Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 3 - a.s. 11/12
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 18/09/2011
raccontiscaffali

Sommario

SI COMINCIA

Lettera aperta del Sindaco agli studenti per l'inizio dell'anno scolastico

di Giuliano Pisapia
Giochi al ribasso
di Francesco Di Lorenzo
Oggi la scuola mi ricorda Arfè
di Giuseppe Aragno
Aiuto... qualcuno può aiutarmi a capire il senso...
di Giovanni Pontillo
Ripensare la scuola
di Claudia Fanti

LA SCUOLA E IL MONDO

La crisi degli asini

di Emanuela Cerutti
Richiesta di eliminazione del WI-Fi e passaggio dei cavi per il registro elettronico
di Giuseppe Altieri
Per non dimenticare
di Doriana Goracci


Fai conoscere fuoriregistro ai tuoi amici
Condivi

Lettera aperta del Sindaco agli studenti per l'inizio dell'anno scolastico
di Giuliano Pisapia

Care ragazze e cari ragazzi,

Il primo giorno di scuola è sempre un'emozione. Tutti noi ricordiamo questo momento della nostra vita come un passaggio cruciale e decisivo, un ricordo che negli anni si riempie di tenerezza e affetto. Penso che il compito di tutte le istituzioni sia di impegnarsi con forza perché la scuola funzioni al meglio, è un nostro preciso dovere lavorare perché l'istruzione pubblica possa darvi una formazione moderna e completa in grado di aiutarvi nel percorso di crescita e di cittadinanza.

La scuola pubblica è infatti uno strumento fondamentale per la conoscenza dei diritti e dei doveri civici.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Giochi al ribasso
di Francesco Di Lorenzo

Dallo Speciale Notizie dal fronte 2011-2012


A Roma, ma anche in altre parti d'Italia, i genitori denunciano la mancanza di insegnanti di sostegno e la sparizione di intere classi a tempo pieno, perché gli organici assegnati sono insufficienti. Cosa è successo? Perché succede? Semplice.
"Il livello di spesa attribuito al ministero non è sufficiente a garantire il numero di docenti a cui studenti e famiglie avrebbero diritto secondo gli stessi criteri fissati da viale Trastevere e il ministro invece di impugnare le cifre del bilancio in consiglio dei ministri sta costringendo di fatto gli uffici scolastici regionali ad assegnare degli organici illegittimi".

Intanto, in commissione affari istituzionali del consiglio regionale del Veneto, sono stati approvati tre disegni di legge abbastanza interessanti. Per la scuola prima di tutto, ma anche per capire lo spirito di collaborazione e di apertura che aleggia nella Lega Nord . I provvedimenti, per chiarezza, sono passati con il voto anche del PDL.
I disegni di legge parlano di dare "precedenza assoluta nelle graduatorie di accesso ad asili e servizi per la prima infanzia, buoni scuola e case popolari, a chi risiede in Veneto da almeno 15 anni".



Oggi la scuola mi ricorda Arfè
di Giuseppe Aragno

Immagino che la sera spegnerebbe il televisore con un moto di ripulsa sconfortata, subito dopo i titoli del Tg3, nella penombra del suo studio che non ho più rivisto. La sera ci sorprendeva inattesa, come accade di questi tempi, quando il sole d'un tratto si inclina veloce all'orizzonte, per sparire in un preludio di autunno che il caldo micidiale non potrà fermare. Non so che direbbe e, per quanto profonda, non c'è amicizia che consenta di dare la parola a chi non c'è più. Di "libera stampa", Arfè s'intendeva come pochi e di cialtroni che vendono fumo la sera tra pubblico e privato non si stupiva più. E' singolare, diceva, l'ambigua passione per i dettagli e il disinteresse voluto per i problemi concreti. E come dargli torto, se in questo disastrato settembre di borse crollate e di vite tagliate, la prima pagina, parlando di scuola, è toccata all'abbraccio tra Lupi e Gelmini?

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Aiuto... qualcuno può aiutarmi a capire il senso...
di Giovanni Pontillo

Leggo quanto sotto virgolettato sul sito di "Orizzonte Scuola" che riporta una nota dell'Ufficio Stampa del MIUR; non riuscendo a capire il "senso logico" su quanto scritto sugli stipendi dei docenti italiani da parte di questi "signori/e illuminati/e", chiedo il vostro aiuto nel districare l'arcano!!!.....
Aiutamoci ed aiutateci se potete!!!..............................

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Ripensare la scuola
di Claudia Fanti

Tralascio di riferirmi ai tagli impietosi: ognuno che per un qualsiasi motivo e con un qualsiasi ruolo alberghi nella scuola li conosce bene. Voglio invece dire di scuola, di come la vorremmo, di quella buona che è stata ed è ancora in parte...essa è rimasta sconosciuta ai ministeri, i quali, ovviamente, come ogni ignorante che si rispetti, hanno gettato via il bambino con l'acqua sporca. Il non conoscere, anzi avere la presunzione di sapere a priori ciò che accadeva, e a volte ancora accade nelle realtà, li ha indotti nel grave errore di far politiche dissennate che hanno colpito soprattutto dove non dovevano, facendo trionfare viceversa la superficialità, il buon sensismo, la meccanicità dell'insegnamento, un cattivo utilizzo dei tempi, la fretta, sistemi di valutazione tranchant (comodi per la velocità, ma assolutamente riduttivi e inutili per fronteggiare la dispersione) e via dicendo.

Vorrei quindi fingere che i ministeri e i loro tagli a risorse e Programmi non siano mai esistiti e vorrei parlare della scuola dell'utopia che resiste ancora (per quanto?).



La crisi degli asini
di Emanuela Cerutti

Ricevo da Jean Luc, pubblico dipendente francese, un'interessante metafora. Sarebbe bello, mi dice, che ci sentissimo "come una barca sbattuta dalle sue parole" e mi sfida a ritrovare la fonte della citazione. Sorrido, anche se "il cielo piange" di questi tempi: impossibile dimenticare il postino-poeta. Così, a metà tra malinconia e voglia di reagire, traduco il testo e penso che sarebbe bello passarlo ai nostri ragazzi a scuola, piccoli e grandi, italiani e stranieri, perché ne facciano un'analisi puntuale, ne riconoscano genere e struttura, ma soprattutto mettano in campo quella "lettura consapevole" che permette di cogliere, interpretare e contestualizzare i messaggi socio-culturali sottesi, come suggerisce qualche circolare ministeriale. In altre parole, perché cerchino, tra i fili della trama, le risposte possibili alle domande nascoste.



Richiesta di eliminazione del WI-Fi e passaggio dei cavi per il registro elettronico
di Giuseppe Altieri

Con quale coraggio i nostri ministri vogliono portare il wi-fi in tutte le scuole? Allego un' importante documentazione, mentre all'estero il wi-fi viene spesso eliminato. In mancanza di dati sicuri sulla tecnologia riguardo alla salute si richiede la sostituzione con il passaggio dei cavi per il collegamento dei registri elettronici.
Credo che su tale materia le forze sindacali della scuola debbano muoversi prima che vengano provocati danni irreversibili alla salute dei docenti e degli studenti. Per passare i cavi con attenzione architettonica è sufficiente qualche giorno di lavoro; tra l'altro il wi-fi spesso si intasa ed è meno sicuro per le possibili intercettazioni esterne.
Insomma coniughiamo ambiente, tecnologia e sicurezza...e saggezza italiana!



Per non dimenticare
di Doriana Goracci

Sabra e Shatila, raccontatela anche a scuola la storia di queste giornate.

Da Wikipedia:

"Sabra e Shatila sono due campi di rifugiati palestinesi alla periferia di Beirut. Vengono ricordati per il massacro di un numero di arabi palestinesi stimato tra diverse centinaia e 3500, perpetrato da milizie cristiane libanesi in un'area direttamente controllata dall'esercito israeliano, tra il 16 e 18 settembre del 1982 ..."





 

Brevi di cronaca
Mancano 65mila insegnanti, disabili senza sostegno
Vita.it - 16-09-2011
Più studenti disabili nelle scuole. Eppure, anche quest'anno, merito anche della riforma Gelmini, vengono tagliati insegnanti e ore di sostegno. Tanto che l'aumento di 20mila unità di alunni con disabilità certificata (quasi 190mila quest'anno) fa saltare il rapporto di due alunni per singolo insegnante, fissato da una norma istituita dal governo Prodi e mai abrogata.

[ leggi ][ commenta
Inaccettabile autocelebrazione della Gelmini
Maremmanews tv - 15-09-2011
"Uno sguardo veloce sullo stato dell'istruzione dell'Ocse evidenzia una situazione molto allarmante per l'Italia. Nonostante tutto, il ministro Gelmini non perde occasione per gloriarsi delle proprie sciagurate politiche scolastiche" lo dice Stefano Rosini, consigliere dell'Idv, in una nota. "Infatti la Gelmini sostiene che l'Ocse stessa dimostra che le classi pollaio non esistono e che le ore di scuola sono troppe. Noi pensiamo che ancora una volta dimostra di non conoscere o di far finta di non conoscere la realtà vera della scuola...

[ leggi ][ commenta
Prima vittoria dei precari di sostegno di Torino
Cub Piemonte Ufficio Scuola - 14-09-2011
Il dottor Alessandro Militerno direttore scolastico territoriale ci informa che tutti i posti di sostegno che erano stati attribuiti agli insegnanti di ruolo non specializzati in soprannumero verranno restituiti agli insegnanti specializzati di sostegno.
Si tratta del risultato positivo di una mobilitazione difficile e complicata che ha visto momenti di tensione notevoli.

[ leggi ][ commenta
Crisi Grecia. A scuola senza libri
Il Mediterraneo.it - 13-09-2011
"Siamo stanchi di pagare... devono ritirare i tagli fatti su scuola, sanità e pensionati" ha riferito una manifestante durante la manifestazione di sabato: "noi non ce la facciamo". Ed è infatti la scuola uno dei servizi che ha subito maggiori tagli. Oggi si riaprono i cancelli delle scuole elleniche, ma per 1 milione di studenti l'anno si apre senza i libri di testo. La causa, secondo il Ministero dell'Istruzione, è da attribuire alla Corte dei Conti, rea di non aver ancora stanziato i fondi per la stampa dei libri di testo. I pochi libri stampati sono stati mandati nelle zone più remote della Grecia, principalmente nelle isole.

[ leggi ][ commenta
Io, da docente a preside per valorizzare i talenti dei ragazzi
La Stampa.it - 12-09-2011
Mariapia Veladiano è preside da 12 giorni. La scrittrice vicentina di "La vita accanto" (Einaudi), esordio letterario accolto con molto favore e approdato nella cinquina del premio Strega, affronta dopo anni di insegnamento la nuova sfida nella scuola dei tagli, al tempo della crisi.
" il mio sogno è una scuola culturalmente preparata e che dà e chiede molto ai ragazzi. Che coltiva l'equità, ovvero che è il luogo delle opportunità per tutti. Che in nessun caso fa da moltiplicatore della disuguaglianza"

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Se il deficit di bilancio salva la vita
Francesco Masala - 16-09-2011
 riletture 
Mi sono ricordato di questo episodio di una decina d'anni fa, l'ho ritrovato un articolo del Corriere e lo ripropongo, pensando possa essere utile per capire i termini della questione di oggi. Ci deve essere il pareggio di bilancio, ci dicono, ci fanno il lavaggio del cervello, ma non ci lasciano scegliere quali sono i costi che bisogna tagliare.
Bombe o sanità? Tav o istruzione? Non hanno il coraggio di farci scegliere, ma neanche sappiamo come costringerli a farci decidere, purtroppo.

[ leggi ][ commenta
Diploma On Line per Esperti di didattica assistita dalle Nuove Tecnologie
Staff DOL - 15-09-2011
 software libero 
Il DOL ha l'obiettivo di formare gli insegnanti nell'ambito delle Nuove Tecnologie applicate alla didattica tramite un percorso di studio interamente online, che fornisce solide basi teoriche e metodologiche e impegna l'insegnante in attività pratiche e progettuali da sperimentare in classe.

[ leggi ][ commenta
Mario Lattes. Frammenti d'identità
Salone Internazionale del Libro - 14-09-2011
 arte 
Una quarantina di opere di Mario Lattes a dieci anni dalla sua scomparsa, per ripercorrere un'avventura artistica poliedrica che abbraccia cinquant'anni di attività pittorica. È la mostra antologica "Mario Lattes. Frammenti d'identità", dedicata ai lavori del pittore, alcuni raramente esposti, che inaugura mercoledì 21 settembre 2011 alla Galleria del Ponte di Torino (Corso Moncalieri, 3).

[ leggi ][ commenta
La solitudine dei numeri ultimi
Superando.it - 13-09-2011
 sociale 
4 miliardi subito 16 l'anno prossimo, 20 miliardi entro due anni: o questi soldi vengono trovati in modo "virtuoso" oppure saranno automaticamente tagliati, mettendo mano alla riforma socio-assistenziale. Questo vincolo scellerato della riforma ai tagli della spesa pubblica appare inaccettabile, grave, perfino in qualche modo incomprensibile. Perché ovviamente nessuno si può mettere a discutere, attorno a un tavolo, con la pistola puntata alla tempia. La reazione, ovvia, diventa quella della difesa a oltranza di qualsiasi beneficio, di qualsiasi legge o leggina che sin qui ha aiutato a sopravvivere e a barcamenarsi nonostante la crisi. Addio welfare!

[ leggi ][ commenta
Quando la Chiesa scomunicò il Risorgimento
La Zisa edizioni - 12-09-2011
 libri 
"L'esempio più notevole che si trovi nella nostra storia del tentativo di far prevalere la concezione della sovranità dello Stato laico contro la ben radicata tradizione confessionale italiana". Così Vittorio Gorresio sintetizza dalle pagine del suo libro, "Risorgimento scomunicato", l'azione portata avanti dai politici del Risorgimento, che, in un'Italia in odor di unità, promossero in maniera risoluta una legislazione d'impronta laica e liberale, in grado di togliere privilegi a una Chiesa fino ad allora intoccabile e lasciata libera di spadroneggiare indisturbata.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Bergamo scienza
"Il dubbio cresce con la conoscenza", J.W. Goethe
Dal primo al 16 ottobre la nona edizione del Festival di divulgazione scientifica che dal 2003, grazie all'intuito e alla volontà di un gruppo di amici, Soci dell'Associazione Sinapsi, coinvolge la città proponendo un programma fitto di eventi gratuiti. Lo scopo è portare la scienza "in piazza" e renderla fruibile a tutti, soprattutto ai giovani e alle scuole.
f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva