Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 26 - a.s. 10/11
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 03/04/2011
raccontiscaffali

Sommario

NOTIZIE DAL FRONTE

Le vie giudiziarie e i diritti

di Francesco Di Lorenzo
Inglese scadente e scaduto
di Francesco Di Lorenzo

QUALITA' E DINTORNI

Il merito della Gelmini e i docenti di Napoli

di Vincenzo Pascuzzi
Autovalutazione vs Invalsi e premialità
di Francesco Mele
Un film già visto
di Francesco Mele
Eccellenza, parola seducente .. nulla più
di Enrico Maranzana

ORIZZONTI

Mi piacerebbe parlare di scuola

di Giuseppe Aragno
E se abolissimo i licei?
di Vincenzo Pascuzzi
Apartheid ...
di Lorenzo Picunio


Le vie giudiziarie e i diritti
di Francesco Di Lorenzo

Il tribunale del lavoro di Genova, la settimana scorsa, ha condannato il ministero dell'Istruzione a risarcire 15 precari. Poco più di 30 mila euro a testa, questa è la somma decisa come risarcimento dal giudice, per i docenti pagati come precari e utilizzati come personale stabile. La contraddizione è troppo evidente. Ogni anno molti lavorano perché sono tra i primi in graduatoria, ma non percepiscono lo stipendio in estate e hanno meno diritti degli altri.
Ora, tra le motivazioni della sentenza, la novità è che il tribunale ha fatto sua una direttiva comunitaria che obbliga gli Stati a limitare l'uso dei contratti a termine.



Inglese scadente e scaduto
di Francesco Di Lorenzo

Sull'inglese la questione è questa. Dovendo intervenire con i tagli e le restrizioni che sappiamo, nelle scuole primarie (elementari) si è dovuto infierire sulle circa 12mila insegnanti di inglese (e che insegnavano solo inglese) facendole fuori. Dicendo addio, di fatto, ad una delle tre sbandierate I della scuola berlusconiana. Insomma, le insegnanti solo di inglese, dovranno, chi ancora non l'ha fatto, riconvertirsi e insegnare tutte le materie. Mentre chi insegna tutte le materie deve dare una mano, rimboccarsi le maniche e imparare l'inglese, che poi dovrà insegnare nella sua classe. Come avviene la specializzazione? Attraverso un corso triennale di 340 ore, cento ore l´anno di cui quaranta offerte su Internet.



Il merito della Gelmini e i docenti di Napoli
di Vincenzo Pascuzzi

Sono stato messo bonariamente in mora dall'ottimo preside catanese Giuseppe Moncada (da poco in pensione). La questione è relativa ad alcune domande rivolte, lo scorso dicembre, dallo stesso preside a me e ai docenti del Liceo classico "Adolfo Pansini" di Napoli e del Convitto Nazionale anch'esso di Napoli.



Autovalutazione vs Invalsi e premialità
di Francesco Mele

In un momento in cui il dibattito INVALSI SI - INVALSI NO sembra riduttivo, provo ad andare oltre al semplice NO ad uno strumento non tanto inutile quanto piuttosto direi DANNOSO per la Scuola Statale, come le verifiche INVALSI. Sul DANNO derivante dall'uso di queste modalità di verifica altri hanno scritto e io stesso in passato, e a quei testi rimando. Qui mi interessa dissertare invece su quale strumento a me pare utile per intervenire in modo virtuoso sul rilancio della Scuola Statale, sulla sua qualità, sul bene dei portatori del diritto costituzionale all'istruzione, che sono poi le nostre bambine e i nostri bambini, le nostre ragazze e i nostri ragazzi. Quello che dirò ha come riferimento il mio orizzonte, che è la scuola secondaria superiore in cui insegno e che meglio conosco, ma con le dovute correzioni può essere esteso a tutto il panorama scolastico, dai 3 ai 18 anni.



Un film già visto
di Francesco Mele

Con un atto di prevaricazione il Ds impedisce ancora una volta, a un anno di distanza, la votazione di una mozione del collegio dei docenti del Meucci di Carpi.
Dopo un mese di discussioni, documentazione, circolazione di informazioni e riflessioni, che hanno coinvolto l'intera scuola, viene impedita da un atto di imperio, da una prepotenza gerarchica, l'espressione del libero pensiero di docenti in merito alla carne viva della loro professione, una palese violazione, ancora una volta, della libertà di insegnamento che trova nella dimensione collegiale una delle sue articolazioni irrinunciabili e costituzionalmente garantite.
Ma c'è qualcuno che potrà difendere il nostro diritto all'espressione, la nostra libertà di insegnamento?



Eccellenza, parola seducente .. nulla più
di Enrico Maranzana

"Quando mi è stato chiesto per la prima volta di presentare il festival di Sanremo ho pensato a due cose, immediatamente. La prima è stata la mia professoressa di filosofia, perché io a scuola ero un asino, non studiavo mai e lei ogni volta che mi interrogava mi prendeva in giro. Io volevo fare l'attore da ragazzino e mi diceva: «Venga Bizzarri alla lavagna che vuol far l'attore». Ecco volevo dire alla mia professoressa di filosofia che sto presentando il festival di Sanremo", messaggio concluso da un eloquente gesto del braccio.



Mi piacerebbe parlare di scuola
di Giuseppe Aragno

Mi piacerebbe parlare di scuola, senza dover dire nell'ordine "ragazze e ragazzi", così come continuo a far uso di netturbino o spazzino, handicappato e cieco, e non mi convincono i ragionamenti da cui nascono l'operatore ecologico, il diversamente abile e il non vedente. Non ne faccio questioni di forma. E' il contrario. Si tratta di sostanza: c'è una maniera di parlare e scrivere che appiattisce il pensiero sull'idea corrente, scade nel conformismo e nuoce all'intelligenza critica.

Mi piacerebbe parlare di scuola, senza cancellare un'idea tutta sindacale, da lavoratore, e poter dire, senza scandalizzare, che son pagato poco e faccio sinceramente troppo. Poterlo dire e non sentirmi replicare che nessuno m'impedisce di cambiar mestiere.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


E se abolissimo i licei?
di Vincenzo Pascuzzi

Iscrivere i figli al liceo è diventata una moda, uno status symbol? Proprio così e a ragione. Famiglie, studenti e docenti hanno instaurato un circolo virtuoso: i migliori vanno alle scuole migliori e queste risultano migliori proprio perché attraggono i migliori, sia prof e che studenti! Il fatto che "i livelli dell'istruzione liceale sono vertiginosamente crollati" non modifica il giudizio in termini relativi. Per quanto svalutati, i licei risultano ancora più validi e attrattivi rispetto a tecnici e professionali. La fama o la nomea si auto realizzano, continuano il circolo virtuoso. Virtuoso? Sì, relativamente e per chi ne fa parte. Complessivamente (per tutta la scuola e per la nazione) il circolo risulta invece vizioso, negativo e svantaggioso.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Apartheid ...
di Lorenzo Picunio

Non è passato un secolo - erano gli anni Trenta - da quando dei proprietari terrieri della zona di Chirignago invitavano i contadini a non mandare i loro figli a scuola per evitare che si facessero strane idee sul loro futuro.
La Costituzione Repubblicana ha dato alla scuola pubblica quel ruolo di ascensore sociale che è il suo senso più profondo.
Oggi la scuola pubblica è sotto attacco. Viene accusata di essere ideologica, quando al suo interno convivono insegnanti di ogni posizione politica.



 

Sponde
Imbrogli e tribunali
La Redazione - 30-03-2011
 osservascuola 
La Gelmini non cade nel mercato parlamentare, non va a casa spedita per raccomandata dalla casta dei "nominati, ma è andata gambe all'aria più volte in Tribunale. Di queste ripetute sentenze si parla molto poco, si predilige il terreno dello scandalo pruriginoso e il "no" non viene. Le scuole smantellate sono aperte, qualche genitore animoso dà battaglia, qualche docente si oppone come può alla marea montante d'uno sfascio che non ha precedenti, ma i partiti d'opposizione fanno melina, le organizzazioni sindacali non dichiarano sciopero ad oltranza, la maggior parte dei docenti tace e tutto va avanti come nulla fosse.

[ leggi ][ commenta


Brevi di cronaca
60 deputati a Gelmini: investa Parlamento questione graduatorie
Asca notizie - 02-04-2011
necessario un pieno coinvolgimento del Parlamento per istruire al meglio il percorso per individuare le forme e le modalita' che consentano di risolvere la questione dell'aggiornamento delle graduatorie''. Lo dicono - in una nota congiunta - i deputati Tonino Russo (Pd) e Pippo Fallica (Fds) che hanno consegnato una lettera al ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini, riguardo alla vicenda dei trasferimenti dei docenti in una provincia diversa da quella di provenienza.

[ leggi ][ commenta
Atenei, così la Gelmini smarrisce i 6 miliardi stanziati dall'Europa
Repubblica.it - 31-03-2011
Il ministero dei tagli, la Pubblica istruzione che con l'ultima riforma ha portato via 400 milioni all'università italiana, non sa spendere 6,2 miliardi che l'Europa ci offre chiedendoci di investirli nel futuro. Sono i fondi Pon (Programma operativo nazionale) sulla Ricerca e competitività, i più grandi tra i fondi strutturali Ue, previsti per l'arco temporale 2007-2013. Siamo nel 2011 inoltrato e sembriamo avviati a ripetere l'exploit del 2000-2006: missione di spesa europea fallita.

[ leggi ][ commenta
Codacons, class action e diffida a Gelmini e Brunetta
Agenzia Asca - 30-03-2011
'E' partita oggi la piu' grande class action pubblica mai avviata in Italia. Al centro il mondo dell'istruzione, rappresentato dai precari della scuola e dai professori universitari a contratto, che dichiarano guerra allo Stato Italiano allo scopo di far valere i propri diritti''. Lo annuncia il Codacons spiegando che ''il primo passo di tale mega-azione collettiva, e' stata la notifica oggi di una diffida al ministro della Pubblica Istruzione, Mariastella Gelmini, e a quello della P.A., Renato Brunetta, con la quale 40mila precari della scuola chiedono la stabilizzazione della propria posizione lavorativa, e 30mila euro ciascuno di risarcimento per le mancate retribuzioni corrisposte e per i danni subiti.

[ leggi ][ commenta
I prof rifiutano giudizi dai genitori: non regaliamo voti
TMNews - 29-03-2011
Gli insegnanti della scuola pubblica non sembrano proprio gradire la possibilità che la valutazione del loro operato, utile all'accesso ai nuovi premi di 'produzione' annuale, possa dipendere dal giudizio dei genitori: l'ipotesi, prevista dalla sperimentazione presentata nei giorni scorsi dal Miur, è stata oggi fortemente criticata dalla Gilda degli insegnanti, che ha anche ricordato il recente episodio della docente del liceo Parini di Milano, costretta a chiedere il trasferimento a causa delle pressioni e delle continue ingerenze da parte dei genitori degli alunni.

[ leggi ][ commenta
Finanziamenti Scuole Pubbliche 2011
www.ijobs.it - 28-03-2011
Secondo il Ministro dell'Istruzione Maria Stella Gelmini, la scuola pubblica è un grande bene, che deve essere protetto, valorizzato e alimentato. Il Ministro nell'ottica di rispondere alle accuse di chi riteneva la politica ministeriale, troppo a favore delle scuole paritarie, ha ribadito come invece sia importante promuovere i finanziamenti alla scuole pubbliche.
Ma la scuola pubblica italiana ha grandi problemi che la attanagliano e che purtroppo l'esigua quantità di risorse non potrà risolvere.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Gente che scrive cercasi
Edizioni ex Libris - 02-04-2011
 libri 
Gli autori delle opere ritenute idonee per la pubblicazione riceveranno una proposta editoriale.

[ leggi ][ commenta
Fenomeni di bullismo e tecnologie digitali
Enrico Bianchessi - 31-03-2011
 software libero 
Il cyberbullismo si verifica quando i comportamenti negativi degli adolescenti - che sono sempre esistiti - vengono attuati attraverso le nuove tecnologie digitali: oggi i bulli hanno a disposizione strumenti come Internet e i telefoni cellulari che moltiplicano gli effetti negativi delle loro azioni, ampliando le dimensioni del pubblico e prolungando la durata nel tempo, con conseguenze negative sui singoli e sul gruppo, e un impatto negativo sulla didattica.

[ leggi ][ commenta
Cristo si è fermato a Lampedusa
Lucio Garofalo - 30-03-2011
 sociale 
L'ignominiosa vicenda di Lampedusa è estremamente paradigmatica nella misura in cui fornisce l'ennesima, agghiacciante conferma (di cui si poteva tranquillamente fare a meno) che i diritti umani sono sistematicamente violati e calpestati nel nostro Paese e poi ci vengono a parlare di interventi "umanitari" da compiere in Libia o altrove.

[ leggi ][ commenta
Io vado a Lampedusa
Rete Nuovi Municipi - 29-03-2011
 in vacanza 
Uno schiaffo alla paura, al razzismo, una scelta etica e politica, una proposta allo stesso tempo per sostenere un turismo solidale e non solo di élite. Potrebbe essere l'inizio di un nuovo sviluppo dell'isola, che dovrebbe dare una sferzata sui temi dell'ambiente e dei diritti umani, per un turismo attento non solo alle meraviglie di Lampedusa, e Linosa, ma alla sua storia e al suo ruolo strategico nel mediterraneo, alla sua incredibile vivacità culturale e anche ai suoi problemi che sono il riflesso di una serie di problemi che ha tutta l'Italia.

[ leggi ][ commenta
Torna a Milano il Festival del cinema francese
Comune di Milano - 28-03-2011
 cinema 
"Il cinema è il luogo in cui le emozioni diventano comunità - ha detto l'assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory alla presentazione dell'iniziativa -. E il cinema europeo ha da sempre visto la Francia e l'Italia unite nella valorizzazione della settima arte. Un'arte del Novecento che continua a stupirci anche oggi".

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Scuolachefarete
Docenti insieme per informare, formare, partecipare.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva