Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro del 09/06/2006 - a.s. 05/06
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 09/06/2006
raccontiscaffali

Sommario

LA SCUOLA DELLA REPUBBLICA

Le prospettive dopo i primi atti del nuovo Governo

di Comitato nazionale
Demorattizzarsi o demoralizzarsi?
di Arturo Ghinelli
Bloccare gli effetti del Decreto 59
di Alfia Nicotra
Indovinello siciliano
di Roberto Albertini - Palermo

DIBATTITO

Finalmente si riparte dalle scuole

di Gianfranco
Riforma Moratti: quali novità?
di Angelo Arrabito
La distanza tra scuola reale e scuola legale
di Gianni Mereghetti
Standardizzando...
di Maurizio Tiriticco
Tre giorni consecutivi d'esame: un assurdo
di Gianni Mereghetti

ORIZZONTI

D'Alema, l'Amerikano

di Alberto Giovanni Biuso
La missione è di pace
di Giuseppe Aragno
Repubblica cara
di Ilaria Ricciotti


Referendum del 25 e 26 giugno

...documenti, commenti, interventi...


Le prospettive dopo i primi atti del nuovo Governo
di Comitato nazionale

L'associazione, nel ribadire la sua convinzione dell'inemendabilità della Riforma Moratti perché ispirata a principi e ideali del tutto diversi da quelli iscritti nella Costituzione, conferma la sua proposta di abrogazione della stessa nei primi cento giorni di vita del governo. Propone al tempo stesso di definire un progetto condiviso della scuola che s'intende costruire a partire dalla Proposta di una buona scuola della Repubblica, elaborata attraverso un'ampia e diffusa consultazione, che presto sarà presentata in Parlamento come Legge d'iniziativa popolare.



Demorattizzarsi o demoralizzarsi?
di Arturo Ghinelli

Giuro che la prima volta che ho trovato scritto "demorattizzarsi" non avevo capito cosa volesse dire. Pensavo fosse il solito slogan basato sul gioco di parole legato al nome dell'ex ministro. In tante manifestazioni s'era visto il cartello con su scritto "Chi fuma Moratti nuoce anche a te digli di smettere".
Poi invece, dopo la vittoria elettorale, ho cominciato a capire. "Demorattizzarsi" significa combattere la Moratti, anche quella che è rimasta in noi, dopo la sua dipartita dal MIUR, combatterla fino a farla scomparire dal nostro perverso polimorfo o , come direbbe Cipputi, per evitare che "mi vengano in mente idee che non condivido".


Bloccare gli effetti del Decreto 59
di Alfia Nicotra

La Segreteria e il Direttivo Nazionale della FLC Cgil riuniti il 30 e 31 maggio 2006 nel ribadire quanto emerso nel documento congressuale si impegnano a promuovere le azioni necessarie affinché il Governo:
emani, nell'immediato, tutti i provvedimenti necessari a bloccare gli effetti del decreto 59 e delle Indicazioni Nazionali.


Indovinello siciliano
di Roberto Albertini - Palermo

Finalmente vengono smentiti tanti luoghi comuni sulla nostra Sicilia e sulla sua capitale: frotte di analisti economici ci hanno raccontato per anni che l'economia della nostra regione era "drogata" dalla gestione delle risorse pubbliche intrisa di parassitismo e di clientelismo politico. Fondi pubblici europei, nazionali, regionali finivano per soffocare l'iniziativa privata demotivando al rischio gli imprenditori e inducendo i cittadini alla ricerca del posto pubblico piuttosto che alle opportunità offerte dal privato. Ebbene, non è vero nulla! In Sicilia ci sono settori privati che tirano a più non posso, che hanno incrementi annui di fatturato a due cifre, meglio della Cina, che allargano continuamente la loro clientela: a Palermo soltanto c'è un'area della clientela di queste imprese che raggiunge il triplo della Lombardia !!
A cosa saranno dovuti tali strabilianti successi ? E' ovvio, alla genialità naturale dei siciliani ! Siete curiosi, vero, di sapere di cosa parlo, specie voi elettori di centro-sinistra, sempre abituati a gettare fango e a criticare Berlusconi o Cuffaro, per ora non ve lo dico.



Finalmente si riparte dalle scuole
di Gianfranco

In questi ultimi mesi ho preferito non fare interventi.
Adesso però a "bocce quasi ferme" intervengo per fare il punto della situazione.
I nuovi responsabili del Miur ( Fioroni e Bastico soprattuttto ) stanno muovendosi in perfetta linea con alcune idee da me espresse qualche mese fa.
Le riassumo.
[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Riforma Moratti: quali novità?
di Angelo Arrabito

L' unica nota positiva che trovo nella riforma Moratti è quella di aver posto l'accento sul concetto di "competenza" (dibattito e istanza pedagogica peraltro già presente nella scuola primaria pubblica italiana già dalla fine degli anni '90) in quanto ciò potenzia e presuppone un progetto pedagogico-didattico più correlato e coordinato tra le varie discipline ed educazioni e scongiura il pericolo della costruzione nell'allievo di un sapere parcellizzato, poco significativo in quanto non trasferibile in situazioni differenti, con il rischio di non essere assunto come mezzo proprio per affrontare pertinentemente quanto sente come bisogno o come scopo. Peccato che questa riforma vanifica tale proposito nell'assetto organizzativo che indica per la realizzazione.


La distanza tra scuola reale e scuola legale
di Gianni Mereghetti

Una volta unificata l'Italia una delle questioni più significative del paese fu la distanza tra il paese reale e quello legale, ora quel problema si è spostato nella scuola, dove tra scuola reale e scuola legale vi è non solo una distanza, ma certe volte un abisso. Per farmi capire faccio degli esempi banali , dove banali significa che avrebbero potuto essere risolti a favore della scuola reale, invece s'è imposto sempre il potere dell'istituzione, che al posto di essere sussidiaria alla scuola, la imbriglia nelle sue regole.
I sentimenti contrastanti che affollano il mio cuore in questo ultimo scorcio dell'anno non sono però tali da togliermi la certezza che un punto di forza c'è, sono le reali esperienze educative che ho vissuto e dalle quali si può continuare a costruire, fino ad aprire una breccia in questo statalismo soffocante.



Standardizzando...
di Maurizio Tiriticco

Il Dpr 275/99 afferma che gli Osa sono relativi alle competenze degli alunni. Le Indicazioni nazionali, edizione Moratti, allegate ai dlgs 59/04 e 226/05 affermano, invece, che sono standard di prestazione del servizio che deve essere reso dalle istituzioni scolastiche autonome.
Si tratta o no di due scritture assolutamente antitetiche? Indubbiamente, sì!



Tre giorni consecutivi d'esame: un assurdo
di Gianni Mereghetti

Il neoministro all'Istruzione è scivolato al primo ostacolo, quello del referendum costituzionale piazzato proprio nel bel mezzo degli esami di stato. Ebbene che cosa ha trovato di meglio Fioroni se non stabilire che gli scritti agli esami di stato siano uno dietro l'altro? Facile dal punto di vista del calendario, assurdo dal punto di vista della realtà, a meno di considerare gli studenti come delle bestie da soma su cui caricare una dopo l'altro i pesi delle prove scritte.

[ leggi (3 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


D'Alema, l'Amerikano
di Alberto Giovanni Biuso

Dall'Iraq fa notizia, ormai, solo la morte dei soldati italiani. Nulla o quasi si apprende, invece, dei tanti massacri attuati dalle forze d'occupazione...E il nuovo governo italiano, per bocca del suo ministro D'Alema, noto per essere stato uno dei più zelanti bombardatori umanitari della Serbia, dichiara che -di fatto- le promesse di ritiro formulate durante la campagna elettorale saranno disattese...L'Italia continuerà quindi a partecipare, pur se in forma mascherata, a una guerra di conquista delle risorse petrolifere e di controllo geostrategico dell'area.



La missione è di pace
di Giuseppe Aragno

Ci tenevo a sentirlo. Mi incuriosiva terribilmente la dichiarazione dell'ex dirigente del PCI, peripateticamente passato per il travaglio doposoviettista, pudicamente convertito alla prudenza buonsensista e approdato, dopo le ripetute bocciature in apertura di legislatura, bagagli ed... armi alla consolatoria Farnesina: c'è una giustizia a questo mondo e un premio gli toccava per l'uranio depotenziato regalato agli ex compagni serbi in barba alla Costituzione, che improvvidamente ripudia la guerra. Ci tenevo a sentirla la dichiarazione e il ministro degli Esteri del governo che conta sui comunisti non ci ha pensato due volte ad esprimere "dolore, solidarietà e vicinanza alle Forze armate italiane, ancora una volta duramente colpite nell'adempimento del loro dovere in una missione di pace".

[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Repubblica cara
di Ilaria Ricciotti

La tua vita,
a volte felice,
a volte amara,
mi ha insegnato
e mi insegna
a imitare te:
ad amare
il popolo,
che ha lottato
e lotta per te.


 

Brevi di cronaca
A Mosca il summit del G8 sull'istruzione
Tuttoscuola - 06-06-2006
All'incontro di Mosca ha partecipato per l'Italia il ministro dell'istruzione Giuseppe Fioroni, che ha colto l'occasione per riprendere l'appello, appena lanciato dal governatore della Banca d'Italia Draghi, in favore dell'investimento in istruzione, il piu' conveniente sia per lo Stato che per i cittadini: "nulla rende come un anno di istruzione in piu' per i nostri ragazzi. Non ci sono bot e cct che rendono come questo". E' per la sua rilevanza strategica per lo sviluppo, ha puntualizzato il ministro, che "e' necessario che la scuola sia considerata e riconosciuta come un bene e un servizio pubblico".
[ leggi ][ commenta
Chi sono i presidenti delle commissioni parlamentari sull'istruzione
Tuttoscuola - 08-06-2006
Come avevamo anticipato, sono stati scelti i presidenti delle Commissioni parlamentari permanenti del Senato e della Camera.
[ leggi ][ commenta
Prezzi bloccati per tutti i libri di scuola
Il Mattino - 08-06-2006
Non ci sarà nessun aumento di spesa sui libri di testo per le famiglie italiane alla riapertura delle scuole. Lo ha disposto, con un decreto, il ministro dell'Istruzione, Giuseppe Fioroni. Grazie a un accordo con gli editori resterà infatti bloccato il prezzo dei libri di testo delle scuole elementari e medie per l'anno scolastico 2006-2007.
[ leggi ][ commenta
Lettera aperta ai ministri Fioroni e Ferrero
Liberazione - 07-06-2006
Il Comune "rinuncia" ad una quota del sociale, già scarne dopo il taglio del 50% del Fondo Nazionale Sociale effettuato dal governo Berlusconi, per suplire alle mancanze dello stato.
Le insegnanti fanno molto di più per tappare le falle lasciate aperte dal ministero dell'istruzione.
Ora Vi chiedo, a cosa rinunciano i vostri ministeri? A cosa rinuncia questo governo?
[ leggi ][ commenta
Ritorna il ... concorsaccio?
Corriere della Sera - 05-06-2006
«La situazione è più matura, la strada è obbligata. Certo, il conservatorismo ideologico c'è ancora: ma nessun tabù resiste per l'eternità. Nemmeno quello del merito». Sono passati oltre sei anni da quel 17 febbraio in cui 320mila docenti - un insegnante su 3 - raccolsero l'invito allo sciopero di Gilda e Cobas contro il «concorsone» voluto dal ministro della Pubblica istruzione Luigi Berlinguer. Fu proprio sugli aumenti di merito che crollò il suo dicastero, ed è di questo che oggi il professor Berlinguer, dal 2002 consigliere del Csm, è chiamato a parlare. Una chiamata in causa estranea al mondo scolastico: è stato il governatore di Bankitalia Mario Draghi a invocare «nuove regole che premino il merito di docenti e ricercatori». Mancavano solo nome e cognome...
[ leggi ][ commenta
La questione degli standard: una questione di libertà
Scuola oggi.org - 03-06-2006
Le questioni importanti sono di solito quelle che sfuggono a prima vista. Richiedono troppa analiticità per essere intuitivamente colte. Ma il diavolo non si nasconde nei dettagli? Meglio allora mettere subito sul tavolo il tema dei 'poteri' del Ministero nel determinare gli standard di apprendimento degli studenti. Un tema che ripropone la classica diatriba tra chi pensa ad uno 'Stato educatore' e chi invece propone uno 'Stato sussidiario' fondato sulla valorizzazione della libertà e dell'autonomia della scuola e dei docenti.
[ leggi ][ commenta
Fioroni smantella la riforma Moratti: azioni e reazioni
Il Cittadino - 02-06-2006
Non ci sarà l'anticipo, sia pure in via sperimentale, della riforma Moratti per quanto riguarda la scuola superiore. Il ministro dell'Istruzione Giuseppe Fioroni ha sospeso, infatti, il decreto di sperimentazione dei nuovi licei, non volendo iniziare il suo mandato «all'insegna dell'instabilità e dell'incertezza per studenti, insegnanti e genitori e con gravi contenziosi aperti con le Regioni e l'autonomia scolastica». Con la sospensione del decreto viene meno il primo tassello della riforma Moratti.
[ leggi ][ commenta
Staminali, Mussi toglie il veto italiano
Liberazione - 31-05-2006
Il ministro dell'Università e della Ricerca scientifica ha ritirato a Bruxelles la firma italiana da una dichiarazione etica per impedire la ricerca sulle cellule staminali ed embrionali a livello europeo. Destre all'attacco, Buttiglione propone la mozione di sfiducia. E anche nel centrosinistra..
[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Cento giorni indimenticabili!
Dimensioni nuove - 08-06-2006
 in vacanza 
Data per data, associazione per associazione, recapito per recapito, anche quest'anno "Dimensioni Nuove" cataloga e vi presenta gratis on line centinaia di idee per un'"altra" vacanza: preghiera, meditazione & riflessione, formazione & servizio, "sociale" & natura, incontri, ed impegno... con i link giusti per saperne di più.
[ leggi ][ commenta
Come si vedono gli italiani?
Il manifesto - 08-06-2006
 sociale 
E' sull'Italia di oggi, che Ilvo Diamanti e l'inchiesta della Demos-Coop su Repubblica di domenica, che vien da fare curiose riflessioni. Curioso che si sentano classe popolare non solo gli operai, i disoccupati, (i contadini sono assenti o abbienti), le casalinghe ma più del 40% dei pensionati e degli impiegati. E un funzionario su tre e financo un imprenditore su quattro! Un libero professionista su cinque, un commerciante su sei! Mentre non si sentono affatto classe popolare gli insegnanti, che guadagnano sicuramente meno della maggior parte delle categorie sunnominate. Gli insegnanti si vedono all'85% nel ceto medio, tali erano, tali sono rimasti a pensarsi.

[ leggi ][ commenta
Il cosmo secondo i bambini
Galileo - 07-06-2006
 pianeta 
Una Terra piatta e sempre ferma, dove il giorno e la notte si alternano come in un teatro grazie a sapienti scenografie. E l'orizzonte locale? L'elemento più lontano di un paesaggio, quello dove finisce lo sguardo e oltre il quale l'occhio non può andare, come il mare o i palazzi, oppure la linea che separa il cielo dalla Terra. Sono queste le concezioni astronomiche dei bambini. E un po' anche quelle degli adulti.
[ leggi ][ commenta
Quelli dell'Unione ed il referendum
Aldo Ettore Quagliozzi - 06-06-2006
 riletture 
A quelli dell'Unione come me corrono brividi lungo la schiena al solo fastidioso pensiero di dover occupare, o meglio condividere, una novella bicamerale o una novella ma più ampia tricamerale con i signori della Casa delle (il)libertà, onorevoli signori che nel corso del lustro ultimo dell'egoarca di Arcore hanno preferito occupare comodamente da soli l'amplissima monocamera di governo, lasciando l'opposizione tutta, il parlamento come tale e le istituzioni, ad albergare sotto i ponti o in caritatevoli rifugi.

[ leggi ][ commenta
La Storia oscurata ... a maggioranza
il Manifesto - 05-06-2006
 storie 
È necessario indagare sui crimini dell'Italia nel mondo, ha detto il giurista Antonio Cassese quando di recente un ricercatore ha scoperto la fossa comune in cui i fascisti avevano nascosto le vittime di una strage in Etiopia. Peccato però che, nel momento in cui questo avviene, non tutti siano disposti ad accettare quanto viene fuori. Soprattutto quando si scopre che i crimini potevano essere giudicati a tempo debito e che, nel caso dell'Etiopia, non farlo fu una precisa scelta delle Nazioni Unite.
[ leggi ][ commenta
Prima di tutto la scuola
Ds online - 03-06-2006
 libri 
Lo sottolineano Acciarini & Sasso nel loro libro, una miniera di informazioni e di proposte
(Un primo passo per liberare la scuola dagli spropositi della neosindaca di Milano è stato compiuto dal nuovo ministro, Giuseppe Fioroni...)
[ leggi ][ commenta
Un proiettile in redazione
Rai news 24 - 02-06-2006
 comunicato 
Un bossolo di proiettile calibro 9 millimetri, contenuto in un plico indirizzato al direttore di Rainews 24 Roberto Morrione e all'inviato Sigfrido Ranucci, è arrivato in forma anonima alla redazione del canale all news della Rai, a Saxa Rubra a Roma. Lo rende noto la stessa direzione di Rainews 24, spiegando che il plico contenente il bossolo risulta spedito da Pisa. Morrione ha informato l'autorità giudiziaria dell'episodio.
[ leggi ][ commenta
Gaza: schegge di proiettili per la gioia dei piccoli collezionisti
Métro news - 31-05-2006
 NO WAR 
Per i bambini di Umm Nasser, villaggio beduino di 6000 abitanti, collezionare schegge di proiettili è diventata una vera e propria attività. Così come per i piccoli Americani collezionare figurine con le foto dei loro campioni di baseball.
Ogni casa ha una riserva di schegge da mostrare; le infermiere di un ospedale locale le hanno utilizzate persino per disegnare in giardino la carta della Palestina.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
La Sardegna e il Risorgimento
Questo sito scolastico, appena stato pubblicato sul web, è ancora in corso di correzioni e aggiunte: Si tratta del risultato di un progetto di approfondimento di Storia regionale sarda che ha visto coinvolte le classi di tre diversi istituti e le cui valenze didattico- metodologiche sono esplicitate nell'introduzione "Le tappe del progetto", Il progetto verrà presentato "ufficialmente" martedì 6 giugno nell'aula magna del Liceo "Pacinotti" di Cagliari.

Salviamo la Costituzione: aggiornarla, non demolirla
Il carattere della battaglia - che non deve passare per una battaglia di conservazione - deve essere incentrato sul problema dell'informazione. I media non manifestano alcun interesse per i temi delle riforme costituzionali e, quando - raramente - accade, essi si trasformano in uno strumento di propaganda a favore del disegno del centro-destra. Ecco, dunque, l'esigenza di "fare rete", in modo da mantenere viva l'attenzione sfruttando ogni possibile canale di comunicazione e di interazione. Il Coordinamento, così come il suo sito, deve essere visto come uno degli strumenti possibili per soddisfare quell'«esigenza prioritaria», come dice Romano Prodi, che è "la custodia della Costituzione italiana".


f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Direttore responsabile: Luciano Scateni
In redazione: Emanuela Cerutti (coordinamento), Giuseppe Aragno, Marino Bocchi, Grazia Perrone, Anna Pizzuti.
Collaborano: Ilaria Ricciotti, Pierangelo Indolfi. Cura il sito Maurizio Guercio.

Registrazione Tribunale di Frosinone n. 324 del 08.07.2005

  Newsletter precedente Newsletter successiva