Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 3 - a.s. 06/07
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 24/09/2006
raccontiscaffali

Sommario

DENTRO LA SCUOLA

Settembre

di Luciana Repetto
Si comincia: ancora con la Moratti?
di Corrado Mauceri
Ridurre il numero degli insegnanti di sostegno
di Lorenzo Picunio
Lettera aperta
di Gianni Mereghetti
Il rispetto della Costituzione è retrò?
di Corrado Mauceri
La maestra e i genitori
di Vittorio Delmoro

ORIZZONTI

Ideologia compra e vendi

di Vincenzo Andraous
Vite da schiavi
di Amici di Lazzaro
Un altro errore di comunicazione
di Giovanni Sarubbi
Nella nostra consueta impotenza
di Vincenzo Andraous





CONSULTA QUI ALTRE RASSEGNE STAMPA


Settembre
di Luciana Repetto

La scuola ha bisogno di persone preparate, che siano disponibili ad un servizio impegnativo, che può dare anche molte soddisfazioni: una rivalutazione della professione docente in termini di stima ed economici rende più motivato il personale e produce migliori risultati. Occorre veramente investire nella scuola: nel personale, nelle strutture, nelle nuove tecnologie. Se alla disponibilità al dialogo ed al coinvolgimento delle parti interessate, si tirerà la scuola un investimento forse riusciremo a superare le nostre lacune ed a raggiungere gli obiettivi dell'85% di diplomati nel 2010, fornendo alla nostra economia figure professionali idonee e cittadini partecipi.



Si comincia: ancora con la Moratti?
di Corrado Mauceri

Nel programma dell'UNIONE si afferma: "con gli atti dei primi mesi di governo, in radicale discontinuità con gli indirizzi e le scelte di centro-destra, abrogheremo la legislazione vigente in contrasto con il nostro programma".

Qual è la "legislazione vigente" in contrasto con tali impegni programmatici? Senza dubbio le leggi Moratti; cioè non qualche norma delle leggi Moratti, ma tutte le leggi e soprattutto l'impianto complessivo e l'idea di scuola che lo sorregge.



Ridurre il numero degli insegnanti di sostegno
di Lorenzo Picunio

Così sta scritto in una riga sui giornali di domenica scorsa, fra gli obiettivi ipotizzati da qualcuno per la finanziaria.
Tutti i lettori sanno cos'è un insegnante di sostegno? Una legge, la 517 del 1977 ha riconosciuto il diritto dei bambini con handicap ad essere inseriti nella scuola di tutti. Veniva riconosciuto un intervento di 6 ore settimanali, allora, per ogni bambino, creando quindi la figura di un insegnante apposito per questo compito. Questa scelta portò vantaggi tanto ai bambini con handicap quanto a tutti i loro compagni, portati - tramite l'esperienza - a capire che la diversità è una risorsa prima che un problema.



Lettera aperta
di Gianni Mereghetti

Carissimo Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano,
carissimo Ministro Giuseppe Fioroni,

nella cerimonia di apertura del nuovo anno scolastico vi siete rivolti a studenti, insegnanti e genitori con due interventi significativamente all'unisono. E' chiaro che vi sta a cuore il futuro dei giovani, e lo avete indicato con diversi passaggi nei quali avete sottolineato come la scuola sia un'opportunità per la crescita personale, è altrettanto chiaro che volete una piena valorizzazione degli insegnanti, come un inserimento fecondo delle famiglie dentro la vita scolastica.



Il rispetto della Costituzione è retrò?
di Corrado Mauceri

Lettera aperta a TUTTOSCUOLA

Firenze, 19 settembre 2006

Preg.mo Sig. Direttore,

ho letto con molta preoccupazione la nota pubblicata in TUTTOSCUOLA in merito alla proposta del Ministro Fioroni di incrementare il finanziamento pubblico per le scuole materne private...



La maestra e i genitori
di Vittorio Delmoro

Sono stato invitato come consulente - diciamo così - ad una riunione (privata) dei genitori di una classe di scuola elementare che aveva lo scopo di trovare una via perché i bambini (di quei genitori) non avessero quella maestra.
Non mi interessa parlare della maestra, ma dei genitori.
Li ho subito amati - confesso - non perché riconoscessi le loro ragioni e mi schierassi dalla loro parte, quanto per la passione e i modi con cui esprimevano le preoccupazioni verso il futuro dei loro figli.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Ideologia compra e vendi
di Vincenzo Andraous

Orientamenti politici diversi e anche assai distanti, convergono nei nostri giorni verso lo stesso principio:
il reddito procapite è ciò che più conta,
il reddito procapite è soprattutto ciò che fa democrazia,
il reddito procapite fa celebrare il funerale dell'ideologia "compra e vendi", di quel credo politico che attraversa ogni sponda, nell'ordinata e furtiva dimenticanza di cecità sempre più ottuse.



Vite da schiavi
di Amici di Lazzaro

"In passato il valore degli schiavi
era tale che c'era il rischio di
vederseli rubare. Oggi gli schiavi
costano così poco che sono
diventati una merce usa e getta"
Kevin Bales


La schiavitù è ancora intrecciata con la storia. Con la nostra storia. Essa prende nuove forme rispetto a quella tradizionale. È una schiavitù in continua evoluzione, che si adatta alle nuove condizioni, alle nuove potenziali vittime, alle nuove richieste e, perfino, alle nuove tecnologie.



Un altro errore di comunicazione
di Giovanni Sarubbi

Anche il Papa può sbagliare. E quando sbaglia un Papa le conseguenze possono essere disastrose, come dimostra ciò che sta succedendo in questi giorni dopo la "lectio magistralis" di Benedetto XVI tenuta all'Università di Ratisbona in Baviera. E che a sbagliare sia un Papa come Benedetto XVI, Papa teologo, che ha passato gli ultimi 25 anni della sua vita a cercare e condannare gli "errori dottrinali" di teologi, filosofi o religiosi della Chiesa Cattolica come capo dell'ex "Santo Ufficio", dice in modo inequivocabile che nessuna persona al mondo è immune dall'errore. E dice anche che le parole, se male usate e peggio interpretate fanno più male delle pietre.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Nella nostra consueta impotenza
di Vincenzo Andraous

In Italia c'è una bambina Bielorussa che è stata nascosta dai genitori adottivi, i quali hanno deciso di infrangere una norma e quindi rischiare la galera, pur di non farla rientrare nel suo paese, o meglio nel brefotrofio-orfanatrofio che la ospitava, e in cui è stata sottoposta a umiliazioni e violenze inenarrabili, in sequenze miserabili raccontate non solamente dalla stessa bimba, ma soprattutto, dai coetanei, carnefici, rei confessi.



 

Sponde
Lo stile dell'arroganza
Redazione - 18-09-2006
 mappamondo 
Nel centrosinistra, giunto al governo levando la bandiera dell'immediata rottura con la filosofia politica della destra neoconservatrice, chi non si è ridotto a tacere, perché "al governo Prodi non c'è alternativa", sfida ormai la pazienza e l'intelligenza dei cittadini. Lo stile dell'arroganza è quello con cui un governo allarga la frattura tra paese legale e paese reale e costruisce un monumento funebre alla democrazia.

[ leggi ][ commenta


Brevi di cronaca
Corso di Laurea di Scienze e Tecniche dell'Interculturalità
La Tecnica della scuola - 23-09-2006
Il Corso è nato a Trieste nel 1997, in risposta all'invito della Comunità Europea a costituire Corsi di Laurea per le nuove professioni concernenti i rapporti culturali, economici e sociali tra l'Italia e l'Europa e i Paesi Extracomunitari.

[ leggi ][ commenta
Noi scienziati? Più normali dei preti
Repubblica - 22-09-2006
ROMA - Una notte di luci non risolve i problemi, ma è sempre meglio del buio oscurantista. Parola di Piergiorgio Odifreddi, il matematico "impertinente" (titolo di un suo famoso libro) che insegna Logica all'università di Torino. Odifreddi elogia la Notte europea della ricerca e ne sottolinea l'utilità per avvicinare chi usa i prodotti tecnologici a chi li inventa e realizza, gli scienziati: "Persone normali, più normali di preti e filosofi!". Teme però che tutto questo non porterà più giovani nelle facoltà scientifiche, perché il calo progressivo degli iscritti è dovuto soprattutto a un motivo più strutturale. "La pubblicità".

[ leggi ][ commenta
Mussi: entro il 2007 riforma del sistema Università
L'Unità - 22-09-2006
«Ho parlato di bordello riferendomi alla governance dell'Università italiana, di come è gestito il sistema universitario del nostro paese a partire dal ministero per finire alla struttura interna degli atenei. Il paragone Università-bordello è offensivo. Siamo gli ul-
timi nella spesa pro-capite in ricerca, ma non nei risultati dove abbiamo punte di eccellenza. Ciò significa che il sistema universitario italiano è sostanzialmente sano».

[ leggi ][ commenta
Rutelli: il mio piano per rivoluzionare le vacanze a scuola
La Stampa web - 21-09-2006
Le vacanze scolastiche non saranno più lunghe quanto l'estate, ma verranno scaglionate nell'arco dell'anno: quelle di Pasqua potrebbero essere raddoppiate, quelle estive decurtate, secondo il modello di altri Paesi europei. Meno ingorgo ad agosto, dunque, e un'industria turistica che possa lavorare tutto l'anno.
[ leggi ][ commenta
Valutare, questo è il problema
Galileo news - 20-09-2006
Anche dalle parti del Ministero della Ricerca Scientifica e dell'Università l'idea di un organo super partes che valuti la produzione scientifica di università, enti e laboratori per poi decidere chi merita e chi no, sembra essere ben vista. "Il ministro Mussi si è detto d'accordo", ha raccontato Rita Levi Montalcini. "Il nostro capitale umano è straordinario e, se solo potessimo avvalerci di criteri imparziali per affidare i finanziamenti, la nostra ricerca potrebbe sicuramente essere alla pari di quella degli Stati Uniti, della Gran Bretagna o della Germania".
[ leggi ][ commenta
Un test per il preside
La voce.info - 19-09-2006
L'unico modo per difendere l'istruzione pubblica e' migliorarne la qualita'. Ma anche nella scuola e' l'organizzazione del lavoro che va modificata perche' non da' ai dirigenti scolastici gli incentivi e gli strumenti necessari affinche' possano migliorare i risultati didattici. Per questo va difeso il principio di un esercizio di valutazione per ogni scuola. Utilizzando i punteggi ottenuti dai singoli istituti per valutare l'operato dei presidi. Con l'obiettivo di migliorare rispetto a se' stessi, non genericamente rispetto al sistema scolastico nazionale.

[ leggi ][ commenta
Scuola cattiva maestra
Il Messaggero - 18-09-2006
"LEGGERE, s'impara a scuola. Quanto ad amare leggere...". Ha davvero ragione il professore, lo scrittore Pennac (Come un romanzo , Feltrinelli), mai rassegnato di fronte alla disaffezione dei più giovani nei confronti del libro. Già, ma di quale libro? E come è possibile che proprio nelle aule, luoghi per eccellenza di curiosità e di sapere, si compia così spesso il più orrendo dei misfatti, uccidere il piacere della lettura?
[ leggi ][ commenta
Sul biennio prossimo venturo
Pino Patroncini - 17-09-2006
L'idea che si debba portare l'obbligo scolastico a 16 anni sembra essere parte del programma del governo di centro-sinistra. La cosa naturalmente non soddisfa tutti. Per alcuni l'obbligo scolastico a 14 anni bastava e avanzava. Lo si è visto col precedente governo, il cui primo atto era stato la ritirata dal "piccolo avanzamento" di Berlinguer, che l'aveva portato a 15 anni. Lo si è visto con l'impapocchiamento del "diritto-dovere", che obbligo non era ma che mistificava la cosa. Tuttavia di gente che la pensi così a sinistra, per fortuna, ce ne è poca.
Piuttosto saranno invece delusi quanti si aspettavano un innalzamento a 18 anni, ma anche in questo caso il fronte dei "diciottisti" si divide: una parte infatti pensa che l'innalzamento a 16 sia solo la prima tappa di un successivo innalzamento a 18.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Due storie della Shoah meno raccontata
La Meridiana ed. - 23-09-2006
 libri 
Un libro doppio. Nel senso che si può cominciare a leggere da una parte e poi, semplicemente girandolo, incrociare l'altra storia. Un artificio grafico con 2 diverse copertine, per rendere l'idea delle due storie che camminano parallele e poi, a un certo punto, si incontrano.

[ leggi ][ commenta
Il caso del cittadino italiano Abou Elkassim Britel
http://www.giuliettochiesa.it - 22-09-2006
 appelli 
arrestato illegalmente in Pakistan nel marzo del 2002, torturato per mesi, interrogato dai servizi segreti pakistani e americani, e infine trasferito in Marocco in forma altrettanto illegale, non avrebbe potuto fruire di alcuna assistenza da parte della rappresentanza diplomatica italiana a Islamabad.

[ leggi ][ commenta
Portare i Centri nelle Periferie
pievecortoconcorso.org - 22-09-2006
 cinema 
Da anni l'amministrazione Comunale di Pieve Emanuele sperimenta pratiche in grado di favorire la partecipazione diretta dei cittadini alla vita del Comune: in questo quadro e per stimolare l'autopromozione rispetto alla capacità culturale della vicina Milano si situa anche CortoConcorso Massimo Troisi che focalizza la propria attenzione su due tematiche: sezione CONFLITTI e sezione R.A.G.A.

[ leggi ][ commenta
Modalità combat
Il Manifesto - 21-09-2006
 storie 
Con una letale strategia di piccoli passi, quella in Afghanistan è diventata una guerra italiana.
La missione militare a Kabul ha cambiato corpo, struttura e mezzi nel corso degli anni. L'Italia ci è entrata per pattugliare le strade della capitale afgana e ora "unisce le forze" con afghani, americani e spagnoli per combatterla sul serio. Come è ci è capitato?

[ leggi ][ commenta
Biodomenica
Legambiente - 20-09-2006
 pianeta 
Domenica 1 ottobre torna in tutta Italia, per il settimo anno consecutivo, la Biodomenica, la festa dell'ambiente, della salute, dell'alimentazione e del gusto, dedicata all'agricoltura biologica organizzata dall'AIAB (Associazione Italiana per l'Agricoltura Biologica), Legambiente e Coldiretti. In oltre cento piazze italiane i cittadini potranno apprezzare i prodotti di un'agricoltura che ha scelto di offrire alimenti sani e di qualità, legati al territorio, alle sue tradizioni e alla sua cultura.

[ leggi ][ commenta
Help
Aquilone blu - 19-09-2006
 messaggio 
Stiamo raccogliendo materiali e fondi per una casa famiglia di Reggio Emilia che sosteniamo da tempo...Chi vuole essere dei nostri in questo piccolo progetto di aiuto ?

[ leggi ][ commenta
Facciamo sentire la nostra voce!
Angelo d'Orsi - 18-09-2006
 NO WAR 
Gli appelli degli intellettuali sono un rito. E rischiano di passare inosservati, specie quando esprimano punti di vista estranei all'opinione prevalente. Eppure mai come oggi, noi sottoscritti, docenti di varie sedi universitarie, donne e uomini impegnati nel "mestiere" di intellettuali, riteniamo sia un dovere, prima che un diritto, "dire la nostra", invitando tutti coloro che esercitano la nostra stessa professione, e che dovrebbero promuovere il dubbio e segnalare la complessità e la problematicità degli eventi, contro la disinformazione e la menzogna, a ridestarsi dal letargo, o a gridare sui tetti le parole che, molti, a mezza voce dicono tra di loro. Ci riferiamo a quella che pudicamente, e ipocritamente, è stata chiamata "la guerra del Libano" e che invece va definita con il nome che le compete: l'aggressione israeliana al Libano.

[ leggi ][ commenta
Lettera aperta a Giorgio Napolitano
Diario.it - 16-09-2006
 appelli 
Carissimo Presidente, le scriviamo per parlarle di Enzo Baldoni. In questi giorni ricorre il secondo anniversario della sua uccisione, in Iraq. Si rinnovano momenti terribili: il rapimento, i giorni senza notizie, il video dei rapitori, la brevissima illusione di un rilascio dell'ostaggio, l'improvviso annuncio della uccisione. Erano gli ultimi giorni dell'agosto 2004, l'Italia aveva appena vinto la maratona alle Olimpiadi di Atene, il Paese era in vacanza, in Iraq molti inviati dei nostri giornali e innumerevoili altri freelance, fotografi, volontari seguivano quello che allora era conosciuto come l'intervento militare più importante dei nostri tempi, il banco di prova contro il terrorismo, la levatrice di una società democratica al posto di una dittatura spietata.
[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Cordis
Uno spazio d'informazione dedicato alle attività europee di ricerca, sviluppo e d'innovazione. i cui scopi principali sono:
agevolare la partecipazione alle attività europee di ricerca e innovazione;
migliorare lo sfruttamento dei risultati della ricerca con un'attenzione particolare a quei settori che sono decisivi per la competitività dell'Europa;
promuovere la diffusione della conoscenza per incentivare i risultati delle imprese nel campo dell'innovazione e l'accettazione da parte della società delle nuove tecnologie.

Storia e ambiente
Dal 21 al 24 settembre Bologna, tra i più vasti centri storici d'Europa, fin dall'epoca etrusca adempie con ininterrotta continuità ad una delle funzioni più significative svolte dalle realtà cittadine. Quella di proporsi quale punto di snodo, di transito, di comunicazione tra situazioni geografiche, culturali, economiche diverse e molteplici.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Direttore responsabile: Luciano Scateni
In redazione: Emanuela Cerutti (coordinamento), Giuseppe Aragno, Marino Bocchi, Grazia Perrone, Anna Pizzuti.
Collaborano: Ilaria Ricciotti, Pierangelo Indolfi. Cura il sito Maurizio Guercio.

Registrazione Tribunale di Frosinone n. 324 del 08.07.2005
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva