Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro del 08/05/2005 - a.s. 04/05
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 08/05/2005
raccontiscaffali

Sommario

ORIZZONTI

Sequestrato il sito di Indymedia?

di Redazione
Una democrazia avanzata
di Giuseppe Aragno
Il ministro martino e la fecondazione
di Gianni Mereghetti
Il fascismo che ho vissuto
di Aldo Ettore Quagliozzi

PAESE SCUOLA

L'autonomia scolastica e le prove INVALSI

di Corrado Mauceri
Discipline geometriche queste sconosciute
di Venceslao Boselli
Questionario sulla Riforma Moratti
di Legambiente
Le dinamiche interpersonali e il conflitto
di Laura Tussi
AAA cercasi abilitati da concorso-specializzandi ssis
di Sara Ferrari
Il contrastato reclutamento
di FUIP
TFR nei fondi pensione? No, grazie!
di Coordinamento RSU


>>> A P P U N T A M E N T I <<<


Sequestrato il sito di Indymedia?
di Redazione

Al momento Indymedia Italia è raggiungibile nonostante l'attacco informatico (DDOS) che sta subendo dal primo maggio 2005 e nonostante le agenzie di stampa ne abbiano annunciato il sequestro.
Ciò non toglie che nelle prossime ore Indymedia Italia potrebbe non essere più raggiungibile a causa dell'ordine di sequestro per il quale è stata inviata una rogatoria internazionale.
Ci risiamo! A pochi mesi di distanza dal sequestro degli hard-disk di Indymedia Italia comandato dal Fbi e nel giorno in cui una sentenza della cassazione dichiara tutte le religioni sullo stesso piano, un solerte pubblico ministero romano, Salvatore Vitello, ipotizzando i reati di vilipendio della religione cattolica e di vilipendio della figura del Papa, chiede a gran voce che indymedia sia chiusa.
Il motivo?

[ leggi (3 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Una democrazia avanzata
di Giuseppe Aragno

Sul Manifesto di ieri, 5 maggio 2005, Paolo Serventi Longhi in un articolo dal titolo tagliente - Censure d'Italia - scrive giustamente indignato che il sequestro del sito di Indymedia per vilipendio della religione "è un fatto gravissimo, abnorme per una democrazia avanzata". Pur riconoscendo a Longhi e al Manifesto un impegno incondizionato in difesa della libertà d'informazione, non posso fare a meno, leggendo, di guardarmi attorno e sorridere con amarezza. Dove sia, qui da noi, la democrazia avanzata è sinceramente difficile dire.
Una terra in cui un Presidente del Consiglio dei Ministri può fare il bello ed il cattivo tempo in tema di informazione non è, non può essere considerata sede di un democrazia avanzata. Non lo è, basterebbe questo per dimostrarlo e non ci sarebbe nemmeno bisogno di proseguire; non lo sarebbe nemmeno se il Magistrato facesse marcia indietro e si scusasse: ho sbagliato, perdonate. Non potrebbe esserlo: eravamo al settantottesimo posto nella graduatoria della libertà di stampa anche prima del sequestro di Indymedia. Eravamo, e siamo, così in basso in tema di democrazia e non solo di libertà di stampa - per mille motivi.


[ leggi (3 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Il ministro martino e la fecondazione
di Gianni Mereghetti

Spiace che a farlo sia un'alta autorità dello Stato, ma il ministro della Difesa Antonio Martino si è fatto portavoce dell'idea che il fronte relativista ha cavalcato dal referendum sul divorzio a quello prossimo sulla fecondazione. "Io non divorzierei, io non abortirei, io non ricorrerei alla fecondazione eterologa, però se qualcuno vuole deve avere la libertà di farlo", è questa l'idea di cui si è fatto portabandiera il ministro Martino, un'idea vecchia, di altri momenti storici, ma drammaticamente ancora in sella. Non si tratta di una difesa della libertà, bensì di un'affermazione profondamente relativista. Infatti affermare in questo modo la libertà è dare all'uomo il potere di decidere che cosa sia la vita. Contro questa posizione è la realtà stessa a ribellarsi, e libertà è riconoscere che la vita è un dato, non ciò che l'uomo costruisce.



Il fascismo che ho vissuto
di Aldo Ettore Quagliozzi

Non tendo ad una verità assoluta, dogmatica. Credo a verità relative. Ma quando anche la verità relativa viene stravolta ti domandi a cosa devi credere.
( ... ) Esiste una verità del senso comune, vi è quella processuale, vi è quella storica. Se la verità viene manipolata in verità processuale, a sua volta questa in una verità di comodo, in verità virtuale, allora qual è il filo d'Arianna che ti può servire per muoverti in questo labirinto?
Ecco perché la ragione critica ha un valore essenziale, ti dà la possibilità di pensare con la tua testa, di non farti abbindolare dalle manipolazioni e dalle falsificazioni.
Di mantenere il tuo spirito libero, critico. La letteratura è uno strumento critico che può aiutare a svelare le verità, a smascherarle. La fantasia narrativa può aiutare a riflettere e capire la realtà che ci circonda. Siccome sono una persona, che si rifà ai fatti quotidiani, richiamo alla mente la tragedia a Bagdad, con l'uccisione di Calipari: tutti sappiamo che ci verrà ammannita una verità parziale ( ... ) lo sappiamo tutti e non facciamo niente.
Ci basta un millesimo di verità in dose omeopatiche. Mi ribello a questa sorte di imposizione. Ritorno sempre a questa faccenda della dittatura. Siamo in un regime mediatico in Italia. Se non fosse così, oggi Enzo Biagi avrebbe la sua trasmissione. Così come Michele Santoro avrebbe la sua. Luttazzi lavorerebbe in tv. Così come lavorerebbero in tv la Guzzanti, Paolo Rossi e tanti altri, che evidentemente hanno creato con il loro spirito libero problemi al potere. Ma qualcuno dalla Bulgaria ha detto che Biagi , Santoro, Luttazzi, non debbono lavorare, e così è. Il diktat è stato rispettato. Queste per me sono limitazioni della democrazia. E c'è talmente fumo negli occhi che ti viene da soffocare... (Andrea Camilleri)



L'autonomia scolastica e le prove INVALSI
di Corrado Mauceri

E' fin troppo evidente se la valutazione, i relativi criteri e le relative verifiche sono decisi dal Ministero dell'Istruzione o da un organismo di emanazione ministeriale come l'INVALSI, la scuola sarà valutata secondo parametri e modelli ministeriali; di conseguenza la scuola si uniformerà rispetto a tali modelli; sarà cioè sempre di più una scuola ministeriale e cioè la negazione della scuola dell'autonomia. Ciò non significa che l'autonomia scolastica sia preclusiva di ogni forma di valutazione del sistema scolastico; nè, tanto meno, sostenere l'autoreferenzialità di ciascuna scuola; l'autonomia di ciascuna scuola deve difatti collocarsi in un sistema scolastico statale con un proprio progetto culturale nazionale e con proprie regole; ma l'autonomia esige che tale sistema statale sia governato in modo democratico e pluralista, precludendo ogni possibile forma di interferenza del Ministro sull'attività didattica delle scuole.



Discipline geometriche queste sconosciute
di Venceslao Boselli

... Immagino quali scudi si siano levati a difesa di questo o quel monte ore disciplinare, in alcuni casi sono apparse anche notizie sulla stampa. Dietro a molte di queste considerazioni spesso non si nasconde una difesa corporativa ma visioni più complessive delle componenti formative.
In generale credo che i quadri orari della proposta di riforma siano troppo frammentati, e complessivamente troppo elevati. Comprendo tuttavia le difficoltà anche vista l'attuale configurazione di schieramenti politici che non hanno sufficientemente a cuore il problema in sè e lo sfruttano a propri fini propagandistici (è successo al governo di centrosinistra, sta accadendo al governo di centrodestra)...
L'insegnamento delle discipline geometriche nei licei artistici, nonostante la denominazione che puo' trarre in inganno, si svolge sostanzialmente con sviluppi grafici che prevedono unità minime di lezione di due moduli orari.
I due moduli orari trovano motivazione nella necessità di spostamento delle classi nelle aule speciali, nel tempo necessario alla predisposizione del materiale da disegno, nel tempo indispensabile a sviluppare esemplificazioni significative.
Esistono tempi incomprimibili per consentire l'acquisizione di un minimo strumentale che consenta agli allievi di iniziare in modo proficuo il triennio e questi tempi contemplano la necessità di due lezioni settimanali.
Si tratta di tempi che in altri indirizzi dove si presentano esigenze analoghe, il progetto di riforma ha fatto propri. Nel liceo tecnologico, le tecniche di rappresentazione grafica (che sostanzialmente svolgono la medesima funzione all'interno del curricolo), prevedono 132 ore settimanali di insegnamento nel primo biennio.
Spero che queste considerazioni vengano lette come la giusta preoccupazione riguardo al senso complessivo dell'istruzione artistica: 66 ore settimanali di discipline geometriche anziché le attuali 132 comporteranno sostanziali ricadute negative sulle competenze basilari degli allievi in uscita...




Questionario sulla Riforma Moratti
di Legambiente

Iniziativa promosa da CIDI, FNISM, Legambiente Scuola e Formazione, MCE. Compilazione on line del questionario

Alla c.a. dei Dirigenti Scolastici
Alla cortese attenzione dei Docenti


Le associazioni professionali CIDI, FNISM, Legambiente Scuola e Formazione, MCE, promuovono un'indagine nazionale per rilevare il livello di realizzazione della Legge 53/03 e della riforma Moratti nella scuola di base su alcuni specifici punti.

La preghiamo di compilare cortesemente il questionario entro il 7 maggio 2005.

Per la compilazione on line del questionario: http://www.pqr.it/leam/

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Le dinamiche interpersonali e il conflitto
di Laura Tussi

La sicurezza e l'identità personale si costruiscono sempre nel rapporto sociale, all'interno del gruppo famigliare nella relazione con l'adulto, in seguito con i coetanei e i gruppi di pari. Una solida sicurezza e un solido senso della propria identità si fonda sulle prime esperienze affettive nelle fasi primarie dello sviluppo. In questo ambito la scuola dovrebbe svolgere un ruolo importante in senso positivo, aiutando il bambino ad avere una buona sicurezza, il che comporta la sua personale valorizzazione e l'apprezzamento delle qualità positive personali, aiutandolo a conoscersi. La valorizzazione aiuta il bambino ad avere fiducia in se stesso consentendogli di superare senza timore e aggressività difensiva, gli ostacoli, gli insuccessi, le frustrazioni. Svalutare un bambino punendolo, non serve ad evitare il ripetersi dell'azione indesiderata e significa provocare indirettamente comportamenti aggressivi di tipo difensivo.




AAA cercasi abilitati da concorso-specializzandi ssis
di Sara Ferrari

Vorremmo sottoporre alla Vostra attenzione un caso di discriminazione nell'attribuzione dei punteggi in occasione dell'apertura delle graduatorie scolastiche.
Faccio parte di un nutrito gruppo di docenti precari della scuola che, dopo aver superato con successo il concorso nazionale del '99/2000, si sono iscritti alle varie SSIS (Scuola di Specializzazione per l'Insegnamento Secondario) regionali (costo 3/4000 euro più libri e materiale vario) per acquisire i punti necessari in graduatoria per continuare ad insegnare. Si era infatti creato il paradosso, che ben conoscete, che proprio coloro che erano già in possesso di abilitazione grazie al superamento di concorso pubblico nazionale si trovavano ogni anno superati dalle schiere di quelli che, appena terminata l'università, solo facendo i due anni di SSIS, acquisivano un punteggio di molto superiore.



Il contrastato reclutamento
di FUIP

La F.U.I.P., Federazione Unitaria Insegnanti Precari , alla quale aderiscono: l'ADACO (associazione docenti abilitati con concorso ordinario), CIP (comitati insegnanti precari) Nazionale ed i Coordinamenti Precari di Enna, Caltanissetta, Palermo, Potenza e Bari, nota con preoccupazione che il Ministero dell'Istruzione persevera sulla strada della Riforma Moratti e connesso nuovo sistema di reclutamento del personale docente (art. 5 della legge. 53/03), sebbene sia stata, tra le riforme proposte da questo governo, la più contrastata da insegnanti, alunni, genitori, sindacati e forze politiche e, certamente, tra le più penalizzate dai cittadini nelle recenti tornate elettorali.

COMUNICATO STAMPA

La F.U.I.P. denuncia con vigore la reiterata disponibilità del governo a ricevere delegati di organizzazioni che, in questa fase di disorientamento della maggioranza, mirano ad inserire, nei provvedimenti legislativi di interesse generale, richieste particolaristiche, come quelle sostenute dell'Associazione Nazionale Presidi. Questa, inspiegabilmente, è stata ricevuta dal Sottosegretario Aprea, lo scorso martedì 12 aprile - a margine della manifestazione indetta dall'ANP, congiuntamente ad associazioni di abilitati Ssis (ANIEF, ANADOSS), per discutere non solo dei problemi della propria categoria, ma anche della pretesa di inserire nelle graduatorie di merito dell'ultimo concorso ordinario gli abilitati Ssis.
La F.U.I.P. esprime il proprio sconcerto non solo per il contenuto della richiesta, ma anche per il metodo.



TFR nei fondi pensione? No, grazie!
di Coordinamento RSU

Cominciamo ad organizzare la campagna contro il trasferimento del Tfr ai fondi pensione

Se non ci saranno novità dell'ultimo momento tutto sembra ormai orientato perchè dal prossimo settembre, scatteranno i 6 mesi entro i quali andrà espressa la scelta tra il lasciare la propria liquidazione in azienda (come è sempre stato) o se trasferirla ad un fondo pensione. Sono i famosi 6 mesi del cosiddetto "silenzio - assenso", un meccanismo contestatissimo ed ambiguo mediante il quale i lavoratori che non esprimessero per scrittura formale il loro dissenso si troveranno senza saperlo ad aver aderito ad un fondo pensione integrativo.

L'introduzione, con il consenso di Cgil Cisl e Uil del meccanismo del "silenzio - assenso" è già nel metodo un fatto gravissimo. Si introduce un meccanismo che giocando sulla disinformazione dei più, e/o sulla mala informazione da parte dei soggetti economici interessati (assicurazioni e associazioni sindacali ed imprenditoriali gestori di fondi categoriali) capovolge il diritto alla libertà di scelta dei singoli.



 

Brevi di cronaca

UNA PROPOSTA DAL FORUM INSEGNANTI:

chiediamo ai partiti dell' Unione di esprimere una chiara, inequivocabile ed univoca posizione a favore dell' abrogazione della riforma Moratti e l' impegno a costruire un progetto per la scuola che sia graduale, democratico e condiviso.

Leggi i commenti

Secondaria superiore: lo stato dell'arte
cgilscuola.it - 07-05-2005
Il susseguirsi di otto bozze del decreto applicativo della legge 53 nella secondaria superiore ha reso un po' difficile seguire l'evoluzione delle singole misure previste. Diamo qui di seguito una sintesi delle principali misure finora trascritte affinché ognuno possa farsi un'idea dello stato dell'arte, con l'avvertenza che comunque questo non rappresenta ancora la situazione definitiva.

[ leggi ][ commenta
Inaccettabile atto di intolleranza
Corriere della Sera - 07-05-2005
«Sono stati due episodi sgradevoli, quelli del 20 aprile e del 2 maggio all'Università di Torino. Sono stata contestata io, in quanto docente ebrea, e anche il viceambasciatore israeliano, che avevo invitato per una lezione di economia, da un gruppo di giovani dei centri sociali, non dai miei 150 studenti, con i quali faccio lezione splendidamente: con essi affronto i problemi israeliano-palestinesi senza difficoltà. Ho invitato spesso diverse personalità, anche giordane alle mie lezioni... Un mio assistente è arabo... Di quelle contestazioni preferisco non parlare, perché voglio dialogo, non lo scontro». Cerca di smorzare il tono delle polemiche Daniela Santus, 40 anni, professore associato di Geografia culturale alla Facoltà di Lingue e letterature straniere di Torino, vittima del clima di «terrorismo psicologico» (antisemita), che si va diffondendo negli atenei italiani.

[ leggi ][ commenta
Miur: firmati i protocolli d'intesa con Tunisia e Marocco
AGE - Agenzia Giornalistica Europa - 06-05-2005
Lo spazio euromediterraneo d'istruzione superiore che intendiamo realizzare, in perfetta coerenza e continuità con gli orientamenti espressi dall'Ue con la Dichiarazione di Barcellona comporterà un ampliamento ed un arricchimento di prospettive per quanto riguarda la qualità del capitale umano e l'occupabilità, ma per far ciò sarà necessario basarsi su percorsi formativi comuni e condivisi. (Letizia Moratti).
[ leggi ][ commenta
Scelta libri di testo: un rebus
Italia Oggi - 05-05-2005
Il ministero dell'istruzione ha emanato la circolare per l'adozione dei testi di studio per il prossimo anno scolastico. L'editoria scolastica dovrà aggiornare i volumi da adottare adeguandoli ai nuovi ordinamenti legati alla riforma, introdotta dalla legge n. 53/2003, che arriveranno a coprire sette anni su otto della scuola di base. Alle elementari la circolare ha creato un piccolo caso. L'adozione dei libri di testo, ricorda la nota, "è espressione dell'autonomia didattica delle istituzioni scolastiche". La nota richiama i dirigenti a vigilare sulla coerenza dei volumi adottati dai docenti rispetto alle indicazioni nazionali del ministero. Un controllo che dovrebbe evitare la mancata attuazione sul campo della riforma Moratti....

[ leggi ][ commenta
Referendum contro la riforma Moratti
Gilda degli Insegnanti - 05-05-2005
La Gilda degli Insegnanti si è appellata ai Presidenti di tutte le Regioni affinché si facessero promotori di un referendum abrogativo della riforma Moratti.
L'intento era quello di responsabilizzare le forze politiche e sociali in merito ai gravi danni che la Riforma sta recando alla scuola italiana.
La richiesta di cinque consigli regionali sarebbe stata infatti sufficiente a far scattare il meccanismo referendario. L'iniziativa della nostra Associazione è stata sostenuta con l'invio di centinaia di migliaia di cartoline da parte di docenti e genitori agli stessi presidenti di Regione. A conclusione della campagna la Gilda denuncia però la totale assenza di risposte da parte dei Presidenti delle regioni di entrambi gli schieramenti.

[ leggi ][ commenta
Solidarietà a Mario Piemontese e Franco Gatto
Retescuole - 04-05-2005
L'altro ieri due docenti fra i più attivi del movimento in difesa della scuola pubblica delle scuole superiori di Milano hanno ricevuto a scuola una cartolina anonima in busta chiusa dai contenuti intimidatori accompagnati da disegni di dubbio gusto raffiguranti libri insanguinati in un caso e l'immagine che sembra rappresentare Fidel Castro con in mano una falce e martello di colore giallo, sullo sfondo una grande stella rossa nell'altro. Una freccia indicava la didascalia che di seguito riportiamo...
[ leggi ][ commenta
I licei, le regioni e l'aria fritta
Tuttoscuola - 03-05-2005
La figura geometrica che meglio si presta a rappresentare la struttura del sistema liceale delineata nella piu' recente bozza di decreto legislativo sul secondo ciclo e' l'ellissi, che come e' noto ha due fuochi ...Un modello all'interno del quale coesistono in realta' due sottosistemi, quello liceale "puro" e quello dei licei a tendenza professionalizzante ... Ogni scuola presentera' i propri piani alle Regioni, ed esse, e solo esse, decideranno, in base alla programmazione predisposta, se, in quel territorio e in quella istituzione scolastica, si attiveranno i percorsi formativi richiesti.
[ leggi ][ commenta
La destra contro la scuola
componenti del Direttivo provinciale Cgil Milano - 03-05-2005
E' vitale, per la scuola, che si mantenga all'interno della Cgil una dialettica tra aree distinte e legittimate dal voto della base. Giustamente lo stesso statuto valorizza questa dialettica interna come elemento di crescita democratica. E' ormai certo, speriamo, che il prossimo governo sarà diretto dall'Unione.Ebbene, proprio sul terreno della scuola il nostro schieramento politico si è mostrato nella sua passata prova di governo terribilmente miope...
[ leggi ][ commenta
Moratti, ascolta
Il Manifesto - 02-05-2005
La rivolta contro i test dilaga. In tutta Italia genitori e scuole protestano contro un sistema delle prove Invalsi voluto, anzi imposto dal ministro Moratti. E si sta sviluppando, in particolar modo sulla rete, un articolato dibattito che vede confrontarsi posizioni diverse. Ci si interroga sull'opportunità di una prova siffatta, sulla legittimità della sua introduzione, sull'efficacia del metodo seguito. A testimonianza che quello della scuola non è un apparato "chiuso" e "conservatore", come pure è stato affermato in maniera strumentale da taluni, ma è un sistema aperto, capace di interrogarsi, di confrontarsi.
Alba Sasso.
[ leggi ][ commenta
Riforma del secondo ciclo: nessuna limitazione per l'accesso all'università
Ministero per l'istruzione - 02-05-2005
In riferimento a notizie d'agenzia su presunte limitazioni all'accesso all'università nella bozza di decreto di riforma del II ciclo, il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca precisa che si tratta di illazioni infondate e destabilizzanti. Il Miur fa appello a tutte le famiglie perché non si dia credito a voci false e tendenziose.
[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Riflessioni e brandelli di pensieri attorno all'Evento
Aldo Ettore Quagliozzi - 07-05-2005
 riletture 
Mentre il Papa moriva in quel modo là, a me è venuta una voglia illogica di cose vere: qualcosa che avesse la stabilità pietrosa delle cose vere.
Mi è venuto da entrare in una chiesa, qualunque, una chiesa che nessuno stesse raccontando, e guardarla, e appurare che esistesse ancora.
Ho anche pensato che, in certo modo, c'era un grande bisogno che qualcuno lo facesse, a nome di tutti: si defilasse dal Grande Racconto e facesse un pellegrinaggio alle cose vere.
Mica per capire chissà che: solo per una norma igienica, per risciacquare la mente, per ripristinare un certo equilibrio ecologico nell'indice del mondo. (A. B.)
[ leggi ][ commenta
Balcani: la storia manipolata
il Manifesto - 07-05-2005
 libri 
Era ora. E' uscito in questi giorni un libro davvero unico, «Italiani senza onore, i crimini in Jugoslavia e i processi negati (1941-1951)» (Ombre Corte, pp. 270, euro 18), completo di ogni documentazione inedita sui crimini di guerra commessi dalle truppe italiane in Jugoslavia durante la Seconda guerra mondiale, ed esaustivo della vicenda «diplomatica» che portò i governi italiani a guerra non conclusa e nell'immediato dopoguerra a cancellare quei misfatti. Su questo abbiamo intervistato l'autore della ricerca, il giovane storico Costantino Di Sante.

[ leggi ][ commenta
1978-2005 - Ricordare per continuare
Forum sociale antimafia Felicia e Peppino Impastato - 06-05-2005
 messaggio 
Nel 27° anniversario dell'assassinio di Peppino Impastato rinnoviamo il nostro impegno con alcune iniziative che quest'anno saranno dedicate a Peppino e a sua madre, Felicia Bartolotta, che ci ha lasciato il 7 dicembre scorso.
Il quadro politico si è aggravato, con l'approvazione del progetto di demolizione della Costituzione nata dalla Resistenza antifascista, con la prosecuzione della tutela legislativa di interessi privati, con l'emergere sempre più allarmante di complicità a livello istituzionale e politico. Discuteremo di questi problemi, con particolare attenzione al territorio, e dedicheremo a Felicia un'intera mattinata con interventi e letture sul ruolo delle donne nella lotta contro la mafia, dai Fasci siciliani ai nostri giorni.

[ leggi ][ commenta
Madri consapevoli
Peacereporter - 06-05-2005
 donne 
L'educazione delle ragazze può salvare la vita a milioni di bambini e cambiare il destino di intere popolazioni. E' quanto emerso dal sesto Rapporto sullo Stato delle Madri nel Mondo, realizzato dall'organizzazione umanitaria Save the Children su un campione di 110 Paesi, di cui la maggior parte in via di sviluppo. Le donne che hanno potuto studiare, secondo l'indagine, vanno incontro a migliori condizioni di vita e a una maternità più sicura e consapevole. I dati sull'accesso all'istruzione nel Sud del mondo, tuttavia, restano drammatici. Eppure l'educazione femminile, la presenza di personale medico e paramedico al momento del parto e la possibilità di usare metodi di pianificazione familiare sono i 3 fattori determinanti per la salute e il benessere materno.

[ leggi ][ commenta
Ai confini della realtà: la legge 106/2004.
Beppe Grillo - 05-05-2005
 software libero 
Urbani, ora ex-ministro, ha presentato e fatto approvare lo scorso anno la legge 106/2004 che impone a chiunque distribuisca contenuti per via telematica, quindi Internet, di inviarne copia alle biblioteche centrali di Firenze e di Roma. Chi ha un sito, una newsletter o una mailing list dove vengono diffuse informazioni, deve farne copia ed inviarla periodicamente alle biblioteche, in caso contrario è soggetto ad un'ammenda di 1.500 euro.

[ leggi ][ commenta
Il prof è depresso, allarme educazione
La Sicilia.it - 05-05-2005
 grande cocomero 
Attenzione a trasformare frustrazione e disagio, che esistono e che sono più che legittime, col mettere il "bollino" di folli ai docenti. Non è giusto, sarebbe davvero il colmo ... La figura dell'insegnante, rispetto al passato, è cambiata. Non è giusto esasperare la situazione, farla apparire più grave di quanto effettivamente è.
[ leggi ][ commenta
Fecondazione assistita: finalmente è referendum
Galileo news - 03-05-2005
 sociale 
Il 12 giugno gli italiani avranno l'opportunità di esprimere il loro giudizio sulla legge che regolamenta il ricorso alle tecniche di fecondazione assistita varata dal Parlamento dopo un dibattito durato due legislature e in vigore dal 10 marzo 2004. Un appuntamento importante, anche per il futuro della ricerca sulle staminali che però, come è accaduto per altri referendum, rischia di essere vanificato dal non raggiungimento del quorum.

[ leggi ][ commenta
Pecetta nera
Diario - 03-05-2005
 NO WAR 
Omicidio Calipari: a causa di un errore maldestro, sono caduti gli omissis del rapporto Usa sulla sera del 4 marzo. L'identità di chi era presente e ha agito è pubblica. In serata il rapporto italiano.

[ leggi ][ commenta
Informazione sotto attacco
Reporter Associati - 02-05-2005
 messaggio 
L'Osservatorio ha ricevuto con grande preoccupazione informazioni a proposito di presunti atti persecutori contro l'educatore italiano Cristiano Morsolin, coordinatore dell'Osservatorio Indipendente sulla Regione Andina "Selvas.org", che si occupa di progetti sociali orientati alla difesa dei diritti umani in America Latina e, più specificatamente in Colombia, dal dicembre 2004.

[ leggi ][ commenta
Il saccheggio creativo del Meridione
Repubblica Bari - 02-05-2005
 espressioni 
Che bella parola: "Mezzogiorno". Come suona bene, così solare e invitante. Evoca scampanii e luce. Ma resta il dubbio che, nella storia unitaria, troppi tra coloro che si sono prodigati ad occuparsi della "questione meridionale" abbiano praticato la consumata arte del profitto per cause ed interessi loro, speculando sul sud o strumentalizzandolo per scopi che con l´arretratezza nostra c´entravano pochissimo.
[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Viaggio a Cuba
Potrebbe sembrare una storia creata apposta, per pubblicità, ma è il vero e fedele diario di viaggio di un fotografo italiano di sinistra insieme a due giovanotti cubani laureati, in centoventi ore di viaggio per l'occidente dell'isola, la vera Cuba. Diario de Cuba è un viaggio ispirato al film "Alla rivoluzione sulla due cavalli" di Maurizio Sciarra, con Adriano Giannini e Gwenaelle Simon.

Alla rivoluzione sulla due cavalli
Dalla sceneggiatura del film:
CAPITANO :
Dobbiamo evitare la violenza e dobbiamo impedire ai provocatori di introdursi nel Paese e di approfittare della situazione. Sai quanti provocatori stanno tentando di passare il confine in queste ore come esiliati o perseguitati politici? Vogliamo che Lisbona diventi un covo di spie?
Victor, intontito, scuote la testa e dice:
VICTOR
No! Mio capitàn!

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

In redazione: Emanuela Cerutti (coordinamento), Giuseppe Aragno, Marino Bocchi, Grazia Perrone, Anna Pizzuti.
Collaborano: Ilaria Ricciotti, Pierangelo Indolfi. Cura il sito Maurizio Guercio.

  Newsletter precedente Newsletter successiva