Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 13 - a.s. 12/13
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 02/12/2012
raccontiscaffali

Sommario

LA SCUOLA E I PALAZZI

Gli insegnanti e l'inchino giapponese

di Giuseppe Aragno
Lettera aperta a Fabio Fazio
di Chiara Grenzi
Cosa sa e cosa pensa Monti degli insegnati e degli studenti?
di Carla Giulia
Pillole e sprechi d'acqua in Portogallo
di Coordinamento Nazionale Bibliotecari Scolastici

ORIZZONTI

Le pillole della maestra

di Claudia Fanti
Multidisciplinarità: una cultura che la scuola non possiede
di Enrico Maranzana
Gioventù bruciata
di Gaspare Serra


Fai conoscere fuoriregistro ai tuoi amici


Gli insegnanti e l'inchino giapponese
di Giuseppe Aragno

La notizia è sul web e non c'è motivo di dubitarne. Molto probabibilmente è vero: "in Giappone gli unici cittadini che non sono obbligati ad inchinarsi davanti all'imperatore sono gli insegnanti. Il motivo è che i giapponesi sostengono che senza insegnanti non ci possono essere imperatori".



Lettera aperta a Fabio Fazio
di Chiara Grenzi

Un'insegnante ha recentemente trovato questa comunicazione sul diario di uno studente: "i genitori di XY lavorano 12 ore al giorno, non 18 la settimana, quindi non hanno tempo di venire a parlare con lei" . Peccato che lei si occupa di quel figlio e dei figli di tanti altri. Peccato che lei dopo aver passato "solo" 18 ore coi ragazzi (e crediamo che sia facile? volete provare? immaginate anche solo lontanamente come ci si sente dopo aver passato 5 ore al giorno con un centinaio di adolescenti diversi alla volta?), passa tutte le altre ore a pensare a loro e a lavorare per loro, domeniche comprese, perché, nonostante sia stanca, a volte delusa, incavolata, sconvolta o preoccupata, li considera preziosi e questo è più importante.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Cosa sa e cosa pensa Monti degli insegnati e degli studenti?
di Carla Giulia

Con il batticuore, ma ho voluto riascoltare il presidente del Consiglio Monti a "Che tempo che fa" di domenica scorsa , per capire se avevo compreso bene quello che aveva detto.
Ebbene, purtroppo sì, avevo compreso.
Ho compreso che Monti ...


Pillole e sprechi d'acqua in Portogallo
di Coordinamento Nazionale Bibliotecari Scolastici

Come docenti-documentalisti ci sentiamo di dover esprimere la nostra opinione sulle "Pillole del sapere": abbiamo visionato in molti i video circolanti, proviamo quindi ad abbozzare una valutazione "in proprio" sulla loro "fattura". La valutazione è rivolta principalmente ai possibili costi di produzione, visto che da Report si evidenziavano costi FARAONICI , rispetto a quella che è, nei fatti, la produzione realizzata ...



Le pillole della maestra
di Claudia Fanti

Dopo anni e anni di lavoro in mezzo all'infanzia, con le immagini negli occhi delle violenze di ogni tipo che essi subiscono nel mondo, mi sono giurata che non mi fiderò mai e mai più (qualche volta l'ho fatto ed è stato un fallimento!) dei venditori di fumo, degli annunci, delle promesse, di programmi altisonanti, di dichiarazioni d'amore verso l'infanzia e il rinnovamento. Negli ultimi vent'anni soltanto peggioramento di dotazioni, di risorse, sprezzo dimostrato in mille modi nei confronti del nostro immane lavoro.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Multidisciplinarità: una cultura che la scuola non possiede
di Enrico Maranzana

"E' stata evitata l'aziendalizzazione della scuola" .. "L'attività dell'INVALSI innalza la qualità del servizio" .. "E' auspicabile l'aumento a 24 ore dell'orario di insegnamento dei docenti" .. "I dirigenti scolastici devono aver la facoltà di individuare direttamente il personale docente" .. " Mai più leggi e riforme senza il consenso del mondo della scuola" sono frasi di cui discutono gli addetti ai lavori in questi giorni. Si tratta di assunti di superficie, originate dai paraocchi che inibiscono la percezione della natura e della dimensione del problema formativo, educativo, dell'istruzione.

