Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro del 06/06/2004 - a.s. 03/04
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 06/06/2004
prossimo appuntamento per il 20 giugno
raccontiscaffali

Sommario

LA LINEA DEL TEMPO

La Memoria

di Gaetano Arfè
Un filo rosso
di Giuseppe Aragno
Tienanmen ? 4 giugno 1989
di Raffaele Ibba
D-Day, ancora grazie America
di André Glucksmann
6 giugno: commemorazione o mistificazione?
di Nico Hirrt
Il sogno del '44
di Francesco Giasi

ORIZZONTI

Disagio a scuola (ma non solo)

di Mario Menziani
Una fune sull'abisso
di Vincenzo Andraous

PIAZZE E PALAZZI

Un appello alle Regioni

di Paola Blondi
Proposte di sinistra per la scuola
di On. Piera Capitelli
Quella lunga ora di religione
di Dedalus
L?Antropologia della Moratti scontenta tutti
di On. Piera Capitelli
Ostacoli e salti mortali
di Mario Ambel

PARLIAMO DI NOI

Perché possiamo rifiutare i tutor

di Enrico Grosso
Il sistema dei Licei nella bozza delle Indicazioni Nazionali.
di Antonio Valentino
Ancora sul demansionamento
di Grazia Perrone
Il punto su mobbing e lo stress sul lavoro.
di Rosalba Sgroia

NELLE SCUOLE

Notizie

di Comitato per la Scuola della Repubblica - Firenze
Criteri per il tutor: un esempio di delibera collegiale
di Circolo Didattico Statale
Una richiesta urgente
di mario fermante

SCRITTURE E RACCONTI

Arianna
di Annalisa Rossi
A Luce Irigaray, che non sa chi sono.
di Raffaele Ibba
Stanchi ma felici
di Roberta Bedosti


La Memoria
di Gaetano Arfè

"Noi difendiamo la libera sovranità del popolo italiano" (GIacomo Matteotti). Ha scritto Bertold Brecht: fortunato quel paese che non ha bisogno di eroi. Io aggiungo: fortunato quel paese che quando ha avuto bisogno di eroi li ha trovati, sciagurato quel paese che non sa rimanerne degno.



Un filo rosso
di Giuseppe Aragno

Pochi mesi fa, disegnandone la vicenda umana e politica nella maniera incisiva e lucida che gli è consueta, Ferdinando Cordova ha definito Matteotti un ?socialista radicale?: un apparente paradosso e, ad un tempo, una sintesi felicissima, che apre e chiude un cerchio, un?esperienza politica irripetibile.



Tienanmen ? 4 giugno 1989
di Raffaele Ibba

...non sarai stato tu
solo dritto e alto
sull?antica piazza Tienanmen
inerme davanti a un carro armato,
non sarai stato tu
custodito da una lieve corazza di cotone bianco
non sarai stato tu
a portare la democrazia in Cina:
ma i tuoi assassini.



D-Day, ancora grazie America
di André Glucksmann

Possono ancora, gli americani, fare appello al diritto d?ingerenza battezzato nel sangue versato per liberare l?Europa? Sì. Malgrado le recenti ignominie commesse nelle prigioni irachene, moralmente insopportabili, politicamente controproducenti e strategicamente assurde, di cui portano l?intera responsabilità? Sì. Perché, nel bene e nel male, gli Stati Uniti restano una democrazia.



6 giugno: commemorazione o mistificazione?
di Nico Hirrt

L'immagine veicolata dagli innumerevoli reportages, interviste di anziani combattenti americani, film e documentari sul 6 giugno, è quella di una svolta decisiva nella guerra. Ora, ogni storico vi direbbe: il Reich non è stato sconfitto sulle spiagge della Normandia, ma nelle pianure della Russia .




Il sogno del '44
di Francesco Giasi

La ?Dichiarazione sulla realizzazione dell?unità sindacale?, meglio nota come ?Patto di Roma?, fu firmata sessant?anni fa, alla vigilia della liberazione di Roma da parte degli anglo-americani.



Disagio a scuola (ma non solo)
di Mario Menziani

Il modello morattiano sacrifica la scuola alla ragione del risparmio. E? coerente alla politica di riduzione delle tasse della destra. Una coerenza che, seppur mal nascosta dall?immagine addolorata di un ministro tutto anima e cuore, tutto famiglia e religione, si lega alla volontà della destra di cancellare i principii costituzionali della solidarietà, dell?uguaglianza, della libertà; di far implodere la politica nel nulla, nel non pensiero, nell?indistinto, nell?indifferenza.



Una fune sull'abisso
di Vincenzo Andraous

Inutile nasconderlo, la prigione non riesce a piegarsi a nessuno scopo sociale condivisibile, essa sequestra i bisogni-desideri, e stabilisce quando questi debbono essere soddisfatti, persino decidendo quando e dove sarà possibile realizzarli.


Un appello alle Regioni
di Paola Blondi

Allo stato attuale delle cose abbiamo due anni (così fa intendere la bozza di decreto sul diritto-dovere ) in cui il prolungamento dell'obbligo scolastico, alias diritto dovere, sta in un unico canale, quello attuale di ordinamento, nella sua tripartizione (licei, tecnici, professionali) che è comunque tutta scuola. Per la paura di quello che verrà (o potrebbe avvenire) non è il caso di perdere l'occasione di rendere vero questo prolungamento dell'obbligo nel primo biennio.



Proposte di sinistra per la scuola
di On. Piera Capitelli

Non che pensi che la Ministra Moratti persegua obiettivi diversi e intenzioni migliori dei suoi esecutori, ma qualche volta ho l?impressione che sia superata dalla piaggeria e dalla compiacenza delle sue truppe ministeriali. Possibile che le sue circolari riescono sempre a far imbufalire i Collegi dei Docenti, al punto da dover ogni volta rettificare?



Quella lunga ora di religione
di Dedalus

La nuova Riforma della scuola primaria distingue tra insegnamenti ?obbligatori? e insegnamenti ?facoltativi? e ?opzionali? per le famiglie. Basta collocare l?IRC fra le attività opzionali e facoltative per ridare ai nomi e alle cose la giusta corrispondenza.



L?Antropologia della Moratti scontenta tutti
di On. Piera Capitelli

Con un solo accordo si sono scontentati i laici, tutti coloro che sono preoccupati della laicità dello Stato, e in particolare tutti coloro (pedagogisti, genitori, cittadini) che si professano cattolici e vedono negata nel merito la loro opera di riflessione e dialogo.



Ostacoli e salti mortali
di Mario Ambel

Da oggi, secondo il centrodestra, la scuola cambia articolo costituzionale di riferimento: non più l?art. 3, ma il secondo comma dell?art.4! Il decreto afferma che la ?fruizione dell?offerta di istruzione e formazione costituisce per tutti?, compresi ?i minori stranieri presenti nel territorio dello Stato?, un ?dovere sociale ai sensi dell?art.4 secondo comma della Costituzione?.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Perché possiamo rifiutare i tutor
di Enrico Grosso

Numerose ragioni di ordine strettamente giuridico-formale, consentono di concludere che, a proposito dell?attivazione del c.d. ?tutor?, né l?individuazione di criteri generali da parte del collegio docenti (o consiglio di circolo o di istituto), né l?individuazione in concreto dei singoli insegnati da parte del dirigente scolastico costituiscono in realtà un?attività obbligatoria, o in qualche modo dovuta.



Il sistema dei Licei nella bozza delle Indicazioni Nazionali.
di Antonio Valentino

Il capitolo "Vincoli e risorse" della Bozza delle ?Indicazioni Nazionali per il Sistema dei Licei ?, fatta circolare in questi giorni, è l`unico che contiene indicazioni utili per capire realmente struttura e natura dei Licei, almeno nella versione proposta dai gruppi ministeriali che ci lavorano in segreto e dal loro ispiratore - che si intuisce chiaramente, non solo dai contenuti, ma anche dalla forma della scrittura -, cioè il Prof. Bertagna.



Ancora sul demansionamento
di Grazia Perrone

La Corte Costituzionale ha modificato - per illegittimità costituzionale - l?articolo 2751 bis, c. 1 del Codice di procedura civile in tema di gerarchia dei debiti nel pagamento dei crediti derivanti da rapporto di lavoro subordinato.



Il punto su mobbing e lo stress sul lavoro.
di Rosalba Sgroia

Il 27 Maggio 2004 si è tenuto a Roma un convegno dal titolo ?Disagio lavorativo e salute? Il punto su mobbing e lo stress sul lavoro. Questo Convegno è stata un' operazione di Salute Sociale, poiché secondo la definizione dell' Organizzazione Mondiale della Sanità: "Salute è uno stato di benessere psichico-fisico e sociale e non semplicemente assenza di malattia od infermità" .

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Notizie
di Comitato per la Scuola della Repubblica - Firenze

Nei giorni scorsi si è riunito il Comitato di Firenze "FERMIAMO LA MORATTI" per valutare le iniziative da prendere nell?immediato e quelle da programmare per la ripresa autunnale.



Criteri per il tutor: un esempio di delibera collegiale
di Circolo Didattico Statale

In seguito alla delega del 30.03.04 del Collegio dei docenti, chiamato a definire i criteri generali sull?assegnazione dei docenti alle classi, come recita il Dlgs 59/04 all?art.7 comma 7 (a conferma della prerogativa attribuita al collegio dei docenti dal Testo Unico della scuola all?art.7 comma 2 lettera b), abbiamo elaborato una possibile proposta.



Una richiesta urgente
di mario fermante

in moltissime realtà del Paese giungono preoccupanti segnali di "oscurantismo". ISTANZE, MOZIONI, PETIZIONI dei genitori, dei docenti, ecc. protocollate e cointestate a organismi Istituzionali della Scuola come gli organi collegiali, non vengono, all'atto pratico, inserite agli O.D.G, lette discusse e verbalizzate.



Arianna
di Annalisa Rossi

Non chiedete chi sia.
Guardate la sua immagine santa.
Lei è l?icona del Dio che non può essere rappresentato, di quello cui tutti obbediamo, il misterioso, sale ed intelligenza del mondo.



A Luce Irigaray, che non sa chi sono.
di Raffaele Ibba

...farsi, crearsi, arrendersi
al semplice sentire snervante
di un?attesa che aumenta
nella tua carne la tua carne,
dolorante al piacere di essere felice
nella fortuna di nascere
semplicemente
donna...



Stanchi ma felici
di Roberta Bedosti

Due giorni tranquilli all' insegna della gioia, della scoperta, dell' emozione di un' esperienza nuova. Purtroppo due giorni troppo veloci e il treno del ritorno raccolse facce lunghe, un po' assonnate, alcune già proiettate nella preoccupazione del dopo gita.



 

Brevi di cronaca

DOPO IL 20 MARZO



CAMPO PROFUGHI DI RAFAH
di Danilo Sbarriti

UN ESERCITO DI POPOLO
di Rolando Borzetti


LETTERE DA UN'ALTRA AMERICA
di Aldo Quagliozzi


Noi cristiani e l'Islam
Repubblica - 05-06-2004
"Portare l´Islam al dialogo con la modernità è una missione centrale del cristianesimo oggi". Al pastore Jean-Arnold de Clermont la sorte ha riservato di diventare presidente della Conferenza delle Chiese europee proprio nel momento in cui con la strage di Madrid, il divampare della rivolta in Iraq, le polemiche sul velo in Francia e in altri paesi europei il rapporto con l´Islam si è fatto rovente per l´Europa cristiana. E forse per questo de Clermont, proveniente dalla Chiesa riformata di Francia e chiamato a guidare per sei anni l´organismo che riunisce protestanti, anglicani e ortodossi d´Europa, indica un traguardo così impegnativo.
[ leggi ][ commenta
Bagno di lusso per la preside nella scuola che cade a pezzi
Pierangelo Indolfi - 05-06-2004
Al civico 14 di corso Vittorio Veneto, l´istituto d´arte Pino Pascali si mostra oggi in tutte le sue molteplici contraddizioni.
Contraddizioni fatte di ristrutturazioni da anni promesse e mai compiute e da altri lavori finiti appena in tempo per la Giornata dell´arte del 24 maggio: cabaret, lezioni aperte e una parata di ospiti e personalità per festeggiare i cinquant´anni dell´istituto. Ma basta aprire le porte dei due bagni, quello delle ragazze e quello della presidenza, uno accanto all´altro al primo piano, per capirlo.

[ leggi ][ commenta
Un tempo pieno di futuro
Scuola oggi - 04-06-2004
Perchè riaprire un dibattito proprio oggi, quando il Tempo Pieno è sotto il "fuoco nemico" della Riforma Moratti che di fatto ne vuole decretare la fine, sostituendolo con un tempo scuola di 40 ore che è ben altra cosa...? Proprio perchè si ritiene che una difesa valida, rigorosa, credibile della scuola a Tempo Pieno non possa prescindere da quelli che ne costituiscono gli aspetti di qualità, i tratti distintivi, che vanno riaffermati con forza e sui quali occorre attestarsi come in trincea. Perchè sia ben chiara la differenza tra le 40 ore della Moratti, tempo scuola segmentato e variabile a "domanda individuale" delle famiglie, e un modello educativo unitario con una forte connotazione culturale e padagogica.
E' in questo senso allora - mettendo al centro gli "elementi di qualità" del Tempo Pieno - che si può trasformare questa battaglia da difensiva (assolutamente necessaria) ad offensiva.

[ leggi ][ commenta
I cd di Berlusconi all'assalto delle scuole
L?Unità - 04-06-2004
Non è vero che il budget delle scuole sia dimagrito con la riforma Moratti sforbiciata da Tremonti. Cambiano solo le modalità perché nell?armonia di un governo del cui idillio collegiale nessuno sospettava, il ministro Scajola rammenda volonterosamente i buchi della nuova autarchia, facendo avere ad ogni istituto superiore, materiale « didatticamente pregevole e scientificamente avanzato ». Decine di migliaia di copie raccolgono le prime pagine della nuova storia. Obiettiva, senza i veleni della carta stampata. Ne vien fuori l?Italia che vogliamo.
[ leggi ][ commenta
L'anno che verrà
Famiglia Cristiana - 03-06-2004
L?anno scolastico che sta per chiudersi sembra già portarsi dentro l?atmosfera e le tensioni del prossimo. Il motivo è senza dubbio il progetto di riforma che con la riapertura segnerà, nel bene e nel male, il nuovo corso della scuola italiana. A settembre saranno coinvolte 7.500 scuole e 600.000 tra dirigenti e insegnanti. C?è il rischio di un autunno caldo della scuola? Lo chiediamo al ministro dell?Istruzione Letizia Moratti, ospite della redazione romana di Famiglia Cristiana insieme con due rappresentanti del mondo dell?educazione: il segretario generale della Cisl-scuola Francesco Scrima e Maurizio Salvi, presidente dell?Age, l?associazione cattolica dei genitori degli alunni presenti nelle scuole statali.

[ leggi ][ commenta
Per la Moratti il nazifascismo non esiste
L'Unità - 02-06-2004
Nel XX secolo della Storia versione Moratti non c?è spazio per il nazisfacismo e per la Resistenza, né per il colonialismo. Scompaiono, assieme alle grandi rivoluzioni russa e cinese, dai piani di studio, dissolti nella riscritura dei programmi. Le «Indicazioni nazionali» infatti costruiscono intorno ai fatti tragici degli anni 30 e 40 una sorta di Torre di Babele temporale. I ragazzi delle scuole medie studieranno, compresso tra «la prima guerra mondiale», «l?età delle masse e la fine della centralità europea» e «la seconda guerra mondiale», un generico «i totalitarismi», dentro cui tutto si mescola, tutto si confonde e appiattisce.

[ leggi ][ commenta
Carriera dei docenti nel limbo
Tuttoscuola - 01-06-2004
La novita' e' costituita dal fatto che in futuro non dovrebbe essere piu', o meglio non dovrebbe essere solo, l'anzianita' di servizio a caratterizzare la carriera dei docenti, ma anche i crediti formativi e quelli professionali. Dietro un linguaggio non propriamente cartesiano, si avverte la preoccupazione di preservare l'unicita' della funzione docente, e un forte riferimento della carriera all'esperienza, e quindi all'anzianita' di servizio, degli insegnanti. Sul tutto, poi, grava la riserva dei sindacati confederali e dello SNALS di sottoporre le proposte ?alla consultazione della categoria?, per evitare sorprese, come accadde al tempo del ?concorsone?.
[ leggi ][ commenta
Sacro e profano
Il Manifesto - 01-06-2004
Succede quando, a un rito che si presume religioso, partecipano credenti, non credenti e pseudocredenti per celebrare, in questo caso, la costruzione della basilica francescana. Ma che importa, della basilica suddetta, a un non credente? Gli importa solo, se è un non credente colto, la vista degli affreschi di Giotto. E allora sarà bene che vada in visita artistica anziché a una celebrazione religiosa durante la quale, per ammirare gli affreschi, non c'è tempo.

[ leggi ][ commenta
Fine della scuola
L'Unità - 31-05-2004
Dove non c?è la Moratti, il miracolo della scuola è di essere un ponte che passa sul vuoto di ciò che non puoi ancora sapere, salva i ragazzi dal credere che tutte le esperienze avvengano nel fisico e in video, e li introduce alla infinita avventura dell?esistere con la mente. Al di là di quel ponte, qualunque lavoro acquista un senso e un contesto. Al di qua, è una paghina per non imparare e per restare bloccati su un pianerottolo destinato a sparire. Il governo Berlusconi se ne andrà, e la signora Moratti tornerà alle sue opere di bene. Ma quanto tempo ci vorrà per riparare l?immenso danno?
(Furio Colombo)
[ leggi ][ commenta
Letizia Moratti bacchetta le mamme
Il Manifesto - 31-05-2004
Prima mamma o prima ministro? Sottigliezze. Letizia Moratti - qualsiasi veste ricopra - è sempre un fulgido esempio di bontà e tolleranza. E lo ha dimostrato anche ieri, ad Assago, intervenendo al congresso di Forza Italia. La bacchettata - nient'affatto bonaria - è rivolta stavolta a tutte le «mamme d'Italia» che portano i propri figli in piazza e «non esprimono alcun rispetto per l'autorità». E poiché i suoi passaggi verbali sono spesso carenti di relative, non è facile capire se - secondo Moratti - a mancare di rispetto siano le madri oppure i figli. Quanti ai padri, neanche una parola. Dove saranno finiti?

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
IL TATZEBAO

educazione lavoro politica pace giustizia democrazia : appelli coordinamenti e pubbliche iniziative dal villaggio globale da inviare a fuoriregistro


new
UN MANIFESTO PER LA CULTURA
new


vai all'indice
Come e perché nasce
Ilaria Ricciotti - 05-06-2004
 ilforasacco 
Una nuova rubrica che ci permetterà di riappropriarci della nostra dignità di cittadini frastornati e/o appagati dalle vicende quotidiane. Vicende che avremo modo di far uscire fuori dal sacco, forandolo con la nostra intelligenza, il nostro senso critico e la voglia di essere protagonisti della nostra storia. Ciò che uscirà da esso potrà essere un chicco sano o rinseccolito dalle innumerevoli contingenze di vita, volute o indotte.

[ leggi ][ commenta
Valori, Legalità e Ambiente
Elpidio Iorio - 05-06-2004
 pianeta 
E? il titolo del convegno che inaugura il ?primo corso di perfezionamento ed aggiornamento per i funzionari degli uffici ambienti dei comuni della Provincia di Caserta?. Si terrà lunedì 7 giugno ?04, alle ore 18, presso il Chiostro del Santuario della Madonna di Briano a Villa di Briano. il corso si propone di costituire un laboratorio per tutti coloro che sono interessati allo studio e all?analisi dei diversi aspetti legati alla valorizzazione dell?ambiente e dei beni culturali.

[ leggi ][ commenta
Ama scәquà? Giochiamo?
Cardacc - 04-06-2004
 giochi 
Oltre 220 giochi tradizionali, più gli intrattenimenti per i più piccoli, sono stati meticolosamente ricostruiti: dalle filastrocche per la conta ai patti, dai giochi con materiale povero ai girotondi, dai giochi in cerchio e di coppia a quelli a squadre e di gruppo, dai divertimenti dei giovani durante le domeniche di carnevale ai pegni. Si tratta di una delle ricerche più sistematiche e di una delle raccolte più complete di cui si disponga. Un lavoro che ha molteplici interessi: da quello storico a quello demologico, socio-linguistico, antropologico e culturale in senso lato.

[ leggi ][ commenta
Insegnanti di sostegno
Redattore Sociale - 04-06-2004
 sociale 
Andrea Canevaro, prorettore con delega per i disabili dell?Università di Bologna e ordinario di pedagogia speciale, non ha dubbi. ?Sono critico nei confronti della riforma Moratti? Per me è una catastrofe, peggio non si poteva immaginare. Il punto più grave è che le dichiarazioni di principio sono sempre più retoriche rispetto a quello che viene applicato. Si delinea, a forza di tocchi e ritocchi, una scuola a progetto individuale e non più individualizzato?.

[ leggi ][ commenta
12) Dal carteggio Adam Smith ? Berlusconi
Aldo E. Quagliozzi - 03-06-2004
 opinione 
Ove si parla di remoti risultati elettorali, già allora condizionati pesantemente dal controllo della metà almeno dei moderni mezzi di comunicazione di massa da parte dell? egoarca, che non contento e per storiche responsabilità ed insipienze politiche successive, di altri che nel tempo non presero a cuore il problema della comunicazione nel ventesimo secolo, ha potuto consolidare tutto il suo impero ed estenderlo, almeno nel controllo, a quella parte virtualmente libera al che oggi, a dieci anni e più da quelle elezioni, il nostro può ben controllare, e comodamente disporre, di tutta la televisione italiana che conta.

[ leggi ][ commenta
Opportunità estive per i giovani
Sportello genitori bg - 02-06-2004
 in vacanza 
Anche per il 2004 le ACLI di Bergamo in collaborazione con Nord Sud (associazione di solidarietà promossa da Cgil Cisl Uil) hanno realizzato l?agenda NON SOLO RIMINI con una guida ragionata alle opportunità estive per i giovani: campi di lavoro, iniziative ecologiste, di solidarietà, di riflessione...

[ leggi ][ commenta
Politiche e pratiche di integrazione
Relazioni Internazionali - 01-06-2004
 incontri 
?Lo straniero separato dai suoi concittadini e
dalla sua famiglia dovrebbe ricevere un amore
maggiore da parte degli uomini e degli dei?.
(Platone).
Il progetto ?Diritti Rifugiati in Europa? si propone da un lato di offrire un?occasione di sensibilizzazione ed approfondimento sul tema dei rifugiati e dei richiedenti asilo in Europa; dall?altro di favorire l?incontro ed il confronto tra diversi studiosi e ricercatori europei e tra alcuni rappresentanti degli enti, delle organizzazioni e delle associazioni che operano nel settore.
Un appuntamento a Roma per il 14e 15 giugno.

[ leggi ][ commenta
New Young Europeans
British Council - 01-06-2004
 arte 
Le testimonianze scritte e i ritratti fotografici sono frutto dell?incontro con giovani, rifugiati e non,
che vivono nelle otto città europee dove il progetto ha fin qui fatto tappa: Bruxelles, Cardiff, Colonia, Helsinki, Edimburgo, Londra, Cork e Roma. Seguiranno Madrid e Varsavia.
"Ora sono libero e questo mi fa ricco. Dormo a Termini e mangio al Centro per i rifugiati Joel Nafuma. Non ho soldi, non ho lavoro, ma sono libero. Nulla mi spaventa adesso." (John, 25, Liberia)
"Quando mi laureo voglio lavorare per la FAO e specializzarmi in cooperazione. Voglio usare il privilegio di aver potuto studiare per aiutare l'Etiopia." (Sara, 24, Etiopia)
"Ho passato un momento meraviglioso quando sono stato a Londra. Ero seduto fuori sui gradini del British Museum... Ho provato un silenzio bellissimo." (Peppe, 18, Italia)
Una mostra a Roma fino al 10 giugno presso l'ITIS Galilei.

[ leggi ][ commenta
Contromano: un invito
Lo staff di Contro-mano.net - 31-05-2004
 proposta 
Il giorno 31 maggio 2004, alle h 17:00, nella sala convegni della Stazione Sperimentale del Sughero di Tempio Pausania, si terrà la presentazione ufficiale della nascita della rivista on-line www.contro-mano.net.
Ideatori e protagonisti della serata saranno gli studenti del Liceo "Dettori" che, dopo aver seguito un primo corso di scrittura giornalistica e comunicazioni, hanno deciso di dare vita ad una propria rivista, avvalendosi del sostegno di enti e privati.

[ leggi ][ commenta
La malaricetta
Frilli editori - 31-05-2004
 libri 
Si chiamano informatori scientifici. Passano al setaccio gli studi dei medici di famiglia, gli ambulatori, le farmacie e gli ospedali per vendere più farmaci possibili. Fanno una vita da inferno. La casa madre li tiene sempre sotto controllo? per misurare la loro produttività. Il nostro uomo è un informatore scientifico e ha dato spunto per un libro che è andato a ruba: La Mala-Ricetta, Frilli Editori? . ( Mario Reggio su Repubblica )
[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Relazioni Internazionali
Associazione Culturale che nasce nel 2001, su iniziativa di un?équipe di studiosi universitari, come osservatorio sui paesi dell?Eurasia e del Bacino del Mediterraneo. Obiettivo dell?Associazione è quello di offrire strumenti di informazione e analisi sulle questioni storiche, politiche, sociali ed economiche che coinvolgono queste aree del Mondo, nonché promuovere e gestire iniziative mirate allo sviluppo di una rete tematica di comunicazione.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rubrica intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze.
Questa newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia collaborare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Il Progetto - Emanuela Cerutti (coordinamento), Giuseppe Aragno, Marino Bocchi, Grazia Perrone, Anna Pizzuti (redazione), Maurizio Guercio (sito).

  Newsletter precedente Newsletter successiva