Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro del 12/03/2006 - a.s. 05/06
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 12/03/2006
raccontiscaffali

Sommario

RIFORMA Sì O NO

Degli OSA, delle UA, dei PSP ed altre amenità

di Maurizio Tiriticco
Per l'approvazione della sperimentazione
di Gennaro Capodanno

DENTRO LA SCUOLA

Tutto è nero, sporco e bruciato

di Alunni della Scuola Primaria di Usini
Le incongruenze del sistema e le paturnie di un docente
di Luciana Repetto
Diario di una metamorfosi
di Lucio Garofalo
Salvare la Costituzione per salvare la scuola statale
di Comitato Per la scuola della Repubblica
Mal di scuola
di Ilaria Ricciotti

ORIZZONTI ITALIANI

Per tutti i bambini innocenti

di Vincenzo Andraous
Anche i santi sono transgender
di Vladimir Luxuria
9 aprile, salviamo la democrazia
di Umberto Eco

OTTOMARZO

Che barba!

di Ilaria Ricciotti
La povertà è donna
di Redazione


Consulta qui altre rassegne


Degli OSA, delle UA, dei PSP ed altre amenità
di Maurizio Tiriticco

I pasticci avviati dalla cosiddetta riforma Moratti in ordine alla innovazione metodologico-didattica sono enormi! Ma, perché si possa dare un quadro completo di quanto è accaduto, è necessario fare un passo indietro ed esaminare - in rapida sintesi - come veramente si sono succeduti gli avvenimenti. Si tratta di passaggi di cui il lettore, passo dopo passo, deve tenere il debito conto!


Per l'approvazione della sperimentazione
di Gennaro Capodanno

Proposta di ODG al collegio dei docenti dell'ITI " Striano" di Napoli: ...Si tratta ... di innovazioni per un verso di tipo organizzativo e per un altro di natura metodologico-didattica, che le scuole possono realizzare secondo modalità definite nel quadro di regole certe ed in coerenza con il principio dell'autonomia...
[ leggi (3 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Tutto è nero, sporco e bruciato
di Alunni della Scuola Primaria di Usini

Dei malviventi hanno incendiato la biblioteca della scuola primaria.
I nostri lavori, i libri, le cassette, i cd sono neri e bruciati, gli scaffali nuovissimi non esistono più.
Quelle persone cattive hanno bruciato anche la sala dei murales e adesso è nera e sporca. Prima era bella, c'era il presepe a forma di stella e tre pareti grandi pitturate; nei murales avevamo disegnato le piante, gli animali, le persone e i paesaggi del mondo.



Le incongruenze del sistema e le paturnie di un docente
di Luciana Repetto

Al secondo anno di sperimentazione della riforma, più precisamente in merito all'aspetto della valutazione vigente, che mantiene la vecchia scheda, con alcune modifiche, il porfolio con interpretazioni lasciate all'autonomia scolastica, il "povero" ( e tacciamolo pure di ingrato dopo gli ultimi aumenti, a fronte della diminuzione del 10% delle indennità di onorevoli, senatori, amministratori di enti locali) docente non sa più a che santo girarsi. Di fronte ad una riforma, che spesso ritorna su se stessa per apportare correttivi che sono peggio degli errori (vedi la modifica dell'orario delle lingue straniere), di fronte ad una riforma che uno cerca di applicare e di rendere operativa, perché un insegnante comunque, pur nella sua autonomia, ha un certo riguardo verso il potere costituito, c'è di che arrendersi ed alzare bandiera bianca in attesa della pensione o di qualche ventata di buon senso.



Diario di una metamorfosi
di Lucio Garofalo

Dopo lunghi mesi sofferti e travagliati sembra essersi conclusa un'esperienza singolare e, per certi versi, grottesca e "kafkiana", vissuta all'interno di una realtà scolastica del profondo Sud Italia, in un piccolo centro dell'interland avellinese.
E' la storia quasi surreale di una "metamorfosi", di una rinascita, di un riscatto, ossia del recupero e della riaffermazione della propria dignità, umana e professionale, da parte di un gruppo di lavoratori della scuola.
E' la storia di uno stillicidio di abusi di potere, di angherie e di soprusi perpetrati da un piccolo "tiranno" ancorato alle vecchie e nuove strutture burocratiche del potere inteso ed esercitato come puro arbitrio personale.


Salvare la Costituzione per salvare la scuola statale
di Comitato Per la scuola della Repubblica

Il documento programmatico dell'UNIONE elaborato in modo verticistico è per molti aspetti, anche per le politiche formative, vago e deludente; non riflette le esigenze che i movimenti di lotta in questi anni hanno espresso e rappresenta mediazioni verticistiche e scelte non sempre accettabili ed in taluni aspetti molto ambigue; tali considerazioni non possono però in modo assoluto giustificare posizioni astensioniste.
In occasione delle prossime elezioni sarà pertanto necessario votare e far votare per l'UNIONE; ma tale impegno non può significare condivisione delle scente contenute nel programma e, tanto meno, delega ai vertici dei partiti.


Mal di scuola
di Ilaria Ricciotti

Mal di testa, senso di vertigini, di soffocamento, tachicardia, conati di vomito, mal di pancia, depressione, caduta di capelli, inappetenza, bulimia, anoressia, apatia, nervosismo, aggressività, senso di frustrazione, di impotenza, perdita di autostima ecc... La lista potrebbe allungarsi ancora ed evidenziare patologie a volte anche più gravi.
Sì, purtroppo la scuola può causare tutto ciò.
[ leggi (3 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Per tutti i bambini innocenti
di Vincenzo Andraous

...sentire nel profondo il rigetto per il rapimento del piccolo Tommaso, strappato di brutto al cuore, per essere ghermito come una clava.
Di fronte a accadimenti così denudati di ogni dignità, ci si ritrova con le spalle al muro, senza alcuna giustificazione plausibile, neppure quella dell'indifferenza, o dell'omertà scambiata per solidarietà, non c'è più neanche sipario da calare per evitare l'oppressione dell'offesa.



Anche i santi sono transgender
di Vladimir Luxuria

L'uomo è quello atletico che fa ginnastica per trasformare il suo corpo e avere più muscoli. L'effeminato è quello che trasforma il suo corpo e aspetto per adeguarlo alla sua identità di genere. Ma solo certe trasformazioni sono accettate.
Noi siamo contro i bambini, forse perché bambini non lo siamo mai stati.
Siamo cattivi, non buoni come gli squadristi fascisti che ci picchiavano.
A 60 anni dalla guerra siamo i nemici della società, il pericolo, noi con gli extracomunitari, i magistrati, i giornalisti, siamo "l'esercito del male".
Il degrado della politica non è usare questi termini ma avere una transgender che si candida in Parlamento.


9 aprile, salviamo la democrazia
di Umberto Eco

Siamo di fronte a un appuntamento drammatico. Dal 2001 a oggi l'Italia è precipitata spaventosamente in basso quanto a rispetto delle leggi e della Costituzione, quanto a situazione economica e quanto a prestigio internazionale. Se dovessimo avere altri cinque anni di governo del Polo, rappresentati di fronte al mondo dai Calderoli e dalle ultime leve (appena arruolate in Forza Italia) dei più impenitenti tra i reduci di Salò, il declino del nostro Paese sarebbe inarrestabile e non potremmo forse più risollevarci.



Che barba!
di Ilaria Ricciotti

Non mimose o regali,
ma più diritti e meno strali.


La povertà è donna
di Redazione

In occasione della Giornata internazionale delle donne mentre ricordiamo le operaie tessili che a New York City hanno perso la vita a causa di un incendio in una fabbrica che sfruttava le lavoratrici - impossibilitate a mettersi in salvo perché le porte erano chiuse - è importante ricordare quali sono le condizioni di lavoro che moltissime donne e uomini debbono sopportare per guadagnarsi da vivere portando a casa un salario che non è sufficiente ad affrancarli dalla povertà.
[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


 

Brevi di cronaca
Far saltare la scuola ai figli per andare in vacanza è reato
La Stampa - 11-03-2006
Come se non bastasse la minaccia del carcere per i genitori dei figli che marinano regolarmente la scuola, l'Alta Corte di Londra ha sentenziato che è illegale portare i figli in vacanza durante l'anno scolastico senza il consenso del preside.
Due giudici hanno infatti dato torto a una madre che aveva preso una settimana non autorizzata di ferie per portare le tre figlie, pur brave a scuola, alle finali di un concorso di danza perché credeva che sarebbe stato importante per la loro formazione. Due mesi dopo la donna aveva vinto un viaggio premio e aveva portato le ragazze con sé, malgrado la scuola le avesse nuovamente rifiutato il permesso di farlo.
[ leggi ][ commenta
Formazione lingua inglese, il MIUR imperterrito prosegue
Flc cgil - 10-03-2006
Solo pochi giorni fa, si era appena avviata al MIUR l'informazione sulla formazione del personale che dovrebbe proseguire nei prossimi giorni, l'Amministrazione, sorda ai rilievi delle organizzazioni sindacali di fronte all'esiguità delle risorse disponibili, ha dimostrato tutta la sua tenacia a proseguire nel solco tracciato dalla controriforma Moratti. Il protocollo di intesa tra l'INDIRE e l'AICLU, Associazione Italiana Centri Linguistici Universitari, coinvolta, guarda un po', sul piano di formazione per lo sviluppo delle competenze linguistico-comunicative e metodologico-didattiche in lingua inglese degli insegnanti di scuola primaria, ne è un esempio lampante.
[ leggi ][ commenta
L'ora di islamismo divide la Consulta
Il Manifesto - 09-03-2006
Il presidente dell'Ucoii ha chiesto alcune cose ben precise: l'introduzione dell'ora di religione islamica, il diritto per i musulmani a utilizzare l'8 per mille della dichiarazione dei redditi per scopi sociali diversi, che nelle università e nelle fabbriche venga assicurata una alimentazione non in contrasto con la religione islamica e che ai lavoratori e agli studenti sia permesso di uscire per la preghiera del venerdì. L'Unione ha chiesto, inoltre, che siano rivisti i libri scolastici che contengano falsità sull'Islam e sui musulmani.

[ leggi ][ commenta
Esame di Stato sotto accusa
Tuttoscuola - 08-03-2006
Se ormai la maturita' non viene nemmeno presa in considerazione nei test di ingresso alle facolta', c'e' da preoccuparsi. "E' diventata l'ultima interrogazione dell'anno, quasi una barzelletta", si sente dire.
I possibili sintomi dello scadimento qualitativo dell'esame di Stato che emerge dal giudizio di molti, si possono rinvenire in alcuni dati che alimentano piu' di un sospetto in questo senso.
[ leggi ][ commenta
Invalsi, nuovo polo educativo di ricerca
La tecnica della scuola - 07-03-2006
Il Centro di "Educazione come sistema complesso" servirà a eliminare le carenze degli attuali sistemi di valutazione dell'istruzione e della formazione che non sono riusciti a presentare informazioni sufficienti sul grado di adattamento del sistema educativo all'evoluzione del contesto socio-culturale.
[ leggi ][ commenta
La scuola pugliese unita per dire no alla Moratti
Repubblica Bari - 06-03-2006
In questi giorni le scuole superiori pugliesi sono state chiamate a decidere se anticipare di un anno l´attuazione della legge Moratti. Quasi tutte si sono dichiarate contrarie. Da qualche parte si grida alla vittoria eppure resta tra gli operatori della scuola la sensazione generale di un disagio, di un disorientamento. Verrebbe quasi da chiedersi se lo scopo principale non fosse tanto l´anticipazione (praticamente impossibile) di un modello di scuola quanto la diffusione di una condizione di precarietà che demotivi le forze sane della scuola pubblica e le incanali in una condizione di sospetto reciproco e di "si salvi chi può".

[ leggi ][ commenta
Dite la vostra sul programma
Incontriamoci - Romano Prodi - 06-03-2006
Risultati di un'indagine fra gli elettori. Sono state condotte compiutamente 7.872 interviste. Le domande 25 e 26 riguardano la scuola: secondo lei, quale livello del sistema formativo italiano presenta i maggiori problemi e più necessita di una riforma? Gli ultimi governi, a prescindere dal loro colore politico, hanno dedicato molti sforzi a tentare di riformare l'istruzione in Italia. Secondo lei, quali sono i problemi più gravi ...?
[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Direttiva Bolkestein : a che punto siamo ?
Attac, il granello di sabbia - 11-03-2006
 europa 
Il Parlamento Europeo, il 16 febbraio 2006 ha adottato in prima lettura la proposta di Direttiva sui servizi nel mercato interno, detta Direttiva Bolkestein. Il testo adottato, risultato di un "compromesso" tra il Partito Popolare Europeo e il Partito Socialista Europeo, è sensibilmente diverso dalla proposta iniziale della Commissione.
Quella che segue è un'analisi delle modifiche apportate che non pretende di essere esaustiva anche perché la complessità del diritto europeo sancito dai trattati e modificato dalla successiva giurisprudenza della Corte europea di Giustizia, rende difficile un'interpretazione univoca e richiede comparazioni tra i diversi punti di vista, in modo da presentare infine una valutazione che sia inattaccabile nel dibattito pubblico.
[ leggi ][ commenta
QUALE PACE?
Iger - 10-03-2006
 incontri 
Le sorti del mondo. Scenari e prospettive della politica internazionale. Incontro a Bologna il 15 marzo in occasione della pubblicazione del libro di Marco Pinfari.

[ leggi ][ commenta
Quale scuola vogliono i bambini?
Associazione ScuolaFutura - 09-03-2006
 comunicato 
Nell'A.S. 2002/2003 circa 600 bambini di scuola dell'infanzia ed elementare hanno presentato, nella mostra-concorso "La scuola che vorrei", idee e proposte riguardanti la scuola dei loro desideri. Dalla sintesi di quanto emerso è nato il "MANIFESTO DELLE ESIGENZE SCOLASTICHE DEI BAMBINI", un elenco di voci emblematiche dei bisogni, delle richieste, delle aspettative dei bambini riguardo alla scuola. Ora il risultato del lavoro viene consegnato alla riflessione collettiva della comunità educante, alla capacità di ascolto degli adulti, affinché ciascuno possa, secondo le proprie responsabilità e competenze, cercare soluzioni e risposte per una traduzione nel reale.
[ leggi ][ commenta
Lettera aperta al papa Benedetto XVI
Arcoiris - 08-03-2006
 messaggio 
Apprendiamo che a ridosso delle elezioni politiche italiane del 9 e 10 aprile 2006, Lei riceverà in visita ufficiale il presidente del consiglio italiano, Silvio Berlusconi, nell' ambito di una visita del Partito Popolare Europeo (Ppe). Dio non voglia che il Papa permetta con questa visita una commistione diabolica indebita e preservi la Sede di Pietro da ogni calcolo di interesse e da basse strategie di strumentalizzazione partitica e faziosa. È una questione etica. È un imperativo di decenza.

[ leggi ][ commenta
AIUTATECI A RICOSTRUIRE LA BIBLIOTECA!
Lucia Manuedda - 07-03-2006
 appelli 
Sabato 11 febbraio 2006, durante le prime ore del mattino, è successo uno spiacevole episodio: dei malviventi hanno incendiato e allagato la scuola primaria di Usini. Abbiamo deciso di scrivere e pubblicare un nostro articolo, per chiedere all'Unicef, ai Comuni, alla Provincia, alla Regione, alle associazioni, alle scuole, alle biblioteche, alle case editrici, alle librerie (e a tutte le persone che ci vogliono aiutare) di donare dei libri per ricostruire la nostra biblioteca.
[ leggi ][ commenta
Il parlamento mondiale
Laura Tussi - 06-03-2006
 libri 
Il libro propone un'utopia realizzabile: un parlamento mondiale. Il pretesto per tale disquisizione è il colloquio con quattro ragazzi poco più che ventenni, militanti nei movimenti contrari alla globalizzazione, con i quali l'autore affronta una serie di tematiche socio politiche, come la necessità di uno strumento più efficace di democrazia ed una sede formale e sostanziale dove affrontare le problematiche politiche, tramite il coinvolgimento di tutti i cittadini del mondo.
[ leggi ][ commenta
Ministro vergognati!
Peacelink - 06-03-2006
 NO WAR 
Rosa Calipari è seduta al fianco del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, durante il discorso del Ministro della Difesa (Forza Italia) Antonio Martino, mentre quest'ultimo attribuisce all'"oscuro disegno del fato", la morte di Nicola, suo marito. E' la cerimonia per ricordarlo ad un anno dalla morte. Si svolge alla sede del Sismi di Forte Braschi ed è stata appena scoperta una stele in suo onore. Martino termina di parlare...
[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Circe
Le materie classiche hanno un posto speciale nel curriculum Europeo, anche se in molti paesi sembra che abbiano ora un futuro incerto. La nostra eredità europea comune è basata su radici linguistiche e culturali, per questo noi riteniamo molto importante supportare questi studi con la diffusione di metodologie orientate al futuro. Il compito del Progetto CIRCE è aiutare i docenti a individuare buone pratiche nelle ICT e portarle poi avanti.


f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Direttore responsabile: Luciano Scateni
In redazione: Emanuela Cerutti (coordinamento), Giuseppe Aragno, Marino Bocchi, Grazia Perrone, Anna Pizzuti.
Collaborano: Ilaria Ricciotti, Pierangelo Indolfi. Cura il sito Maurizio Guercio.

Registrazione Tribunale di Frosinone n. 324 del 08.07.2005

  Newsletter precedente Newsletter successiva