Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 19 - a.s. 10/11
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 13/02/2011
raccontiscaffali

Sommario

NOTIZIE DAL FRONTE

Normalità impazzita

di Francesco Di Lorenzo
Compattamente disuniti
di Francesco Di Lorenzo

E JAG, IL FUOCO

Bimbi Rom abusivi muoiono a Roma in un incendio

di Doriana Goracci
I diritti degli invisibili
di Docenti I.C. via dell'Archeologia
Chi li ha uccisi?
di Giuseppe Aragno

ORIZZONTI DI SENSO

Com'è umano, lei!

di Lucio Garofalo
Gelmini e l'Unità d'Italia
di Giuseppe Aragno

DENTRO LA SCUOLA

Formazione iniziale Docenti

di Emanuele Rainone
Il merito irricevibile
di Vincenzo Pascuzzi
Dislessia, questo è il problema
di Laura Ceccon


SE NON ORA QUANDO?


Normalità impazzita
di Francesco Di Lorenzo

Non possiamo proprio lamentarci. Per il MIUR tutto è nella norma.
Vale a dire nella normalità del solco tracciato dalla pura follia. Che continua il suo corso o la sua corsa. Chissà?
La notizia è che per il prossimo anno scolastico, al fine di realizzare il terzo atto dei tagli programmati, ci saranno 19.700 cattedre e 14.167 posti Ata in meno.
Per attuare il programma, al ministero pensano di ridurre ulteriori ore alle terze classi dell'istituto professionale; innalzare di 0,10 unità il rapporto alunni/classi; estendere nella primaria le 27 ore settimanali di offerta formativa nelle classi prime, seconde e terze; procedere all'ulteriore eliminazione di 4.700 docenti specialisti di lingua inglese, sempre nella scuola primaria; tagliare 3.000 posti nei corsi serali. Un programmino niente male, insomma.



Compattamente disuniti
di Francesco Di Lorenzo

Facciamo un gioco. Fingiamo di non conoscere il motivo del perché a marzo ognuno sciopererà in date diverse pur sapendo che la causa dello sciopero è la stessa: si protesta per la questione del merito, per gli scatti di anzianità aboliti, per il mancato rinnovo contrattuale, per il precariato, per i tagli indiscriminati, per il rinnovo delle RSU e per altro ancora. Assodato che ognuno deve poter avere il proprio spazio, che la tendenza sociale è la divisione, che la visibilità dei piccoli gruppi è oscurata dalla potenza di quelli grandi, una domanda sorge spontanea: dove crediamo di andare - cosa speriamo di raggiungere - così compattamente disuniti?

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Bimbi Rom abusivi muoiono a Roma in un incendio
di Doriana Goracci

"Ora potrei morire anch'io, non ho più parole". A parlare è il padre di tre dei bimbi morti nell'incendio. "Aiutateci. Dateci assistenza". Hanno chiesto al sindaco di Roma Gianni Alemanno i genitori delle quattro giovani vittime. I genitori hanno riferito al sindaco che intendono celebrare i funerali in Romania. C'erano in tutto cinque baracche all'interno dell'insediamento abusivo a Roma. In passato l'insediamento era stato più volte sgomberato, ma i nomadi erano tornati con i loro accampamenti. Solo una baracca è stata distrutta dalle fiamme. All'interno di quest'ultima c'era un nucleo familiare composto da sette persone tra cui i quattro bambini morti."



I diritti degli invisibili
di Docenti I.C. via dell'Archeologia

I docenti dell'Istituto Comprensivo di via dell'Archeologia, in considerazione degli esiti dell'attuazione del piano nomadi del comune di Roma - che implica in particolare lo spostamento di famiglie di alunni frequentanti l'Istituto dal campo di via di Salone al CARA di Castelnuovo di Porto - si interrogano, nello specifico scolastico, sull'opportunità di una azione che vanifica i risultati positivi conseguiti negli anni e gli sforzi delle parti coinvolte nell'obiettivo di un progressivo miglioramento dell'integrazione.


[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Chi li ha uccisi?
di Giuseppe Aragno

Bruciano i bambini rom. Non è fumo di camino, ma razzismo, e le parole del lutto diventano miseria e complicità morale. Gli storici domani documenteranno ciò che oggi fingiamo d'ignorare. Nei libri il capitolo s'aprirà col titolo prevedibile: L'Italia di nuovo razzista. Altro esito politico non poteva avere la serie di menzogne che i moderati chiamano revisionismo storico e non è una polemica tra studiosi, ma un crimine compiuto in nome del profitto.




Com'è umano, lei!
di Lucio Garofalo

Fracchia è l'espressione patetica e grottesca dell'Italia di oggi, una società che diventa sempre più assurda e mostruosa, crudele e disumana oltre ogni limite accettabile.
Nella fattispecie, la "belva umana" è un sindaco leghista che ha minacciato di far licenziare le maestre della Scuola dell'Infanzia di Fossalta di Piave, un piccolo comune in provincia di Venezia. Le insegnanti sono "colpevoli" di un gesto di elementare solidarietà umana nei confronti di una bimba africana di quattro anni, i cui genitori, a causa delle ristrettezze economiche, non potevano permettersi di pagare il servizio della refezione scolastica.



Gelmini e l'Unità d'Italia
di Giuseppe Aragno

Che furba la Gelmini!
Il delirio di Pontida è al parossismo e Alberto da Giussano, scudo, elmo, celata, spadone e lancia in resta, ha minacciato: "nessuna festa per l'Unità d'Italia, sennò mandiamo a casa le mezze calzette del Parlamento di Roma ladrona!.
Se questo ritorno al Medio Evo non celasse un pericoloso progetto separatista e il germe d'una tragedia, ci sarebbe da ridere. L'avvocato Gelmini lo sa e ha paura. Il destino di Berlusconi non dipende dalla procura di Milano. Decide Bossi, filosofo del celodurismo, e l'avvocato tenta di mediare: il prossimo 17 marzo, piuttosto che festeggiare a casa, è «meglio stare in classe e parlare dei 150 anni dell'Unità d'I-talia». A ben vedere, l'idea non è malvagia. Articolando meglio l'argomento, la proposta è molto interessante.



Formazione iniziale Docenti
di Emanuele Rainone

Il Decreto Ministeriale 249 del 10 Settembre 2010, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 31 gennaio 2011 che entrerà in vigore il 15 febbraio 2011, per quanto riguarda la formazione iniziale dei docenti delle scuola secondaria di I e II grado è un classico gioco di prestigio: rispetto alle Ssis, ovvero al precedente percorso abilitante, spariscono ben due anni di formazione. Ma di questo ennesimo colpo di mano alla Scuola Pubblica nessuno sembra effettivamente accorgersi: forse neanche gli addetti ai lavori.
Per smascherare l'arcano marchingegno che si cela nel cappello ministeriale basterebbe un piccolo calcolo: asettico, burocratico. Spesso le logiche ministerial-burocratiche si rivelano un buon viatico per orientarsi nei labirinti della imperscrutabile sapienza governativa: lasciano sempre una traccia.



Il merito irricevibile
di Vincenzo Pascuzzi

La questione del merito (mai peraltro definito), e della sua sperimentazione, è però squisitamente politica ed economica e non ci si può sottrarre a questi due aspetti.
L'aspetto economico consta di due parti prevalenti. La prima è che per scelta spacciata come necessità, governo, Mef e Miur stanno tagliando selvaggiamente risorse e personale alla scuola. Nella Ue la percentuale media del pil destinata all'istruzione è pari al 5,2%, in Italia (ante Gelmini) era al 4,6%, con i tagli arriverà forse al 3,9%. Nel 1990, in Italia, la stessa percentuale era al 5,5% e le cose andavano ancora un po' meglio. È questo un particolare che i valorosi mentori dei danni del '68 tranquillamente trascurano.



Dislessia, questo è il problema
di Laura Ceccon

Credo di poter parlare a nome dei tanti genitori di bambini e ragazzi dislessici/dsa, ma anche dei molti insegnanti già sensibili al tema, nel ribadire ancora una volta che il problema non sono i nostri figli dislessici e non è la dislessia. Il problema è piuttosto l'incapacità di capire cosa essa sia e come si debba serenamente affrontare, senza pregiudizi, all'interno di un sistema didattico finalmente flessibile alle differenze.
I nostri figli non sono malati, stupidi, pigri, svogliati. Sono invece ragazzi intelligenti, capaci e creativi che hanno semplicemente modalità di apprendimento diverse da quelle rigidamente standardizzate e che hanno pertanto bisogno di metodologie didattiche flessibili nonché di strumenti consoni alle loro peculiarità.



 

Brevi di cronaca
Incostituzionale l'inserimento dei precari in coda
Cobas Napoli - 12-02-2011
La consulta con la sentenza n. 41 del 09/02/2011 ha dichiarato incostituzionale la norma che impediva ai precari di trasferirsi in altra provincia mantenendo il proprio punteggio. Pertanto, l'inserimento in coda nelle Graduatorie ad Esaurimento previsto dalle norme varate lo scorso anno dalla Gelmini , viola il principio di uniformità del diritto sul territorio nazionale e si dovrà provvedere alla rettifica delle graduatorie.

[ leggi ][ commenta
Surreale andamento della valutazione docenti
Cub Piemonte ufficio scuola - 10-02-2011
Incontro MIUR-OO.SS. sul Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri per definire i limiti e le modalità di applicazione, al personale docente ed educativo degli istituti e scuole del primo e secondo ciclo di istruzione, del sistema di misurazione, valutazione, trasparenza della performance previsti dal Decreto Brunetta.

[ leggi ][ commenta
Ecco come cambiare il contratto dei docenti
Il Sussidiario.net - 09-02-2011
Sarebbe necessario che qualsiasi decisione sulla valutazione (che a mio parere non è materia di contrattazione sindacale, ma tocca il cuore della professione) venga presa dopo un'accurata riflessione e non tanto tenendo conto del parere dei singoli insegnanti (soluzione che mi pare demagogica), quanto valorizzando il contributo delle associazioni professionali che li raccolgono introno a caratterizzazioni disciplinari o ideali. [Luisa Ribolzi]

[ leggi ][ commenta
Che cosa resta della scuola dopo la cura dimagrante
Repubblica Napoli - 08-02-2011
Come si sa, le iscrizioni a scuola si fanno entro il 12 febbraio. Per tutte le scuole: infanzia, primo e secondo ciclo. Secondo il ministero non ci sono i rinvii e le incertezze degli anni scorsi: si sono superate le criticità riguardanti l´applicazione della riforma. Dal suo punto di vista il ministero ha ragione: ha avviato un processo di "semplificazione" per cui a breve le iscrizioni si faranno d´ufficio, perché i genitori non avranno più niente da scegliere. Cominciando dalla scuola dell´infanzia. Con qualche ipocrisia l´Amministrazione scolastica sottolinea proprio qui la "coordinata partecipazione delle scuole statali e delle scuole paritarie al sistema scolastico nel suo complesso".
E negli altri ordini?

[ leggi ][ commenta
Trasferiti d'ufficio non più ultimi
Sindacato SAB - 07-02-2011
Il Tribunale di Rossano conferma quanto, da sempre, sostenuto dal SAB; i docenti o gli ATA trasferiti d'ufficio, nella nuova sede di arrivo, non devono essere inseriti in coda nelle graduatorie d'istituto, ma tra i titolari degli anni precedenti.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Il lavoro di una donna
Sinistra svegliati - 12-02-2011
 donne 
A Napoli la presentazione di un libro che raccoglie, ordinandoli, gli articoli di Carla Casalini. La giornalista-militante scomparsa nel 2008 ha attraversato le passioni e le contraddizioni della "generazione sessantotto" e ha ha pubblicato prevalentemente sul Manifesto.

[ leggi ][ commenta
Da Piazza Venezia ad Arcore: una questione di ... Educazione!
Maurizio Tiriticco - 10-02-2011
 opinione 
Sono molti i commentatori, e non solo italiani, che si chiedono come mai, a fronte di ciò che sta accadendo nei palazzi del potere, questo non solo non sia affatto indebolito, ma neanche decisamente messo alla sbarra dalla pubblica opinione. Berlusconi in persona continua a vantare una preferenza del 50% degli italiani. I sondaggi in genere, qualunque agenzia li amministri, danno al Pdl costantemente un favore del 27 o del 28%. Molti di noi si meravigliano e si chiedono come mai ciò possa accadere. Possibile che, a fronte di un costante fiume di informazioni a luce rosse, tutte sub judice, ovviamente, ma sufficientemente credibili, dato che reggono a qualsiasi ed anche superficiale riscontro, una indignazione popolare non sia scesa spontaneamente ad urlare il suo sdegno sotto Palazzo Chigi?

[ leggi ][ commenta
Dislessia: è un problema o non è un problema?
Edizioni Angolo Manzoni - 09-02-2011
 messaggio 
Sulla base delle recenti polemiche, della Legge sui DSA, della formazione degli insegnanti... vorremmo ascoltare idee e riflessioni.
Perché ci interessa questo problema? Perché vorremmo discutere sul concetto di strumento compensativo. A tale proposito si pensa sempre ad ausili informatici.
Rivendichiamo l'utilità del libro purché accessibile, di un font mirato al problema... se è tale.

[ leggi ][ commenta
Cent'anni di solitudine ad alta voce
Cascina Macondo - 08-02-2011
 libri 
Lettura integrale del capolavoro di Gabriel Garcia Marquez
nel cortile Alce Nero di Cascina Macondo: due giorni e una notte con i Narratori di Macondo e altri lettori appassionati. L'iniziativa è aperta anche a coloro che vogliono partecipare solo come spettatori e ascoltatori.

[ leggi ][ commenta
Attraverso ed oltre i confini disciplinari
Associazione Italiana Epistemologia e Metodologia Sistemica - 07-02-2011
 quaderni 
Dieci giorni fà si sono aperte le iscrizioni al 2° Convegno Nazionale dell'AIEMS, che si terrà a Roma il 27 marzo 2011 presso l'Auditorium dell'Unicef in via Palestro 68. Al momento sono ancora disponibili 90 posti. L'evento sarà dedicato al tema delle relazioni tra discipline conoscitive.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Ti racconto una fiaba
"Io credo questo: le fiabe sono vere, sono, prese tutte insieme, nella loro sempre ripetuta e sempre varia casistica di vicende umane, una spiegazione generale della vita, nata in tempi remoti e serbata nel lento ruminio delle coscienze contadine fino a noi; sono il catalogo dei destini che possono darsi a un uomo e a una donna". (Italo Calvino).

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva