Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro del 23/01/2005 - a.s. 04/05

racconti

f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 23/01/2005

raccontiscaffali

 

Sommario


ORIZZONTI

Un inferno chiamato Terra

di Aldo Ettore Quagliozzi

La priorità
di Giuseppe Aragno

Eleonora, cittadina barese...
di Alba Sasso

Una erbaccia velenosa
di ilaria ricciotti


DIBATTITO

Per la scuola

di Leonardo F. Barbatano

Gentile Redazione di Scuolaoggi...
di Elena Miglietta

Una volta i cattivi eravamo solo noi
di Maurizio Tirittico

Nulla è più squallido di questa monotonia
di Giuseppe Aragno

Vergognosa la proposta del sen. Valditara sull'assunzione dei precari
di Alba Sasso - Piera Capitelli


NUOVA SECONDARIA

Che sta succedendo al Ministro Moratti?

di Gianni Mereghetti

Il decreto ufficiale cambia ancora le carte in tavola
di Pino Patroncini

La filosofia in tutti i licei
di Gianni Mereghetti


NOTIZIE DALLA NEOSCUOLA

Tutt'attorno cadevano gragnuole di osa

di Mario Menziani

Tra involuzione e degrado formativo.
di FLC-CgilScuolaModena

L'inglese? Può attendere!
di Vittorio Delmoro


PROPOSTE

Staffetta della memoria

di Maria Rosa Pantè

Un percorso di didattica geografica
di Laura Tussi

 

U L T I M E

 

  • La pièce che fa’ male al potere : e’ il “Molière “ di Paolo Rossi, registrato per conto della Rai, mandato in onda in orario antelucano sua prima parte, e poi prontamente cancellato dalla programmazione per la seconda.

 

  • Tragedia dello Tsunami: contiene dentro di sè lo specchio dello scarto incolmabile che esiste fra i bisogni delle popolazioni e le politiche neoliberiste di dominio mondiale .

 

Un inferno chiamato Terra
di Aldo Ettore Quagliozzi


E’ che oggi l’umanità, ma che dico, l’umanità progredita e che abita e consuma nel mondo progredito, non possiede di fatto una cultura, una mente strutturata che le consentano di partecipare al gigantesco fenomeno della globalizzazione; l’umanità progredita e consumista a livello di conoscenze ed anche di strutture mentali, cerebrali, è rimasta come l’umanità della capanna o al massimo come l’umanità del villaggio, piccolo piccolo e non globalizzato.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


La priorità
di Giuseppe Aragno


Non sono disposto - parto dal terreno sul quale mi muovo - a bocciare la Moratti ed a promuovere Zecchino, facendo finta d’ignorare che lo sfascio dell’accademia ha superato da tempo quello della scuola. Non lo farò, e dubito che tacere dell’uno ed attaccare l’altra sia una mossa politica oculata. Dirò di più: dubito che sia una mossa politica. Così come non ha nulla di politico dimenticare oggi quello che è stato ieri. Io non ignoro Zecchino e dico no a Moratti. Le destre sono anche a sinistra. Forti, agguerrite, infide e pericolose.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


Eleonora, cittadina barese...
di Alba Sasso


Eleonora, cittadina barese di sedici mesi, è morta di fame e di violenza a 20 chilometri da noi, da una città non certo povera, che concentra, come tante altre, le diseguaglianze più laceranti in quartieri periferici e lontani. Forse a Bari pochi sanno dov’è Enziteto, forse pochi sanno che i cittadini onesti e civili di quel territorio sono ostaggio di violenti e sopraffattori. E che la cifra di quei quartieri, isolati dal mondo, è solitudine e paura.

[ leggi (4 commento/i) ][ commenta ] [ sommario

 


Una erbaccia velenosa
di ilaria ricciotti


L'indifferenza è una malattia
che si impossessa dell'anima,
e la fa volar via......
Essa è come l'onda assassina,
travolge esseri e cose repentina.
L'indifferenza è causa di guai,
guai noti e quelli che non sai.
Essa è una velenosa erbaccia da estirpare.
In che modo?
riappropriandoci della voglia di donare.

[ leggi articolo ][ leggi speciale ][ commenta ] [ sommario

 


Per la scuola
di Leonardo F. Barbatano


E’ stata resa nota dal cosiddetto Ministero dell’Istruzione la bozza di decreto legislativo sul sistema dei Licei contenente, tra l’altro, le indicazioni della scansione dell’orario delle diverse discipline. Credo sarebbe necessario farsi sentire, far sentire il nostro rifiuto di questa scuola classista che ci stanno preparando. Forse si potrebbe provare, anche con l’aiuto delle organizzazioni sindacali, ad organizzare una grande manifestazione di tutti noi docenti di ogni ordine e grado, nella quale sfilare tutti con la Costituzione in mano.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


Gentile Redazione di Scuolaoggi...
di Elena Miglietta


ci sembra che si ragioni un po’ troppo per slogan e in maniera fortemente ideologica. D’accordo su una linea di contrasto nei confronti di una Riforma che nella scuola rappresenta un ritorno al passato remoto (l’insegnante unico, il tempo scuola ridotto), ma qual è la “proposta di scuola” dello schieramento alternativo alla Casa delle libertà ed al governo Berlusconi? Perché questo è il punto: per vincere bisogna avere un programma comune, essere d’accordo su alcuni (pochi) punti ma essenziali. Qual è allora la base comune? Ci sembra che la sottolineatura e la ricerca continua di elementi di “differenza”, di “divisione”, invece che di unità e di condivisione, non possa portare che ad un solo risultato: quello di perdere e di lasciare il governo in mano al centro destra per un altro quinquennio. Altro che abrogare la Moratti, allora..!

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario

 


Una volta i cattivi eravamo solo noi
di Maurizio Tirittico


…ma ora sembra che i cattivi siano anche i politici e gli esperti scuola dell’UDC, di Forza Italia, di Alleanza Nazionale e della Lega! Nelle loro odierne prese di posizione hanno sparato a zero contro lo schema di decreto legislativo sul secondo ciclo di istruzione! Allora viene da chiederci: ma quel decreto chi lo ha scritto?

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario

 


Nulla è più squallido di questa monotonia
di Giuseppe Aragno


Tra i consigli e le benedizioni urbi et orbe che increspano la palude del web in tema di scuola - la morfina della non belligeranza va producendo alla lunga i suoi effetti - colpisce per l’autorevole coerenza e l’inconfondibile buonsenso la duplice raccomandazione di un esperto.
E’ Tirittico a scrivere e tolgo il cappello. Il punto - s’intende - è la riforma Moratti, che è legge dello Stato.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario

 


Vergognosa la proposta del sen. Valditara sull'assunzione dei precari
di Alba Sasso - Piera Capitelli


La proposta del senatore Valditara sull’immissione in ruolo dei precari storici è letteralmente vergognosa. Non solo non c’è nessuna volontà di garantire quelli che dovrebbero essere dei diritti acquisiti, ma si pretende di legittimare e per così dire istituzionalizzare discriminazioni e disuguaglianze nel mondo del lavoro.

[ leggi (3 commento/i) ][ commenta ] [ sommario

 


Che sta succedendo al Ministro Moratti?
di Gianni Mereghetti


In questi anni non mi ha mai sfiorato il dubbio che il ministro Moratti potesse fare marcia indietro rispetto a due principi che mi sembravano essere i pilastri della sua riforma: uno quello di puntare sulla professionalità docente, l’altro quello di disegnare una scuola superiore con due percorsi entrambi di qualità, uno liceale e l’altro di istruzione e formazione professionale. Sono sempre stato più che certo che il ministro potesse cedere su tante cose, ma non su questi due principi, che ritengo decisivi per fare una scuola realmente all’altezza del bisogno di educazione dei giovani.

[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario

 


Il decreto ufficiale cambia ancora le carte in tavola
di Pino Patroncini


Quante ore di scuola farà uno studente nella nuova scuola professionale prevista dal decreto pubblicato martedì scorso? Al massimo 15 ore settimanali! E’ quanto si evince dall’articolo 17. Infatti le ore annue saranno 990, che suddivise per le 33 settimane di scuola canoniche faranno 30 ore alla settimana. Ma di queste un quarto non sarà obbligatorio ed almeno un altro 25% sarà fatto in “contesto lavorativo” ( fuor di metafora: saranno ore di lavoro non di scuola). Insomma solo il 50% dell’orario sarà di scuola. E poiché si dice “almeno” ( almeno!) nessuno può escludere che le ore di scuola possano essere anche pari a 0 ( zero!).

[ leggi (3 commento/i) ][ commenta ] [ sommario

 


La filosofia in tutti i licei
di Gianni Mereghetti


Che ai giovani venga insegnata filosofia è una possibilità educativa, perché addentrandosi nella storia della ricerca umana essi possono trovare l’esigenza che li segna, quella di un senso positivo della realtà, un senso che è tale solo se corrisponde al proprio destino. Che sia così dipenderà comunque dal come verrà insegnata, in quanto che la filosofia faccia esplodere la domanda del destino non dipende dalla disciplina in sè, ma implica chi la insegna!

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario

 


Tutt'attorno cadevano gragnuole di osa
di Mario Menziani


Più o meno è quello che accade in anno domini 2005, quarto dell’era Moratti.
In città circolano più schede di valutazione che scuole. Più voti su ogni scheda che materie di insegnamento.
E’ la certificazione falsa, di una scuola falsa. E’ l’emblema della tracotanza di una compatta schiera di dirigenti a cui in modo del tutto improvvido fu affidata la conduzione della scuola dell’autonomia, o meglio, dell’incompiuta autonomia. E che, proprio per questo, ora diventa fin troppo facile terreno di conquista di questa pseudo riforma, che se ne appropria per farsene beffe continuamente, citando quasi sadicamente ad ogni occasione quell’incompiutezza, quella vaghezza.
Siete autonomi: stampatevi le schede! Siete autonomi: cercatevi i soldi! Siete autonomi: fatevela voi la scuola se ci tenete tanto.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


Tra involuzione e degrado formativo.
di FLC-CgilScuolaModena


I docenti specialisti di lingua inglese della Provincia di Modena hanno avviato due azioni di protesta contro l'irragionevole disposizione, contenuta nella Legge Finanziaria 2005, della soppressione dei 14.200 posti di insegnante specialista di Lingua straniera nella scuola primaria.
Col fine della massima diffusione, si pubblicano i documenti, già trasmessi a diversi rappresentanti politici, nella prima settimana del 2005.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


L'inglese? Può attendere!
di Vittorio Delmoro


E così la legge Finanziaria approvata a pochi giorni dalla fine dell’anno contiene questa norma : per gli anni scolastici 2005-2006 e 2006-2007 settemilacento insegnanti specialisti di lingua inglese ogni anno torneranno ciascuno nella propria classe, occupando così un uguale numero di posti e permettendo il licenziamento di altrettanti precari.
Il MIUR non ha ancora detto come assicurare l’insegnamento dell’inglese alle classi che resteranno scoperte, o meglio, l’ha detto : facendo imparare la lingua a tutti gli altri docenti.
Ma come? Attivando corsi obbligatori.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario

 


Staffetta della memoria
di Maria Rosa Pantè


Come tradizione dell’istituto anche quest’anno si è pensato di offrire alla comunità cittadina un contributo alla conoscenza e alla necessaria riflessione sul fenomeno storico dei lager nazisti: a questo scopo sarà predisposta presso la Torre Campanaria di Piazza Martiri, un luogo che a Borgosesia ricorda il sacrificio di chi ha creduto e lottato per la libertà e la dignità umana, una postazione in cui gli studenti si alterneranno per tutta la giornata leggendo poesie, brani di testimonianze e di documenti storici inerenti al fenomeno della deportazione e della morte nei campi di concentramento nazisti.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


Un percorso di didattica geografica
di Laura Tussi


Durante questo percorso didattico, ad ogni allievo si assegna una regione, nazione o continente a seconda dell’anno di frequenza rispetto al programma didattico ministeriale. Per ogni configurazione geografica si richiede la compilazione e la rappresentazione grafica di una cartina muta, comprendente le linee di demarcazione dei confini geografici. Questo primo esercizio occorre allo studente per rendersi conto dell’entità geografica, della regione, della nazione o del continente, ossia del particolare territorio che sta prendendo in esame, attraverso gli spazi fisici della cartina muta. In una seconda tappa del percorso l’allievo stilerà degli elenchi in cui annoterà gli aspetti naturali, ossia fisici, quali i confini, i fiumi, i monti, il clima, l’ambiente, per trasporli, tramite dei segni grafici, nell’ambito della cartina muta.

[ leggi articolo ][ commenta ] [ sommario

 


 

 


Brevi di cronaca

Cacciati dalla scuola chiamati dai clan
LaGazzetta del mezzogiorno - 22-01-2005

Dopo la frequenza, sostanzialmente episodica, della scuola materna ed una frequenza piuttosto sistematica della scuola elementare, da oltre due anni è praticamente caduto "l'obbligo scolastico": prima, per i ragazzi che, dopo la scuola media, non si iscrivevano ad una scuola superiore, arrivavano i carabinieri a casa ad imporre ai genitori di fare frequentare la scuola ai propri figli: sui grandi numeri risultava consistente il numero dei ragazzi che iniziavano e che poi, comunque, completavano un percorso formativo e culturale superiore. Ora, con la "caduta dell'obbligo" è semplicemente impressionante il numero dei ragazzi e delle ragazze che, dopo la scuola media, nei quartieri della città di Bari non vanno da nessuna parte: semplicemente scompaiono dal sistema scolastico, diventando oggettivamente territorio di possibile reclutamento dei clan.

[ leggi ][ commenta

Con o senza indirizzi: la proposta per il licei
Tuttoscuola - 21-01-2005

Il 13 gennaio e' stato un giorno importante per i destini del secondo ciclo. Il ministro Moratti ha illustrato e consegnato alle parti sociali un documento di 60 pagine, fitto di schede e tabelle, contenenti anche i quadri orari degli otto licei e dei relativi indirizzi. Bisogna dire che questa volta il MIUR ha saputo proteggere le sue carte fino all'ultimo, salvo poi renderle di pubblico dominio attraverso il suo sito Internet, dal quale e' possibile scaricarle. Da lunedì è stata resa nota anche una prima bozza dell'articolato del decreto legislativo.
Le sorprese, rispetto alle molte indiscrezioni delle scorse settimane, non mancano.

[ leggi ][ commenta

La destra riabilita i collaborazionisti di Salò e nega i soldi per il 25 aprile
L'Unità on line - 20-01-2005

Sì, è tutto vero. Il governo non ha ancora stanziato una lira per le celebrazioni del 60ennale della Resistenza e per le manifestazioni che si svolgeranno, quest’anno, in tutto il Paese. Lo aveva confermato, l’altro giorno, il presidente dei senatori del Pdci Luigi Marino, commentando la «calendarizzazione», da parte del Senato, del disegno di legge presentato da Alleanza nazionale e da altri senatori del centro destra, per il riconoscimento della qualifica di militari belligeranti a quanti prestarono servizio nella repubblica di Salò dal ‘43 al’45.

[ leggi ][ commenta

Censura: ora tocca a Vauro. Quando a Bruno Vespa?
Giulietto Chiesa - 19-01-2005

Apprendo che il Consiglio Regionale dell'Ordine dei Giornalisti del Lazio, tramite il suo presidente Tucci, ha intimato un "avvertimento orale" a Vauro per alcune vignette. L'avvertimento orale è stato comminato in base all'art. 2, capoverso 3 (diritti e doveri) della legge 3 febbraio 1963, n. 69 sull'ordinamento della professione di giornalista, dove è indicata la opportunità di "promuovere lo spirito di collaborazione tra colleghi". Io non so come la pensi Vauro, ma posso immaginare che non sia entusiasta di collaborare con un iscritto all'Ordine che esercita in modo fazioso la professione. Per questo Vauro è stato "avvertito"? Segnalo all'Ordine dei Giornalisti del Lazio che, per quanto mi concerne, sono dello stesso avviso. A me piacciono i giornalisti che - come ricordatoci dal Presidente della Repubblica - non piegano la schiena. Aspetto di essere "avvertito" anch'io.

[ leggi ][ commenta

Le mille e una scheda
www.scuolaoggi.org - 18-01-2005

E così, come aveva scritto perfino il Sole24ore-scuola con non poche perplessità, siamo alla scheda faidate. Con la circolare ministeriale n. 85 del 3 dicembre 2004 si è aperta la strada infatti alla “devolution” in fatto di attestazione dei risultati raggiunti e/o di certificazione delle competenze. Ed ora nelle scuole cominciano a prodursi gli effetti.
Ma riepiloghiamo quel che è successo negli ultimi tempi ripercorrendo brevemente i passaggi essenziali della storia della scheda di valutazione, ricordando che la certificazione degli esiti è cosa diversa dalla valutazione e dalle modalità di documentazione dei processi formativi. Essa era e deve restare di competenza di un organo centrale dello Stato, quale il Ministero dell’istruzione (già pubblica).

[ leggi ][ commenta

Gite scolastiche, addio
IO Donna - supplemento al Corsera - 17-01-2005

Ventidue febbraio 2002. Ambra, 11 anni, è in gita scolastica a Villa Demidoff, vicino a Firenze. Durante la pausa pranzo si allontana insieme ad alcuni compagni e si arrampica lungo il muro di contenimento della “Peschiera della maschera”, un’antica fontana monumentale del Parco. Improvvisamente un masso di 400 chili si stacca dal muro e la schiaccia, uccidendola. Una tragica fatalità, ma esistono anche delle responsabilità. Il processo di primo grado si conclude, il 1° dicembre 2004, con una sentenza di condanna per omicidio colposo: sei mesi di reclusione alla prof della classe di Ambra, quattro mesi di reclusione all’altro prof, più un risarcimento alla famiglia di 200mila euro, sempre a carico degli insegnanti.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam

Libertà di parola, libertà di stampa e due proiettili piantati nella testa...
Reporter Associati - 22-01-2005

 espressioni 

Uno dei miti americani più antichi che bene o male sono arrivati sino ai giorni nostri è quello del legame che unisce il sistema capitalista definito eufemisticamente libero mercato, la libertà di parola e la stampa indipendente. Una stampa che come riconosce persino Naom Chomsky, uno degli intellettuali più brillanti ed informati, molto critico sui piani della Casa Bianca, ha i suoi meriti, visto che consente anche alle voci più radicali di esprimersi. Ma a volte il sistema dice no. Ed è un no definitivo.

[ leggi ][ commenta

Il disagio e l'attesa nella società contemporanea
Anna Di Gennaro Melchiori - 21-01-2005

 grande cocomero 

Claudio Risè: "Si educa molto con quello che si dice, ancor più con quel che si fa, molto di più con quel che si è!" (Ignazio di Antiochia). Ciclo di incontri promosso insieme alla "Federazione delle Imprese Non Profit". "Il disagio e l'attesa della società contemporanea" . La sofferenza dell'io e l'accoglienza dell'altro. Martedì 25 gennaio ore 21,00 - Sala di via S. Antonio, 5 - Milano.

[ leggi ][ commenta

Il ritorno dei cosacchi a San Pietro
Aldo Ettore Quagliozzi - 20-01-2005

 ritratti 

E’ il fenomeno ‘ egoarca ‘, ovvero il ‘ caso interessante ‘ per gli studiosi delle discipline più disparate, che da un decennio calpesta a suo modo il palcoscenico della politica del bel paese.
Un ‘ caso interessante ‘ al quale sembra ben difficile dare oggi le rituali e scontate risposte della politica, di una pericolosità estrema, di una sfuggevolezza tale per cui riesce difficile anche agli organismi di garanzia della seconda repubblica del bel paese creare un argine alla sua dirompente frenesia di distruzione degli assetti politico-istituzionali.
Ma il nostro sa di poter contare su di una base di consenso popolare ben radicata e che fa leva esclusivamente sul perbenismo più becero, sul qualunquismo più sfrenato, sul disincanto per le regole e le istituzioni di enormi moltitudini del bel paese, non per nulla l’egoarca si è dilettato negli anni ultimi nell’opera prima della delegittimazione della politica e dei suoi attori, ritenendosi egli fuori dal coro per i precedenti suoi d’imprenditore, anche nel momento in cui con la politica ha salvato capre e cavoli, ovvero la sua personale libertà ed i suoi averi.

[ leggi ][ commenta

Appello all'Unesco
http://lmd.splinder.com - 19-01-2005

 messaggio 

Occorre proteggere tutta l' INFANZIA del mondo perchè essa è "Il cuore del Sacro "
Tutte le politiche devono convergere verso questo obiettivo.
Noi sottoscritti CHIEDIAMO , a partire dal 30 dicembre 2004, che l'INFANZIA sia dichiarata " PATRIMONIO DELL'UMANITA' " e la sua tutela, a cura di tutte le nazioni del mondo, dovra'
essere anteposta a qualsiasi altra tutela di beni materiali e immateriali.

[ leggi ][ commenta

Biblioteche (in)Visibili
Coordinamento Nazionale Bibliotecari Scolastici - 18-01-2005

 comunicato 

Un convegno rivolto a docenti, studenti, bibliotecari. Lo scopo è presentare la realtà delle biblioteche scolastiche attraverso la varietà di progetti e servizi che sono in grado di offrire nella pratica quotidiana. Il convegno cercherà di riprodurre la modalità amichevole e non accademica che lo spazio biblioteca instaura, per sua natura, con gli utenti.
Milano, 7 febbraio 2005.

[ leggi ][ commenta

Laicità, una battaglia da fare
Il Manifesto - 17-01-2005

 opinione 

Alcuni esempi fra i tanti: gli insegnanti di religione stipendiati dallo stato ma confermabili e revocabili dalla diocesi, la legge sulla procreazione medicalmente assistita, quella sul divorzio breve, i finanziamenti ingenti alla Chiesa cattolica e al suo indotto, finanziamenti che non sono altro che la conferma del mercimonio esistente fra la Chiesa cattolica e i politici al potere, anche a livello locale, la presenza ubiquitaria e sempre più politicizzata delle gerarchie ecclesiastiche nella nostra vita politica (al funerale dei soldati caduti a Nassiriya, Ruini dichiara: in Iraq ci siamo e ci resteremo), la visita del papa al parlamento a camere riunite.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 

Il Forum di Vita
Ti invitiamo a scoprirlo nella sua nuova veste, a postare i tuoi messaggi e ad aprire nuovi argomenti di discussione a te cari.
Tra le proposte:
>> Di' la tua: su interventi, interviste, prese di posizione,
>> Lavoro & Non Profit : le domande, i dubbi e le speranze di chi lavora e di chi vorrebbe lavorare nel non profit;
>> Europa, Finanziamenti e non profit : la formazione permanente lungo l'intero arco della vita delle persone;
>>Acondroplasia - diversità: parliamone;
>>I sondaggi di Vita...

Hot Potatoes
I programmi interattivi per costruire in generale quiz e giochi didattici sono diventati sempre più abbondanti negli ultimi anni, di pari passo con la diffusione di Internet. Di seguito la presentazione del programma che preferisco, sia per la facilità d'uso, sia per la flessibilità riscontrata, sia per il fatto che permette di costruire materiali didattici da utilizzare in ambito locale, oltre che su Internet.
Il software è scaricabile gratuitamente.
(Da Alfredo Colucci, Viaggio in Germania)

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione-fuoriregistro@didaweb.net e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

In redazione: Emanuela Cerutti (coordinamento), Giuseppe Aragno, Marino Bocchi, Grazia Perrone, Anna Pizzuti.
Collaborano: Rolando Borzetti, Pierangelo Indolfi, Ilaria Ricciotti. Cura il sito Maurizio Guercio.


  Newsletter precedente Newsletter successiva