Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 11 - a.s. 12/13
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 18/11/2012
raccontiscaffali

Sommario

DALLA SCUOLA CHE VIVE

Non ci avrete mai come volete voi

di Valerio Valentini
Monti: a rischio è la democrazia
di Giuseppe Aragno
Educazione fisica a regime
di Flavio Cucco
Il Miur si ritrovò in una selva oscura
di Enrico Maranzana

TRE DOMANDE

Numeri o princìpi?

di Conbs
E se parlassimo di condizioni di lavoro?
di Anna Caterina Cabino
La patente per guidare la scuola?
di Enrico Maranzana


Fai conoscere fuoriregistro ai tuoi amici


Non ci avrete mai come volete voi
di Valerio Valentini

Ho visto un meraviglioso striscione tra i tanti che stanno sfilando in queste ore nelle piazze italiane, e nelle videogallery dei quotidiani online. Lo reggevano cinque o sei ragazzi, di 16 o 17 anni. Liceali, con ogni probabilità. Dietro lo striscione, una lunghissima fila di studenti. Su quel lenzuolo bianco, con lettere un po' sbilenche e non molto allineate, c'era scritto uno di quegli slogan che spesso vengono utilizzati durante manifestazioni o cortei, né più bello né più brutto di molti altri simili. Ma che, nonostante l'abuso tipico di ogni slogan, nel momento in cui l'ho visto, mi è sembrato, appunto, meraviglioso: "Non ci avrete mai come volete voi".



Monti: a rischio è la democrazia
di Giuseppe Aragno

Ancora un palazzo del potere, ancora qualcosa che vola dalle sue finestre, ancora una "morte" che rimarrà impunita. Stavolta tocca direttamente alla democrazia. Qui da noi va così. Qui da noi dalla finestra della Questura a Milano volò a terra l'anarchico Pino Pinelli e Vincenzo Guida, il questore, spudoratamente ne infangò la memoria. S'era ucciso, sostenne, schiacciato dal peso delle prove che lo inchiodavano alla sua responsabilità per la strage di Piazza Fontana. Pinelli era stato partigiano e il questore fascista come fasciste erano le bombe di Milano. Sembra strano, ma è così: passato senza colpo ferire da Mussolini a Einaudi, aveva diretto la colonia penale di Ventotene dov'erano reclusi Pertini e Terracini. Sono storie di questori che andrebbero insegnate. Ma forse è proprio quello che non si vuole.



Educazione fisica a regime
di Flavio Cucco

Continuano le prese di posizione dei colleghi di Educazione Fisica contro il mancato finanziamento dell'attività sportiva scolastica: dopo Roma, Genova,Viterbo, Treviso...... ecco Gorizia, Parma, Venezia e tutte dichiarano l'adesione alla protesta sindacale con la sospensione di tutte le attività professionali non obbligatorie, compresa la partecipazione alle fasi territoriali e nazionali dei Giochi Sportivi Studenteschi, nonché di tutte le altre manifestazioni sportive collaterali (tornei interni d'istituto e interscolastici) ...




Il Miur si ritrovò in una selva oscura
di Enrico Maranzana

L'informatica ha invaso la scuola: i nuovi strumenti del comunicare integrano e modernizzano le consuete procedure didattiche e amministrative; essi tuttavia sono apprezzati esclusivamente perché facilitano e accelerano il flusso dei dati, perché migliorano l'efficacia della comunicazione1, perché rendono facile l'interazione dell'utilizzatore con "il sistema", perché infine comportano significativi risparmi.
Il limitare a questi soli aspetti il cambiamento indotto dall'introduzione delle nuove tecnologie dell'informazione fa dimenticare i possibili contributi alla professionalità del docente, in linea con il mondo contemporaneo.



Numeri o princìpi?
di Conbs

In queste ore tutti gli organi di informazione riportano la notizia del "salvataggio" dell'orario degli insegnanti curriculari mediante risparmi recuperati in vario modo anche dai bilanci di altri ministeri, oltre al Miur. Tale notizia non può che trovarci soddisfatti, in quanto abbiamo vissuto sulla nostra pelle quanto la professione docente possa essere logorante e abbiamo visto le "24 ore" come una fabbrica di nuove inidoneità. Tuttavia constatiamo che mentre per i curriculari sono stati fatti sforzi inimmaginabili da tutte le componenti politiche, altrettanto non è stato fatto per i docenti utilizzati in altri compiti per gravi motivi di salute.



E se parlassimo di condizioni di lavoro?
di Anna Caterina Cabino

Ho inviato questa lettera a tutte le persone in indirizzo:
Dirigente
Ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca Francesco Profumo
USR
Presidente della Provincia
Sindaco del Comune

al fine di
• rendere manifesto il lavoro sommerso che è senz'altro pari quando non superiore alle ventiquattro ore settimanali di cui alla Legge di stabilità attualmente in discussione;
• contribuire ad adeguare la scuola pubblica italiana agli standard europei, se non dal punto di vista salariale e strutturale almeno nella condizione di lavoro dei docenti ...

Naturalmente non ho ricevuto alcuna risposta.



La patente per guidare la scuola?
di Enrico Maranzana

Il libero pensiero impera nella scuola: mancano proposte di ammodernamento del sistema scolastico, concepite nel rispetto dei vincoli dottrinali e legislativi oggi esistenti, vincoli che valorizzano le esperienze pregresse e non le cassano acriticamente.
Qui di seguito sono riportate e commentate tre frasi di esponenti che stanno giocando un ruolo importante sul fronte dell'innovazione; asserzioni rappresentative delle tendenze che ispirano i lavori in corso; queste frasi mostrano l'irrazionalità e l'infondatezza delle proposte di cambiamento del servizio scolastico oggi in discussione.



 

Brevi di cronaca
Segnalazione
Orizzonte scuola.it - 17-11-2012

[ leggi ][ commenta
Scuola, 223 milioni alle private: il Pd esulta: «Vittoria»
Pubblico - 16-11-2012
Gli istituti paritari non conoscono crisi. Mentre vengono aumentate le tasse universitarie agli studenti e mentre 10mila precari perdono il posto di lavoro, in Commissione Bilancio è stato approvato un emendamento del Ddl stabilità che rende effettivo il finanziamento dei 223 milioni assegnati dalla legge di stabilità per il 2013. Fondi che si sommano ai 10 milioni di euro già previsti in precedenza dalla spending review. Una somma che, in seguito ai suggerimenti del Pd, sarà esterna rispetto al Patto di Stabilità e troverà copertura nel Fondo per la compensazione degli effetti finanziari, «rendendola così effettivamente erogabile».

[ leggi ][ commenta
Report svela gli scandalosi sprechi del Miur
La Tecnica della scuola - 15-11-2012
Mentre il governo propone tagli per la scuola di centinaia di milioni di euro, il club degli esperti scientifici nominati nel 2008 dalla Gelmini, elargisce monete sonanti all'azienda privata di Ilaria Sbressa, moglie di Andrea Ambrogetti, direttore delle relazioni istituzionali di Mediaset e presidente dell'associazione del digitale terrestre, così come Massimo Zennaro, l'ideologo del neutrino viaggiatore nei tunnel sotterranei che collegano il Gran Sasso con Ginevra, prima di lasciare, il 22 dicembre del 2011, il Ministero, stanzia quasi un milione e mezzo di euro da destinare a prodotti multimediali per la scuola, una commissione mista creata tra i carrozzoni del Miur e dell'Ansas decide di investirne 730mila euro per comprare 19 "Pillole del sapere"...

[ leggi ][ commenta
Vogliamo discutere seriamente di come ridurre i costi?
Tuttoscuola - 12-11-2012
Vengono ridotti i finanziamenti alle Province? Spegniamo i riscaldamenti nelle scuole. Ormai si ragiona così nell'epoca dei tagli lineari, in cui si deve far fronte dopo decenni di sprechi a un debito pubblico mostruoso, che ad ogni scadenza lo Stato italiano deve onorare ricorrendo a nuovi onerosissimi prestiti. Del resto per le spese per la carta igienica, le fotocopie e così via, già le scuole sono costrette a richiedere in molti casi il contributo "non obbligatorio" delle famiglie. E' questa la strada da seguire nell'affrontare un tema imprescindibile in uno Stato moderno quale l'organizzazione del servizio scolastico?

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Equitalia, tra ricerca di efficienza e nodi irrisolti
Blog 6Sicuro - 16-11-2012
 sociale 
Entra per sbaglio in una ZTL. Se ne accorge subito. Fa retromarcia, ma ormai il danno è fatto. Passano anni, ma la multa non arriva mai. Il nostro automobilista pensa di averla scampata... e invece l'amara sorpresa è dietro l'angolo. Ecco arrivare una cartella che, tra mora e diritti di riscossione, vale il doppio della multa originaria. A un altro va peggio. Viene fermato dai vigili che gli contestano un contromano. Gli dicono: "La multa le arriverà a casa" e lo lasciano andare. Poi niente, per anni. Fino all'amara sorpresa: anche se stavolta gli viene chiesta una cifra esorbitante, cinque volte superiore alla multa. Queste sono solo due delle molte segnalazioni che i lettori del blog di 6sicuro hanno fatto negli ultimi mesi. E ogni volta di mezzo c'è lo zampino di Equitalia.

[ leggi ][ commenta
Venti di guerra
Newsletter Ecumenici - 17-11-2012
 espressioni 
Soldato blu, chi ti paga è colui che protesta, e paga anche coloro che ti ordinano di caricarlo. Paga per tutti, animale da macello che nessuno considera e la cui protesta, ultimo atto di disobbedienza civile, scatena una repressione esagerata. Soldato blu, ci hanno messi uno contro l'altro, non lo capisci? I nostri ragazzi non hanno più alcuna speranza, dovranno emigrare o fare i polli di allevamento in un call center:

[ leggi ][ commenta
Scatole cinesi
Rai Edu - 15-11-2012
 proposta 
Un programma in otto puntate per conoscere la Cina di oggi, fuori dai clamori della cronaca o dagli stereotipi più comuni. Attraverso 8 parole: Tarocco, Scuola, Potere, Calcio, Donna Salute, Turismo, Cucina, scopriremo aspetti culturali, economici e sociali di un Paese in rapida e continua trasformazione. Ogni puntata parte da un antico carattere della lingua cinese e apre diverse "scatole" per svelare il mistero di un popolo che non e' più solo esotico e lontano, ma partecipa alla vita reale del nostro Paese e condiziona le economie del mondo.

[ leggi ][ commenta
Parte a Roma il Karawan Fest
Cinemafrica.org - 12-11-2012
 cinema 
Partirà tra pochi giorni a Roma la prima edizione del Karawan Fest. Festival itinerante nelle terre di Torpignattara, che si svolgerà in maniera variegata e variopinta da novembre 2012 a giugno 2013, mettendo in mostra le culture del mondo.
Il primo appuntamento con Karawan Fest si svolge alla casa della Cultura di Villa De Sanctis ed è dedicato a "Il sorriso del cinema arabo" (15-19 novembre): 4 giorni di proiezioni e incontri, un vero e proprio viaggio attraverso il cinema per scoprire su grande schermo colori, passioni e racconti da Tunisia, Algeria, Libano... oltre a un film-evento speciale che inaugura il cartellone di eventi di Karawan!

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Ti con zero
In queste pagine si intenderebbe dare un contributo alla nascita di una terza cultura (post-umanesimo) da più parti invocata, come riforma intellettuale e come rivoluzione antropologica; un post umanesimo necessario per superare le sfide e allontanare le minacce incombenti. Un intreccio forte e innovativo dell'indagine scientifica e del pensiero umanistico, che trova sostegno in una visione profondamente laica della Natura, e che è necessario per contrastare forme di vecchio e nuovo irrazionalismo.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva