Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro del 28/11/2004 - a.s. 04/05

racconti

f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 28/11/2004

raccontiscaffali

 

Sommario


SCUOLA

Chi sciopera il 30

di Isa Cuoghi

E chi non ha scioperato il 15
di Vittorio Delmoro

Dignità professionale
di Giampaolo Sprocatti

Notizie dalla neoscuola: pecùp, basta la parola
di Mario Menziani

La campagna delle nuove iscrizioni
di Mirco Pieralisi Giovanni Cocchi

I Dirigenti e l'integrazione
di Salvatore Nocera

I tagli del ministero
di Alba Sasso


ORIZZONTI

La questione dei giovani non è il disagio, è l'educazione

di Gianni Mereghetti

La scuola e la storia, secondo Veneziani, secondo Fini
di Aldo Ettore Quagliozzi

Se i ragazzi non sanno più soffrire
di Gianni Mereghetti

La didattica autobiografica
di Laura Tussi

Berneri, troppo libertario per sfuggire agli stalinisti
di Grazia Perrone


SCRITTURE BAMBINE

Uno specialista in Mostri

di Silvia Malavolta

Enrica, la formica senza sedere
di Beniamino Sidoti

 

 

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>


Il Tribunale supremo della Nigeria ha ratificato
la condanna a morte per lapidazione di AMINA;
Amnesty International chiede il tuo appoggio
TRAMITE LA TUA FIRMA NELLE SUE PAGINE WEB.


LUNEDI’ 29 Novembre 04 alle ore 13.00
presso la saletta della Banca di Forli, in via Bruni,
è convocata una Conferenza Stampa per comunicare il lancio del
COMITATO PER IL NO IN DIFESA DELLA COSTITUZIONE.

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<< 

 

Chi sciopera il 30
di Isa Cuoghi


Beh, io ho aderito allo sciopero dei CUB, forse sarò l'unica nella scuola ma mi sembra che allo sciopero generale di tutte le categorie dei lavoratori, in questo momento così significativo bisognasse proprio partecipare.
Sciopero generale è di tutte le categorie dei lavoratori, e mi sembra che in un momento come quello che stiamo vivendo sia un atteggiamento perdente quello di non aderire come confederazione scuola.

[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario

 


E chi non ha scioperato il 15
di Vittorio Delmoro


In barba alle mie davvero esigue relazioni, limitate ai corrispondenti virtuali e ai colleghi dell’istituto dove lavoro, voglio tentarne una classificazione con l’intento di capirne le ragioni e vedere se esista la possibilità di recuperarli al movimento.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario

 


Dignità professionale
di Giampaolo Sprocatti


Basterebbe, se avessimo coscienza di essere dei professionisti del nostro lavoro, dimettersi da tutte le cariche assunte o a titolo gratuito o quelle ritenute pagate male. Sappiamo benissimo che nella scuola ci sono tariffe pari o inferiori a quelle degli apprendisti in altri settori. Capisco che ciò non va bene ai sindacati (tutti), tanto è vero che nessuno di loro lo propone, non va bene al governo in quanto non risparmia nulla, non va bene ai ragazzi che non fanno un giorno di festa in più, ma è l'unico modo per bloccare la scuola senza pagare nulla.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


Notizie dalla neoscuola: pecùp, basta la parola
di Mario Menziani


Dopo aver frequentato la scuola dell’infanzia e il Primo Ciclo di istruzione... i ragazzi sono nella condizione di avvertire interiormente, sulla base della coscienza personale, la differenza tra il bene e il male ed essere in grado, perciò, di orientarsi di conseguenza nelle scelte di vita e nei comportamenti sociali e civili.

In una visita al comando della Guardia di Finanza, il presidente del Consiglio Berlusconi ha spiegato come sia moralmente legittimo eludere o evadere le tasse quando il prelievo dello Stato supera un terzo dei guadagni.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


La campagna delle nuove iscrizioni
di Mirco Pieralisi Giovanni Cocchi


La lotta contro la riforma Moratti si trova di fronte ad una scadenza fondamentale: le iscrizioni alle nuove classi prime elementari. Occorre strappare un organico che mantenga la qualità della nostra scuola e non solo il suo puro funzionamento tecnico.
In questa sede ci occuperemo di quello che è possibile fare dentro le scuole sia in termine di pressione dal basso sia in termini istituzionale negli organi collegiali. Va ricordato che parlare di iscrizioni significa non solo parlare di come funzioneranno le future prime classi ma di come funzionerà (orari, organizzazione didattica, compresenze e altro) un’intera scuola.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


I Dirigenti e l'integrazione
di Salvatore Nocera


Sta per avviarsi la seconda sperimentazione della valutazione dei Dirigenti scolastici finalizzata a migliorare la qualità del sistema scolastico.
Si chiede pertanto che uno degli obiettivi delle aree riguardi espressamente questo aspetto, o che almeno fra gli elementi rientranti negli obiettivi da valutare, siano presenti elementi concernenti gli aspetti strutturali, di processo e di esito dell’integrazione scolastica.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


I tagli del ministero
di Alba Sasso


Fa bene il ministro Moratti a volersi dimettere, dal momento che aveva assicurato che non ci sarebbero stati ulteriori tagli all’istruzione: di questo passo, infatti, non solo non ci sarà più un ministero, ma non ci sarà più nemmeno istruzione, pubblica.

[ leggi (3 commento/i) ][ commenta ] [ sommario

 


La questione dei giovani non è il disagio, è l'educazione
di Gianni Mereghetti


Livia Pomodoro, Presidente del Tribunale per i minorenni di Milano, in un’intervista a tutto campo chiarisce in modo efficace quale sia il disagio dei giovani d’oggi. E’ vero che hanno tutto, il dramma però è che non hanno l’essenziale, e l’essenziale è uno sguardo di amore totale. Questo i ragazzi di oggi mendicano, come un bisogno originario che non ha mai trovato risposta, ma che non si può sopprimere, questo è ciò da cui ricominciare. La questione seria invece è che a giovani che domandano uno sguardo di amore spesso gli adulti rispondono con analisi sociologiche o con terapie psicologiche.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


La scuola e la storia, secondo Veneziani, secondo Fini
di Aldo Ettore Quagliozzi


Con lo stile inconfondibile di un intellettuale non formato alla democrazia compiuta, con il linguaggio proprio da caserma della cui filosofia di vita il nostro si è abbeverato negli anni, così si esprimeva l’intellettuale Marcello Veneziani assurto suo malgrado alle responsabilità di consigliere di amministrazione di una agenzia culturale quale può ben considerarsi, ahimé, la Rai, nel corso di una dotta disquisizione sul quotidiano ‘Libero ‘ – libero da cosa ?, libero da chi ?, libero per fare cosa ? Scandalo evidentemente – il giorno 18 novembre.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


Se i ragazzi non sanno più soffrire
di Gianni Mereghetti


Marco Lodoli grazie alla sua sensibilità umana ci propone un’altra questione centrale nella vita dei giovani d’oggi, il fatto che non vogliano soffrire più, neanche per un momento, e che molti dei loro comportamenti derivino dal tentativo di evitare la sofferenza. Come al solito è dal rapporto quotidiano con i suoi studenti che tale questione è emersa e con la drammaticità tipica della giovinezza, da cui noi adulti avremmo molto da imparare.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario

 


La didattica autobiografica
di Laura Tussi


Il racconto, la narrazione della personale storia di vita emancipa il soggetto da ogni rischio di manipolazione, di “revisionismo storico” della propria esistenza. Le finalità didattiche del metodo autobiografico consistono nella messa in luce di stili, codici, funzioni comunicative, norme e regole di interazione per imparare a pensare.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


Berneri, troppo libertario per sfuggire agli stalinisti
di Grazia Perrone


Nel tardo pomeriggio del 5 maggio 1937 al primo piano di Plaza dell'Angel 2, Barcellona, Camillo Berneri dedicava il suo sincero sorriso schivo di sempre ai giornali che leggeva. Aveva la fronte così amplia da parere in altro distratta, per anarchica libertà, dagli affanni del resto del corpo, invece contratto. Si incupì al suono del campanello della porta, e ancor più quando sentì il fruscio di voci volgari. Di poliziotti antitrotskisti, lì per la terza volta, ora per arrestarli, dopo averli accusati d'essere controrivoluzionari. E siccome l'altro libertario ch'era con lui, Francesco Barbieri, compagno di Malatesta e di rivolta, s'offese molto dell'accusa, Berneri lo quietò.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


Uno specialista in Mostri
di Silvia Malavolta


Il mio nome è Cheesy Adams. Sono basso, cicciotello e con capelli che sembrano tagliatelle. La mia specialità sono i mostri. Vi racconterò quello che è successo il mese scorso. Io e Chiara (Chiara è la mia miglior amica) stavamo passeggiando per il Viale dei Soldati, era una giornata limpidissima, senza neanche una nuvola.
Noi stavamo chiacchierando quando il cielo si oscurò. Molte persone si affacciavano alla finestra. Iniziò a piovere , ma non di acqua ma di coca-cola. Io e Chiara corremmo fino a casa e visto che la sua casa è dall’altra parte della città, la invitai a casa mia...

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


Enrica, la formica senza sedere
di Beniamino Sidoti


Enrica ha una particolarità anatomica rara: è del tutto priva di sedere: le mutande le sono dunque inutili, fino a quando viene l'inverno, e capisce che possono servirle come utile copricapo. Le mutande in testa non sono estetiche, ma si rivelano assolutamente funzionali! Tanto da diventare subito di moda, e, come sappiamo, le mode portano dritte dritte fino al trono.
Anche se ... una formica senza sedere non può manifestare alcun attaccamento alla poltrona...

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


 

 


Brevi di cronaca

 

Un piano da nove miliardi : sacrifici per statali e pensioni.
Repubblica - 27-11-2004

Rinvio dei contratti degli statali, rinvio dell´uscita in pensione per quasi tutto il 2005, tagli drastici alle spese per beni e servizi per i ministeri: sono questi i punti principali della manovra allestita dai «tecnici» di Forza Italia. Il menù arriverebbe a 9 miliardi, e c´è anche chi si spinge a dire che potrebbero essere 11 oppure 12, quello che è certo è che i due uomini del Tesoro di Forza Italia - il viceministro Micciché e il sottosegretario Vegas - ieri hanno consegnato la tabella con le opzioni dei tagli di spesa, una lista nella quale scegliere le misure più appropriate, al ministro del Tesoro.

[ leggi ][ commenta

Bisogna fare di più per la scuola
ItaliaOggi - 26-11-2004

Il primo dovere dello stato è assicurare "a tutti i giovani scuole di ogni ordine e grado e poi rendere più facile l'accesso a un'educazione universitaria". A rilanciare l'attenzione sul valore dell'istruzione per lo sviluppo è stato il presidente della repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, in visita la scorsa settimana a Enna.
"Mi chiedo se abbiamo fatto abbastanza per voi", ha detto Ciampi rivolgendosi ai giovani nel corso della sua visita nella provincia siciliana, tra le più povere d'Italia.

[ leggi ][ commenta

Un passo indietro per salvare la scuola
Vita.it - 25-11-2004

La giornata di lunedì 15 è stata una giornata che fotografa in maniera impietosa ed emblematica la situazione della scuola italiana. Lo sciopero indetto dai tre sindacati confederali ha raccolto un successo al di là delle aspettative. Se si leggono i motivi della mobilitazione c'è da restare impressionati: la ragione principale - il rinnovo del contratto - era solo il primo punto di una lunghissima lista che ben fotografava lo stato di disagio davvero senza precedenti che si sta vivendo nelle aule italiane.L'errore più grande sarebbe quello di arrendersi al fatalismo, di non difendere l'idea che la scuola sia il bene più importante per pensare al nostro domani. E se è un bene, deve essere un bene condiviso, non lacerato dalla difesa dei rispettivi interessi, che siano quelli delle istituzioni contrapposte o quelli delle categorie. Se ciascuno non fa un passo indietro, è difficile pensare che la scuola possa uscire dalla crisi che la paralizza. Pensiamoci prima che sia troppo tardi e che il declino di oggi diventi vera decadenza per domani.

[ leggi ][ commenta

Fare l’insegnante nella scuola dell’autonomia
Snals Scuola - 24-11-2004

Profilo professionale, valutazione, carriera degli insegnanti, questioni divenute centrali, oggi nella scuola e che sono state al centro di un interessante convegno svoltosi a Bologna lo scorso 25 ottobre, in cui si sono analizzate e discusse ipotesi operative, ma anche e soprattutto i concetti di fondo delle questioni evocate per conciliare il diritto del docente alla valorizzazione di sé e del proprio ruolo con il funzionamento delle singole unità scolastiche, adeguato alle esigenze della progettazione e della realizzazione di un servizio scolastico di qualità. Riportiamo la relazione del Segretario Snals e segnaliamo alcune iniziative:

- la
manifestazione nazionale del 29 novembre

- il
questionario on line sulla carriera professionale dei docenti.

[ leggi ][ commenta

Poveri insegnanti, sono i peggiori d’Europa
Anna di Gennaro Melchiorri - 23-11-2004

Tra uno sciopero passato e uno sciopero annunciato, la scuola processa ogni giorno, in aula e in piazza il suo Ministro Letizia Moratti. Posso dire una cosa indecente e indocente agli occhi dei mass madia e delle cattedre? Da bocciare non è il ministro ma i professori. Se la scuola italiana fa un po’ schifo la colpa principale spetta a loro: li pagano poco, è vero, ma molti di loro non meritano neanche quei tre soldi.
I professori italiani sono i peggio considerati d’Europa ma anche i peggio preparati, i peggio selezionati e i più ideologizzati. Certo, è più facile cambiare un ministro che una milionata di docenti. E so bene che in quell’esercito di professori c’è una dignitosa minoranza che merita tutto il rispetto. Però, lasciatemi dire che la media è inferiore a quella europea e forse mondiale. (Marcello Veneziani)

[ leggi ][ commenta

Il viaggio di Fini
l'Unità - 22-11-2004

È stato Giovanni XXIII a dire la indimenticabile frase «Quando incontrate un viandante non chiedetegli da dove viene. Chiedetegli dove va». È una frase saggia e benevola, che fa parte delle antiche regole benedettine. È anche un buon consiglio. Ci servirà da guida per riflettere sull’avventura che sta per cominciare in Italia. Dopo Renato Ruggiero, dopo il penoso interim di Silvio Berlusconi, dopo Franco Frattini, c’è un quarto ministro degli Esteri. È Gianfranco Fini, e cambia radicalmente le carte in tavola. È la prima volta dal ritorno della democrazia in Italia che il ministero degli Esteri è affidato al capo di un partito, che - come ricordano in queste ore i giornali del mondo - ha le sue primarie radici nel passato.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam

 

Adolescenza: Rapporto EURISPES
Telefono Azzurro 2004

A scuola la sicurezza è un optional
superabile.it - 27-11-2004

 sociale 

Pericoli e barriere architettoniche. In occasione della Giornata nazionale 'Impararesicuri', Cittadinanzattiva protesta contro l'ulteriore proroga della legge per la messa a norma degli edifici scolastici. Gli enti locali: "In mancanza di fondi non si può fare altrimenti". Su Superabile, una serie di articoli per fotografare la situazione nelle varie regioni italiane.

[ leggi ][ commenta

Specchio delle mie brame…
Aldo Quagliozzi - 26-11-2004

 riletture 

Co guardiamo con tristezza allo specchio per scoprire i solchi sempre più profondi che deturpano la non mai in verità bella immagine di un paese sempre in crisi di identità, distratto sempre dagli illusionisti di turno, adoratore del gioco scoperto delle ‘ tre carte ‘ e sempre di più succube di quel fascino perverso che l’impostore di turno riesce come una folgorazione ad emanare. Un paese che vive nella più squallida delle quotidianità e sembra in questa ultima fase della sua storia avere quasi rinunciato a pensare un futuro, progettare un futuro, sperare in un futuro...

[ leggi ][ commenta

Programmare il razzismo?
l'Unità - 25-11-2004

 espressioni 

La politica del governo Berlusconi in materia di immigrazione continua a produrre disastri.
Dopo la sentenza della Corte Costituzionale sulle garanzie per gli stranieri espulsi, il Governo, anziché adeguare la legislazione ai rilievi dei giudici dell'Alta Corte, ha deciso di introdurre un ulteriore elemento di discriminazione, affidando ai giudici di pace la convalida delle espulsioni. Si è confermato in questo modo che per i migranti esiste una giustizia speciale, con minori diritti. Il prossimo quattro dicembre saremo in piazza a Roma, insieme a un largo schieramento di associazioni, comunità di migranti, organizzazioni politiche e sindacali per chiedere “libertà di movimento, diritti e giustizia sociale” per tutte e per tutti.

[ leggi ][ commenta

Herbaria
Ilaria Ricciotti - 24-11-2004

 ilforasacco 

Questa volta dal “forasacco” è uscito fuori un chicco garante di vita o di morte: la natura. Essa infatti è un bene senza il quale l’umanità non potrebbe vivere. Eppure spesso la natura viene violentata dall’uomo che, non rispettandola, sta distruggendo anche se stesso. E’ inutile che continui con queste asserzioni che vengono spesso sostenute da molti ma non rispettate! Un esempio? Dove sono andate a finire le bellissime stagioni di un tempo, con i loro colori, i loro odori, le loro inconfondibile caratteristiche? Queste motivazioni mi hanno indotto a proporre ai lettori di “il forasacco” un progetto realizzato nell’ Istituto Comprensivo di Morrovalle, scuola secondaria di primo grado “ L. Canale”, da insegnanti ed alunni che amano la natura e non vogliono farla o vederla soffrire.

[ leggi ][ commenta

Spazzatura
Rolando Borzetti - 23-11-2004

 NO WAR 

Per Roberto Formigoni, presidente della Regione Lombardia, le notizie sulle assegnazioni petrolifere a lui girate dall’Iraq di Saddam Hussein sono, semplicemente, «spazzatura». Così le aveva definite, quando, nel gennaio 2004, quelle notizie erano rimbalzate in Italia dopo essere state diffuse da un quotidiano iracheno. Ma ora sono state riproposte e precisate all’interno di un rapporto ufficiale americano: quello che certifica l’inesistenza delle armi di distruzione di massa, presentato ai primi d’ottobre al Congresso degli Stati Uniti dall’ispettore Charles A. Duelfer, responsabile dell’Iraq Survey Group.

[ leggi ][ commenta

Rimini Lampedusa Italia
Anita - 22-11-2004

 cinema 

Documentario sulla comunità di pescatori lampedusani che vivono 11 mesi all’anno nel divertimentificio nazionale, Rimini, undici e non dodici solo perché agosto è mese di ferma biologica e sono “costretti” ad andare in ferie e a far ritorno all’amata isoletta tirrenica che gli ha dato i natali. Franco, arrivato quarant’anni fa ai tempi del boom turistico, attirato anche lui come tanti altri lampedusani e non dai miti e dai riti delle vacanze di massa e dalle conseguenti opportunità lavorative è un po’ l’Ulisse della comunità di emigranti. E la sulla sua scia negli anni a venire, goccia a goccia si è formato questa mare di lampedusani che ormai ammonta a un migliaio.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 

Forum Scuola Imola
Forum Scuola Imola nasce per iniziativa di un Comitato di RSU scuola di Imola. L'impegno principale della testata vuol essere quello di informare ed offrire uno spazio per comunicare ed esprimere opinioni per tutti coloro che vivono e lavorano nella scuola e per la scuola.

C.E.M.E.A.
La storia inizia nel 1937 in Francia ad opera di un gruppo di persone impegnate nell'educazione e nella promozione sociale. Oggi i gruppi CEMEA portano avanti in altri 29 paesi del mondo i loro principi : la considerazione per ogni essere umano; il rispetto per l'ambiente, la cui importanza è fondamentale nello sviluppo dell'individuo; la realizzazione di un'unica educazione per tutti in ogni momento.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione-fuoriregistro@didaweb.net e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

In redazione: Emanuela Cerutti (coordinamento), Giuseppe Aragno, Marino Bocchi, Grazia Perrone, Anna Pizzuti.
Collaborano: Rolando Borzetti, Pierangelo Indolfi, Ilaria Ricciotti. Cura il sito Maurizio Guercio.


  Newsletter precedente Newsletter successiva