Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro del 30/04/2006 - a.s. 05/06
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 30/04/2006
raccontiscaffali

Sommario

PROPOSTA

Un appello sindacale

di Francesco Mele
Il Forum insegnanti per la legge popolare
di Forum insegnanti
I bisogni della scuola
di Francesco Mele

IN PROSPETTIVA

Un'agenda per il Ministro dell'Istruzione

di Maurizio Tiriticco
Parlare di scuola
di Giuseppe Aragno

QUALI PRIGIONI?

Elezioni e criminalità

di Lucio Garofalo
Nel recinto chiuso
di Vincenzo Andraous

PAESE ITALIA

Una Presidente della Repubblica

di Peppe Sini
Anche a Torino il Primo Maggio
di Cosimo Scarinzi


1 Maggio 2006


"Lavoro - Sviluppo - Costituzione - Libertà - Contro le mafie"


Manifestazione nazionale promossa da Cgil - Cisl - Uil


Le segreterie Nazionali di CGIL-CISL-UIL hanno deciso di caratterizzare la celebrazione del 1° maggio 2006 ponendo al centro dell?attenzione i temi del " Lavoro - Sviluppo - Costituzione - Libertà - Contro le mafie ".
La città in cui si svolgerà la Manifestazione Nazionale del 1° maggio è Locri.


La Cgil "esprime profonda soddisfazione per la scelta di Locri e lavorerà subito per contribuire a realizzare nella giornata del Primo maggio un'imponente e partecipata manifestazione che sarà conclusa da Guglielmo Epifani, Savino Pezzotta e Luigi Angeletti".


Un appello sindacale
di Francesco Mele

Vi scrivo per informarvi che l'appello degli iscritti FLC CGIL a firmare la legge di iniziativa popolare per una Buona Scuola per la Repubblica non è solo rivolto ai cittadini per invitarli a firmare la nostra proposta di legge, ma è anche una proposta agli iscritti FLC CGIL perchè si uniscano agli altri nel sottoscrivere questo invito. Anche questo può avere una valenza politica se pensiamo che solo in qualche provincia la FLC CGIL sta appoggiando l'iniziativa, che per il resto viene completamente ignorata.
[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Il Forum insegnanti per la legge popolare
di Forum insegnanti

Una legge alternativa alla Moratti adesso c'è. Sosteniamola!
Un primo traguardo importante è stato raggiunto. Oltre 50mila firme sono state raccolte in tutta Italia per la presentazione della Legge di iniziativa popolare per una buona scuola per la Repubblica, grazie al generoso impegno di insegnanti, genitori e studenti che hanno dato vita a numerosi comitati territoriali.
Il Forum insegnanti ha partecipato a questa iniziativa eccezionale, con piena convinzione ed entusiasmo, operando sia sul fronte dell'informazione che delle azioni concrete (alcuni membri della community hanno costituito nuovi comitati ed avviato la raccolta delle firme).



I bisogni della scuola
di Francesco Mele

Il commento di Sergio all'Appello sindacale, così veemente e, in certi passaggi, anche poco rispettoso del lavoro e della passione di tante persone che a questa proposta di legge hanno lavorato e stanno ancora lavorando raccogliendo firme in tutta Italia, richiede una risposta puntuale su tutte le critiche che egli porta al testo, che spero abbia letto attentamente. Questo mi sembra doveroso anche per quei 52.000 cittadini che hanno già firmato e che non sono poi tutti così ingenui, come Sergio potrebbe pensare.
Intanto inizio con il principio a cui ci siamo ispirati, che è stato: nella nostra proposta di legge esprimiamo quelli che sono i bisogni della scuola come noi li vediamo, senza autoridimensionarci: alla politica il compito di trovare le soluzioni e le compatibilità di bilancio e operare le eventuali correzioni, misurandosi con il paese.
Seguendo il filo delle critiche di Sergio provo a rispondere per temi e in modo schematico.



Un'agenda per il Ministro dell'Istruzione
di Maurizio Tiriticco

La Finanziaria è alle porte e costituirà la cartina di tornasole circa le scelte governative in ordine alla materia istruzione. Occorrerà investire, e tanto e bene, altrimenti nel giro del prossimo quinquennio la partita del rilancio del nostro Paese sullo scacchiere europeo è perduta! Va anche rilevato che, sotto questo profilo, i cinque obiettivi di Lisbona del 2010 appaiono soltanto un traguardo minimo rispetto a quelli ben più ambiziosi che ci attendono e che ancora non sono stati scritti! Emergeranno dal nuovo scenario internazionale, in cui l'asse delle cose che contano si sta spostando dall'Ovest e dall'Atlantico al Mediterraneo, all'India e alla Cina.


Parlare di scuola
di Giuseppe Aragno

Quale scuola? Oggi non è certo una domanda banale, ma la risposta passa inevitabilmente per un'altra domanda: quale società? Mentre cambia la guardia e la destra fa posto alla sinistra, mi pare più evidente che mai: parlare di scuola è parlare di società e, per farlo, occorre probabilmente provare a guardarsi un po' indietro e "storicizzare" l'esperienza recente.



Elezioni e criminalità
di Lucio Garofalo

L'azione dei governi in materia di criminalità si riduce a periodiche e provvisorie strategie di repressione poliziesca (si pensi, ad esempio, al blitz compiuto qualche tempo fa a Scampia, il famigerato quartiere di Napoli) che sono sempre pilotate e condizionate da interessi e meccanismi di ricerca del consenso popolare, strategie che presuppongono e richiedono un ruolo decisivo legato all'esercizio dell'informazione quotidiana di massa.



Nel recinto chiuso
di Vincenzo Andraous

Minori a rischio tra trasgressione e devianza, nel mondo degli adulti che perde contatto con la pazienza della speranza, non scommette più sul potenziale dei propri figli, non ne supporta più la crescita, come a voler sottolineare che non tutte le persone sono preziose.



Una Presidente della Repubblica
di Peppe Sini

Lidia Menapace e' una donna, una persona che ha preso parte alla Resistenza, una pensatrice e attivista femminista, un'amica della nonviolenza; ed e' altresi' una persona di profonda cultura, di limpido impegno civile, di straordinario rigore morale. Tutte caratteristiche per le quali sarebbe una ottima Presidente della Repubblica.
Sarei felice se la proposta di Lidia Menapace alla Presidenza della Repubblica (proposta condivisa gia' da varie persone) venisse fatta circolare, se molte persone si esprimessero in tal senso, se si riuscisse a suscitare l'attenzione e l'impegno di tante e tanti a tal fine.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Anche a Torino il Primo Maggio
di Cosimo Scarinzi

Con la May Day Parade la CUB - da sempre impegnata nelle lotte delle precarie e dei precari nelle imprese pubbliche e private - afferma con forza la necessità di un sindacalismo indipendente dai giochi parlamentari, dai governi, dai partiti e che ponga al centro le rivendicazioni dei lavoratori e delle lavoratrici occupati, disoccupati e precari, italiani ed immigrati.



 

Brevi di cronaca

Consulta qui altre rassegne

Sogno una scuola più moderna
La Gazzetta del Mezzogiorno - 29-04-2006
Sogno una scuola con arredi moderni, sofisticati, colorati. Allora sì che studiare sarebbe una pacchia! In queste condizioni sono sicuro che tutti vorrebbero andare a scuola senza fare capricci e pianti isterici, senza dire bugie... Io sono sicuro che questo sogno non si realizzerà per la mia generazione, ma spero per quella dei miei figli.

[ leggi ][ commenta
Per il bene della scuola
Legambiente news - 28-04-2006
Per il bene della scuola è necessario ripartire con una nuova strategia, con un nuovo spirito collettivo, per ricostruire una scuola inclusiva e di qualità, che permetta di vedere riconosciuto quel diritto inalienabile di ciascuno ad apprendere per tutto l'arco della vita e ad avere accesso a quel bene comune che è la conoscenza in una società democratica e solidale.
[ leggi ][ commenta
50 mila firme per abrogare la riforma Moratti
Il Manifesto - 27-04-2006
La proposta di legge popolare per una buona scuola della Repubblica ha raggiunto le 50.000 firme necessarie alla presentazione. Dalla proposta l'esigenza di una nuova stagione per la scuola pubblica. Io credo che il prossimo Governo funzionerà se si libererà dalla sindrome Berlusconi, se riuscirà ad esercitare il suo ruolo e se avrà dietro di sé il consenso e lo stimolo della società reale, dei cittadini che vivono ogni giorno le contraddizioni del presente. (Bruno Moretto).
[ leggi ][ commenta
Non serve un tecnico, ma un mediatore
Virgilio notizie - 26-04-2006
Per Tuttoscuola, il mensile specializzato in problematiche scolastiche, il successore di Letizia Moratti a viale Trastevere "non può essere un esponente dell'ala abrogazionista dell'Unione (Prc, Comunisti italiani, Verdi), né di quella laica meno gradita alla Chiesa e ai cattolici moderati (Rosa nel pugno); molti si aspettano che sia un cattolico".

[ leggi ][ commenta
Tunisia: una scuola alla deriva
Le Monde diplomatique - 25-04-2006
Il lungo regno di Bourghiba e i suoi eccessi autoritari hanno finito per coinvolgere tutte le istituzioni. La scuola ha patito numerosi problemi: infrastrutture insufficienti, classi troppo numerose, riduzione del livello di istruzione e così via. L'impossibilità per le varie correnti ideologiche di potersi esprimere liberamente ha peggiorato la situazione, poiché la scuola è diventa la sede di numerosi regolamenti di conti politici, spesso violenti. Non è sbagliato dire che il fallimento della scuola di Bourghiba ha avuto un ruolo importante nell'arrivo al potere di Ben Ali, il poliziotto forte che avrebbe dovuto mettere sotto controllo questo caos.

[ leggi ][ commenta
Prometti 100, investi 6:dopo la cura-Moratti la scuola è in bolletta
L'Unità - 24-04-2006
Tra gli economisti circola la battuta che i numeri parlano, ma dicono quello che vuoi fargli dire. Ha avuto un bel daffare Enrico Letta martedì sera a Ballarò nel tentare di frenare la consueta valanga di cifre da parte del ministro Moratti. Ha cercato di sostenere che non era in quel momento in discussione la bontà o meno della riforma, perché tutto ciò che era stato promesso non è stato realizzato.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam

Concorso di poesia
Liceo Zingarelli - 29-04-2006
 quaderni 
La manifestazione ha lo scopo di promuovere tra i giovani la pratica della scrittura creativa, diffondere la conoscenza della cultura letteraria, approfondire le problematiche relative all'insegnamento della letteratura nella scuola secondaria superiore.
[ leggi ][ commenta
Nuova guida di animazione teatrale
Ufficio Stampa Edizioni Sonda - 28-04-2006
 teatro 
A partire dalla loro lunga esperienza di ricercatori e di operatori "sul campo", Paolo Beneventi e David Conati spiegano come fare animazione teatrale costituisca un approccio globale al sapere e alla conoscenza, ricollegabile alle più recenti acquisizioni della psicologia dell'età evolutiva e in grado di rispondere a una serie di esigenze proprie dei bambini.
[ leggi ][ commenta
Ragazzi, che bel PAESE
Info Val di Fiemme - 27-04-2006
 in vacanza 
Nel fantastico "Paese dei ragazzi - Mini Fiemme" l'amministrazione, la viabilità, la raccolta differenziata, la ristorazione e le attività artigianali, ludiche o sportive sono affidate ai piccoli ospiti. Dal 10 al 21 luglio, a Predazzo, un operoso villaggio accoglie i ragazzi dai 7 ai 14 anni, promettendo un'esperienza unica e indimenticabile.

[ leggi ][ commenta
Le parole della Costituzione
Fondazione Serughetti Laporta - 26-04-2006
 incontri 
Assieme ad una ventina di Associazioni bergamesche la nostra Associazione ha costituito il 12 gennaio in Comitato per la difesta della Costituzione, aderente al Comitato Nazionale "Salviamo la Costituzione". In collaborazione con "Libera" e con i Giuristi democratici di Bergamo pensiamo di organizzare una serie di incontri, con interlocutori autorevoli, su alcune parole che chiariscano i valori fondamentali che ispirano il patto costitutivo del nostro stato Le parole scelte non riguardano un unico articolo della Costituzione, ma ne attraversano diversi.

[ leggi ][ commenta
Per il sessantesimo anniversario della Repubblica
Patrizia Rulli - 25-04-2006
 proposta 
Sabato 6 maggio 2006 a Cinisello Balsamo: 25 aprile 1945 - 1 gennaio 1948. Una rilettura della Resistenza che superi l'immagine oleografica e celebrativa non può prescindere dall'affrontare l'analisi storica degli accadimenti dell'immediato dopoguerra che, correttamente contestualizzati, ci restituiscono il quadro del lungo e travagliato percorso verso la democrazia.

[ leggi ][ commenta
La favola argentina di Mussolini
Repubblica - 24-04-2006
 curiosità 
Il 21 dicembre del 1933 - quando ancora il 'referendum' è ancora in corso - un giornale radicale, Critica, irrompe nelle edicole con un titolo perentorio: Mussolini è argentino. Uno scherzo? Una beffa ai danni dei più fanatici tra gli ammiratori sudamericani del duce? Pare di no. Critica dà credito alla notizia. Spiega d´averla appresa attraverso la telefonata di un informatissimo lettore secondo il quale il capo del fascismo e suo fratello Arnaldo sono nati nella "Fattoria dei Negretti" a Puàn, in provincia di Buenos Aires, dall´unione tra tale Giovanni Mussolini, un genovese emigrato in Argentina nel 1865 e rimasto vedovo pochi anni dopo, e Merilla Mattaldi, "giovane italiana di singolare bellezza".
[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Prevenzione pedofilia
Il Moige - Movimento Italiano Genitori è un'organizzazione di promozione sociale, onlus, riconosciuta dal governo italiano Apartitica e aconfessionale, agisce per la promozione e la tutela dei diritti dei genitori e dei minori nella vita sociale. Siamo nati per tutelare e sensibilizzare il ruolo del genitore in tutti gli ambiti di sua peculiare ed inalienabile pertinenza.

Città dei ragazzi - Cosenza
Non un museo, non un baby parking, ma un modello creativo di partecipazione, quello della Città dei Ragazzi, uno dei pochi esempi italiani dotato di diversificate e numerose proposte di intrattenimento, che vanno dal gioco al laboratorio dei mestieri, dai momenti collettivi al rapporto individuale con la dimensione virtuale, dall'essere spettatore all'essere ideatore.


f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Direttore responsabile: Luciano Scateni
In redazione: Emanuela Cerutti (coordinamento), Giuseppe Aragno, Marino Bocchi, Grazia Perrone, Anna Pizzuti.
Collaborano: Ilaria Ricciotti, Pierangelo Indolfi. Cura il sito Maurizio Guercio.

Registrazione Tribunale di Frosinone n. 324 del 08.07.2005

  Newsletter precedente Newsletter successiva