Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 6 - a.s. 11/12
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 09/10/2011
raccontiscaffali

Sommario

DENTRO LA SCUOLA

Falso e tendenzioso in casa nostra

di Francesco Di Lorenzo
Controllori incontrollati
di Cosimo Scarinzi
Tagli, spese, bilanci
di Lorenzo Picunio
La scuola è stata imbalsamata
di Enrico Maranzana
Cittadinanza e Costituzione tra conservazione e innovazione
di Gennaro Tedesco

PIAZZE E PALAZZI

Alfano: il confine dell'indecenza

di Giuseppe Aragno
Il Paese delle tre i
di Gianfranco Pignatelli
Il Vajont e le vittime dei disastri
di Giocondo Talamonti


Fai conoscere fuoriregistro ai tuoi amici
Condivi

Falso e tendenzioso in casa nostra
di Francesco Di Lorenzo

Dallo Speciale Notizie dal fronte 2011-2012

Non esiste altro paese al mondo in cui accadono vicende simili a quelle italiane italiane e fa rabbia che, da noi, non esploda una rivolta generale.
Il 5 settembre scorso il Miur ha pubblicato un pacchetto contenente più di 5000 quiz, dai quali saranno scelti i 100 utili per la prova del concorso dirigenti della prossima settimana, con 1000 risposte esatte errate.
Normale che anche i neutrini impazziscano e non trovino l'uscita dal tunnel.
Ma non basta, perchè pare che lì, a viale Trastevere, si falsifichino i dati sulle bocciature. Loro dicono che negli ultimi anni sono aumentati i respinti nelle scuole italiane, per avvalorare l'impianto e le parole del ministro. La sua scuola 'epocalmente' riformata, essendo più rigida e selettiva, porta come prova della sua bontà l'aumento delle bocciature. La verità è che dal 2008 le bocciature sono in calo, ma si sostiene il contrario per non far naufragare le tesi del ministro.
Il mese di ottobre sarà pieno di scioperi e proteste nel mondo scolastico.
Speriamo non accada quanto rivelato da un'intercettazione: nell'autunno 2009 il ministro Gelmini tempestava di telefonate il direttore del TG1, pregandolo di non dare spazio alle proteste contro la sua riforma...



Controllori incontrollati
di Cosimo Scarinzi

Come è noto il Ministro della sempre meno Pubblica Istruzione ci ammannisce con una pertinacia degna di miglior causa una tesi di questo genere.
"A causa di politiche sciagurate, secondo la nostra eroina, i docenti sarebbero mal retribuiti a causa di un presunto eccesso di consistenza della categoria e del fatto che non si sarebbe premiato il merito."
La recente vicenda del surreale numero di errori nelle domande per l'accesso al ruolo di dirigente è, se ve ne fosse bisogno, una riprova del carattere cialtronesco della meritocrazia in salsa Gelmini.



Tagli, spese, bilanci
di Lorenzo Picunio

La discussione sulla crisi economica di questi mesi sembra volutamente ignorare (almeno nella versione diffusa da molti giornali) almeno tre aspetti importanti, che invece sono ben presenti all'attenzione degli economisti.
Da una parte il tema della spesa pubblica può essere affrontato attraverso l'imposizione fiscale sui grandi patrimoni, quella "tassazione dei ricchi" che è stata da poco decisa negli USA da Obama. Si è dimostrato che anche con un'aliquota ancora inferiore a quella sui lavoratori dipendenti, tassare i grandi patrimoni porta a risultati fiscali importanti per i bilanci nazionali.



La scuola è stata imbalsamata
di Enrico Maranzana

L'immobilismo, il rifiuto della scientificità e la negligenza caratterizzano l'attuale gestione della scuola italiana: alle direttrici elaborate dal legislatore per sviluppare e adeguare l'istituzione al contesto contemporaneo si contrappongono l'indisponibilità al cambiamento e l'irrazionale difesa di una mentalità e di un'operatività primordiali.
Il concorso bandito per la selezione della futura classe dirigente della scuola fornisce materia sufficiente per dimostrare la fondatezza della denuncia: si metteranno a confronto le norme vigenti con le batterie dei test preselettivi elaborati dal MIUR.



Cittadinanza e Costituzione tra conservazione e innovazione
di Gennaro Tedesco

Una "Cittadinanza e Costituzione" veramente ambiente di apprendimento e pratica sociale non può che essere legata alle dinamiche culturali, interdisciplinari e metodologiche : la storia del mondo e non la storia della nazione, della regione, del territorio, della provincia, o dell'Europa o dell'Occidente come nucleo fondante dal punto di vista epistemologico e politico oltre che educativo .



Alfano: il confine dell'indecenza
di Giuseppe Aragno

A quanto pare, è una delle ultime occasioni e va colta al volo, prima che sia tardi, sperando che la legge poi non abbia anche valore retroattivo. Ormai è evidente: questione di giorni, poi, con tutta probabilità, ci tapperanno la bocca e, per dirla con Arfè, bisognerà tornare al ciclostile. Wikipedia s'è autocensurata e chi non seguirà la sua via rischia davvero molto. Troppo, se la penna e la testa non danno conto a padroni.
Alla pag. 24 lettera a) il Disegno di legge sulle norme in materia di intercettazioni telefoniche che la Camera dei Fasci e delle Corporazioni si accinge a votare recita testualmente: "Per i siti informatici, ivi compresi i giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica, le dichiarazioni o le rettifiche sono pubblicate, entro quarantotto ore dalla richiesta, con le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia cui si riferiscono".

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Il Paese delle tre i
di Gianfranco Pignatelli

"I" come ironia, come ignavia, come Italia.

C'è un'ironia crudele ed una bonaria. La prima è del destino beffardo, quello che rende il suo popolo ostaggio di un miserabile tra i più ricchi al mondo.
Poi c'è un'ironia bonaria, quella mossa dal superiore distacco. Quella che irride con sarcasmo chi squalifica, spadroneggia, truffa, evade, delinque e si autoassolve. Questa è l'ironia peggiore, dell'Italia peggiore.
A incentivarla è l'ignavia.
Quella del Paese del tanto così fan tutti, del capitasse a me non ci penserei su due volte, del potessi mi sistemerei anch'io, del tanto chi me lo fa fare, dell'ormai così deve andare, e via così, di ignavia in ignavia. È il popolo delle escort, né belle, né minorenni né giovani. È il popolo che non s'indigna ma ci sta, che si piega alle lusinghe del potere e ai propri tornaconti...



Il Vajont e le vittime dei disastri
di Giocondo Talamonti

Vajont è il nome del torrente che scorre nella valle di Erto e Casso per confluire nel Piave, davanti a Longarone e a Castellavazzo, in provincia di Belluno. La storia di questa comunità fu sconvolta dalla costruzione della diga del Vajont che determinò la frana del monte Toc nel lago artificiale. La sera del 9 ottobre 1963 si elevò un'immane ondata, che seminò ovunque morte e desolazione.
La Legge 14 giugno 2011 istituisce la Giornata nazionale in memoria delle vittime dei disastri ambientali e industriali causati dall'incuria dell'uomo, con ricorrenza proprio il 9 ottobre.



 

Brevi di cronaca
Le troppe contraddizioni di un ministro molto competente
AetnaNet - 08-10-2011
Mai , nella storia della Repubblica Italiana abbiamo avuto un ministro infausto come lei.e come se non bastasse il Miur, per decisione inappellabile e univoca dell'ex portavoce della Gelmini, Massimo Zennaro (quello del tunnel e che ora, dopo le sue dimissioni, è esperto culturale della figlia di Berlusconi, Barbara) sta nascondendo da mesi ormai i dati dell'anno scorso relativi ai promossi e ai bocciati per ogni ordine e grado di scuola della Repubblica e questo per permettere la tenuta dell'immagine della ministra che, avendo fatto perno e leva sulla strategia del rigore del suo dicastero e delle sue azzardose pretese di bocciatura, panacea per il miglioramento della cultura e del sapere italiano, come quello del tunnel appunto, ora si trova scalzata dai dati oggettivi i quali gridano al mondo che i promossi, per ogni ordine e grado di scuola, sono aumentati.

[ leggi ][ commenta
Riparte la protesta nella scuola, alta tensione a Roma e Milano
TM news - 07-10-2011
Nuovo autunno, nuove proteste. In Italia ripartono le manifestazioni degli studenti contro il ministro dell'Istruzione struzione Maria Stella Gelmini e contro un governo accusato di "aver distrutto il nostro presente ed il nostro futuro". La stagione dei cortei entra nel vivo tra oggi e sabato, con due grandi mobilitazioni in attesa del grande corteo organizzato a Roma il 15 ottobre in occasione della Giornata internazionale della rabbia. Oggi gli studenti di tutta Italia scenderanno in piazza con cortei e flash mob organizzati in oltre 70 città (tra cui Padova, Venezia, Bologna, Milano, Roma e Napoli).

[ leggi ][ commenta
Un'altra tegola per il Miur: sugli alunni disabili vige l'embargo?
La Tecnica della scuola - 06-10-2011
La denuncia è della Federazione italiana per il superamento dell'handicap: da oltre due anni regnerebbe il buio su numero di iscritti, collocazione, docenti di sostegno e relative classi. Per lo stesso motivo Letizia De Torre (Pd) ha presentato un'interrogazione parlamentare.
[ leggi ][ commenta
Da precari a presidi
La Stampa.it - 05-10-2011
Ma anche da prof di educazione fisica o di musica a presidi, al contrario di quello che il ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini ha in mente come curriculum per i futuri dirigenti scolastici. Manca poco più di una settimana al concorso per presidi ma ancora molta strada c'è da fare. Nonostante il bando risalga a tre mesi fa le commissioni non sono complete. Mancano all'appello Uffici Scolastici Regionali importanti.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Morire per 4 euro
Gianni Zappoli - 08-10-2011
 espressioni 
Il Sindaco (PD) di Barletta, Nicola Maffei:

"Non criminalizzare chi in un momento di crisi come questo viola la legge assicurando pero' lavoro"

È con questa cultura, quella ben espressa dal sig. Sindaco Maffei, che si scava la fossa alle donne ed agli uomini costretti a subire ancora oggi quello sfruttamento che fa dell'uomo un cencio (don Milani).


[ leggi ][ commenta
Permessi retribuiti per diritto allo studio: domande entro il 15 novembre
Sindacato Sab - 07-10-2011
 comunicato 
Il termine è perentorio, salvo diversa scadenza stabilita dai vari uffici scolastici regionali; le domande devono essere vistate dal dirigente scolastico dove si presta servizio e devono essere riprodotte nuovamente anche da chi frequenta i corsi SSIS in quanto i permessi sono riferiti ad anno solare e non scolastico.
Il sindacato SAB, vista l'imminenza della scadenza delle domande, informa inoltre che i modelli possono essere ritirati gratuitamente nelle sedi del SAB o scaricate dal proprio sito.

[ leggi ][ commenta
Piccoli rottamatori crescono
Giocondo Talamonti - 06-10-2011
 opinione 
Sull'esempio del protorottamatore Renzi, sindaco di Firenze, che ha aperto un dialogo provocatorio con l'avversario politico Berlusconi, i "rottamatori de noandri" hanno abbracciato, in mancanza di meglio, le tesi catastrofistiche espresse dai prelati locali sul futuro di Terni, ormai rassegnati ad una missione salvifica dell'economia del territorio, viste le difficoltà a traghettare le pecorelle in affidamento sui lidi più certi della spiritualità.

[ leggi ][ commenta
UE: cittadini vs. banche
Avaaz.org - 05-10-2011
 appelli 
Come cittadini preoccupati per la crisi economica e per le misure d'austerità, vi chiediamo di scrivere ex novo la proposta di salvataggio della Grecia. Il fondo salva-stati deve cambiare affinché i soldi pubblici non premino le banche, che sono le responsabili della crisi economica. I governi devono aiutare le banche soltanto attraverso prestiti e investimenti. Proteggete l'interesse pubblico e il nostro futuro.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
OdradekXXI
Odradek XXI nasce nel 2007 in occasione del 65esimo compleanno del prof. Pietro Zanelli, docente di filosofia e storia al liceo classico "Arnaldo" di Brescia dal 1972. La sfida è al tempo stesso quella di raccogliere un'importante eredità e di rilanciare un lavoro di ricerca e di trasformazione che vorrebbe investire l'integralità della polis: riflettere sullo statuto e sullo stato dei saperi, delle professioni, e delle cittadinanze.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva