Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 19 - a.s. 11/12
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 05/02/2012
raccontiscaffali

Sommario

TRA CLASSI E PALAZZI

Il destino di vigilare

di Francesco Di Lorenzo
L'Italia di Monti
di Giuseppe Aragno
L'eufemismo al potere
di Cosimo De Nitto
La noia
di Claudia Fanti
Non esiste crescita sociale disgiunta dalla storia
di Giocondo Talamonti
Tremonti tardo no-global
di Lucio Garofalo

Fai conoscere fuoriregistro ai tuoi amici

Il destino di vigilare
di Francesco Di Lorenzo

Arriva la notizia che dal 30 gennaio il ministro Profumo non è più presidente del CNR. Si è dimesso. Avrebbe potuto farlo prima per evitare illazioni inutili? E comunque legittime? Sicuramente sì. La questione-il problema-il discorso è sempre lo stesso. Una volta raggiunto un posto di potere, le regole che valgono per gli altri, si fa fatica ad applicarle anche per se stessi. E bisogna sempre che ci sia qualcuno a ricordare e a pretendere. Insomma, non possiamo distrarci. Dobbiamo vigilare: è la nostra regola, il nostro destino.



L'Italia di Monti
di Giuseppe Aragno

Per Berlusconi era l'«azienda Italia» e ne menava vanto: a guidarla l'aveva voluto il «popolo sovrano». Il voto non è dettaglio banale, ma dopo il lavoro forsennato dei curatori d'immagine e le utili idiozie dei soliti pennivendoli, l'amore per la democrazia si fa passione per la «sobrietà». L'opinione pubblica si costruisce: è la fabbrica del consenso che si studia nelle scuole non a caso ridotte alla fame. L'intelligenza critica non cede al ricatto dello spread.
Monti, che pare vada per la maggiore, nei sondaggi sarebbe al 50%, ma si finge d'ignorare che metà degli elettori non intende votare, sicché il dato reale d'un consenso virtuale non va oltre il 25%. Ai rischi legati a statistiche manipolate è molto attento il libero insegnamento, ma Profumo dovrebbe saperlo: chi investe in formazione punta sui tempi lunghi e lavora quasi a futura memoria.



L'eufemismo al potere
di Cosimo De Nitto

Quando il linguaggio segue l'evoluzione del quadro politico.
Prendete ad esempio l'espressione così in voga in questa era montiana-forneriana: "flessibilità in uscita". Non si tratta di una flessibilità qualsiasi, cioé di una capacità di flettersi (piegarsi) in generale, ma solo in uscita. Magari uno sprovveduto potrà pensare che si tratti di qualcuno molto alto, che ha un uscio di casa troppo basso ed è costretto a flettersi-piegarsi per poter uscire. E invece no. "Flessibilità in uscita" sta, lo giuro sul mio onore, per "licenziamento".



La noia
di Claudia Fanti

Non credere signore che noi non ti capiamo quando ci parli con quel tono pacato, sereno, distaccato, a volte rotto da qualche cedimento che fa tanto umano.
Tu e l'altro potere che è quello dei media che ti danno voce concedendo a volte un contraddittorio dove tu non sei più e non potrai sentire, siete le due facce della medaglia di una sirena moderna che usa le parole come un refrain inestinguibile, martellante per ottundere le coscienze, per annichilire la capacità di discernere dei tanti che stanno lì appesi a una speranza di cambiamento.
E dite e dite e dite sempre le stesse cose fino a farle entrare non soltanto nel lessico quotidiano, ma addirittura nel sogno di un cambiamento agognato: quello di un' Italia più giusta.



Non esiste crescita sociale disgiunta dalla storia
di Giocondo Talamonti

I temi della tolleranza e della comprensione nel contesto di ogni moderna democrazia non possono cancellare la memoria degli eventi drammatici legati alla discriminazione razziale nazista; anzi, il riproporli, nella loro crudezza, alla sensibilità dei giovani di oggi, indica la strada per evitare altri errori e per trasmettere i valori della vita e della fraternità nelle differenze etniche ed ideologiche.



Tremonti tardo no-global
di Lucio Garofalo

"Una volta il pronunciamiento lo facevano i militari - così scrive Giulio Tremonti nel suo ultimo libro "Uscita di sicurezza" - Occupavano la radio-tv, imponevano il coprifuoco di notte eccetera. Oggi, in versione postmoderna, lo si fa con l'argomento della tenuta sistemica dell'euro (...) lo si fa condizionando e commissariando governi e parlamenti (...) Ed è la finanza a farlo, il pronunciamiento , imponendo il proprio governo, fatto quasi sempre da gente con la sua stessa uniforme, da tecnocrati apostoli cultori delle loro utopie, convinti ancora del dogma monetarista; ingegneri applicati all'economia, come era nel Politburo prima del crollo; replicanti totalitaristi alla Saint-Simon".



 

Brevi di cronaca
Insegnanti Lombardi. Atto arrogante, secessionista e incostituzionale da parte di Formigoni.
Flc Cgil Lombardia - 04-02-2012
La presentazione della Legge Regionale "Per la crescita lo sviluppo e l'occupazione" dello scorso 27 gennaio da parte di Formigoni segna in modo inequivocabile uno strappo nei confronti dell'unità del Paese!
Proprio su uno dei capisaldi costituzionali, quello del Sistema Nazionale dell'istruzione, Formigoni intende consumare un pesantissimo strappo istituzionale nell'intento di "aiutare la Lombardia e l'Italia a riguadagnare posti nella classifica mondiale ... per sostenere il capitale umano e la formazione ... per favorire la crescita e la valorizzazione degli insegnanti lombardi con interventi sul versante di una maggiore libertà da parte degli istituti nelle individuazione dei docenti"...

[ leggi ][ commenta
Cacciato di casa il custode di una scuola torinese
Cub scuola Torino - 02-02-2012
Può un dirigente scolastico sfrattare un custode dalla sua abitazione dandogli trenta giorni per andarsene senza alcune motivazione?
Parrebbe una cosa impossibile ma succede.
Pochi giorni addietro la dirigente dell'Istituto Tecnico Economico Statale Russell-Moro di Torino lo ha fatto.

[ leggi ][ commenta
Clini e Profumo solo ministri
Corriere politica - 31-01-2012
Si sono dimessi dal loro doppio incarico. In contemporanea. Corrado Clini, ministro dell'Ambiente, ieri sera ha lasciato la poltrona della presidenza di «Area Science Park» di Trieste. Francesco Profumo, ministro dell'Istruzione, si è dimesso da presidene del Cnr, il Consiglio nazionale delle ricerche. I due ministri hanno voluto rilevare che, prima delle dimissioni, si erano autosospesi dai rispettivi incarichi al momento della nomina di governo.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
E' bello cambiare, accettare le sfide
Enrico Maranzana - 03-02-2012
 opinione 
"Tutte le cose che stiamo cercando di fare sono operazioni di ricerca della consapevolezza. I giovani devono abituarsi all'idea che non avranno un posto fisso per tutta la vita. E poi, diciamolo, che monotonia".
Con queste parole il prof. Monti ha descritto lo scenario entro cui è da collocare il problema formativo: la società cambia vorticosamente.. quello che è valido oggi domani potrebbe non esserlo più .. anzi, potrebbe addirittura essere controproducente!
Si tratta di una linea di pensiero che ha rivoluzionato o meglio, che avrebbe dovuto rivoluzionare il mondo della scuola ... Si può nutrire qualche speranza che il ridisegno delle regole del mondo del lavoro non incontri gli stessi insormontati ostacoli eretti da quello scolastico?

[ leggi ][ commenta
Concorso letterario L'albero racconta
Legambiente scuola e formazione - 02-02-2012
 proposta 
I partecipanti dovranno realizzare un breve racconto fantastico che abbia come personaggio o ambientazione un albero secolare, testimone e protagonista dei cambiamenti ambientali e sociali e della nostra storia unitaria. La storia potrà essere scritta in forma di fiaba tradizionale o moderna, di horror, di fantasy o in ogni altro genere letterario fantastico.

[ leggi ][ commenta
Da 80 a 200 euro, si paga la nuova tassa per il permesso di soggiorno
Stranieri in Italia - 30-01-2012
 sociale 
Da oggi in vigore il "contributo per il rilascio e rinnovo" voluto dal precedente governo e non ancora modificato (nonostante gli annunci) dal governo Monti. Che ci farà lo Stato con questi soldi? Metà dei nuovi introiti servirà a finanziare il "Fondo Rimpatri", con il curioso risultato che gli immigrati regolari pagheranno le espulsioni dei clandestini, l'altra metà andrà al ministero dell'Interno per spese di ordine pubblico e sicurezza, per finanziare gli sportelli unici e l'attuazione dell'accordo di integrazione.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Batmath
"La bellezza è il primo test: non c'é posto al mondo per la matematica brutta" - Godfrey Harold Hardy
Sito per amanti della matematica e della fisica di Maddalena Falanga e Luciano Battaia.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva