Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 20 - a.s. 11/12
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 12/02/2012
raccontiscaffali

Sommario

DENTRO LA SCUOLA

La sperimentazione del nulla

di Francesco Di Lorenzo
Vales: un infuso di camomilla contro una broncopolmonite...
di Maurizio Tiriticco
Elogio della carta igienica
di Cosimo de Nitto
Il Manifesto degli insegnanti: variazioni ...
di Severo Laleo

TRA CLASSI E PALAZZI

La scuola nel tempo della neolingua

di Giuseppe Aragno
Meritocrazia vs egualitarismo
di Cosimo de Nitto
Fumo o arrosto?
di Lorenzo Picunio
Rispetto
di Claudia Fanti

PIANETA TERRA

La sfida all'eternità

di Laura Alberico
La iella dei Maya e la nuova era glaciale
di Lucio Garofalo
Cesio a San Polo: 20 anni di silenzio
di Andrea Tornago

Fai conoscere fuoriregistro ai tuoi amici

La sperimentazione del nulla
di Francesco Di Lorenzo

Dallo Speciale Notizie dal fronte 2011-2012

Nel mercato della sperimentazione, che una volta aveva un significato
ben definito e che dalla gestione Moratti in poi ha perso progressivamente valore, oggi si ritrovano - vicini, attigui/contigui - sia gli insegnanti che i dirigenti. La novità è che saranno valutati attraverso il percorso sperimentale Vales (Valutazione Sviluppo Scuola), per la prima volta con questo metodo, anche i dirigenti scolastici. Il progetto dovrebbe coinvolgere un massimo di trecento istituti e durare tre anni. Ma la novità vera, all'interno del percorso di valutazione dei singoli istituti, spiegano i tecnici che se ne intendono, sarebbe l'entrata in scena del 'valore aggiunto'. Cos'è? Difficile spiegarlo, ma proviamoci.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Vales: un infuso di camomilla contro una broncopolmonite...
di Maurizio Tiriticco

Sono in molti a chiedermi cosa penso di Vales! Penso semplicemente che non puoi valutare lo stato di salute di un infermo di cui già sai di quali medicine necessita! Andiamo a valutare come e perché uno zoppo non potrà mai gareggiare per i cento metri? E gli diciamo anche che è bravo perché riesce a fare qualche passo? Illuderlo che tutto va ben, madama la marchesa? E perpetuare così il suo cattivo stato di salute? Per me è un perdere tempo e soldi! E poi tre anniii! Un'infinitààà!!! Tre anni di carte su carte, di menar il can per l'aia! Mentre il malato magari continua a peggiorare! Possibile che non si abbia il coraggio di porre mano a ciò di cui il nostro sistema di istruzione ha veramente bisogno?



Elogio della carta igienica
di Cosimo de Nitto

Se fossi un poeta, ma poeta non sono, potrei dedicare un'ode alla carta igienica per l'alta funzione sociale, civile e sanitaria che essa svolge. Mi rendo benissimo conto che trattare questo argomento fa inorridire di sdegno i palati, e gli odorati fini, che la vita la vedono sempre dall'alto dei massimi sistemi, dall'iperuranio delle idee, dei raffinati costrutti della mente e della scienza. Ma provate a pensare cosa succederebbe se non si avesse, all'occorrenza, un rotolo di carta igienica. Sarebbe tragicamente sconveniente e imbarazzante, mortificante della dignità dell'individuo.



Il Manifesto degli insegnanti: variazioni ...
di Severo Laleo

1. Amo insegnare. Amo apprendere. Per questo motivo sono un insegnante.
V. Scelgo di fare l'insegnante per essere a disposizione piena, e sempre dalla parte, delle persone in età/condizione di formazione. Con amore.
2. Insegnerò per favorire in ogni modo possibile la meraviglia per il mondo che è innata nei miei alunni.
Insegnerò per essere superato da loro. Il giorno in cui non ci riuscirò più cederò il mio posto ad uno di loro.
V. Non so se la meraviglia e il desiderio di libertà siano innati, ma insegnerò certamente per favorire i processi di autonomia/indipendenza/libertà di tutte/i le/gli alunne/i in qualche modo in contatto con la mia professionalità. Non avrò con le/gli alunne/i alcun rapporto di superiorità/inferiorità, ma solo e sempre rapporti di parità, pur nella differenza dei ruoli.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


La scuola nel tempo della neolingua
di Giuseppe Aragno

C'è la crisi, si dice, e pare tutto chiaro. Al buio, sullo sfondo, però, c'è qualcosa di "non detto", o forse d'indicibile, e sul proscenio la luce mostra un'altalena: oggi chincaglierie scintillanti vendute come gioielli ai creduloni, domani cadute di stile ripetute e negate col sorriso innocente e i toni pesanti di chi cerca la guerra. Nulla di più vicino all'inquietante paradosso di Orwell: "Il linguaggio politico è concepito in modo che le menzogne suonino sincere, l'omicidio rispettabile e l'aria abbia parvenza di solidità".



Meritocrazia vs egualitarismo
di Cosimo de Nitto

Chi confonde i voti numerici con il merito, peggio ancora con la meritocrazia, come ha fatto la Gelmini, è un/una contaballe. Scegliere voto numerico, giudizio, descrittori sintetici, ecc. è una scelta di strumento che non c'entra niente con la valutazione, con il merito e assolutamente niente con la meritocrazia.
Per valutare il "merito" bisogna stabilire, fra l'altro, se prendere anche in considerazione la base di partenza, oppure no. Questo è il tema del contendere.



Fumo o arrosto?
di Lorenzo Picunio

L'Ufficio Scolastico regionale per il Veneto chiede alle scuole di comunicare a febbraio i dati sugli alunni disabili per l'anno scolastico a venire, comprese le richieste di maggior sostegno o di classi meno numerose. L'intento è buono: poter determinare il numero degli insegnanti a giugno e non a settembre, e quindi diminuire il turn over degli insegnanti stessi. Non solo: ma viene fatta balenare un'altra possibilità positiva: alle scuole un organico funzionale (incrementato del 3% circa rispetto all'organico fissato per legge per le classi), per coprire supplenze e necessità eventuali, misurato sulla serie storica degli ultimi anni.



Rispetto
di Claudia Fanti

Francamente non capisco dove condurrà il sistema di valutazione che si va profilando all'orizzonte prossimo. Mi si consenta il dubitare del successo pratico su vasta scala dell'iniziativa. Mi interesso di altro, di ciò che riguarda il rispetto dei modi di apprendere di bambine e bambini.



La sfida all'eternità
di Laura Alberico

In questi giorni il clima lancia la propria sfida agli uomini, li sottopone a vere e proprie prove di resistenza ricordando loro che la vita e la sopravvivenza sono legate all'ambiente e alle sue trasformazioni più di quanto si possa immaginare.



La iella dei Maya e la nuova era glaciale
di Lucio Garofalo

Per la serie: una risata (oppure la neve) li seppellirà. Ci mancava solo il Blizzard, la terribile bufera di ghiaccio proveniente dalle steppe siberiane, a completare l'immensa scalogna che ci perseguita ormai da troppo tempo. In queste ore l'intera penisola è sferzata da una furiosa tormenta di neve accompagnata da un vento gelido tipico delle regioni artiche, per cui sembriamo sprofondati in piena "era glaciale", benché non si vedano circolare i mammut o le tigri dai denti a sciabola.



Cesio a San Polo: 20 anni di silenzio
di Andrea Tornago

Dallo Speciale brace brace brace

Rifiuti radioattivi nel quartiere San Polo di Brescia: è riemersa dagli archivi un'ordinanza del 1994 che documenta come l'Asl e il Comune sapessero della presenza del Cesio già quattro anni prima della messa in sicurezza del sito. Quattro anni in cui lavoratori e semplici cittadini hanno continuato a frequentare un'area esposta ad alta radioattività, quasi 500 volte superiore al fondo naturale.



 

Brevi di cronaca
Lombardia: presto istituti recluteranno insegnanti
Patrizia Rapanà - 11-02-2012
Il "nuovo che avanza coi "tecnici" accelera e va ormai a passo da bersagliere. Anche l'ultima sortita "sperimentale è in dirittura di arrivo. Presto, infatti, a partire dal prosimo anno scolastico, in Lombardia, gli insegnanti delle scuole statali potrebbero essere reclutati direttamente dai dirigenti scolastici mediante concorsi differenziati per ciclo di studi, al fine di svolgere le attività didattiche annuali. Il progetto di legge regionale "Per la crescita lo sviluppo e l'occupazione", proposto da Formigoni lo scorso 27 gennaio e approvato dalla Giunta, deve superare ormai solo l'ostacolo non insormontabile del Consiglio. Non si tratta di un provvedimento di routine: la sostanza della legge segna un gravissimo strappo istituzionale.

[ leggi ][ commenta
E' illegittimo utilizzare i docenti di sostegno per la sostituzione di quelli assenti
Sindacato SAB - 10-02-2012
A seguito dei rilievi mossi dal sindacato SAB che denunciava l'illegittima utilizzazione dei docenti di sostegno per sostituire il personale assente, l'ATP di Cosenza nella persona del dirigente reggente dott. Luigi Troccoli è intervenuto nel merito richiamando i dirigenti scolastici a rispettare la normativa vigente ed in particolare la nota ministeriale n. 9839 dell'8/11/2010 nella quale viene ribadito di non ricorrere alla sostituzione dei docenti assenti con personale in servizio su posti di sostegno, salvo casi eccezionali non altrimenti risolvibili.

[ leggi ][ commenta
No al dimensionamento scolastico
Sardies.org - 08-02-2012
Una moratoria di un anno per il dimensionamento scolastico che colpisce alunni e famiglie: è quanto chiedono, in un documento unitario, Cgil, Cisl e Uil regionali e le federazioni della scuola dei tre sindacati e ribadito dalle organizzazioni provincial in Sardegna.

[ leggi ][ commenta
Immigrati, alle superiori anche senza licenza media. L'ira della Padania
La Tecnica della scuola - 07-02-2012
Servirà però che collegi docenti o consiglio di classe accertino l'"adeguata preparazione" degli studenti. Secondo il quotidiano vicino alla Lega Nord è discriminante: agli italiani non è concesso ...Il ragionamento della Padania non farebbe una piega se non vi fosse la presenza del collegio dei docenti o del consiglio di classe, a cui viene affidata la valutazione di ogni singolo caso. Non considerare questo aspetto significa sminuire il ruolo degli organi collegiali. Oppure sorvolare sulle difficoltà oggettive che vivono la gran parte degli immigrati. A meno che si pensi che siano già stati fortunati, poiché malgrado tutto riescono ad andare anche a scuola.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
La rozzezza culturale dei professori che ci governano
Maria Antonia Stefanino - 11-02-2012
 opinione 
Non sono proprio certa di meritare i professori che ci governano, nè le loro analisi datate, incomplete, e ancor meno i loro provvedimenti, provo a fare un elenco. Cominciamo dalla rozzezza culturale, intesa come il coltivare un solo orizzonte possibile; sembra che costoro non abbiano men che mai aperto un solo libro di BAUMAN, BOURDIER, obliato MARX, KEINES, noi ai nostri tempi e tutt'ora si leggeva di tutto....

[ leggi ][ commenta
Guido Sgardoli
Carlo Carzan - 10-02-2012
 libri 
I suoi libri sono prima di tutto passioni, che attraversano più stagioni della vita, dalla fanciullezza all'adolescenza. Ci permettono di costruire percorsi di lettura trasversali, che abbracciano temi differenti, ma che in ogni caso portano il lettore a riflettere e a elaborare una strada personale. Con questi incontri inauguriamo la nuova stagione del Ludomastro Book Show, gli incontri con l'autore tra narrazione, interviste, giochi e idee.

[ leggi ][ commenta
Altro che bamboccioni: sono in fuga disperata
l'Unità - 08-02-2012
 sociale 
«Vogliono il posto fisso, magari vicino a mamma e papà». La frase di Annamaria Cancellieri, Ministro degli Interni, è infelice: come lei stesso ha ammesso. Ma l'idea che i giovani italiani siano dei bamboccioni che si aggrappano fin che possono alle gonnelle della mamma è un pensiero così diffuso da assurgere ad autentico luogo comune. Che non risparmia neppure i "ministri tecnici": ricordate Tommaso Padoa-Schioppa?

[ leggi ][ commenta
E' illegittimo predisporre ora le graduatorie dei perdenti posto
Sindacato SAB - 06-02-2012
 comunicato 
Nel merito, nonostante reiterati interventi in proposito nei decorsi anni scolastici, siamo costretti, nuovamente, a denunciare l'illegittimità del comportamento di alcuni dirigenti scolastici che, non curanti delle disposizioni contrattuali vigenti, formulano le predette graduatorie prima della pubblicazione del contratto sulla mobilità che disciplina modalità e termini per dette operazioni incidenti, profondamente, sulle posizioni giuridiche dei soprannumerari e prima della scadenza delle iscrizioni degli alunni prevista per il 20/2/2012.


[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Pamoja
N ONDA su AFRIRADIO ogni sabato alle 9:00 e domenica alle 10:00. Messaggi e provocazioni ai giovani e non. P.Ottavio Raimondo, missionario comboniano lancia ogni settimana la sfida missionaria per un mondo che sia Casa di tutti.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva