Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 14 - a.s. 11/12
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 11/12/2011
raccontiscaffali

Sommario

NOTIZIE DAL FRONTE

La media oltre la media

di Francesco Di Lorenzo
Valutiamo la trasparenza
di Francesco Di Lorenzo

PIAZZE E PALAZZI

Scuola: arrivano i curatori fallimentari

di Giuseppe Aragno
Grazie ministra Fornero
di Maria Antonia Stefanino
Il discorso che non farà Monti
di Francesco Masala
Anche per il suicidio sarà lotta di classe
di Giuseppe Aragno
Delle persone ... e della gente
di Cosimo De Nitto
La medicina del dottor Monti
di Lucio Garofalo

DENTRO LA SCUOLA

Il rischio è dietro l'angolo

di Lorenzo Picunio
La scuola in chiaro?
di Claudia Fanti
Carciofi alla romana
di Emanuela Cerutti
Dislessia: il ruolo di dirigenti e docenti dopo la legge 170/2010
di Francesco Paolo Catanzaro


Fai conoscere fuoriregistro ai tuoi amici
Condivi


La media oltre la media
di Francesco Di Lorenzo

Ormai siamo abituati. C'è sempre qualcuno che scopre, ad intervalli quasi regolari, quali sono 'i mali' che affiggono la nostra scuola e ce li rivela. Adesso, ad esempio, sul banco degli imputati e sulle pagine dei giornali, si trova la 'scuola media'. Secondo il 'rapporto sulla scuola italiana del 2011', promosso dalla Fondazione Agnelli, è proprio in questo segmento di scuola che avviene il 'fattaccio'. Nel passaggio dalla scuola elementare alla media, infatti, gli alunni subiscono una drammatica flessione negli apprendimenti.

Inoltre, si legge nel rapporto, la scuola media non è ben vista dalle famiglie e neanche dai colleghi di altre scuole. Ancora, sarebbe proprio durante i tre anni incriminati, che esplorerebbe la contraddizione del nostro sistema scolastico: la mancanza di mobilità sociale. I divari dovuti all'origine socio-culturale degli allievi, dalla scuola media in poi saranno difficilmente compensabili.



Valutiamo la trasparenza
di Francesco Di Lorenzo

Le 33 scuole (di tre regioni) che avevano aderito alla proposta del ministro Gelmini di farsi valutare dal preside e da due colleghi, hanno prodotto i primi risultati. E purtroppo, da ciò che si apprende, ci sono buone possibilità che la 'cosa', questa specie di 'astruseria mentale', abbia un seguito. Non si sa bene perché. Intanto, l'enfasi riportata dai giornali sul buon esito della sperimentazione è solo apparente. Il giudizio che tutto sia andato nel migliore dei modi è relativo solamente alle scuole che avevano accettato di partecipare, quindi in quelle scuole in cui c'era già un accordo iniziale. Da non dimenticare, e quindi da sottolineare, che tutte le scuole di tutte le altre regioni, si erano rifiutate di sottoporsi a tale pratica.



Scuola: arrivano i curatori fallimentari
di Giuseppe Aragno

I segni della drammatica continuità sono evidenti. A far da scorta a Profumo, in un governo che sulla scuola è dichiaratamente schierato su posizioni gelminiane, ecco Elena Ugolini e Marco Rossi-Doria, il filo rosso tra l'inizio e la fine della tragedia che sembra ormai consumata. Chi ha memoria ricorda ma, se non fosse così, i percorsi parlano da soli.
Nel 1998 Elena Ugolini fu chiamata a far parte della "Commissione dei saggi" voluta dall'allora ministro Luigi Berlinguer, un esponente di primo piano di quella sinistra che, prima di giungere al "Partito Democratico", ha attraversato tutte le possibili trasformazioni del panorama zoologico e ortofrutticolo dell'Italia politica. Il cambio della guardia con la destra non riguardò la Ugolini.



Grazie ministra Fornero
di Maria Antonia Stefanino

Credo che il prezzo chiesto alle donne rese paritarie nella malasorte, con la manovra Monti sia stato così offensivo e aspro, che ciò che provo non è più l'esserci ma il dismettermi. Si può rubare speranze e aspettative di vita a chi per 34 o 35 anni ha tenuto insieme tutto quello che ben conosciamo? Si poteva e si è preso reddito con il passaggio dal retributivo al contributivo, si poteva far pagare ulteriormente la possibilità di scegliere se pensionarsi o no, ma negarla come nei fatti avviene NO. Quelle fra di noi che non sono finite a fare le giornaliste, le attrici (ricordate Virzì di Caterina va in città) le opinioniste ecc., che ogni giorno lottano con un badge ed un bus, si sentono vampirizzate come non mai. Aggiungo una sensazione personale, mi ritrovo dopo aver onorato al mio meglio un patto, ad essere privata di libertà di scelta e della necessaria dignità per il futuro. E quando ti privano di ciò, la guerra che ti hanno condotta l'hai già persa.


[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Il discorso che non farà Monti
di Francesco Masala

Abbiamo imposto gli slogan "equità e sacrifici" e "patto generazionale".
Ecco come si fa: una patrimoniale straordinaria per i patrimoni a partire da 1,5 milioni di euro, a scaglioni verso l'alto, si riprende in mano lo scudo fiscale, si fanno patti con Svizzera e altri paesi semilegali, dal punto di vista finanziario, e si chiudono i rapporti con i paradisi fiscali, puntando all'esproprio di quelle ricchezze lì depositate, per tassarle come fa Equitalia a qualsiasi cittadino italiano.
Per quanto riguarda le pensione si mette un tetto alle pensioni, pari a cinque volte la pensione sociale, tanto chi ha avuto redditi e contributi alti qualcosa da parte l'avrà messo, ogni dirigente pubblico e privato dovrà percepire un reddito pari a 10 volte il reddito di un dipendente medio....



Anche per il suicidio sarà lotta di classe
di Giuseppe Aragno

Non sa bene di che parli - non è colpa sua e con un po' d'impegno qualcosa imparerà - tuttavia ne parla. Si limita alle formule della propaganda, ma parla e ogni volta fai fatica a capirlo. L'ultima esternazione la riferisce l'Adnkronos e lascia di stucco: non ci sono soldi per dotare le scuole italiane delle necessarie tecnologie, ha scoperto il neoministro rettore, poi, sibillino, ha subito chiosato: "questo non accade solo in Italia". "Occorrerà chiederle a Sarkozy e alla Merkell come fa la Grecia"?

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Delle persone ... e della gente
di Cosimo De Nitto

Ho ascoltato il discorso della Merkel al Bunderstag. Tralascio tutto quello che poi i giornali e commentatori più o meno interessati riportano e riporteranno. Mi ha colpito il suo richiamo alle "persone" nella crisi. C'è voluta la lady d'acciaio per sentire la parolina magica, lei così algida, così dura e inflessibile.
Persone.
Non le nomina nessuno, così presi da formule, cifre, statistiche, principi astratti pacchetti, vecchi ingordi e giovani vittime della loro ingordigia, equità sospetta e ipocrita, sviluppo che non si capisce cosa sia e in che cosa consista.
Persone.



La medicina del dottor Monti
di Lucio Garofalo

Prime impressioni a caldo circa le "medicine amare" prescritte in conferenza stampa dal dottor Monti e dalla sua "equipe medica". Temo che i dubbi siano legittimi e fondati.

Siamo di fronte ad una sorta di cane che si morde la coda, per cui non trascorrerà molto tempo prima che l'andamento schizofrenico della speculazione nel settore dei mercati azionari travolga nuovamente l'Italia. Di conseguenza, servirà un'altra manovra finanziaria che stangherà puntualmente e inevitabilmente le fasce sociali più deboli, ossia i proletari. I quali non potranno sopportare troppo a lungo il peso e gli effetti provocati da una serie perpetua di manovre estorsive che costituiscono una sorta di rapina istituzionale reiterata ai loro danni.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Il rischio è dietro l'angolo
di Lorenzo Picunio

Avevamo un'ottima scuola di base, in Italia. Mario Lodi, Bruno Ciari, andando indietro fino a Maria Montessori, ne sono stati - come dire - i padri fondatori. Innestata su un filone forte di attivismo cattolico e socialista, su una battaglia per l'istruzione che si è combattuta per cent'anni contro resistenze di ogni tipo. Il nerbo solido dell'Italia unita, nord con sud, città con campagna, fino alla grande conquista della legge 517/1977 con l'inserimento degli alunni disabili nella scuola di tutti; e fino all'altra grande battaglia ancora in corso, quella per l'inserimento dei "nuovi italiani".
Non l'hanno ancora del tutto sfasciata, questa scuola di base.



La scuola in chiaro?
di Claudia Fanti

Mi permetto di attaccare senza preamboli questo mio breve scritto.
Mi riferisco all'incontro di ieri, 7 dicembre, al Cnr, che vedeva l'introduzione del Ministo Profumo.
In particolare mi riferisco alla questione del merito di scuole e prof.
E' incredibile. Ma è questo il problema dei problemi?!
Impensabile che si voglia vendere fumo mentre i giovani insegnanti non trovano posto, gli edifici invecchiano; mentre gli alunni aumentano e al contempo scarseggia tutto dentro aule, bagni, corridoi, biblioteche, segreterie, dentro le nostre tasche, nelle nostre menti bombardate di spread, tasse, nuovi e vitali problemi insorgenti...e nonostante ciò lavoriamo con senso del dovere.
Posso osare col dire che è volgare e iniquo?

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Carciofi alla romana
di Emanuela Cerutti

Fa davvero impressione leggere il richiamo valutativo del prof. Profumo al ritorno dalle prove di accertamento linguistico indette dal Mae gli scorsi giorni.
Non entro in nessun altro tipo di merito, perché la questione degli insegnanti all'estero è annosa e conflittuale. Non mi soffermo sui ritardi enormi di tali prove, e neppure sull'intenzione direi piuttosto chiara di limitare fortemente il pubblico anche all'estero. Non cito nemmeno la nuova legge che, infilata nell'ultimo milleproroghe, ha modificato quasi di soppiatto la durata dei mandati, creando situazioni di evidente disequità.
Resto alla valutazione, quella finalizzata al miglioramento della scuola e organizzata per "prove".
Prove ripulite da rischi soggettivi, "strutturate e standardizzate" che, tra l'altro, permettano un trasparente e, appunto, oggettivo confronto.
Bene. E' la seconda volta in pochi mesi che i nostri apparati "valutativi" utilizzano questo sistema.



Dislessia: il ruolo di dirigenti e docenti dopo la legge 170/2010
di Francesco Paolo Catanzaro

"I ruoli e le competenze dei dirigenti e degli insegnanti per quanto riguarda i DSA": è stato l'argomento di studio di una giornata presso l'I.P.S.S.A.R. Piazza di Palermo nel giorno 26 novembre 2011, organizzata da DIRSCUOLA in collaborazione di GIUNTI SCUOLA. Gli interventi sono stati autorevoli e ben calibrati da parte di Paola Pasotto della Giunti Scuola, di Mariangela Fontanesi dell'ANP, di Maurizio Gentile dell'USR Sicilia e del prof. Giacomo Stella, Responsabile del Centro Regionale per le disabilità linguistiche e cognitive in età evolutiva, Professore associato di Psicologia Clinica presso la Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Laurea in Psicologia. Università di Urbino, Presidente dell'Associazione Italiana Dislessia.



 

Brevi di cronaca
Prove di accertamento linguistico all'insegna delle polemiche e dell' irregolarità
Articolo tre - 09-12-2011
Quanto si è consumato nella giornata del 1 dicembre 2011, in occasione dell'inizio delle prove di selezione per l'accertamento linguistico propedeutico per l'invio del personale della scuola nelle scuole e istituzioni scolastiche italiane all'estero, rappresenta sicuramente una delle pagine più brutte nella storia di questo genere di reclutamento. Non solo per noti episodi riportati da tutta la stampa nazionale che hanno scatenato il caos ma soprattutto per via del fatto che gli organizzatori delle prove MAE e MIUR non sono riusciti a garantire uno svolgimento della selezione corretta e tranquilla.

[ leggi ][ commenta
Profumo lancia il progetto La scuola in chiaro e promuove la valutazione dei prof
La Tecnica della Scuola - 07-12-2011
Durante un convegno al Cnr il Ministro annuncia che da gennaio ogni istituto metterà a disposizione di famiglie e studenti una scheda contenente le caratteristiche della propria offerta formativa. Sulla valutazione dei docenti sostiene che non deve essere vista come un atto sanzionatorio. Compagnia di San Paolo e Treellle gli danno ragione.
[ leggi ][ commenta
Chi è la sottosegretaria all'Istruzione?
comitatonogelmini - 01-12-2011
Elena Ugolini, preside del Liceo privato paritario Malpighi di Bologna, è stata nominata sottosegretaria all'istruzione.
Non si era mai visto in tutta la storia repubblicana un esponente della scuola privata al governo dell'istruzione pubblica.
La scuola paritaria privata dalle elementari alle superiori accoglie solo il 5,5 % degli studenti italiani.
Il ministero della Pubblica Istruzione, come è noto, ha tra gli altri il compito di vigilare sul funzionamento delle scuole paritarie private.

[ leggi ][ commenta
Una Preside di scuola privata nominata sottosegretario all'istruzione: una scelta provocatoria
Corrado Mauceri Sinistra per la Costituzione - Firenze - 30-11-2011
Con vivo stupore abbiamo appreso che uno dei due sottosegretari all'istruzione nominati dal Consiglio dei Ministri è la Prof.ssa Elena Ugolini, preside di una scuola privata di Bologna
Il conflitto di interesse è di tutta evidenza così come è evidente che questo Governo cd "tecnico" è in realtà un Governo che, all'insegna dell'emergenza, può fare scelte pericolose per le istituzioni democratiche ed in.questo caso per la scuola statale.

[ leggi ][ commenta
L'abbandono di una supplenza comporta il depennamento da tutte le graduatorie d'istituto
Sindacato Sab - 29-11-2011
Il Giudice del Lavoro del Tribunale di Castrovillari, prima con ordinanza e successivamente con sentenza n.818/2011 del 28/10/2011, conferma quanto già previsto dall'art. 8 del D.M. n. 131/2007, meglio conosciuto come regolamento per il conferimento delle supplenze al personale scolastico: l'abbandono dal servizio comporta la perdita della possibilità di conseguire altre supplenze, sia sulla base delle graduatorie ad esaurimento che di circolo e d'istituto, per tutti gli insegnamenti.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
A tutti gli interessati dalla riforma delle pensioni
Aurora Conte - 09-12-2011
 appelli 
Tra pochissimi giorni il parlamento trasformerà in legge la manovra finanziaria. Tutti coloro che ritengono iniquo che ai pensionandi venga richiesto un sacrificio inaudito e di gran lunga superiore a quello di qualsiasi categoria, possono inviare brevi messaggi a qualcuno dei seguenti indirizzi, per chiedere almeno una maggiore gradualità della riforma, che eviti di imporre anche 7 anni di lavoro in più a chi era vicino alla pensione.

[ leggi ][ commenta
Un regalo
E A M - TO - Segreteria - 08-12-2011
 libri 
Cari Amici,
Nell' inviarvi i nostri auguri, vi chiediamo di far girare questo invito per tutti i lettori che possono essere aiutati dal nostro font EasyReading®, mirato ai DSA ma secondo gli esperti molto utile anche in caso di ipovisione.
Il nostro regalo?
Un audio libro che, grazie al Centro Internazionale del Libro Parlato A. Sernagiotto onlus, potete scaricare...

[ leggi ][ commenta
Sempre a proposito del titolo di vigilanza scolastica
Giuseppe - 04-12-2011
 messaggio 
Ho conseguito il diploma nel 1995 giusto in tempo per il concorso direttivo che superai. Succesivamente nel 1999 corso per la Dirigenza scolastica. per 10 anni sono stato dirigente scolastico sia nella primaria, sia nella scuola secondaria di primo grado. Ora sono in quiescenza.
Il titolo primario è equiparabile alla laurea breve?

[ leggi ][ commenta
Movimento di Cooperazione educativa: LX Assemblea Nazionale
mce-fimem.it - 03-12-2011
 comunicato 
Il MCE è nato nel dopoguerra, ha percorso una strada lunga, passando per anni duri ma fecondi di idee e di speranze. I suoi fondatori hanno contribuito a costruire una scuola democratica, senza la quale non sarebbe stato possibile rimettere in piedi il Paese, devastato dal fascismo e dalla guerra. Quegli anni sono lontani, il contesto è cambiato, ma tutte le persone attive nel MCE, hanno cercato di rimanere vigili e reattive. Infatti siamo ancora qui.
A sessant'anni dalla nascita il MCE quale orizzonte ha davanti a sé? Quali sono i contenuti ai quali fare oggi riferimento, quali quelli senza "respiro", non più in grado di generare trasformazioni ?

[ leggi ][ commenta
17° Conferenza Onu sul clima
Redazione A Sud - 02-12-2011
 pianeta 
Siamo a tre giorni dalla conclusione della 17° Conferenza Mondiale Onu sul clima. Lungi dall'essere vicini ad un accordo sulla prosecuzione del Protocollo di Kyoto, l'unico accordo vincolante attualmente in piedi sulla riduzione delle emissioni, da due giorni le delegazioni governative si sono unite ai tavoli tecnici che affollano il lussuoso Conference Centre dallo scorso 28 novembre.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Lunaria
Associazione di promozione sociale, senza fini di lucro, laica, indipendente e autonoma dai partiti nata nel 1992. Svolge attività di ricerca, formazione e comunicazione sui temi dell'economia solidale e del terzo settore, delle migrazioni e della globalizzazione, della democrazia e della partecipazione e promuove iniziative di volontariato internazionale. Attraverso le sue attività sperimenta nuove forme di partecipazione attiva e di trasformazione sociale ispirate ai principi della giustizia e della solidarietà sociale, della partecipazione democratica alla vita della comunità, della garanzia dei diritti civili, sociali e umani in ambito nazionale e internazionale.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva