranza - augurandomi che abbia una seria consistenza numerica - per quanto riguarda l'attenzione che si dovrà porre nel quinquennio al "Sistema Educativo di Istruzione e Formazione" (l. 53/03, art. 2 e dpr. 275/99, art. 1, c. 2) e le iniziative a lungo termine che si dovranno adottare.

1) PRETENDERE che l'istruzione costituisca un ministero chiave - se è vero che la conoscenza è la molla dello sviluppo, oggi e domani, nelle società avanzate - e che sia affidato a una personalità che sia veramente... capace e meritevole!!!



Per l'Educazione Musicale
di Mario Piatti

Il Forum per l'Educazione Musicale lancia l'appello MUSICA SCUOLA CURRICOLO TERRITORIO, indirizzato "Al Ministro dell'Istruzione che verrà...".
L'Appello presenta tre fondamentali richieste:
a) inserire organicamente un insegnante specializzato in didattica della musica in ogni scuola primaria;
b) inserire organicamente il docente di materie musicali nella Scuola secondaria di II grado;
c) sostenere le attività formative musicali, e in generale artistiche, anche attraverso deduzioni fiscali.



Non corretta utilizzazione
di Conbs

Come coordinamento con aderenti in tutte le regioni italiane abbiamo riscontrato, da parte di molti UST e DS, ricorrenti iniziative che precorrono l'attuazione della L.135/2012 tuttora allo studio.

Questo modo di procedere incide in maniera impropria sulla gestione dell'istituto giuridico della UTILIZZAZIONE riguardo ai relativi contratti:
A - diversi docenti dichiarati inidonei dopo il mese di luglio 2012 sono tuttora senza contratto di utilizzazione, "in malattia d'ufficio", in attesa del decreto attuativo della L.135/2012.
B - a quanti è stato fatto un contratto individuale di utilizzazione è stata imposta come destinazione esclusivamente la segreteria
C - molti docenti già utilizzati in biblioteca sono stati spostati d'autorità in segreteria.



 

Brevi di cronaca
Scommettere sugli insegnanti: un impegno per il nuovo governo!
Scuolaoggi.org - 23-02-2013
L'anello più debole del Sistema è il "corpo professionale degli insegnanti". Questi, che dovrebbero essere gli attori convinti dell'innovazione, sono invece i primi destinatari della politica dei tagli. Il solo fatto che l'ultimo governo abbia potuto solo pensare di aumentare il loro orario di lavoro di un terzo la dice lunga sulle capacità del decisore politico di comprendere quale sia la reale condizione dell'insegnante oggi in una scuola in grande difficoltà. Speriamo in tempi migliori e in decisori che in fatto di scuola - anzi di Sistema - e di insegnanti capiscano qualcosa.

[ leggi ][ commenta
Terni, 'badge' a scuola, il sindacato insorge
Umbria 24 - 22-02-2013
La professoressa Carla Riccardi, dirigente scolastico dell'istituto comprensivo 'De Filis', aveva deciso («unilaterlmente», denuncia la Flc-Cgil) il controllo automatizzato dell'orario d'ingresso e di uscita dalla scuola. Insomma: si dovrebbe 'strisciare' il badge.
Ma gli insegnanti non gradiscono, perché «hanno, per legge, l'obbligo di firmare il registro di classe ...

[ leggi ][ commenta
Fis e Mof: in arrivo... ma solo gli acconti!
La Tecnica della scuola - 21-02-2013
E' di ieri la comunicazione ufficiale, dopo il vortice di tabelle ed ipotesi, numeri e percentuali, a 4 mesi dalla fine della scuola il Miur comunica i soldi che ogni scuola potrà spendere per... migliorare l'offerta formativa!!!
Ecco come si concretizza l'impegno di ministero e sindacati collaborazionisti per la scuola!

[ leggi ][ commenta
E' illegittimo predisporre ora le graduatorie dei soprannumerari senza il nuovo contratto sulla mobilità
Sindacato SAB - 20-02-2013
Alla data odierna, non esistono ancora, perché non pubblicati, né il contratto, né le nuove tabelle di riferimento, che potrebbero variare rispetto alle precedenti, sia come valutazione dei titoli e servizi, sia per l'esclusione dalle graduatorie dei beneficiari di precedenze quali quelli in possesso di legge n. 104/92, amministratori degli enti locali, ecc.., né la data di scadenza dei termini di presentazione delle domande dalla quale far decorrere i 15 gg., anche perché è stato variato il campo di applicazione del sistema delle precedenze con l'introduzione del comma 3 all'art. 7.

[ leggi ][ commenta
Profumo: studenti curiosi e politici seri
Skuola.net - 19-02-2013
Il ministro dell'Istruzione, Francesco Profumo, alla fine del suo mandato ha fatto un appello a studenti e politici ribadendo quali sono le sue priorità sulla scuola. Intervistato, ha fatto il punto della situazione in cui versa il mondo scolastico e ha risposto solo ad alcune delle oltre 200 domande poste da circa 1500 utenti.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Considerazioni sulla lettera di Berlusconi agli Italiani
Antonio Monarca - 23-02-2013
 messaggio 
Ci sarebbero ancora molte cose da dire, ma mi fermo qua.
Spero solo che dalle prossime elezioni esca una maggioranza stabile e rassicurante.

[ leggi ][ commenta
Così son tutti?
Cosimo De Nitto - 22-02-2013
 espressioni 
La nozione è un'espressione generica, priva di un significato aderente la realtà, perché priva di dimostrazione e con eccezioni talmente numerose che finiscono per costituire esse stesse la regola, la normalità. Nel linguaggio politico si usa definire questa espressione come qualunquista, un po' a ragione un po' a torto.

[ leggi ][ commenta
Kermesse elettorale
Lucio Garofalo - 21-02-2013
 opinione 
Vi anticipo subito che il contenuto del presente articolo è "demagogico e qualunquista". Ma tant'è, me ne faccio orgogliosamente un motivo di vanto personale. In questa campagna elettorale si è sentito proporre di tutto e il contrario di tutto, abbiamo assistito ad una "kermesse" assai variopinta e molteplice di "ricette anti-crisi".

[ leggi ][ commenta
L'altra Italia
Giuseppe Aragno - 20-02-2013
 storie 
Le autorità non hanno vigilato, direbbero i francesi. E come dargli torto? C'è un'Italia giovane e emigrata che dà "lustro alla patria", ma non è presente alla coscienza del Paese. E' un'Italia che se n'è andata via perché la storia si ripete e non è stata solo la crisi: quando la libertà stenta a respirare, da sempre ci sono intelligenze che vanno oltre confine. In Spagna quest'Italia giovane, trapiantata in un mondo in cui, a quanto pare, non occorrono baroni per fare ricerca e darle un senso, ha strappato alla Sala X dell'Audiencia Provincial di Barcellona una sentenza storica sui crimini del fascismo nella guerra civile.

[ leggi ][ commenta
Sui benefici della grammatica
Gigi Monello - 20-02-2013
 curiosità 
Non ci si sarà mai dispiaciuti abbastanza dell'impoverimento di lessico nelle nuove generazioni. Perché è attraverso il linguaggio che pensiamo le cose, cerchiamo un ordine, proviamo a dare coerenza al nostro io. Una parola il cui uso tende sciaguratamente a perdersi, è "sbruffone". Ed è un vero peccato, poiché è bella e schietta voce della nostra bellissima lingua; di una potenza sonora che la eleva a "vocabolo ad alta intensità pedagogica".

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
ACLE
Nata nel 1998, l'Associazione non a scopo di lucro prevede nel suo statuto la promozione l'apprendimento delle lingue straniere attraverso metodologie innovative e dell'interculturalità tra i giovani. Nel 2006 ha ottenuto dal M.I.U.R. l'accreditamento per la formazione docenti ed esplica la sua attività su tutto il territorio nazionale a favore di docenti e studenti, avvalendosi di formatori ed esperti madrelingua provenienti in gran parte dalla Gran Bretagna, Stati Uniti e Australia.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva