Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 05 - a.s. 12/13
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 07/10/2012
raccontiscaffali

Sommario

PIAZZE E PALAZZI

Mani in alto

di Emanuela Cerutti
La polizia contro gli studenti
di Giuseppe Aragno
In caso di abuso
di Lara Giunta
L'esempio degli educatori
di Laura Alberico

DENTRO LA SCUOLA

La buona integrazione?

di Lorenzo Picunio
Ora et labora
di Cosimo De Nitto
Un mistero italiano
di Ermenegildo Caccese e altri
Pensiamoci
di Francesco Di Lorenzo

CURIOSITA'

Truffate sì, ma fatelo all'inglese

di Giuseppe Aragno
A chi piace il concorso?
di Vincenzo Pascuzzi


Fai conoscere fuoriregistro ai tuoi amici


Mani in alto
di Emanuela Cerutti

Non è finita la giornata e non finiranno qui i racconti della protesta.
Troppo facile sarebbe incasellarla nel fervore incosciente e che non porta a nulla di giovani che, ancora, il peso delle responsabilità non lo portano.Bisogna ripulirla dai facili pregiudizi e raggiugerne il cuore.
Ormai c'è chi decide e chi non è d'accordo. La differenza è che chi decide fa e chi non è d'accordo subisce, anche quando il campanello di casa porta la scritta "Repubblica democratica".

[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


La polizia contro gli studenti
di Giuseppe Aragno

Non lasciamoli soli, gli studenti, come soli lasciamo ormai da tempo gli operai, come già facemmo due anni fa, tutti assieme, docenti, genitori e comitati di lotta. I filmati chiaro: questa è la polizia di Genova e De Gennaro, il "servitore dello Stato" promosso a sottosegretario, dopo la Diaz, in un governo che nessuno ha eletto e manomette diritti e principi costituzionali.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


In caso di abuso
di Lara Giunta

Nelle piazze italiane, durante le manifestazioni vengono schierati in assetto antisommossa Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza. Nessuno di questi corpi ha sulle proprie divise segni identificativi che li renda riconoscibili. In caso di abusi il poliziotto non è riconoscibile e quindi non è perseguibile: resta così sempre impunito. Chiediamo l'immediata introduzione dei numeri identificativi...




L'esempio degli educatori
di Laura Alberico

Rabbia e indignazione per i mali della società cosiddetta "civile". Politica e istituzioni non più sull'orlo dell'abisso ma crollati ormai sotto menzogne, coperture, connivenze e imbrogli. Tutto questo alla luce del sole, un sole malato come le coscienze che dovrebbero rappresentare e dar voce alle esigenze, alle necessità spesso urgenti per i diritti negati. Cosa si può insegnare ai giovani?



La buona integrazione?
di Lorenzo Picunio

Un numero adeguato di posti di sostegno nella scuola pubblica italiana, una continuità didattica degli insegnanti di sostegno nelle scuole, la garanzia dell'effettiva integrazione degli alunni con disabilità nella scuola italiana, dalla scuola dell'infanzia alla superiore.


Ora et labora
di Cosimo De Nitto

«Laurearsi per laurearsi serve a poco. Se ci si laurea male si hanno competenze modeste, che portano poco lontano, meglio non inseguire il titolo per essere dottori per forza. Meglio avere una formazione tecnica spendibile. Bisogna ridare dignità al lavoro tecnico e operaio».
Secondo voi chi ha pronunciato queste parole?



Un mistero italiano
di Ermenegildo Caccese e altri

Ma di che cosa sta parlando, signor sottosegretario? Non conosce i provvedimenti e le leggi che il governo di cui egli stesso fa parte sta realizzando, e gli effetti devastanti che questi hanno su scuola ed università? Di che parla? Forse pensa che la sua - mai autentica - 'integrità' di maestro di strada possa realizzarsi con delle dichiarazioni generiche di intento, che non verranno mai attuate?



Pensiamoci
di Francesco Di Lorenzo

Dallo Speciale "Notizie dal fronte" 2012-2013

Le parole di autorevoli esponenti del ministero hanno finalmente tranquillizzato i vertici della chiesa. È stato assicurato che nulla verrà cambiato per quanto riguarda l'ora di religione nelle scuole.
L'eroina sta tornando prepotentemente in auge tra i giovani.
Le persone che usano Facebook sono un miliardo. Noi italiani siamo gli undicesimi nel mondo con più di tre milioni di giovani tra i 13 e i 18 anni e più di quattro milioni tra i 19 e i 24 anni.
Pensiamoci.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Truffate sì, ma fatelo all'inglese
di Giuseppe Aragno

Pochi giorni fa, dopo il lamento d'obbligo sulla nostra scarsa dimestichezza con la lingua inglese, politologi d'ogni colore, editorialisti e osservatori politici sono andati tutti in brodo di giuggiole, perché Monti ha deciso di "invertire la tendenza" e, invece d'investire sulla scuola per potenziare l'insegnamento delle lingue, ha segnato sul calendario della nostra vita politica un nuovo insuperabile record: per la prima volta nella storia degli esecutivi italiani, sul sito web istituzionale è apparso un comunicato stampa nella lingua di quella che fu la "perfida Albione".

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


A chi piace il concorso?
di Vincenzo Pascuzzi

A Roger Abravanel piace il concorsone di Profumo, ne è entusiasta. E' uno dei pochi, se non l'unico, ad apprezzarlo al di fuori dei vertici Miur. L'aveva anticipato qualche settimana fa sulla prima pagina del Corriere della Sera e lo conferma adesso, appena pubblicato il relativo decreto.



 

Brevi di cronaca
L'Università della paura: il rettore, il Cda e la libertà di parola
Rete 29 aprile - 06-10-2012
il rettore dell'Università di Catania vuole avere libertà di mettere sotto azione disciplinare chi vuole, come vuole e quando vuole; non basta: chiunque sindachi tale esercizio di potere sarà sottoposto, a sua volta, ad azione disciplinare con rischi di sanzioni fino a sei mesi di sospensione dello stipendio e tutti gli effetti di legge conseguenti. A decidere, infine, se l'improbo esercizio di libero pensiero configuri una "strumentalizzazione a danno dell'istituzione" (formula contorta, mal scritta e ancor peggio pensata) sarà, ovviamente, il rettore stesso... La logica è, come al solito, stringente... E non manca una involontaria, tragicomica sfiducia, culturalmente perniciosa, nei confronti di chi (come un bambino) si lascerebbe "influenzare" (o corrompere, alla faccia della terzietà del giudizio disciplinare).

[ leggi ][ commenta
Oggi è la nostra giornata mondiale
Orizzonte Scuola - 05-10-2012
Come ogni 5 ottobre, da 18 anni, l'UNESCO-OIL invita a festeggiare la giornata degli insegnanti. Molte le iniziative che si svolgeranno oggi e molti gli interventi da parte della politica e del mondo sindacale. La parola d'ordine di quest'anno è: "Sostieni gli insegnanti". Mai più obiettivo può essere azzeccato in questi tempi di crisi, economica, ma anche di ruoli. Crisi economica che ha condotto ai tagli all'istruzione, crisi di identità del ruolo dell'insegnante, travolto dalla bufera di una società che cambia a ritmi sostenuti.

[ leggi ][ commenta
Quiz per l'insegnamento: settimana enigmistica a schema Profumo
Il Fatto Quotidiano - 04-10-2012
non c'è proprio nulla da divertirsi. Se i quiz ufficiali saranno così vorrei vedere il ministro Francesco Profumo o il maestro Marco Rossi Doria, sottosegretario all'Istruzione o ancora il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, rispondere a questa settimana enigmistica statale.
Una precisazione doverosa: nessuna offesa alla settimana enigmistica!!!!! Anzi

[ leggi ][ commenta
Meglio una formazione tecnica che una laurea presa tanto per...
L'Unità - 02-10-2012
«C'è un percorso da fare - spiega Fornero - perché abbiamo svilito la formazione tecnica e professionale e indotto tutti a pensare che se uno non frequenta l'Università e fa una scuola professionale vale meno di un dottore. Non è così. Un Paese non può pensare che il lavoro operaio sia socialmente meno valido. Un percorso di studio che valorizza il merito capisce le attitudini personali e le valorizza senza appiattire tutti in una realtà di scarsa soddisfazione e scarso reddito».

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Ad alta voce
Gianni Zappoli - 06-10-2012
 libri 
"Ad alta voce" ha lo scopo di promuovere "Ausilio per la Cultura", il prestito bibliotecario a domicilio per anziani e disabili realizzato ... perché "là dove entra un libro, o si ascolta una voce, esce rapido un cattivo pensiero. E la nebbia della noia è soffocata o spazzata via dal vento di una buona sorpresa; e i luoghi sembrano popolarsi di gente amica. Nessuno è mai solo con un libro in mano. Adesso, anche chi lo racconta, basta chiamarlo e arriva.

[ leggi ][ commenta
Insegnare la Costituzione tra formazione e sviluppo di percorsi didattici
Centro La Porta - 05-10-2012
 proposta 
Corso di formazione per docenti, studenti delle scuole superiori, genitori, a Bergamo e Treviglio, tra il 10 ottobre e il 15 novembre.

[ leggi ][ commenta
Inidoneità e patologie nella professione docente
Coordinamento Nazionale Bibliotecari Scolastici - 04-10-2012
 espressioni 
Quali sono le "patologie professionali" degli insegnanti? Si tratta unicamente delle "disfonie" causate dalle laringiti croniche riconosciute anche nelle cause di servizio? Oppure vi sono forse altre malattie, magari più frequenti ma sconosciute?
Questo è l'interrogativo cui ha cercato di rispondere il presente studio che ha esaminato le diagnosi formulate dai Collegi Medici per determinare l'inidoneità all'insegnamento per motivi di salute.

[ leggi ][ commenta
Crisi: approposito di risorse produttive
Mauro Artibani - 02-10-2012
 consumo 
La condicio sine qua non di un processo economico efficiente, si mostra nell'utilizzare al meglio le risorse disponibili a tenere in equilibrio il meccanismo produttivo. Si, insomma, quanto il sistema produce, il sistema interamente consuma.
E se questa dannata crisi fosse il frutto proprio di un impiego inefficiente delle risorse produttive del sistema economico?
Diamo un'occhiata.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Freedom Flottilla
Dal nostro Manifesto:
1.Rispettiamo i diritti di ogni essere umano, indipendentemente dalla sua identità e sesso, religione, nazionalità, cittadinanza o lingua.
2.Aderiamo, senza eccezione alcuna, ai principi della non violenza e della resistenza non violenta in tutto quello che diremo e che faremo con la Freedom Flotilla.
3.Ci riconosciamo nei valori fondamentali dell'antifascismo, della solidarietà e del diritto all'autodeterminazione dei popoli.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva