Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 32 - a.s. 10/11
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 29/05/2011
raccontiscaffali

Sommario

NOTIZIE DAL FRONTE

Giovani e direzioni obbligatorie

di Francesco Di Lorenzo
Dallo sciopero bolognese
di Assemblea Genitori e Scuole
Tagli virtuosi
di Francesco Di Lorenzo

DENTRO LA SCUOLA

Premialità allargata

di Fuoriregistro
I test Invalsi alla prova dell'equità...
di Marco Magni
Diagnostica in eccesso ma nessuna terapia
di Vincenzo Pascuzzi

DENTRO IL PAESE

La morte di Falcone nella notte della Repubblica

di Francesco Maria Toscano
Mister Obama, ho una nuova maggioranza...
di Giuseppe Aragno
Quelli della pubblicità hanno scippato Adamo
di Mauro Artibani


Fai conoscere fuoriregistro ai tuoi amici
Condivi

Giovani e direzioni obbligatorie
di Francesco Di Lorenzo

Onore al movimento degli 'Indignados' spagnoli. Sono i giovani scesi in strada perché sentono il loro futuro in pericolo. Lo hanno fatto i maniera corretta, pacifica e intelligente. Hanno semplicemente sfilato e occupato le piazze.
Intanto a Palermo migliaia di giovani studenti - provenienti da tutta Italia,-hanno sfilato per le strade della città, commemorando il 19esimo anniversario della strage di Capaci.
Segni e segnali da considerare e mettere nel giusto rilievo.
E altrettanto doveroso è soffermarsi sui dati delle iscrizioni scolastiche per l'anno prossimo, che riconfermano la tendenza paventata. In maggioranza i ragazzi scelgono di iscriversi ai licei (3% in più).



Dallo sciopero bolognese
di Assemblea Genitori e Scuole

Il Ginko e il suo popolo ringraziano di cuore...tutti coloro che hanno partecipato, parteggiato, digiunato, ascoltato, solidarizzato...
Quello che conta è che abbiamo tenuto fede ai nostri propositi e lo abbiamo fatto bene.
L'aver condiviso un'esperienza così forte e al tempo stesso così gioiosa e intensa e fresca lascerà tracce permanenti.
In questo sta il frutto dolce della nostra iniziativa.
Siamo diventati una forza al cui capezzale corrono i politici per rassicurare, per impegnarsi per promettere e i media per sapere, per registrare per rilanciare...



Tagli virtuosi
di Francesco Di Lorenzo

Sì, siamo proprio alle solite. È stato proposto dal PDL un disegno di legge che - a parole - è a favore degli alunni disabili, mentre all'interno contiene la consueta magagna. In breve, per assicurare continuità didattica agli alunni, il dirigente scolastico, se trova i soldi, può stipulare contratti di tipo privatistico con qualsiasi docente. Insomma, sceglie autonomamente gli insegnanti che sono disposti a restare per più anni nello stesso luogo di lavoro. Così, sembra una soluzione accettabile. Ma spunta la domanda quasi inutile: e le scuole che non trovano soldi?

Di tutt'altro tenore la notizia che il progetto Federica@, lanciato appena pochi mesi fa dall'Università Federico II di Napoli, sta avendo un grande successo.
Poiché Federica@ è qualcosa di estremamente interessante, viene il sospetto che al ministero stiano pensando di tagliare i fondi se non proprio di abolire il progetto. Ma solo per evitare le solite sovrapposizioni e la diffusione di modelli virtuosi.



Premialità allargata
di Fuoriregistro

La notizia, postata su Aetna scuola, merita rilievo. Proviene dalla Direzione Didattica "Alfredo D'Andrade", del Circolo di Pavone Canavese, e riguarda una scelta particolare Si tratta infatti, pare, dell'unica adesione, in provincia di Torino, al Progetto "Valorizza", istituito lo scorso novembre dal Miur per "premiare" la professionalità docente. Un Progetto di scarso successo, come in molti hanno raccontato. Ma forse nessuno aveva ancora avuto l'idea dei colleghi piemontesi. Una buona idea?



I test Invalsi alla prova dell'equità...
di Marco Magni

Il giudizio sull'impatto dei test Invalsi non può fondarsi semplicemente sul giudizio di valore attribuito allo "strumento" test. Stabilire se esso sia un buono o cattivo strumento per determinare il livello di rendimento, se produca migliori informazioni oppure riduca la didattica ad una serie di quiz non è sufficiente per comprendere il ruolo svolto dai test nel modificare la realtà della scuola. Il senso dei test va compreso a partire dalla loro collocazione nei contesti determinati, politici, sociali, economici, della loro utilizzazione. Da questo punto di vista, l'ambito della loro comprensione è senza dubbio il processo di intensificazione dello sviluppo di un "mercato scolastico", animato dalla concorrenza tra gli istituti (per accaparrarsi gli alunni migliori) e delle famiglie (per conquistare le posizioni che promettono un meggior rendimento degli investimenti scolastici).



Diagnostica in eccesso ma nessuna terapia
di Vincenzo Pascuzzi

In considerazione di indagini effettuate e delle scarse risorse economiche e di personale disponibili, l'Invalsi avrebbe eventualmente dovuto operare testando specifiche e selezionate problematiche e questioni complementari a quelle già indagate, sempre con modalità a campione, possibilmente rimanendo all'esterno della attività didattica e della valutazione/votazione, senza condizionare questa e senza angosciare, intimorire o insospettire alunni e docenti. Al contrario Invalsi, indirizzato dal Miur, ha attuato indagini a tappeto (2.200.000 alunni testati) in sovrapposizione e all'interno della didattica (potenzialmente distorcendola e impoverendola) ed ha anche espresso valutazioni che hanno integrato la valutazione tradizionale dei docenti. Insomma un intreccio pasticciato.



La morte di Falcone nella notte della Repubblica
di Francesco Maria Toscano

Sono passati 19 anni esatti dall'eccidio di Capaci nel quale persero la vita Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta.

L'Italia non è più quella di allora, tutto è cambiato. Gli impresari dell'epoca oggi fanno i politici e la politica tutta è ridotta a triste cabaret. La morte di Falcone turbò le coscienze dei giusti e quel sangue servì, specie in Sicilia, per dare il via alla riscossa sociale e civile di un popolo, quello siciliano, che trovò su quei corpi straziati la forza di ribellarsi al giogo mafioso e alle sue regole perverse.

Ma la domanda è un'altra. Al netto della retorica, delle parate e delle frasi fatte, chi ha per davvero raccolto gli insegnamenti testimoniati in vita dal giudice Falcone? Pochi, o forse nessuno.



Mister Obama, ho una nuova maggioranza...
di Giuseppe Aragno

Bocce ferme. Dopo risse, aggressioni e concerti, tacciono finalmente i candidati, ma il rantolo della politica vive nel delirio di Berlusconi: "Mister Obama, ho una nuova maggioranza". Dietro le luci psichedeliche, due liberismi a confronto; a Milano un ex comunista si volge ai "moderati" e una sinistra tutta belle maniere e società civile promette di sterilizzare il conflitto e ripristinare le regole del gioco. A Napoli, la voglia di riscatto si affida a un magistrato messo fuori dalla magistratura, una sorta di "perseguitato politico" che fa da argine allo strapotere della criminalità organizzata, ma non va oltre le cicliche e storicamente sterili "campagne morali" d'una borghesia sorpresa dalla sua stessa miseria morale. A completare il quadro, le bandiere rosse, che non hanno scelta, dopo la storica Caporetto della sinistra alternativa, si schierano a mezz'asta sul terreno del liberismo progressista.



Quelli della pubblicità hanno scippato Adamo
di Mauro Artibani

A noi, orfani della domanda, non resta che acquistare fino allo stremo; fino a confondere la fisiologia dello stare nel mercato per produrre ricchezza, con la patologia del consumare che ci alberga come Fine.
Fino a generare patenti diseconomie: sprechi, monnezze, debito in eccesso, allucinate solitudini.
Non è un bel vedere, dobbiamo cambiare registro.



 

Brevi di cronaca
Università: meno del 20% di giovani laureati
ADL - 28-05-2011
Fra i giovani italiani di età compresa tra i 25 e i 34 anni i laureati rappresentano il 20% contro una media dei paesi Ocse che è pari al 35% (il 24% in Germania, il 38 nel Regno Unito, il 41 in Francia, il 42 negli Stati Uniti, il 55 in Giappone). Il dato è contenuto nel XIII Profilo dei laureati italiani, diffuso oggi dal consorzio Almalaurea, al termine di un'ampia rilevazione nazionale che ha visto coinvolti 192.358 usciti dalle università lo scorso anno (110.257 con laurea di primo livello, 53.180 con laurea specialistica/magistrale e 15.291 con laurea a ciclo unico).

[ leggi ][ commenta
Graduatorie da caos
Sindacato SAB - 27-05-2011
Il Ministero dell'Istruzione Università e Ricerca, con decreto ministeriale dell'ultimo minuto n. 47 del 26-5-2011, recependo quanto previsto dall'art. 9 del decreto sullo Sviluppo, modifica la durata della validità delle graduatorie ad esaurimento da biennali a triennali fino al 2013-14.
L'art. 3 del predetto decreto prevede inoltre che "in coerenza con le modifiche di cui agli articoli precedenti è altresì modificata la modulistica, che fa parte integrante del presente decreto".

[ leggi ][ commenta
Bologna: sciopero della fame per la scuola pubblica
Scuola magazine - 26-05-2011


[ leggi ][ commenta
I super- istituti
Agenzia Asca - 25-05-2011
Parola di Gelmini: ''Gli Istituti Tecnici Superiori saranno Fondazioni e avranno l'autonomia necessaria per mettere a punto l'intera struttura. Il ministero definira' a livello centrale la figura professionale da formare e le competenze di cui dovra' essere in possesso lo studente all'uscita dal corso di studio. E realizzeremo un monitoraggio per essere certi che tutto vada come deve''.

[ leggi ][ commenta
Scuola pubblica e diritti delle minoranze
ADL - 24-05-2011
"Scuola pubblica: quale identità e cittadinanza delle minoranze?"- questo il titolo del Convegno nazionale promosso dall'Associazione "31 Ottobre - per una scuola laica e pluralista, promossa dagli evangelici italiani", tenutosi a Firenze il 14 maggio. Il convegno ha sottolineato l'importanza da un lato di dare vita a una 'laicità di addizione' che si contrappone a un laicismo restrittivo e inibitorio, dall'altro di proseguire sulla strada della richiestadi un insegnamento aconfessionale delle religioni.

[ leggi ][ commenta
Il Pdl vorrebbe i privati a sostegno degli studenti disabili
La Tecnica della scuola - 23-05-2011
"Tra le tante pagine impresentabili di questa pseudo maggioranza sulla scuola spunta anche un disegno di legge al Senato (ddl 2594), ad opera dei senatori Bevilacqua e Gentile, che prevede, per le istituzioni scolastiche autonome, la possibilità di stabilire generiche collaborazioni con i privati per il sostegno ad alunni con disabilità". È vibrante la reazione del responsabile scuola Pd, Francesca Puglisi, alla proposta fatta in questi giorni da alcuni esponenti della maggioranza, con l'intento di introdurre "la collaborazione di privati" nella gestione e nell'insegnamento agli studenti disabili.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Che fine hanno fatto i fondi pensione?
Il granello di sabbia - 28-05-2011
 sociale 
Di fronte alla crisi finanziaria ed economica esplosa all'indomani del tentativo (2007) di scippare il Trattamento di Fine Rapporto (TFR) dalle tasche dei lavoratori, i Fondi pensione, questi strumenti finanziari, per anni presentanti come il mezzo che, unico, poteva garantire quella cosiddetta pensione integrativa all'indomani della trasformazione della pensione pubblica in sussidio di povertà per i futuri anziani, sono scomparsi per almeno due anni dalla scena mediatica del paese. Lo tsunami finanziario del 2008 ha consigliato di glissare sull'argomento ma dopo la buona performance del 2009, nonostante un mediocre 2010, le sirene hanno ripreso, in vero ancora timidamente, a canticchiare...

[ leggi ][ commenta
Africa comics: una mostra a Vercelli
Africa e Mediterraneo - 27-05-2011
 arte 
"Fumetti a tema libero", "Povertà" e "Sport" sono i tre percorsi attraverso i quali lo spettatore potrà esplorare le tecniche e la creatività degli autori immergendosi nelle storie da essi raccontate: interpretazioni ironiche della storia passata e presente dell'Africa, denunce della vergogna senza scuse della povertà, storie di successi e sconfitte nello sport.

[ leggi ][ commenta
Eroi di tutti i santi giorni
Vincenzo Andraous - 26-05-2011
 storie 
Il delitto è chiaramente un crimine odioso, inaccettabile, per cui occorre una Giustizia giusta, ma che rappresenti la pena come un tragitto di vita, che al suo declinare espliciti forza e umanità sufficienti, per ricomporre quell'inalienabile istanza che lega e salda le persone: la solidarietà sociale. Forse quel prete conosciuto tanti anni fa intendeva dire proprio questo, richiamando la nostra attenzione alla necessità di una cultura della legalità, nel rispetto di tutte le persone.

[ leggi ][ commenta
Che cos'è l'Italia?
Il post.it - 25-05-2011
 libri 
Francesco de Sanctis, uno dei padri degli studi storici sulla letteratura italiana e uno dei primi ministri dell'istruzione pubblica del Regno d'Italia, pubblicava nel 1870-'71 la sintesi più nota sulla nostra letteratura: Storia della letteratura italiana Quasi cent'anni dopo, Carlo Dionisotti, in uno degli studi più belli dell'italianistica del Novecento, propone un titolo che è anche una formula che mette in crisi il modello di De Sanctis, lo muove, lo complica e lo contesta: Geografia e storia della letteratura italiana.

[ leggi ][ commenta
Lingua dei segni: petizione
Francesca Chillemi - 24-05-2011
 appelli 
Voglio la lingua dei segni italiana - lis - perchè è la madre lingua delle persone sordomute e sordocieche - tramite la lis tattile - (ovviamente la lingua italiana sta a pari passo grazie all'istruzione, le lingue straniere pure. Perciò noi della comunità sorda italiana siamo bilingui o addiruttura trilingui!).

[ leggi ][ commenta
Lui e la nostra mala-vita
Gianfranco Pignatelli - 23-05-2011
 opinione 
40° latitudine nord e 14° longitudine est. Qui abita la mala-vita. Queste sono le coordinate della delinquenza e della mala-esistenza. Città medaglia d'oro della Resistenza ai nazifascisti, ieri; dell'accoglienza a camorristi e affaristi, oggi. Terra di dannati e rassegnati, le cui esistenze sono scandite dalle emergenze. A ovest, è bagnata dai liquami del Tirreno; confina con la 'ndrangheta a sud, la sacra corona unita a est e il pdl a nord ... Su tutti, ed ovunque, lui. Il migliore per il posto peggiore.


[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Safety ryder
Piccolo ma accattivante ed intrigante sito web con l'intento di sensibilizzare "dal basso" i giovani ad adottare tutte le possibili misure di sicurezza quando sono alla guida della moto o dello scooter.-br>
f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva