Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 32 - a.s. 11/12
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 20/05/2012
raccontiscaffali

Sommario

DENTRO IL PAESE

Lutto

di Fuoriregistro
Attentato di Brindisi: iniziative spontanee
di Redazione
La scuola, di nuovo, bottega di civiltà
di Severo Laleo
Il colore della legalità
di Francesco Di Lorenzo

DENTRO LA SCUOLA

Volevo fare l'insegnante

di Carla Giulia
La maestra Luisa
di Giuseppe Aragno
L'abito non fa il monaco
di Emanuela Cerutti
Pensiero unico e tecnologia
di Gennaro Tedesco


Fai conoscere fuoriregistro ai tuoi amici


Lutto
di Fuoriregistro

Il dolore e l'indiginazione per quanto accaduto stamattina a Brindisi sono i nostri. Colpita una scuola, i suoi ragazzi, il loro presente e il loro diritto a un futuro percorribile. Non ci sono scuse, non ci sono giustificazioni di nessun tipo. Nessuna radice per un albero marcio.
Altri indagheranno, cercheranno, nell'intricato intreccio degli eventi, ragioni, responsabilità, matrici.
A noi resta l'immagine di una mattina come altre, una mattina che avrebbe potuto essere di molti, spezzata dentro la sua normale voglia di esistere e di metterci, nonostante tutto, l'energia del nuovo oggi: viaggi, messaggi, interrogazioni, progetti, sorrisi, domande, risposte, amarezze, denunce, abbracci, dolcezze.
A noi resta l'idea che la violenza, vigliacca e nascosta, non fermerà la vita. Non ce la farà. Ricorrerà sempre ai suoi metodi complicati e protetti per tentare di coprire una debolezza di fondo: l'assenza di umanità.
Le lacrime di oggi sono il segno di un'umanità incancellabile e invincibile. Nonostante tutto.

[ leggi (3 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Attentato di Brindisi: iniziative spontanee
di Redazione

Attentato: iniziative spontanee :

Dopo il vile attentato di Brindisi la popolazione reagisce e nascono spontanee le inziative. Qui un elenco provvisiorio.

Preghiamo di segnalare nei commenti altre iniziative non inserite.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


La scuola, di nuovo, bottega di civiltà
di Severo Laleo

il tuo sacrificio, cara Melissa, con l'infinito dolore dei tuoi cari, la tua sofferenza, cara Veronica, le vostre ferite, care/i ragazze/i, siatene certi, costringeranno noi tutti, Resistenti del 2000, ad aprire gli occhi, definitivamente, perché anche al nostro Paese sia data la possibilità di costruire una via nuova, la vostra, verso la civilizzazione. E toccherà di nuovo alla scuola, con i suoi poveri mezzi e strutture, ma con la generosa e misconosciuta serietà larga dei suoi operatori, seguendo l'intuizione, pedagogica, di Dalla Chiesa, un generale, e di Caponnetto, un magistrato, difendere, contro la violenza mafiosa, la civiltà della mitezza.



Il colore della legalità
di Francesco Di Lorenzo

Dallo Speciale "Notizie dal fronte 2011-2012"

Due iniziative della scuola locale che hanno il colore della legalità E che assumono, alla notizia della bomba alla scuola di Brindisi, il rilievo del dolore.

A Palermo, il 25 maggio prossimo, ci sarà 'la notte bianca della scuola'. La manifestazione organizzata dal Comune vuole ricordare i vent'anni trascorsi dalle stragi di Capaci e di Via D'Amelio ed onorare la memoria dei giudici Falcone e Borsellino. Le scuole coinvolte nella manifestazione, dicono gli organizzatori, 'vogliono testimoniare il rinnovato impegno a costruire una Palermo migliore proprio grazie all'esempio degli studenti, che negli ultimi 18 anni hanno adottato monumenti dimenticati e degradati, restituendoli alla città'.



Volevo fare l'insegnante
di Carla Giulia

Volevo fare l'insegnante
Q1, A, Q2, 3, Q4, F, Q5, C, Q6 , D, Q7, A 1, B2, C3, D4, Q8, A1,B3,C4,Q9,A,A,A, Q10,A1,B6,C5
Dimmi se sono troppo veloce
Mi raccomando non uscire dalla casellina con la crocetta
Male alla testa, dolore ai muscoli della schiena, nausea, vomito
Oggi è il 16 maggio 2012
Sto "correggendo" le prove INVALSI
Volevo fare l'insegnante

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


La maestra Luisa
di Giuseppe Aragno

Le scrisse Pintor e sono parole che scuotono: «Non ci vuole una svolta, ma un rivolgimento. Molto profondo. Niente di manicheo, ma bisogna segnare un altro confine e stabilire una estraneità riguardo all'altra parte». Mi vengono in mente, mentre leggo sul Manifesto la lettera aperta a Rossi Doria, che quel confine lo ignora, e mi pare evidente: ci sono scelte che non puoi ignorare.
Voglio crederci: si può accettare di entrare in un governo come quello di Monti nella pia illusione di dare un qualche contributo positivo alla crisi che ci uccide. Non è giusto, ma è umano. Inaccettabile è, invece, conservare l'illusione dopo la riforma delle pensioni e del mercato del lavoro e la maniera scelta per affrontare la crisi e produrre così, tra l'altro, la catastrofe del nostro sistema formativo.



L'abito non fa il monaco
di Emanuela Cerutti

Chi ritiene che i trascorsi di maestro di strada possano costituire elementi di credito e impegno per la funzione di Sottosegretario asll'Istruzione insegue, probabilmente, lo stesso romantico sogno di chi immagina che un ministro per l'integrazione cresciuto nell'ideale evangelico possa davvero cambiare le regole del gioco in cui è entrato.
Sogno lecito, ma ingenuo, probabilmente, e il risveglio qualche volta è brusco.



Pensiero unico e tecnologia
di Gennaro Tedesco

Oggi nella Scuola si tende a identificare le ideologie educative con l'Educazione. Ma è proprio l'Educazione che nelle Scuole non esiste e tanto meno viene praticata. Al suo posto, appunto, ci sono sostituti ambigui, demagogici e pericolosi che si travestono e si spacciano per Educazione. Uno per tutti, per la sua forza devastante e dirompente, è il costruttivismo. Anche quando non conosciuto e neanche praticato consapevolmente nelle aule, anzi, più precisamente, nei laboratori d'apprendimento delle nostre Scuole, esso si riconosce per il suo presenzialismo tecnologico e per la sua retorica tecnologistica. Tale presenzialismo e tale retorica sono innanzitutto rielaborate, trasmesse e imposte dalla nave ammiraglia ministeriale che cannoneggia tutti quei "residuali" docenti che non si vogliono riqualificare e riconvertire al Verbo trinitario e sacramentale della così detta Rivoluzione informatica e elettronica.



 

Brevi di cronaca
Lunedì tutte le scuole d'Italia devono chiamarsi Morvillo Falcone
Urlo della scuola - 19-05-2012
Lunedì 21 maggio in nessuna scuola della città, in nessuna scuola di questo paese si dovrà fare lezione normalmente. In qualsiasi forma, dentro e fuori dalle aule, nei corridoi, nelle strade e nelle piazze, i gesti, le azioni, le parole pronunciate o scritte dovranno servire per piangere le nostre vittime, per esprimere la nostra collera, per ragionare sulle nostre responsabilità. Nessun insegnante può chiamarsi fuori, nessuno studente deve guardare da un'altra parte.

[ leggi ][ commenta
Prove invalsi: Manifestazioni in 42 città
Gelmini no - 18-05-2012
Grazie anche al rilevante contributo degli studenti, il blocco degli indovinelli Invalsi alle Superiori è andato anche meglio di quelli, già positivi, delle precedenti giornate di sciopero nella Primaria e nella Media. Molte decine di migliaia di docenti, studenti ed Ata, scioperando o boicottando le prove, hanno liberato dai quiz tante migliaia di classi in una giornata in cui l'alleanza tra lavoratori/trici e studenti ha dato frutti oltre il previsto.

[ leggi ][ commenta
Un'ora di sciopero
Sindacato SAB - 16-05-2012
Dopo aver tentato in tutti i modi previsti dalla legge di far desistere il dirigente scolastico dalle posizioni assunte nei confronti del personale in servizio nella sede centrale di Montalto e in quella associata di San Benedetto Ullano, il sindacato SAB, tramite il segretario generale prof. Francesco Sola, si è visto costretto a indire un'azione di sciopero breve territoriale per la prima ora di servizio antimeridiano per giorno 1° giugno.

[ leggi ][ commenta
Cancellieri, Riccardi e la cittadinanza a punti
Sbilanciamoci.info - 14-05-2012
Il film, anche ben fatto, che duri più di tre ore mette a dura prova interesse e concentrazione. Per conferenze e lezioni va anche peggio: con buona pace di slides e animatori di professione, l'ingresso nella zona a rischio scatta dopo appena tre quarti d'ora, anche se il pubblico è tutto laureato. Effetti diversi, chissà perché, dovrebbe avere la "somministrazione" agli immigrati di una videocassetta che in cinque ore o più illustra tutto quello che bisogna sapere, il prima possibile, sull'Italia: ordinamenti della Repubblica, principi e valori fondamentali della Costituzione, caratteristiche dei sistemi sanitario ed educativo, contratti di lavoro e sicurezza, regole dell'immigrazione, obblighi fiscali, servizi sociali e quant'altro

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Mai più
Sinistra Svegliati - 19-05-2012
 appelli 
E' necessario e urgente mobilitarsi. Contro la violenza, contro il terrorismo, contro l'eversione. Le due bombe che sono esplose a Brindisi e che hanno ucciso una ragazza di sedici anni, ne hanno ferita gravemente un'altra della stessa età e colpito in modo più lieve - ma non per questo meno drammatico - altri sei adolescenti, non consentono indugi, né ambiguita: si colpisce la scuola, si colpiscono i giovani si colpiscono la speranza e il futuro del paese.

[ leggi ][ commenta
Migranti, ambasciatori di cultura?
News Roma Intercultura - 18-05-2012
 libri 
Mentre l'Italia si unificava un secolo e mezzo fa, un flusso notevole di "nuovi italiani" si dirigeva nel mondo. Di questo vasto e multiforme movimento, l'opera curata dal prof. Massimo Vedovelli intende offrire un quadro di sintesi sotto il profilo linguistico, esaminando come dai dialetti all'unità linguistica nazionale si sia giunti anche attraverso il contributo dell'emigrazione.

[ leggi ][ commenta
Diamoci la zampa all'Arsenale
Teatro Scientifico - 16-05-2012
 in vacanza 
Una festa per diffondere una cultura basata sul rispetto del diritto alla vita di tutti gli esseri viventi, siano essi uomini o animali, una cultura contro ogni forma di violenza, sfruttamento e prevaricazione.

[ leggi ][ commenta
Democrazia e informazione
No Tav - 14-05-2012
 comunicato 
Venerdì 18 maggio alle ore 21 presso la sala consiliare di Rivoli, v. Capra 27, il noto giornalista Sandro RUOTOLO, collaboratore di Santoro in diverse trasmissioni tra cui quella più recente "Servizio Pubblico" dialogherà con il pubblico sui temi della libertà di stampa, del rapporto tra democrazia e informazione, del ruolo che quest'ultima può giocare sulla formazione del consenso.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Libera
«È ora di trasformare le paure in speranza: lavoro, sostegno alle famiglie, democrazia». Lo ha detto don Luigi Ciotti, presidente di Libera, parlando dal palco in piazza Vittoria a Brindisi dove si è appena conclusa la manifestazione organizzata contro l'attentato di stamane all'istituto professionale 'Morvillo Falcone".

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva