Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro del 26/09/2004 - a.s. 04/05

racconti

f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 26/09/2004

raccontiscaffali

 

Sommario


DENTRO LA GUERRA

Non possiamo dimenticare

di Pierluigi Nannetti

I soliti comunisti
di Grazia Perrone

Noi accusiamo
di Coord. Naz. per la Jugoslavia

Ancora domande
di Grazia Perrone


ORIZZONTI

L’Italia in cui viviamo

di Aldo E. Quagliozzi

Le trappole della destra
di Carla Casalini

A garanzia della Costituzone
di Pierluigi Nannetti

Chirac come Tobin ?
di Attac Italia


TEMPO DI SCUOLA

Transizione estetica: intervista ad Enzo Spaltro

di Francesco Di Lorenzo

Domanda di iscrizione all'Anpi
di Arturo Ghinelli

Mano destra, mano sinistra e sistema dei licei
di Maurizio Tirittico

E' la modernità che avanza nella scuola riformata da Moratti ?
di Redazione

Fra metodo e follia
di Cosimo Scarinzi

H muta
di Nadia Superina

Docenti sotto tutela
di Enrico Panini


PIAZZE ...

Notizie dalla neoscuola: il secondo giorno

di Mario Menziani

Ventimilalire sotto il tutor
di Antonio C.

Tutor: interpretazioni unilaterali
di Dedalus

Del fiduciario del dirigente
di Grazia Perrone

A settembre la nuova scuola a qualità garantita
di Genitori di Carpi

La scuola dei tagli chiede la nostra complicitá
di Francesco Mele

PC ai docenti: ma il ministro sa di cosa parla?
di Valerio Pedrelli

Bicifestazione
di Comitato Provinciale a sostegno della Scuola Pubblica


... E PALAZZI

Scuola: siamo al caos ma il governo fa finta di nulla

di Ufficio Stampa on. Alba Sasso

Un referendum contro la riforma Moratti.
di Gilda degli Insegnanti

La peggiore scuola dei mondi possibili
di Piera Capitelli

 

 

"La scuola deve essere un luogo protetto e sicuro, che garantisce il diritto allo studio ed al futuro". (Simona, ostaggio in Iraq)


cessate il fuoco
liberate la pace

 

Non possiamo dimenticare
di Pierluigi Nannetti


Incredulità, rabbia, orrore. Chi non ha provato questi sentimenti di fronte alla tragedia della scuola dell'Ossezia?
Qualcuno ha anche detto, del tutto giustamente, che il mondo e' pieno di orrore e che molti orrori, che non hanno visibilita' mediatica, tendiamo un po' colpevolmente a dimenticarli.
Io vorrei aggiungere che tutti noi abbiamo avuto notizia, almeno una volta, che il rapporto annuale della FAO prevede, nella migliore delle ipotesi, piu' di 400 milioni di morti per fame entro pochi anni. E' una cifra spaventosa e molti saranno proprio bambini. C'e' qualcuno che vuole sostenere che cio' fa meno orrore dello sterminio dell'Ossezia?
Consentitemi di sottoporvi alcuni brani scritti da Lenin quasi un secolo fa. Non farete difficoltà a scorgere in essi, scritti in più testi di fronte alla prima guerra mondiale e prima ancora della rivoluzione d'Ottobre, la spiegazione della guerra di allora, di ciò che è avvenuto dopo e di quello che sta avvenendo attualmente. E, a tale spiegazione, consegue del tutto coerentemente l'unica possibilità di ripudiare ogni forma di guerra: la causa delle guerre sta nel capitalismo e perciò chi veramente non vuole più guerre deve lottare per estirpare il capitalismo.
Con poche virgole spostate, aggiunte o tolte, credo che questa sia la spiegazione più completa e più scientifica di quello che sta avvenendo oggi in Iraq e nel mondo.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


I soliti comunisti
di Grazia Perrone


Che si definiscano rivoluzionari o si travestano da "pacifisti imbelli" questi figuri di dubbia moralità e dalla lingua (o penna?) biforcuta approfittano degli spazi di agibilità democratica concessi loro dalla Costituzione (e che il governo Berlusconi - dopo averla modificata ad personam - vuole "esportare" all'estero) per sparare a zero contro la politica di "pace" del governo più longevo dal secondo dopoguerra. Leggete un po' cos'ha la spudoretezza di scrivere uno di loro in uno dei settimanali più "sovversivi" presenti sul ... mercato. Fossi Bondi suggerirei al presidente/operaio (a mani giunte ... naturalmente) di mandare l'autore della nota - in compagnia dei suoi lettori - in "vacanza" a Ponza (o Ventotene).
Così impara a scrivere quello che pensa.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


Noi accusiamo
di Coord. Naz. per la Jugoslavia


Anche in Iraq si sono susseguiti omicidi orribili, attentati suicidi o autobomba che in alcuni casi si attagliano alla categoria del terrorismo, ma in larghissima parte ci sono state e continuano ad esserci iniziative armate o di massa (vedi i movimenti dei disoccupati o delle donne) dirette contro le forze militari occupanti che rientrano nella categoria della resistenza. Confondere soggetti e progetti diversi in una unica categoria (il terrorismo islamico) è ingiusto e fuorviante.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


Ancora domande
di Grazia Perrone


Se è vero che il mio fine dichiarato è quello di prestare soccorso e solidarietà alle vittime della guerra e della violenza degli Stati come posso utilizzare mezzi coercitivi che contraddicono il fine che dichiaro di perseguire o servirmi - per proteggere me stessa - di "pretoriani" in armi?
E' quanto accade in Iraq.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


L’Italia in cui viviamo
di Aldo E. Quagliozzi


Tre programmi che vengono fortunatamente riproposti dfa Rai 3 nella imminente stagione televisiva, ai quali si affida il compito, ahimè invero ingrato, di raccontare il bel paese. Senza dimenticare Pasolini: “ La responsabilità della televisione, ( è enorme. Non certo in quanto mezzo tecnico, ma in quanto strumento del potere e potere essa stessa...
E’ il luogo dove si fa concreta una mentalità che altrimenti non si saprebbe dove collocare".

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


Le trappole della destra
di Carla Casalini


Non c'è dubbio, «un gran pasticcio» ma un pasticcio mefitico quello che il centrodestra sta cucinando sulle «riforme», per stravolgere la Costituzione. E le critiche di alcuni esponenti del centrosinistra che così lo definiscono, attribuendolo alla necessità della maggioranza di conciliare le opposte pulsioni interne - disgregatrici della Lega, centralizzatrici e autoritarie di An e berlusconidi - colgono solo una parte di ciò che sta avvenendo e rischiano così di trasferire le «contraddizioni» di potere dentro la destra nel giudizio sul significato profondo di questa operazione, che tanto slegata nelle sue parti non è. Non pare infatti necessariamente in contraddizione un «premierato assoluto» posto su «cittadini» resi più diseguali, anzi. Certamente all'affamata truppa di Bossi potrà non bastare il prodotto che si sta confezionando alla Camera, ma l'effetto di dissoluzione dei fondamenti solidali posti tra i cardini dell'originaria costituzione repubblicana guadagnerà molte lunghezze, questo è garantito.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario

 


A garanzia della Costituzone
di Pierluigi Nannetti


Le moderne tendenze federaliste, presidenzialiste e liberiste sono dirette a sconvolgere il testo originario della Costituzione, non alla sua migliore conservazione. Di conseguenza ogni modifica in tal senso è sostanzialmente contraria a quanto la Costituzione ammette con lo stesso art.138. Dunque sono illecite, stando ai principi della stessa Costituzione.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario

 


Chirac come Tobin ?
di Attac Italia


Nell'epoca della finanza selvaggia e del "libero" scambio delle merci dove si tende a diminuire le tasse indebolendo lo stato sociale, una proposta controcorrente di fiscalizazzione internazionale di tipo Tobin nel quadro delle Nazione Unite, anche se non viene fatta "in un'ottica di lotta alle speculazioni finanziarie", come è scritto nel Rapporto del gruppo di lavoro sulle nuove forme di contributi internazionali redatto sotto la direzione dell'ispettore generale delle finanze Francese insieme ad ATTAC, alle ONG e ai rappresentanti del mondo sindacale, rappresenta un primo passo per finanziare lo sviluppo e ridurre drasticamente la fame nel mondo.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


Transizione estetica: intervista ad Enzo Spaltro
di Francesco Di Lorenzo


La buona scuola è una scuola ortodossa, tradizionale, controllata, centrale, unica, sottoposta alla forza di gravità. È una scuola che prepara buoni cittadini, buoni professionisti, una scuola eticamente a posto con sanzioni e norme, che rispetta le regole del gioco e che consente una continuità nel passaggio dalle culture precedenti alle seguenti, una scuola in cui natura non facit saltus. Invece la bella scuola è una scuola eretica, innovativa, autonoma, periferica, locale, ispirata all’antigravità. È una scuola che prepara soggetti, cittadini di una società che contribuiscono a creare, nuovi “liberi” professionisti, una scuola esteticamente impostata con premi e promesse, che inventa nuove regole del gioco e che permette una discontinuità nel passaggio alle nuove culture, una natura che “promette” continuamente.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


Domanda di iscrizione all'Anpi
di Arturo Ghinelli


Sono nato quando la guerra, la II°guerra mondiale, era già finita, perciò non ho potuto fare il partigiano, malgrado ciò chiedo di iscrivermi all’ANPI per alcune ragioni, che cercherò di spiegare brevemente.
Se ritenete che queste ragioni siano sufficienti per iscrivermi, sarò onorato di entrare a far parte dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia .

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


Mano destra, mano sinistra e sistema dei licei
di Maurizio Tirittico


nella legge 53 si afferma che le finalità del secondo ciclo di istruzione, pur se distinto nei due percorsi del sistema dei licei ed in quello dell’istruzione e formazione professionale, sono comuni. Testualmente si legge: “Il secondo ciclo, finalizzato alla crescita educativa, culturale e professionale dei giovani attraverso il sapere, il fare e l’agire e la riflessione critica su di essi, è finalizzato a sviluppare l’autonoma capacità di giudizio e l’esercizio della responsabilità personale e sociale; in tale ambito, viene anche curato lo sviluppo delle conoscenze relative all’uso delle nuove tecnologie (art. 2, c. 1, lettera g)”.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


E' la modernità che avanza nella scuola riformata da Moratti ?
di Redazione


"Gli uomini della Destra erano aristocratici e grandi proprietari terrieri. Essi facevano politica al solo scopo di servire lo Stato e non per elevarsi socialmente o arricchirsi. Inoltre amministravano le finanze statali con la stessa attenzione e parsimonia con cui curavano i propri patrimoni.
Gli uomini della Sinistra, invece, sono professionisti, imprenditori e avvocati disposti a fare carriera in qualunque modo, talvolta sacrificando persino il bene della nazione ai propri interessi. La grande differenza tra i governi della Destra e quelli della Sinistra consiste soprattutto nella diversità del loro atteggiamento morale e politico".

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario

 


Fra metodo e follia
di Cosimo Scarinzi


Lunedì 13 settembre, in occasione dell’inizio dell’anno scolastico, gli insegnanti, il personale amministrativo e i collaboratori scolastici della scuola media di via Fosso dell’Osa (estrema periferia orientale di Roma) hanno avuto una singolare sorpresa.
Alcuni militi dell’arma dei carabinieri si sono presentati a scuola e hanno posto domande di questo genere: "L’inizio delle lezioni è stato regolare? Ci sono insegnanti in sciopero (sic!) o in agitazione contro la Legge di Riforma della scuola?".

[ leggi (3 commento/i) ][ commenta ] [ sommario

 


H muta
di Nadia Superina


Una delle prime cose che ho imparato quando ho frequentato la scuola elementare è stato l’alfabeto e prima della lettera I vi è la lettera H. Ho cercato e ricercato nella riforma, nei decreti successivi e anche nella proposta Bertagna, ma è proprio difficile trovare la lettera H, dell’Handicap non se ne parla. Mi sono chiesta allora che fine farà mio figlio che ora sta frequentando la scuola materna e che è affetto da sindrome di down?

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


Docenti sotto tutela
di Enrico Panini


Il Ministro Moratti, durante la cerimonia di apertura del nuovo anno scolastico, ha parlato degli insegnanti come di “missionari che hanno il compito più difficile della nostra società

Nelle stesse ore le forze politiche della maggioranza hanno depositato un Testo Unificato di un Progetto di Legge, che unifica precedenti proposte degli onorevoli Santulli (Forza Italia) e Napoli (Alleanza Nazionale) e la cui discussione inizierà immediatamente in Commissione Cultura della Camera, nel quale si stabilisce:

- una carriera per i docenti definita per legge ed articolata in tre livelli con passaggi di livello definiti sulla base di un numero programmato;
- la chiamata diretta da parte delle scuole ai fini delle assunzioni;
- la sostituzione delle attuali supplenze con contratti di formazione-lavoro;
- l’istituzione di una Commissione permanente di valutazione dell’attività dei singoli docenti;
- l’istituzione della vicedirigenza, sovraordinata gerarchicamente alla docenza;
- l’istituzione di organismi tecnici rappresentativi, in parte elettivi ed in parte designati dalle associazioni professionali, che dovranno definire gli standard professionali dei docenti;
- l’abolizione delle RSU che rimarrebbero solo per il personale non docente (sic!).

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario

 


Notizie dalla neoscuola: il secondo giorno
di Mario Menziani


Si apre con questo grigiore tutt’attorno, con quella incombente botta di burocrazia che è la funzione del tutor e il suo corollario, il port-folio.
Morte per asfissia?
Proviamoci, il primo ottobre (il 2 per Modena), a prenderci una boccata d’aria. Proviamoci.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


Ventimilalire sotto il tutor
di Antonio C.


Mi sembra che 9,50 euro al mese sia una cifra significativa del lavoro che si pretende dagli insegnanti. Corrisponde alla tariffa di mezz'ora di un elettricista o di un idraulico. Cosa vuol dire? Vuol dire che la Moratti pretende dagli insegnanti per la funzione tutoriale un impegno di lavoro al mese corrispondente al cambio di una lampadina o a tringere un bullone di un rubinetto ? Se neanche lei ha una grande considerazione della funzione tutoriale immaginate un po' gli insegnati...

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


Tutor: interpretazioni unilaterali
di Dedalus


Dopo aver sottolineato la delicata situazione in cui si possono venire a trovare i dirigenti scolastici, tra pressioni e minacce del MIUR da una parte e Collegi o sindacati dall’altra, e aver auspicato che il MIUR si decida a fornire le annunciate “nuove indicazioni alle scuole”, Giovanni Scaminaci, nell’articolo “Tutor in cerca di soluzioni”, sostiene che non tutte le questioni che vengono prospettate sono veramente problematiche dal punto di vista interpretativo ma che in molti casi si tratterebbe piuttosto di vere e proprie forzature, una sorta di “resistenza passiva” all’applicazione della Riforma. In questo senso, il Sole 24 ore ha dissolto ogni residuo dubbio: la figura del tutor, pur non essendo prevista esplicitamente nella legge 53/2003 - per quanto riguarda la scuola primaria - ma solo nel decreto legislativo 59/2004, va comunque istituita.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


Del fiduciario del dirigente
di Grazia Perrone


Avevo già rivolto - in rete qualche anno fa - il medesimo quesito. Ora la riproposizione - su Italia Oggi del 21 settembre 2004 - dello stessa domanda e l'esauriente risposta fornita dall'esperto mi spinge a riparlarne. Anche perché la materia è controversa e ... riguarda la situazione di fatto della mia scuola. Situazione di fatto che il quesito posto tanto tempo fa non ha risolto. Anzi ... il dirigente pur informato della risposta fornitami dalla Treccani scuola si ... "è fatto due risate".

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


A settembre la nuova scuola a qualità garantita
di Genitori di Carpi


All’iscrizione dei propri figli alla prima elementare per l’anno scolastico 2004/2005, i genitori di 50 bambine e bambini hanno optato per il tempo pieno ed hanno scelto la scuola elementare “Giotto”, essendo previste ormai da anni, in questo plesso, due sezioni a tempo pieno, effettivo, ovvero con due insegnanti in ogni classe per un orario complessivo di 40 ore e un certo numero di ore di compresenza.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


La scuola dei tagli chiede la nostra complicitá
di Francesco Mele


Con alcuni colleghi abbiamo deciso di assumere questa presa di posizione contro la disponibilità a sforare le 18 ore per supplenze brevi.
Se credete può essere proposta in altre scuole superiori e forse anche alle medie. Che ne dite?

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


PC ai docenti: ma il ministro sa di cosa parla?
di Valerio Pedrelli


PC ai docenti a prezzi stracciati: è il nuovo slogan pubblicitario di chi vuole fare della scuola e dei suoi operatori un mercato di incompetenti. Per fortuna gli insegnanti non sono cosi' sprovveduti per cadere in questi imbrogli. Basta leggere alcune delle innumerevoli e-mail della lista specializzata di docenti e-tutor (ANITEL), prove alla mano, per rendersene conto.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


Bicifestazione
di Comitato Provinciale a sostegno della Scuola Pubblica


Il Comitato Provinciale a sostegno della Scuola Pubblica ha indetto una manifestazione provinciale per sabato 2 ottobre nell'ambito della mobilitazione promossa dall'Assemblea Nazionale dei Coordinamenti Cittadini in difesa della Scuola Pubblica.
In allegato troverete il volantino a cui chiediamo di dare massima diffusione.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


Scuola: siamo al caos ma il governo fa finta di nulla
di Ufficio Stampa on. Alba Sasso


“Nonostante le rassicurazioni formali e nonostante l’immagine di efficienza che questo governo vuole ‘venderci’, il caos in cui è partito il nuovo anno scolastico è sotto gli occhi di tutti”. Così le deputate diessine Alba Sasso e Piera Capitelli, nel corso del question time presso la Camera dei Deputati.

[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario

 


Un referendum contro la riforma Moratti.
di Gilda degli Insegnanti


Un referendum per abrogare la riforma Moratti. Lo ha chiesto la Gilda degli Insegnanti con una lettera inviata ai presidenti delle Regioni. L’appello è stato rivolto ai governatori, perché facciano da tramite con i Consigli regionali per promuovere l’indizione della consultazione popolare. L’invito a promuovere la cancellazione della riforma è stato motivato dalla Gilda con una serie di argomentazioni. Tra queste, la riduzione oraria delle discipline, e la soppressione di insegnamenti fondamentali. La Gilda degli insegnanti contesta, inoltre, la distinzione delle materie in facoltative e opzionali, l’introduzione di gerarchie tra i docenti e l’abbandono della concezione della scuola come istituzione della Repubblica in favore di una scuola supermercato deregolata e autoreferenziale. La lettera si conclude con un invito ai presidenti delle Regioni a fermare la riforma che, secondo la Gilda, determinerà, tra l’altro, un progressivo abbassamento qualitativo dei processi di apprendimento e di insegnamento.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


La peggiore scuola dei mondi possibili
di Piera Capitelli


La scuola non è affatto iniziata regolarmente, come il ministro Moratti sostiene nella sua ennesima campagna mediatica finalizzata a rassicurare le famiglie. I genitori e il paese non possono più essere presi in giro. È evidente che i bambini e i ragazzi cambieranno insegnante due o tre volte, per il caos creato dalle nuove graduatorie e dai ritardi nella loro compilazione. Gli insegnanti di sostegno - pochi, rispetto alle esigenze - a causa delle innumerevoli inefficienze dell'amministrazione saranno gli ultimi ad essere assegnati. Attualmente, a molti disabili è negata di fatto la frequenza alla scuola. Molti bambini non avranno accesso alla scuola dell'infanzia (segnalo, a titolo di esempio, la situazione di Torino). Per porre fine, almeno parzialmente, a questo caos, è necessaria una svolta [...] Vuole il ministro onorare gli impegni assunti con la legge n. 143 del 2004, facendo inserire nella legge finanziaria il piano per la copertura di tutti i posti vacanti?

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario

 


 

 


Brevi di cronaca

Marino Bocchi
M I R A C O L I

 

Ci sono notizie leggere come il battito d'ali di una farfalla,il cui volo si consuma in fretta. Eppure e' un volo che dice e racconta molto piu' di quanto siamo ormai capaci di cogliere, perche' "il battito delle ali di una farfalla a Pechino può provocare un tornado in Arizona"

in voli di farfalla

Fermiamo la devolution
Liberazione - 25-09-2004

Comincia a prender corpo, nella miseria culturale e ideale di un dibattito parlamentare privo di qualsiasi pathos, l'Italia della "devolution". Nascosta dalle acrobazie semantiche della destra, ma esibita impudicamente dall'ideologia della separatezza "padana", questa devoluzione rappresenta una radicale contro-riforma dei nostri assetti costituzionali: un progetto che non realizza l'ambizione federalista, bensì la piega e la deforma in un processo materiale e simbolico di frammentazione dell'unità del Paese. Sullo sfondo si intravede un'Italia disarticolata e ferita, messa nell'angolo da un federalismo ridotto a caricatura e condito di richiami etnocentrici e razziali.

[ leggi ][ commenta

Le dimissioni dell’umanità
l'Unità - 25-09-2004

L’otto di settembre due (tre, quattro?) giorni dopo la strage nella scuola di Beslan, in una marea di articoli e di trasmissioni televisive dai toni concitati e drammatici, fra un diluvio di parole e di immagini, è uscita su un quotidiano una vignetta di Altan. Il suo solito personaggio nasuto è afflosciato in poltrona, mancano, credo per la prima volta, i colori del viso, e la frase sotto recita: «Forse è ora che l’umanità si dimetta». Ecco, credo che nessun altro sia stato capace di comunicare con più lucidità il sentimento del tempo che ci è toccato in sorte.

[ leggi ][ commenta

Il dono dell'ubiquità
Ansa - 24-09-2004

Risultavano presenti come allievi alle lezioni della Ssis - la Scuola di specializzazione per
l'insegnamento secondario perchè le loro firme comparivano sui fogli di frequenza, ma nelle stesse ore tenevano lezioni come docenti presso i rispettivi istituti scolastici.

Per questo, 53 frequentatori delle sedi Ssis di Chieti e L'Aquila sono stati denunciati alla magistratura dalla Guardia di Finanza per i reati di uso di atto falso e truffa, in concorso con altre persone ancora da identificare.

[ leggi ][ commenta

Anche in Rai è il momento del revisionismo storico
megachip - 24-09-2004

Lo dice Giordano Bruno Guerri, direttore dell' Indipendente, in una lettera, che sarà pubblicata sul giornale di domani, al consigliere d' amministrazione Marcello Veneziani.
Con un lungo editoriale che compare domani sulla prima pagina dell'Indipendente, il direttore Guerri invita Marcello Veneziani, nella qualità di membro del CdA della Rai di avviare anche in televisione una stagione di "revisionismo storiografico".

[ leggi ][ commenta

Gobbo alle Riforme
Repubblica - 23-09-2004

Il vice di Roberto Calderoli, l´uomo che seguirà passo passo l´iter della riforma federalista, è Gian Paolo Gobbo. Il nome vi dice qualcosa? Per forza, il neosottosegretario alle Riforme è l´attuale sindaco di Treviso. In coppia con lo sceriffo Gentilini, cerca da tempo di arginare l´ondata migratoria degli stranieri, che non sono solo extracomunitari. Le cronache registrano una sua famosa frase riferita al mondo della scuola: «Il 99 per cento del corpo insegnante è formato da gente di differenti etnie».

[ leggi ][ commenta

L’odore delle armi
Pierangelo Indolfi - 23-09-2004

Fini è solo più franco del resto della compagine di governo, che usa mezzucci più mediocri: oscura in televisione le grandi manifestazioni pacifiste in Italia e nel mondo, rispolvera leggi del ventennio per far togliere la bandiere pacifiste dai luoghi pubblici, perché una legge ancora in vigore dice che solo il tricolore e i ritratti del duce e di Vittorio Emanuele III possono apparire nei luoghi dello Stato italiano. Fini potrebbe anche esigere di vederla applicata alla lettera. Del resto l’Italia, paese del "noi diviso", ha una solida tradizione fascista. Ma finché la Costituzione italiana non avrà sostituito l’articolo che dice: «L’Italia è un paese che ripudia la guerra», con «L’Italia è un paese che ama la guerra», il nostro è un paese dichiaratamente pacifista, e dunque le parole di Fini suonano di spregio allo spirito della nostra Carta Costituzionale.

[ leggi ][ commenta

Referendum fecondazione assistita
RAB - 22-09-2004

Siamo al rush finale. Sono le ultime ore utili per firmare e stiamo registrando ovunque un grande entusiasmo da parte delle migliaia di cittadini che, finalmente informati dai media, stanno letteralmente assaltando i tavoli referendari.
La maggioranza degli italiani voterebbe a favore del referendum per abrogare la legge sulla fecondazione assistita. Tra questi anche la maggioranza dei cattolici! Al contrario di quanto sostengono leader politici di destra e di sinistra (tra gli altri Rutelli e il ministro Prestigiacomo) il referendum non provocherebbe nessuno "scontro" tra laici e cattolici, nessuna "lacerazione" del paese. Questo è un referendum che unisce i credenti in altro che nei denari e nel potere.

[ leggi ][ commenta

L'ora di religioni
l'Unità - 22-09-2004

A scuola quando c’è l’ora di religione: la gran parte dei bambini e dei ragazzi, resta. Alcuni escono. Così oggi. E domani? Nelle nostre scuole ci saranno sempre più ragazzi con un altro colore della pelle, con altre fedi religiose. Lo Stato costruirà per loro occasioni di incontro, sollecitazioni a sentirsi non separati e divisi bensì soggetti di una stessa comunità paese? Lo Stato non deve fare le proprie leggi, prendere le sue decisioni sulla base di una curvatura confessionale; rappresenta tutti i cittadini. Al tempo stesso è necessario riconoscere anche alle religioni «una cittadinanza pubblica», la piena legittimità di un visibile agire politico.

[ leggi ][ commenta

La babele delle lingue nelle aule d'Italia
Tuttoscuola - 21-09-2004

191 nazionalità censite dal Miur tra i ragazzi stranieri nelle nostre scuole, 16 religioni professate dalle loro famiglie. Potrebbero essere 113 le diverse lingue parlate dai ragazzi o, meglio, dalle loro famiglie, senza contare le lingue locali, i dialetti e lingue miste derivanti dalle tradizionali lingue europee delle ere coloniali. "Occorre finanziare - chiede il senatore Valditara - corsi di lingua, in Italia e nei principali paesi da cui proviene l'immigrazione, per l'insegnamento dell'italiano ai bambini che si intendono iscrivere alle nostre scuole. Per Valditara, naturalmente, "si dovrà anche prevedere l'assunzione di insegnanti, adeguatamente formati, che possano espletare tale compito".

[ leggi ][ commenta

W LE MAESTRE!!!!!!!!!!!!
Rappresentanze Sindacali Unitarie del 3° Circolo di Modena - 21-09-2004

LE MAESTRE HANNO SALVATO IL TEMPO PIENO
LA MORATTI L’HA TAGLIATO

Il governo ha abolito il tempo pieno, poi per calmare la protesta ha concesso che solo per questo anno potessero proseguire le stesse classi dell’anno scorso.
Nel terzo Circolo di Modena abbiamo una classe in più a tempo pieno, per coprire la quale il governo non ci ha dato due insegnanti in più come succedeva finora, ma ci ha lasciato lo stesso numero di insegnanti dell’anno scorso.
Ma allora perché non è cambiato niente?
Perché le maestre si sono fatte carico del problema e hanno deciso di rinunciare alla psicopedagogista, in modo che la classe in più avesse almeno una maestra tutta sua.
Ma una maestra fa 22 ore coi ragazzi e per arrivare a 30 ore di lezione ce ne mancano.
Grazie alle proteste dei sindacati, dei genitori e dei Comuni il Provveditorato ha dato la possibilità di nominare una supplente per le 8 ore mancanti.
E le 10 ore di mensa chi le fa?
Una maestra di una classe parallela che tiene perciò i bambini di due classi durante la mensa.
Le maestre hanno deciso di stare dalla parte dei genitori e di fare il possibile per trovare la soluzione, che cambiasse meno cose possibili, anche se così si riducono i momenti di compresenza dei due insegnanti di classe.

 

[ leggi ][ commenta

E Gianfranco va alla guerra
www.warnews.it - 20-09-2004

Da un uomo di destra come Gianfranco Fini ci si aspetterebbe un esortazione alla truppa perchè affronti gli insorti eroicamente con sprezzo del pericolo, affrontandoli a viso aperto.
Invece, anzichè rispondere al braccio destro di Bin Laden -- che in un comunicato diffuso recentemente ha accusato gli occupanti di essere "dei codardi che hanno paura di affrontare in campo aperto i mujahideen, preferendo bombardare dall'alto" -- Fini preferisce prendersela con la presunta codardia dei pacifisti. E questo proprio mentre due pacifiste italiane stanno rischiando la propria vita prigioniere del nemico.
Se Simona Pari e Simona Torretta se ne fossero lavate le mani, probabimente ora sarebbero a casa loro in Italia, a guardare la guerra in televisione. Proprio come Gianfranco Fini.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam

SALVIAMO LA COSTITUZIONE.
AGGIORNARLA NON DEMOLIRLA


Libertà e Giustizia e Astrid
con la partecipazione dei Comitati Dossetti
di nuovo insieme
contro il progetto di riforma della Costituzione.

L’appuntamento è al Gran Teatro
di Roma
sabato 2 ottobre
dalle 11 alle 18.


Partecipano i segretari generali
di CGIL, CISL e UIL,
Epifani, Pezzotta e Angeletti,
tutti i Segretari nazionali dei partiti dell’opposizione,
esponenti delle Regioni, delle autonomie locali, delle organizzazioni imprenditoriali, di associazioni e movimenti della società civile, nonché personalità della cultura e docenti ed esperti di diritto costituzionale.


- Dal sito di Libertà e Giustizia inoltre, è possibile scaricare il volantino della manifestazione, con il programma e le informazioni utili

- Soci e simpatizzanti in arrivo da fuori Roma possono fare riferimento alla sede di Libertà e Giustizia per problemi logistici. Basta inviare una mail all’indirizzo info@libertaegiustizia.it

Giornate di mobilitazione
Retescuole Firenze - 25-09-2004

 comunicato 

Il movimento dei comitati in difesa della scuola pubblica organizza per il 30 settembre e
1 ottobre iniziative che a livello nazionale muoveranno, pur in forme diverse, genitori insegnanti e tanta altra gente per mantenere alta l'attenzione e l'interesse sulle sorti della scuola .
Il primo ottobre sarà un'occasione di festa per ragazzi , mentre il 30 settembre sarà un incontro di informazione & proposta per organizzare iniziative concrete sui temi caldi per la SALVAGUARDIA della qualità della scuola e la SALVAGUARDIA dell' autonomia scolastica.

[ leggi ][ commenta

Concorso per Materne, Elementari e Medie
Greta Blu - 24-09-2004

 proposta 

“In una grande casa di campagna a pochi chilometri dalla città inglese di Ingerby, vivono tre generazioni della stessa famiglia: il Nonno e la prozia Marigold, sua sorella; Momma e Poppa e le sue due sorelle; Gaylord, il bambino protagonista di questo romanzo in cui si raccontano, con umorismo e garbo sorridente, le piccole vicende di gente comune…”

Questa introduzione, tratta dal libro di Eric Malpass “Alle sette del mattino il mondo è ancora in ordine”, vuole essere lo spunto per il tema della quarta edizione del Concorso per le Scuole Materne, Elementari e Medie indetto da Greta Blu in collaborazione con Aquilone Blu O.n.l.u.s, per l’anno scolastico 2004-2005.

[ leggi ][ commenta

Il sogno europeo
Repubblica.it - 24-09-2004

 libri 

Parte dell'introduzione al nuovo libro dell'economista americano Jeremy Rifkin. Il libro si intitola Il sogno europeo (Mondadori, pagg. 456, euro 18,50) e sarà in vendita dalla prossima settimana.
"Per quanto io sia visceralmente legato al Sogno americano, e soprattutto alla sua incrollabile fede nella preminenza dell'individuo e della responsabilità personale, la speranza per il futuro mi spinge verso il Sogno europeo, che esalta la responsabilità collettiva e la consapevolezza globale.
Per questo ho cercato di trovare una sinergia fra le due visioni, allo scopo di combinare il meglio dei due sogni.
C'è una cosa, però, di cui sono relativamente sicuro. Il nascente Sogno europeo rappresenta le più alte aspirazioni dell'umanità a un futuro migliore." ( J.R.)

[ leggi ][ commenta

Tocatì
tocati.it - 25-09-2004

 giochi 

Credo che raramente lo sviluppo progettuale, che una manifestazione compie di edizione in edizione, sia stato così rapido come quello del Festival dei Giochi in Strada. E l'impulso che vi sottende può provenire solo da una grande capacità propositiva, e prima ancora dalla più grande passione.
Per questo il primo, rinnovato, plauso va all' Associazione giochi antichi , con la quale l'Amministrazione Comunale è lieta di proseguire una collaborazione che ha già prodotto moltissimo. "Tòca-tì" - per concezione e struttura - nasce e si conferma come "festival" dei giochi in strada e in quanto tale è un evento unico in Italia. Da quest'anno assume per di più una dimensione internazionale, andando a coinvolgere altri giochi e "custodi del gioco", oltre alle importanti realtà italiane già presenti nella prima edizione.

[ leggi ][ commenta

Seminario e Training in Psicologia della Pace
S.I.S.Pa. - 23-09-2004

 incontri 

Corso di Formazione in Psicologia della Pace -
IX Seminario: 8-10 Ottobre 2004 - Firenze

La Psicologia della Pace:
nuove prospettive psicologiche nella ricerca e nella pratica operativa.

Intervengono i soci fondatori della S.I.S.Pa:A.Chiari, G.Palmonari, A.Ravenna, M.Sapio, A.Sirigatti, S.Volpato, C.Zamperini. E inoltre: Valeria Vaccari – Psicoterapeuta, Direttore I.A.C.P. e Mario Bolognese – Insegnante, Formatore.

[ leggi ][ commenta

Il prezzo delle sigarette
RAB - 23-09-2004

 sociale 

La lotta ai falsi invalidi, si sa, è come il prezzo delle sigarette. Quando serve qualche milioncino si tranquillizza la Corte dei Conti e l'opinione pubblica fissando le solite misure. L'ha fatto il centrosinistra. Lo fa anche il centrodestra. Fra giugno e luglio l'INPS ha introdotto alcune simpatiche novità per gli invalidi con l'avallo del Ministero del Tesoro: se la pensione o l'assegno non vengono concessi o vengono revocati per motivi reddituali e successivamente l'interessato rientra in questi limiti, deve presentare una nuova domanda per la nuova concessione. Questa domanda non comporta solo una verifica reddituale, ma anche un nuovo accertamento sanitario. L'invalido, già accertato tale dalla commissione ASL e "verificato" dalla commissione del Tesoro, deve risottoporsi a visita, come se la variazione reddituale ne modificasse anche il grado di invalidità!

[ leggi ][ commenta

24) Dal carteggio Adam Smith – Berlusconi
Aldo E. Quagliozzi - 22-09-2004

 opinione 

Ove si torna a disquisire sull’umore del nostro egoarca, sulla propensione tutta sua di illudere gli astanti, che siano vicini o siano distanti e raggiungibili solamente via etere, e su quella sua immutevole abitudine di mentire sulle cose di questo mondo e del loro divenire, non considerando giusto essere leale verso tutti ma ritenendosi, in quanto unto, essere e dover essere l’unico depositario di una verità, la sua verità, che mal si concilia il più delle volte con una realtà ben diversa e sotto gli occhi di tutti.

[ leggi ][ commenta

La cultura degli italiani
Arturo Ghinelli - 22-09-2004

 libri 

Dopo aver letto il libro di Tullio De Mauro La cultura degli italiani sono andato a sentirne la presentazione al Festival delle letteratura a Mantova più che altro perché volevo rendere omaggio a quello che ancora oggi considero il nostro ministro, il ministro degli insegnanti.
Il libro è una lunga intervista che il giornalista di Repubblica ha fatto al professore e che quest’ultimo ha usato per fare due denunce: lo scarso livello culturale degli italiani e il disinteresse verso la scuola dei leaders politici.
De Mauro non vuole parlare di paese arretrato ma ancora una volta ha fornito dei dati sconfortanti e sconosciuti ai più.
Il 5% degli italiani è analfabeta,il 33% si ferma al primo tipo di test sulle competenze linguistiche e aritmetiche.
La gravità di questi dati è dovuta alle conseguenze che essi hanno sui figli di questo 33%, predestinati all’insuccesso scolastico. Infatti secondo le più recenti indagini internazionali, i fattori che maggiormente incidono sul successo scolastico dei figli sono quelli legati alla cultura della famiglia: il titolo di studio dei genitori e la quantità di libri presenti in casa.
”Per questo non c’è politica scolastica che si sviluppi in modo efficace senza creare una rete nazionale di centri per l’educazione degli adulti".

[ leggi ][ commenta

Darfur: la denuncia di Oxfam imbarazza l’Italia
Warnews - 21-09-2004

 comunicato 

In un comunicato congiunto le organizzazioni umanitarie attive in Darfur hanno denunciato Giappone, Francia e Italia per lo scarso supporto umanitario nella regione.
Alcuni tra i piu’ ricchi paesi del mondo sono tra i piu’ poveri donatori umanitari”, ha denunciato Oxfam sulle pagine del proprio sito. Il comunicato, adottato da varie ONG internazionali sotto l’egida di Oxfam UK, fa scalpore non tanto per il contenuto quanto per i modi.

[ leggi ][ commenta

Sostegno morale!
a.violante@papierdigital.com - 21-09-2004

 messaggio 

Carissimi compagni d'Accademia di tutta Italia,
sono una ragazza di Genova che si è vista come voi buttare nel cestino un diploma accademico ormai conseguito 3 anni fa.
Lavoro da più di un anno (fortunatamente) e mi trovo ad avere, immagino come molti di voi, il problema di iscrivermi ad un corso di due anni non previsti in precedenza e con per di più l'obbligo di frequenza.
Per di più, non so se sia così in tutte le accademie italiane, con una tassa annuale di € 1300 contro i vecchi €3 00 d'iscrizione annuale.
Ho fatto sei mesi in Erasmus in un'università di Parigi, forse non avevo i titoli?
Ho fatto un master ad architettura a cui gli studenti con diploma di laurea non potevano accedere...allora neppure io (erano ammessi solo quelli di architettura, del Dams e di belle arti).
A parte tutto questo... sommando i 4 anni conseguiti più i 2 di questa riforma mi prendevo una laurea in medicina!!!!

[ leggi ][ commenta

Una mente a misura di robot
galileo news - 20-09-2004

 curiosità 

La parola "epigenetica" fu introdotta dallo studioso dello sviluppo Jean Piaget, per indicare l'interazione del corpo con l'ambiente nella fase di apprendimento. L'aggettivo "robotica" allude al fatto che i ricercatori prendono sul serio la centralità del corpo: "Per comprendere un processo come lo sviluppo sensomotorio e cognitivo dell'essere umano, è indispensabile pensare esplicitamente non solo al sistema, ma anche a come costruirlo", spiega Giulio Sandini, dell'Università di Genova, fra gli organizzatori della conferenza di agosto e manager del progetto europeo. In altre parole, è necessario costruire dei corpi artificiali, ovvero dei robot.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 

Intolleranze quotidiane
E' possibile dare significato al passato, attualizzare la storia e trasformarla in una esperienza ancora "aperta"? E' da questa domanda che ha preso avvio il progetto di realizzare un Museo delle intolleranze e degli stermini, con lo scopo di conservare la memoria delle intolleranze e dei genocidi del passato. Crimini che non rappresentano residui lontani, ma pericoli costanti: persistono infatti nel presente fattori di violenza, conflitti etnici, terrorismi, violazioni e negazioni dei diritti umani che provocano insicurezza e impongono una lettura critica del Novecento. Si tratta di un bilancio drammatico che mostra come la pratica dell'intolleranza possa risultare, in qualche modo, "normale" e mostra ancora come valori quali il rispetto per l'altro e l'accettazione della diversità non siano scontati ma, piuttosto, il frutto di un lungo processo culturale e di una conquista educativa che non è mai irreversibile.

A.I.S.A.
L'A.I.S.A. opera nel campo dei Volontariato Sociale e Sanitario per incoraggiare e promuovere la ricerca scientifica genetico-molecolare, biochimica ed immunologica sulle Atassie, rare malattie neurogenetiche, generalmente progressive e gravemente invalidanti, attualmente incurabili. La GIORNATA MONDIALE DELL’ATASSIA sarà quest'anno il 25 settembre 2004: sul sito tutte le informazioni.

World Tribunal on Iraq
Un tribunale che indaga sui crimini commessi dal governo degli Stati uniti nel portare avanti la guerra all'Iraq. Nonostante la condanna di questa guerra da parte di un movimento mondiale e nonostante la legislazione internazionale, il governo degli Stati uniti ha imposto la sua strategia di guerra premeditata nei confronti del mondo intero. Inoltre il governo degli Stati uniti pretende l'impunità e si pone al di sopra del diritto e delle convenzioni internazionali.

Pianeta bimbi
Senza pericoli e con tante novità, abbiamo cercato di fondere in una home-page originale l’intramontabile tradizione e l’inarrestabile innovazione. Per i giovani scolari non mancano supporti per uno studio più dinamico e meno ansioso. Per gli appassionati dello sport abbiamo inserito regole e funzioni non solo dei “palloni”. E per chi ama la lettura, in particolar modo fiabe o poesie, troverà storie educative ancor vive, ma dei nostri …….latini.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

In redazione: Emanuela Cerutti (coordinamento), Giuseppe Aragno, Marino Bocchi, Grazia Perrone, Anna Pizzuti.
Collaborano: Rolando Borzetti, Pierangelo Indolfi, Ilaria Ricciotti. Cura il sito Maurizio Guercio.


  Newsletter precedente Newsletter successiva