[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Gioventù bruciata
di Gaspare Serra

Di tutto e di più si è detto sui giovani italiani (bamboccioni, sfigati, fannulloni...) ma "choosy", francamente, nessuno se lo sarebbe aspettato, nemmeno dalla "verve" del miglior Brunetta!
Lo sport nazionale preferito da certi politici -ultimamente praticato con successo anche dai tecnici- sembra il "tiro al bersaglio dei giovani", una gara senza regole ad offendere, umiliare, bistrattare un'intera generazione (ieri sconsideratamente cresciuta a "pane e televisione", oggi maldestramente rabbonita con "bastoni e carote"!).
In questo surreale clima mi sono spinto ad analizzare un po' più a fondo le cause ricorrenti del disagio giovanile, di quella cd. "generazione Y" frettolosamente liquidata dal premier Monti come "perduta".



 

Brevi di cronaca
Il concorso della follia!
Scuola oggi - 30-11-2012
Dopo l'idiozia delle pillole per gli alunni, ecco l'idiozia delle prove di logica - o meglio di certe prove di logica - per gli aspiranti docenti! Pensare di selezionare del personale docente proponendo prove solo di logica, per di più selettive, è riduttivo e scorretto! Proprio perché si deve selezionare personale che dovrà possedere e, soprattutto, sollecitare negli alunni operazioni mentali che non siano solo afferibili alla logica. Sono decenni che il pedagogista insiste sul fatto che l'insegnare/apprendere si sviluppa lungo strade che impegnano tutte le operazioni di cui il nostro cervello è capace.

[ leggi ][ commenta
Arriva il quizzone per gli insegnanti: prova umiliante
Il Giornale.it - 29-11-2012
Non si può ... non ricordare che l'età media dei candidati è superiore ai 38 anni e che la maggioranza di loro ha affrontato anni di precariato e magari già un concorso o due senza ottenere una cattedra. Non stupisce quindi che possa sentirsi mortificato da domande come «Trova un sinonimo di infingardo» oppure «Quale tra questi termini è sinonimo di elogio, complimento o encomio: Vituperio, Denigrazione, Critica, Lode» nei quesiti sulla comprensione dei testi. Insomma la prova preselettiva sembra avere l'unico scopo di riuscire a ridurre l'enorme numero degli iscritti, 320mila, in modo che il vero e proprio concorso non vada in tilt.

[ leggi ][ commenta
Scuola: gravi le dichiarazioni di Monti a Che tempo che fa
Flcgil - 26-11-2012
Le dichiarazioni rese dal Presidente del Consiglio alla trasmissione televisiva "Che tempo che fa" sono gravissime perché offendono la scuola pubblica e gli insegnanti.
Confermano il carattere autoritario e liberista del Governo Monti, espressione dei banchieri e dei poteri forti, che intende privatizzare l'istruzione pubblica.
Il presidente del Consiglio non sa di cosa parla.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Per un governo democratico della Scuola della Costituzione
Comitato per la scuola della Repubblica - 30-11-2012
 proposta 
Incontro pubblico
Domenica 16 dicembre 2012
Palazzo della Provincia - via IV Novembre 119 - Roma
Sala Di Liegro (Piano I)

[ leggi ][ commenta
Ritorna l'inchiesta di Accade in Sicilia
Giovanna Corradini - 28-11-2012
 libri 
La decisione è presa. Le inchieste di "Accade in Sicilia", rimaste oscurate per anni, diventano una collezione di eBook monografici. E si annunciano alcune novità d'eccezione. Questi libri digitali oltre a riproporre infatti le investigazioni e le ricerche storiche più significative del giornale on-line di Carlo Ruta, forniranno ai lettori una serie di aggiornamenti e un'ampia selezione di documenti originali, che fino ad oggi non sono stati mai pubblicati. Questi documenti saranno proposti in buona parte in copia digitale.

[ leggi ][ commenta
1977/2012: Bari antifascista non dimentica
Unione Sindacale Italiana - AIT Puglia - 26-11-2012
 appelli 
Il 28 novembre 1977 moriva Benedetto Petrone, ucciso, a freddo, da una squadraccia fascista. Egli pagò con la vita il suo impegno sociale e la sua passione politica finalizzata alla realizzazione di un mondo migliore. per questo ci siamo dati tre parole d'ordine: solidarietà, libertà ed equità sociale. Questi sono i nostri valori e, crediamo, siano gli stessi per i quali Benny ha sacrificato la sua giovane vita.
Per questi motivi invitiamo tutti a scendere in Piazza Umberto, mercoledì 28 novembre a partire dalle 18.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
In classe ho un bambino che
La proposta è di un Convegno in cui verranno illustrati gli ultimi risultati della ricerca psicologica e psicopedagogica con implicazioni per il mondo della scuola; inoltre verranno analizzati i classici temi dell'apprendimento, delle motivazioni, dei bisogni educativi individualizzati, ma anche le forme di intelligenza, l'autismo, la comprensione orale, le neuroscienze, la "digitalizzazione" del bambino.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva