Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro del 07/03/2004 - a.s. 03/04
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 07/03/2004
raccontiscaffali

Sommario
Con cuore di donna
di Grazia Perrone
Compagna
di Giuseppe Aragno
Il movimento ha scopi politici
di Emanuela Cerutti
29 marzo 2004
di Alessandro Ameli
Habemus decreto delegato!
di Fuoriregistro
Niente di definitivo
di Precarius
Due documenti
di Fuoriregistro
Ballarò
di Alba Sasso
Scuola: per carità, la verità!
di Aldo Ettore Quagliozzi
Non siamo un istituto costituzionale passivo
di Precarius
Che cosa, allora, rende buona questa riforma?
di Ines Bartoletti
Bocciatori e bocciati
di Ettore Martinez
Avanti i peggiori!
di Daniele Burrini
Sui cicli la lotta si fa operaia
di Grazia Perrone
Stiamo forse già vincendo?
di Vittorio Delmoro
Errata corrige
di Pierangelo Indolfi
Assemblea sindacale alla Ferraris
di Mario Menziani
Un cantante escluso
di Pier Alberto Caruso
Stato e comune paghino il “ticket” per il prestito
di Ufficio Stampa Camera DS
Dati di fatto
di Andrea Primiani
Scipione l'Africano
di Piero Di Marco
Religioni e nonviolenza
di padre Angelo Cavagna
Le aragoste rosa
di Nico D'Aria
Ciao brother
di Roberta Bedosti


Con cuore di donna
di Grazia Perrone


Assistere impotente alla barbarie, alle impiccagioni, ai rastrellamenti e alla tortura impone una presa di posizione. Carla non ha dubbi, bisogna stare dall'altra parte, dalla parte dei deboli, degli sconfitti, degli onesti.



Compagna
di Giuseppe Aragno


Non saprò mai chi fosse questa nostra dimenticata e coraggiosa collega, ma occorrerebbe ascoltarla : tornerebbe a scrivere oggi il suo appello del ' 45, mutando solo poche parole. “Per difendere il futuro dell’Italia libera”.



Il movimento ha scopi politici
di Emanuela Cerutti

"...Nonostante i fatti sopra narrati, l'ordine pubblico in generale si è mantenuto normale, perché l'opinione pubblica non si è commossa a questi avvenimenti.
La situazione economica invece si mantiene grave e la preoccupazione per il domani si fa ogni giorno più viva nella popolazione...". (Questura di Bergamo, marzo 1944).



29 marzo 2004
di Alessandro Ameli

La Gilda degli Insegnanti proclama per l’intera giornata uno sciopero generale contro la riforma della scuola e rivolge un appello a tutte le sigle sindacali perché quella diventi giornata unitaria di lotta per una scuola moderna, di qualità, per tutti.



Habemus decreto delegato!
di Fuoriregistro

Pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 51 del 2-3-2004 - Supplemento Ordinario n. 31, il DECRETO LEGISLATIVO 19 febbraio 2004 n. 59, concernete la "Definizione delle norme generali relative alla scuola dell'infanzia e al primo ciclo dell'istruzione, a norma dell'articolo 1 della legge 28 marzo 2003, n. 53" avente valore giuridico a partire dal 3 marzo 2004.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Niente di definitivo
di Precarius

Le “ignoranze”, la malafede, LA CENSURA!, sono le nostre peggiori nemiche. Non credete a chi vi dice” ormai è Legge”, perché la riforma è Legge dal 28 marzo 2003! Il Decreto Legislativo potrà essere consideato definitivo nella sua stesura solo il 03/09/2005.


Due documenti
di Fuoriregistro

La bozza della circolare sugli organici ed il piano programmatico per gli investimenti alla scuola "ufficiale".


Ballarò
di Alba Sasso

Credo che il Ministro debba imparare ad ascoltare e a mostrare rispetto verso le critiche non solo degli oppositori politici, ma anche e soprattutto di tutte quelle cittadine e di tutti quei cittadini che nel mondo della scuola vivono ed operano quotidianamente.

[ leggi (8 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Scuola: per carità, la verità!
di Aldo Ettore Quagliozzi

Occorrerebbe una straordinaria e doverosa accortezza nel rintracciare le ragioni profonde della partecipazione in queste giornate di mobilitazione da parte delle famiglie, le quali certamente sono interessate soprattutto alla funzione assistenziale che la scuola dovrebbe rendere e non tanto alla validità alla validità didattica e pedagogica della riforma Brichetto in Moratti.



Non siamo un istituto costituzionale passivo
di Precarius

Nessuno sembra aver compreso bene il concetto che qualsiasi disegno di ristrutturazione dell’istruzione e della formazione degli alunni deve partire, prima di tutto, dai docenti e dalle famiglie. Sembra quasi un procedere a tentoni, ma non è così.
Ci si può chiedere allora a cosa vuol condurre la politica di una riforma organizzata per tentativi?



Che cosa, allora, rende buona questa riforma?
di Ines Bartoletti

Mi interrogo spesso per cercare di capire se la mia interpretazione della riforma è viziata dall'essere collocata a sinistra e quindi all'opposizione rispetto a questo governo. Mi interrogo spesso perchè la cosa che mi interessa di più a livello educativo, per i miei alunni, è la capacità di valutazione (o critica, che dir si voglia) in piena e consapevole autonomia.



Bocciatori e bocciati
di Ettore Martinez

Se si trattasse solo di replicare alla sfilza di certe nomenklature, che vedono la stragrande maggioranza dei docenti italiani come un'indistinta palude che "tira a campare" solo perché si mostra recalcitrante a farsi "riformare" dall'illuminato di turno, non varrebbe neanche la pena di occuparsi della questione.



Avanti i peggiori!
di Daniele Burrini

In alcuni paesi d’Europa si propone l’avanzamento veloce degli alunni migliori. Cosa ci stanno a fare, in classe con quei cocciuti dei loro compagni di banco che impiegano tre mesi ad acquisire quello che loro assimilano in cinque minuti?

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Sui cicli la lotta si fa operaia
di Grazia Perrone

Numerosi sono gli spunti polemici suggeriti dalla nota di Giuseppe Pennisi, consulente giuridico “di punta” dell’Associazione Nazionale Presidi, pubblicata su Italia Oggi del 2 marzo: a cominciare dalla “paura” che le forme di lotta “alternative” escogitate dai docenti ribelli incutono “in alto loco”.



Stiamo forse già vincendo?
di Vittorio Delmoro

Provo a mettere insieme alcuni fatti di questi ultimi giorni, per tentare una previsione magari azzardata, ma utile per mettere a fuoco le strategie per la nostra battaglia contro la riforma Moratti.



Errata corrige
di Pierangelo Indolfi

Una lettura della CM. 28/2000 consentirà agli amici di Legambiente, autori del dossier sui tagli alla scuola pubblica, di comprendere quale grave gaffe abbiano commesso affermando, sia pure involontariamente, che gli ITP non sono docenti.



Assemblea sindacale alla Ferraris
di Mario Menziani

Proponiamo ai docenti delle altre scuole modenesi una giornata di confronto, per cercare di realizzare un coordinamento territoriale con la finalità di costruire, almeno a livello locale, una proposta che non penalizzi la scuola pubblica; auspichiamo un tempo scuola più idoneo alle necessità di apprendimento degli studenti.



Un cantante escluso
di Pier Alberto Caruso

"Pochi sanno che fra tre anni saranno annullate le prospettive di lavoro di tutti quei giovani che hanno intrapreso da oltre un decennio questo percorso
professionale".
Parole e musica di L. Moratti - S.Berlusconi - G. Tremonti.

[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Stato e comune paghino il “ticket” per il prestito
di Ufficio Stampa Camera DS

Giovanna Grignaffini, capogruppo Ds in commissione Cultura a Montecitorio, interviene nella polemica nata dopo l'allarme delle biblioteche pubbliche sul 'ticket' che gli utenti dovrebbero versare ad autori ed editori per prendere i libri a prestito.



Dati di fatto
di Andrea Primiani

Ci sono informazioni che invece di prendere atto delle situazioni esistenti, sembrano avere come scopo quello di creare convinzioni dandole come assodate.



Scipione l'Africano
di Piero Di Marco

La storia è una di quelle materie che hanno sempre, storicamente, sofferto di un insegnamento mediocre e di troppo poco spazio, rispetto al peso culturale che ha. Ed è anche l'argomento che più di ogni altro sembra offrire il campo per l'avidità ideologica, l'arbitrio, gli interessi di bassa bottega e ogni altro genere di vizio del sistema politico e dell'ottusità ministeriale.



Religioni e nonviolenza
di padre Angelo Cavagna

Mi è rimasta in mente una frase del Presidente della Repubblica Sandro Pertini: “ Non c’è odio più tremendo di quello religioso”. E non si può negare che tante piccole vicende storiche, antiche e moderne, possano dargli ragione.
A me sembra vero, però, anche il contrario: “Non c’è forza più grande di pace e di amore di quella religiosa”.



Le aragoste rosa
di Nico D'Aria

Il problema di questo popolo è che sulla loro isola ci sono solo aragoste rosa. Quel cibo che per noi è così prezioso, loro lo mangiano sempre. A colazione, aragoste. A pranzo, aragoste, a cena, aragoste. Ogni giorno aragoste fritte, lesse, in brodo, aragosta in salsa di aragosta, aragosta con il contorno di aragosta, hamburger di aragosta, vino di aragosta fermentata, marmellata di aragosta, dolci di farina di aragosta e per dessert un bel gelato di aragosta rosa…



Ciao brother
di Roberta Bedosti

La donna cominciò a scrivere alcune domande alla lavagna: i ragazzi tenevano gli occhi fissi sui loro libri.
Irene evitò lo sguardo di Paolo. Si chiedeva che cosa l' avesse spinto a dire quelle cretinate sui " vo' cumpra' ". Possibile che si fosse sbagliata così clamorosamente su di lui ?



 

Brevi di cronaca


Donne disarmanti
Una su tre subisce violenza



Verso il 20 marzo:



un di! battito in corso:
la nonviolenza

Ascolta la radio!
Radio Onda d'urto - 06-03-2004
Il giorno dopo la straordinaria protesta di docenti, studenti e ricercatori universitari, è tutto il mondo della scuola ad interrogarsi su come continuare la battaglia contro le riforme Moratti. Ci sarà lo sciopero il 26 marzo? Si bloccherà la didattica nelle Università? Ascoltiamo le voci di alcuni rappresentanti dei movimenti in lotta: PANINI, BERNOCCHI, VIAFORA, ROGGERO, CAPOCCIA.

A COMMENTO "PRECARI A VITA" - UN INTERVENTO DI LUCIANO GALLINO SULLA SITUAZIONE UNIVERSITARIA


[ leggi ][ commenta
L'intelligenza è anti-economica e sovversiva
Il Manifesto - 06-03-2004
Che cosa è la guerra all'intelligenza denunciata qualche settimana fa nell'appello di un gruppo di intellettuali francesi e sottoscritta da più di 40mila « lavoratori cognitivi » d'oltralpe ? E questa guerra esiste anche da noi ? Chi la conduce e chi la subisce ? Intanto conviene domandarsi a cosa serva questa guerra. Non a cancellare il lavoro intellettuale, ma a sfruttarlo.
[ leggi ][ commenta
Singolare
Alba Sasso - 06-03-2004
Sulle dichiarazioni rilasciate dal Ministro Moratti al "Corriere della Sera: "Sarebbe bene che il Ministro non rifiutasse pregiudizialmente il confronto con i temi della protesta, e cercasse di capire il senso e i contenuti delle critiche che vengono mosse alla sua politica da docenti, studenti e famiglie".
[ leggi ][ commenta
Borse di studio in Lombardia
Sportello genitori Bergamo - 05-03-2004
Da notare, anche quest’anno, la scandalosa differenza di trattamento rispetto al “Buono scuola” per la scuola privata. Per il Buono Scuola non si deve certificare l’ISEE (che tiene conto del patrimonio: case, terreni, disponibilità bancarie...) ma solo il reddito denunciato (gli evasori sono premiati). Inoltre per il buono scuola non è prevista alcuna soglia di merito contro la media del 7,5 prevista per la borsa di studio. Infine, il limite di reddito del Buono Scuola è di 46.597,62 euro mentre il limite per la borsa di studio è di 14.695,96 euro (comprensivi del calcolo del patrimonio!).
[ leggi ][ commenta
Due ideali pedagogici
Il Messaggero - 05-03-2004
IL DIBATTITO suscitato dalla proposta di riforma della scuola del ministro Moratti, rivisitato con gli occhi della storia, è facilmente riconoscibile. Lo scontro non è tra "riformatori" e "conservatori", ma tra statalisti e liberali, cioè tra due ideali pedagogici differenti e, in fondo, tra opposte concezioni della libertà. Il confronto tra le due opzioni non è né agevole né scontato. Esse andrebbero valutate in quanto tali e per le soluzioni concrete attraverso cui vorrebbero inverarsi. Non è concepibile, invece, che tutto sia ridotto a questioni materiali.
[ leggi ][ commenta
Scuole cattoliche: il nodo è nei costi
Il Sole 24 Ore - 04-03-2004
Il 5° Rapporto sulla scuola cattolica in Italia, appena reso noto dal Centro Studi Scuola Cattolica che fa capo alla Cei, esprime la grave preoccupazione delle scuole religiose per la loro stessa soppravvivenza. Nel settore dell'istruzione secondaria superiore esse perdono pezzi, chiudendo i battenti alla media del 7/8% cento l'anno, come si apprende dalle dichiarazioni che emergono nelle periodiche assisi del Consiglio delle Scuole Cattoliche Nazionale.
[ leggi ][ commenta
Mozione per i Collegi per difendersi dalla Riforma
Retescuole - 03-03-2004
Oggetto: Indisponibilità a rivestire il ruolo di tutor e di docente di laboratorio

Il/la sottoscritto/a ……………………, docente con contratto di lavoro a …………………………, con la presente dichiara di non essere disponibile a rivestire
il ruolo di docente tutor né quello esclusivo di docente di laboratorio, previsti entrambi dal decreto attuativo della legge n. 53.
Il/la sottoscritto/a ritiene infatti che.....

[ leggi ][ commenta
Nando giudica Adornato
L'Espresso - 03-03-2004
Adornato non è soltanto il beniamino del presidente del Consiglio: piace anche al ministro dell'Istruzione, Letizia Moratti, che di recente ha stanziato 220 mila euro per la Fondazione Liberal, considerato un istituto scientifico speciale, di cui Adornato è il presidente.
Sarebbe interessante andare a vedere cosa fanno questi Istituti scientifici speciali, e sono un centinaio, che godono di benefici
[ leggi ][ commenta
Cobas in piazza contro la riforma della scuola
L'Unità - 02-03-2004
«Moratti vattene». Così recita lo striscione che ha aperto il corteo nella capitale, dove il freddo, la pioggia e la grandine, hanno ostacolato i manifestanti. Alcuni precari della scuola, mascherati da «clochard» in testa al corteo: «Siamo docenti ridotti a barboni - spiegano - talmente flessibili da essere senza tetto».
[ leggi ][ commenta
Accadde oggi
Società aperta - 01-03-2004
Ho sempre pensato che la maggioranza del nostro popolo vuole la pace ed è pronta ad assumersi dei rischi in nome della pace. Esistono dei nemici della pace, che tentano di colpirci. Ma noi oggi abbiamo trovato un partner per la pace anche tra i palestinesi. A loro chiederemo di fare la loro parte come noi faremo la nostra, per risolvere l’aspetto del conflitto arabo-israeliano più complesso, più lungo e più carico emotivamente, e cioè il conflitto israelo-palestinese". (Yitzhak Rabin)
[ leggi ][ commenta


Tam Tam
IL TATZEBAO

educazione lavoro politica pace giustizia democrazia : appelli coordinamenti e pubbliche iniziative dal villaggio globale da inviare a fuoriregistro


vai all'indice
Insegnare inglese secondo Moratti
Lucy Van Pelt - 06-03-2004
 storie 
Io insegno inglese alle elementari dal '92 come specialista e amo il mio lavoro, ho una certa competenza, ho allestito un laboratorio efficiente e impostato l'insegnamento a tutto tondo, lavorando con i miei colleghi e rivestendo un ruolo educativo con i miei alunni e non solo specialistico. Ora, con la riforma e con grande dispiacere, dopo aver investito tante energie ed esperienza nel laboratorio, ho chiesto il trasferimento su posto comune.
[ leggi ][ commenta
Della libera stampa
Aldo E. Quagliozzi - 06-03-2004
 espressioni 
Era il 4 Marzo e mi alzai prima del solito. Sherlock Holmes non aveva ancora terminato di fare colazione. Uno degli articoli nel settimanale intitolato piuttosto pretenziosamente “ Il libro della vita “ era sottolineato a matita. e voleva dimostrare quanto un uomo che sappia osservare possa apprendere dall’esame sistematico di ciò che gli si presenta davanti. Ovviamente lo lessi.
[ leggi ][ commenta
di e con Dario Fo e Franca Rame
I girotondi - 05-03-2004
 teatro 

ANOMALO BICEFALO, RIVEDUTO E CORRETTO

[ leggi ][ commenta
Multimedialità e Telematica a scuola
Formazione on line - 05-02-2004
 software libero 
In un momento in cui le attività di formazione istituzionali sembrano sempre più orientate ad assumere un andamento "tecnocentrico", cioè centrato sugli strumenti anziché sugli obiettivi educativi, questa proposta, gratuita, intende affrontare, soprattutto dal punto di vista didattico, una serie di problemi concreti e quotidiani cui va incontro l'insegnante che si appresta ad utilizzare le tecnologie.
[ leggi ][ commenta
Scritturàlia
Cascina Macondo - 04-02-2004
 proposta 
Far sì che lo scrivere ci insegni a vivere, e la vita ci insegni a scrivere(Natalie Goldberg)
Scrittori e poeti insieme a Cascina Macondo una domenica immersi nella parola scritta e raccontata.
[ leggi ][ commenta
Non solo San Remo
Mantova musica festival - 03-03-2004
 musica 
Di fronte a Sanremo, città del Casinò, ecco Mantova città d'arte e di cultura, città del festival della letteratura e delle grandi mostre. Il festival sfida Sanremo (e la Rai) sulla possibilità di avere successo, di lasciare un'impronta nei tempi, proprio rifiutando quelle convenzioni.

[ leggi ][ commenta
Nemo propheta in patria
Anna Pizzuti - 03-03-2004
 opinione 
Come si sa, siamo in campagna elettorale ed i partiti si stanno organizzando. Tra questi, Alleanza nazionale ha pensato di fare le cose in grande e si è rivolta ad una delle migliore agenzie attualmente sul mercato, la Leo Burnett, che ha nel portafoglio clienti come Coca Cola, McDonald's ed EuroDisney.
Solo che, come accade ai migliori profeti, anche il Senatore Valditara, nella sua patria, evidentemente, non è stato ascoltato.
[ leggi ][ commenta
Un esempio di convivenza
Liberazione - 02-03-2004
 libri 
Devoluzione, Senato delle regioni, Parlamento del nord, federalismo "solidale": utile rifarsi, come insegnamento e confronto, a quel tanto di autonomia già operante nel nostro ordinamento, e in particolare alle dosi per così dire di "quasi federalismo" riscontrabili nell'esperienza delle Regioni a statuto speciale.

[ leggi ][ commenta
Riforme a costo zero e tagli per la scuola pubblica
Rolando A. Borzetti - 01-03-2004
 comunicato 
Dossier Legambiente: la scuola pubblica si smonta - Cifre, dati, commenti sui tagli operati dal Governo ai danni della scuola pubblica.
Quello che si vuole smontare è il "luogo collettivo" in cui si apprende insieme agli altri per trasformare il servizio scolastico in un servizio a domanda individuale.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Scrittori per la "Scuola di Tutti"
Abbiamo chiesto ad alcuni tra i maggiori scrittori per ragazzi di darci una mano in questo difficile momento: dicendo a modo loro, con una filastrocca, una fiaba o un racconto, qualcosa che ricordi a tutti quanto sia prezioso il principio di una scuola pubblica fondata sulla parità delle opportunit! à e dei diritti, sulla solidarietà, sulla gioia e sulla partecipazione; qualcosa che racconti la nostra scuola oggi, o la scuola che vorremmo, e anche quella che di sicuro non vogliamo! Il materiale è utilizzabile nelle scuole.
Oltremare
La nostra scuola di Alghero, pur essendo in uno dei posti più belli del Mediterraneo, vuole offrire qualcosa che vada oltre il corso di lingua italiana che già conoscete, oltre la vacanza tradizionale circoscritta all’ombrellone e alla sdraio, oltre perché riteniamo che la Sardegna abbia un’anima culturale ancora poco conosciuta ma affascinante, così diversa da qualsiasi altra regione d’Italia e d’Europa.
Ritmia: musica tra suoni, gesti, segni
NUOVI PERCORSI IN MUSICA PER ASCOLTARSI E ASCOLTARE: diverse pratiche di propedeutica musicale per bambini dai tre ai dieci anni propongono un approccio ludico al fare e ascoltare musica.
Possibilità di scaricare gratuitamente diversi giochi di didattica della musica e un intero libretto di giochi musicali con i relativi commenti, che le insegnanti di scuola materna potranno usare in classe con i loro bambini.
Segnalato da Sonia Simionazzi
La torta in rete
...uno spazio dedicato a Gianni Rodari, per conoscere l'opera, l'uomo, le tracce del suo lavoro nella scuola... ma anche per incontrarsi, collaborare e fare nuove esperienze! "La speranza e l'erba voglio, secondo me, crescono dappertutto, ai bordi delle strade, nei vasi sui balconi, sui cappelli della gente: basta allungare la mano e volere e il mondo diventerà più abitabile."
CGD
Il 14 gennaio 2004, su iniziativa dei genitori delle scuole elementari Cagliero, Rodari e altre e del nostro CGD locale, si è costituito il COORDINAMENTO GENITORI INSEGNANTI PER IL TEMPO E LA SCUOLA PUBBLICA DEL IX MUNICIPIO di Roma. L'assemblea si è svolta presso la scuola Cagliero, con circa 120 partecipanti, con CGD e CGIL SCUOLA, genitori ed insegnanti in rappresentanza dei coordinamenti delle scuole Cagliero, Rodari, Verdi Via Bobbio e Via Gela ex Garibaldi, Villa Lazzaroni, Quasimodo, Ada Negri. Altre ancora si stanno aggiungendo.
Meridiano scuola
Il sito nasce dalla collaborazione di docenti che provengono da percorsi di formazione professionale differenti e che vivono in realtà scolastiche ed in zone d'Italia diverse. L'impegno principale della testata vuol essere quello di informare quotidianamente tutti coloro che vivono e lavorano nella scuola e per la scuola, privilegiando alcuni aspetti particolari, come quelli relativi al precariato, all'handicap, alle riforme. Se ti piace informarti ed informare gli altri, se credi nell'importanza della civile e costruttiva discussione fra colleghi, se pensi che la tua esperienza di docente possa contribuire all'arricchimento professionale ed umano di chi ti sta attorno, puoi collaborare con noi inviandoci le tue riflessioni, i tuoi commenti, le tue proposte didattiche: saranno graditi.
Segnalato da Lucia
Stellasghemba
Uno spazio dove sognare, immaginare, creare una scuola entusiasmante. Quando cerco di immedesimarmi nei miei alunni, mi arrabbio, perché immagino il loro pensiero, sicuramente si domandano perché in un mondo così evoluto e ricco le persone ancora non sono felici; perché le persone usano la conoscenza per la guerra e non per il bene dell’ umanità. Possiamo provare, per una volta, a fare il contrario?
Insegnanti di religione
News Group degli IDR di tutta Italia fondato domenica 31 ottobre 1999 e giunto ad oltre 260 iscritti. Segnalato da Claudio Consonni
f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rubrica intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze.
Questa newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia collaborare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo fuoriregistro@didaweb.net e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Il Progetto - Emanuela Cerutti (coordinamento), Giuseppe Aragno, Marino Bocchi, Grazia Perrone, Anna Pizzuti (redazione), Maurizio Guercio (sito).

  Newsletter precedente Newsletter successiva