Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro del 22/02/2004 - a.s. 03/04
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 22/02/2004
raccontiscaffali

Sommario
Milano, 15 febbraio duemilaquattro
di Roberta Vianello
1^ marzo: un singolare pluralismo
di U.S.I. AIT
Il buonsenso dei buonsensisti
di Giuseppe Aragno
Noi l'avevamo detto...
di Gianni Gandola
Riforma Moratti bocciata
di Alberto Melis
La mozione di Giaveno
di Docenti scuole Valsangone
La mozione di Lastra a Signa
di Direzione Didattica di Lastra a Signa
La mozione di Orciano
di Vittorio Delmoro
Agende restituite
di Antonino Criscione
Boicottaggio editoriale
di Isa Cuoghi
Occasioni perdute e ritorno al passato
di Vittorio Zedda
La scuola ai tempi della Moratti
di Francesco Di Lorenzo
Tempo pieno, tempo vuoto, tempo cortissimo
di Antonio Cucciniello
Valutiamo questa Riforma
di Scuola Futura
Per una vita piena
di Elena Duccillo
Perchè manifestare il 28 febbraio
di grandecuore
Lettera da Paperopoli
di Archimede PItagorico
… leggere attentamente le istruzioni, prima dell’uso…
di CIDI Forlì
E' obsoleta Educazione Tecnica?
di Pierangelo Indolfi
La qualità totale (o totalitaria?) a scuola
di Luigi Giove
Le SSIS? Meglio informare che litigare!
di Lucia Zaninelli
Contatto
di Nico d'Aria
Jekill e Hyde
di Roberta Bedosti


Milano, 15 febbraio duemilaquattro
di Roberta Vianello

Leggendo le scritte di striscioni e pettorine, così variegate e creative, si intuisce che la manifestazione è nata proprio da una puntigliosa documentazione, non certo dalla disinformazione. Al contrario di ciò che pensa la signora Aprea, dall’ignoranza non nasce la mobilitazione, ma solo la più tetra indifferenza, il più bieco immobilismo, la paralisi del giudizio, la fine della libertà come partecipazione.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


1^ marzo: un singolare pluralismo
di U.S.I. AIT

L'Unione Sindacale Italiana USI AIT, con nota del 9 Febbraio comunicata alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, al Ministero del Lavoro, alla Funzione Pubblica, ha formalizzato la proclamazione dello sciopero generale e generalizzato per il 1° Marzo, per l'intera giornata, per tutti i lavoratori e le lavoratrici delle categorie del privato e delle Pubbliche Amministrazioni. Esprime quindi ancora una volta la necessità di percorsi unitari di lotta, e invita tutte le organizzazioni di base, le strutture ed i lavoratori e le lavoratrici a partecipare allo sciopero del 1° marzo.

PRIME ADESIONI NEI COMMENTI

[ leggi (6 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Il buonsenso dei buonsensisti
di Giuseppe Aragno

Io sono costretto a riconoscere che ha ragione Cossutta: a sinistra c'è un vuoto. Ciò che Cossutta però non dice è che manca anche un programma, anche solo uno straccio di programma.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Noi l'avevamo detto...
di Gianni Gandola

La scuola pubblica è di tutti e occorre lavorare per raggiungere il massimo grado di consenso sui cambiamenti da attuare. Perché queste sono le vere Riforme. Non possiamo, noi dirigenti scolastici aderenti al Coordinamento CGIL-CISL, esimerci dall'inviare il nostro accorato appello al MIUR perché cambi rotta e tenga conto di quanto sta succedendo.



Riforma Moratti bocciata
di Alberto Melis

Materiali per comprendere in che modo la controriforma Moratti intende e può distruggere la Scuola Pubblica italiana: la confusione, il dilettantismo, i tagli, il decreto, il futuro... Un dossier a cura del VI Circolo Iqbal Masih.



La mozione di Giaveno
di Docenti scuole Valsangone

E' necessità quella di valorizzare ed attrezzare la scuola pubblica perché continui ad essere in grado di accogliere tutti i bambini e le bambine, garantendo pari opportunità, e di formarli ad essere cittadini democratici.



La mozione di Lastra a Signa
di Direzione Didattica di Lastra a Signa

Chiediamo che che lo schema di decreto applicativo del Legge 53 venga ritirato, dando reale ascolto alla voce dei docenti che lavorano per una scuola pubblica di qualità e rispondente ai bisogni di crescita del paese.



La mozione di Orciano
di Vittorio Delmoro

I docenti riuniti in assemblea sindacale ESPRIMONO la propria ferma contrarietà al Decreto del 23 gennaio 2004, giudicandolo del tutto inadeguato e fuorviante per migliorare la qualità della scuola pubblica.



Agende restituite
di Antonino Criscione

La protesta, conclusasi a Modica il 12 febbraio con la spedizione di tutte le agende raccolte, ha visto l’adesione di 54 operatori scolastici di cui 53 insegnanti. Sappiamo che in altre scuole della provincia di Ragusa si siano fatte iniziative del genere ma non conosciamo il fenomeno nella sua estensione.


Boicottaggio editoriale
di Isa Cuoghi

Diciamo NO all’editoria scolastica per dire NO ad un Ministro che ci considera solo dipendenti a cui imporre nuovi metodi di lavoro, nuovi orari, nuovi contenuti, cancellando esperienze didattiche qualificate e consolidate nel tempo, condivise con le famiglie.
[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Occasioni perdute e ritorno al passato
di Vittorio Zedda

Di fronte all’idea morattiana (o bertagnesca) dell’ insegnante tutor, possiamo, come professionisti della scuola, ammettere che il tentativo, contenuto nell’idea, ha una sua ragion d’essere. Non è nuova l’intenzione di prefigurare differenziazioni operative o livelli di professionalità specifiche...



La scuola ai tempi della Moratti
di Francesco Di Lorenzo

Ehi, Teacher!
Svegliati, che stai facendo?
Non dormire su allori che non sono allori; non sono niente.
La scuola ti sta scivolando via tra le mani e tu non te ne accorgi.
…………………………………………………………
Beh, se te ne accorgi, fa qualcosa!
Per esempio, che ne dici se si cominciasse con un po’ di sana autocritica?
(A.L.)




Tempo pieno, tempo vuoto, tempo cortissimo
di Antonio Cucciniello

Voglio rivolgere un pressante invito a Prodi e a tutti i dirigenti delle forze di centrosinistra:
dicano agli italiani, ogni giorno, ogni ora ed unitariamente, in che modo e con quali lineee guida un nuovo Governo di centrosinistra potrebbe modificare le riforme della scuola e delle pensioni varate dall' attuale Governo.

[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Valutiamo questa Riforma
di Scuola Futura




[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Per una vita piena
di Elena Duccillo

Non è solo la presenza costante dell’insegnante specializzata a garantire qualità all’integrazione scolastica, il discorso è di più ampio respiro come si evince dalla lettura delle sentenze.
Si tratta di portare alla ribalta il principio delle pari opportunità.



Perchè manifestare il 28 febbraio
di grandecuore

Perchè tutti coloro che hanno a cuore le sorti di una scuola democratica, rispettosa del diritto allo studio e dei bisogni dei suoi protagonisti, possano far sentire la loro voce, con determinazione, compattezza e senza incertezze.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Lettera da Paperopoli
di Archimede PItagorico

Cara signora Ministro,

si ricorda di me? Sono Archimede Pitagorico, l’insegnante di Educazione Tecnica della scuola media “Safares” di Paperopoli. Sì proprio quello della Sua scuola a fumetti. Si ricorda? Quello che accoglieva i tre nipotini di Paperino nel laboratorio. Si, si proprio quello con il cacciavite in mano! E si ricorda come si divertivano Qui Quo e Qua in laboratorio tra cose da costruire e computer?...



… leggere attentamente le istruzioni, prima dell’uso…
di CIDI Forlì

Materiali di riflessione sul decreto ed alcune ipotesi di lavoro utili ad orientare le scelte che le scuole si troveranno a compiere, nel rapporto con i genitori e il contesto territoriale di riferimento.



E' obsoleta Educazione Tecnica?
di Pierangelo Indolfi

Non mi si dica che "Tecnica" e " Tecnologia" siano obsolete perché sarebbe come negare la "Storia dell'Uomo"! Il "Cammino dell'uomo" infatti si fonda sul "Suo avanzamento Tecnologico", da sempre ciò é indice di Progresso e di Potenza per una Nazione!
Perché allora questo insegnamento così importante e attuale é stato ridotto a "minus quam..."?



La qualità totale (o totalitaria?) a scuola
di Luigi Giove

Queste note nascono essenzialmente come «contributo al dibattito» interno al' ITC “P. Sraffa” di Orbassano (Torino). Dovrebbero servire a rendere più consapevoli i colleghi sul futuro, immediato e a lungo termine, del nostro Istituto, ma non solo.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Le SSIS? Meglio informare che litigare!
di Lucia Zaninelli

Per la prima volta in Italia, con le SSIS sono state istituite delle vere e proprie scuole in cui si formano gli insegnanti, in cui si impara ad insegnare. Questa è una riforma che da tempo si attendeva nel nostro Paese, ultimo in Europa a creare una scuola per la formazione iniziale dei docenti.

[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Contatto
di Nico d'Aria

Nico d'Aria è un ragazzino Qwrtp, abita in un lontano asteroide. Per salvare il suo pianeta deve contattare qualcuno che sappia spiegare al popolo Qwrtp come funziona il suono su un pianeta dotato di aria.
Ci riesce quando riesce miracolosamente a mandare una e-mail ad un gruppetto di giovani umani del pianeta terra. Da quel momento ha inizio una straordinaria avventura.



Jekill e Hyde
di Roberta Bedosti

" Insomma si può sapere perché io ti racconto tutto di me e tu non mi dici mai niente? Non sei una vera amica. Non ti fidi di me. E' vero io parlo molto, ma so tenere un segreto ". (Adolescenti)





 

Brevi di cronaca


DOPO IL 19 FEBBRAIO



una proposta solidale che ha bisogno dell'aiuto
e dell'impegno di tutti

UN LIBRO PER LA PACE



DAPPERTUTTO IN ITALIA
Sassolini
Pavone risorse - 21-02-2004
La notizia, ancora da verificare meglio e da approfondire, è di quelle da lasciare senza parole.
Questa mattina un importante sito WEB specializzato ci fa sapere che i Comuni di Roma, Milano e Torino avrebbero deciso di accogliere nelle loro scuole dell'infanzia comunali anche i bambini nati entro il 31 gennaio 2002.
A Torino si parla addirittura dei bambini nati entro il 31 marzo. C'è da non crederci: solo fino a pochi giorni il sindaco di Roma sfilava a fianco dei genitori e degli insegnanti sventolando la bandiera anti-riforma.
[ leggi ][ commenta
Fermo dissenso
A.Na.Do.S.S. - 21-02-2004
Decenni di politiche scolastiche sul reclutamento degli insegnanti, che definire scellerate è solo eufemistico, incentrate su ogni sorta di sanatoria, su “concorsoni” abilitanti senza alcun limite alla designazione degli idonei e senza alcuna pretesa formativa, e addirittura su “concorsoni” a posti zero, hanno trasformato la nostra scuola in un “ufficio di collocamento” con centinaia di migliaia di insegnanti precari.
[ leggi ][ commenta
NO di Ciampi al primo decreto delegato?
Fuoriregistro - 20-02-2004
DA RAINEWS 24 DELLE ORE 07,00 DEL 17 febbraio 2004,
GIORNALISTA :
"IERI IL QUIRINALE HA UFFICIALMENTE CHIESTO CHIARIMENTI AL GOVERNO SUI FINANZIAMENTI DISPOSTI PER IL PRIMO DECRETO LEGISLATIVO DELLA RIFORMA MORATTI DELLA SCUOLA .

[ leggi ][ commenta
Ragazzi in classe per intelligenza e non per età
Repubblica - 20-02-2004
La riforma scolastica del governo britannico vuole personalizzare l'educazione sulle capacità degli studenti e non sull'anagrafe Ciò che conta è l'intelligenza, non l'età. Per questo in un futuro non molto lontano gli studenti delle scuole superiori britanniche potrebbero essere raggruppati in classe non più secondo la loro data di nascita, ma in base alle loro capacità.
[ leggi ][ commenta
Scuola pubblica, addio
Il granello di sabbia - 20-02-2004
Da insegnante vorrei raccontare le ragioni concrete e non solo ideali del mio dissenso rispetto al progetto Berlusconi-Tremonti-Moratti; un progetto che trasforma il sistema istruzione-formazione e il campo educativo in Merce, facendo seguito alla precedente trasformazione - da Diritto a Servizio - compiuta in buona parte dal governo dell'Ulivo. La trasformazione dei singoli istituti scolastici pubblici in "aziende (parzialmente) autonome" ha dato il via alla mercificazione dell'istruzione, anche se ha aperto spazi di discussione e progettualità assopiti da tempo.
[ leggi ][ commenta
Un' autonomia per la privatizzazione?
Forminform - 19-02-2004
Un articolo vecchio ma attualissimo, secondo il quale l’obiettivo dei fautori della scuola privata è lo smantellamento di quella pubblica accusata di statalismo, mascherato da abbattimento del "monopolio di stato" da "liberalizzazione". In verità la si "intende abbattere perché - nonostante la sua arretratezza e i suoi affanni - la scuola pubblica è ancora scuola di democrazia e di pluralismo. È innegabile che negli ultimi cinquant’anni ha contribuito, insieme alle sezioni del Pci e del Sindacato, a radicare il senso della cittadinanza nella coscienza degli italiani.
[ leggi ][ commenta
Eppur si muove ...
Grazia Perrone - 18-02-2004
Rischia di scricchiolare - di fronte alla dura reazione della base che chiede a gran voce lo sciopero generale unitario contro il decreto Moratti - il granitico fronte della … lotta morbida morbida fin qui scelta dalle Organizzazioni sindacali della scuola maggiormente rappresentative. Dopo i vistosi cedimenti della Gilda - i cui dirigenti nazionali non riescono più a frenare le province “ribelli” che hanno preannunciato che sciopereranno il 1° marzo prossimo - ci si è messa pure la Cgil -scuola milanese ad adombrare analogo intento. A questo punto mi chiedo: cari dirigenti sindacali di tutte le sigle perché non vi riunite per programmare alcune “cosucce” semplici semplici?

[ leggi ][ commenta
Dall'università un grido
L'Unità - 18-02-2004
Insieme, in rappresentanza di 77 atenei d’Italia, Bari, Salerno, Napoli - la Federico II - Pescara, Firenze, il Piemonte, una galassia di 12 sigle. Che decidono: il 4 marzo giornata di mobilitazione in tutte le università con occupazione dei rettorati, blocco della didattica e assemblee.
Intanto, una dopo l'altra, storie di ordinaria precarietà si ripetono, disegnando un'intera generazione penalizzata. Con qualche paradosso.

[ leggi ][ commenta
Il tutor non passera'
Tuttoscuola - 17-02-2004
"Il tutor non puo' essere inteso come un vincolo introdotto dal Decreto, ignorando le prerogative dell'autonomia scolastica per quanto riguarda l'organizzazione della didattica, e della contrattazione per quanto riguarda l'organizzazione del lavoro".
Questa l'indicazione che si trova, insieme ad altre, in un minidossier pubblicato nel sito della Cgilscuola.
Resta il fatto che il decreto legislativo detta "norme generali sul primo ciclo d'istruzione". D'accordo sull'autonomia organizzativa e didattica, ma come si puo' derogare - a meno di sconfinare nella disubbidienza civile - dal rispetto della norma, almeno fino a quando non venisse dichiarata incostituzionale?
[ leggi ][ commenta
Pubblica, cioè di tutti
Compagnia delle Opere - 16-02-2004
Basta con gli slogan contro la Riforma. Lo scontro sociale si sta spostando sulla scuola. L’accanimento ideologico ha scelto la riforma Moratti come bersaglio per attaccare il governo, e sta creando un clima in cui slogan e menzogne prendono il posto del confronto anche teso ma leale di cui il Paese – famiglie, studenti, insegnanti - avrebbe bisogno. Vorremmo invece provare a ragionare sul merito delle questioni.

SEGNALATO E COMMENTATO DA CLAUDIA FANTI


[ leggi ][ commenta


Tam Tam
IL TATZEBAO

educazione lavoro politica pace giustizia democrazia : appelli coordinamenti e pubbliche iniziative dal villaggio globale da inviare a fuoriregistro


vai all'indice
Moratti, do you remember don Lorenzo Milani?
Liberazione - 21-02-2004
 storie 
«Signora ministra, ricorda? Un tempo non troppo lontano, un uomo, un certo don Lorenzo Milani, che non dovrebbe esserLe sconosciuto, dato il ministero di cui si occupa, scrisse una lettera ad una professoressa. Oggi le voglio raccontare una storia, anche se non sono don Lorenzo Milani.
[ leggi ][ commenta
Villaggio globale
Fuoriregistro - 21-02-2004
 proposta 
Due corsi d'aggiornamento interculturale, A Bergamo e Milano.
Da consumatore a consum-attore: una conoscenza più approfondita dei meccanismi che regolano il commercio mondiale e che mantengono il Sud del mondo in una situazione di impoverimento e di dipendenza economica rispetto ai paesi del Nord del mondo.
L’incontro con culture sconosciute: un percorso che migliori preparazione degli addetti all’accoglienza , Mediatori Linguistico-Culturali già operanti nella società, operatori sociali, operatori scolastici, personale di consolati e ambasciate, studenti Universitari, cittadini italiani e stranieri.
[ leggi ][ commenta
Rivelazioni
Aldo Ettore Quagliozzi - 20-02-2004
 opinione 
Oggi gran parte del Paese accoglie senza turbamento alcuno le quotidiane rivelazioni dell’unto, che è tornato prepotentemente ed in prima persona ad aggredire uomini, istituzioni e memorie che in qualche forma e misura possano essere di innocuo intralcio al suo disegno di omogeneizzazione della vita sociale del Paese, finalizzata alla sola soddisfazione del proprio tornaconto personale, o del gruppo che lo sostiene e che nell’unto ha trovato lo strumento per regolare al meglio i propri conti.
[ leggi ][ commenta
Allarme rosso caccia
Rolando A.Borzetti - 20-02-2004
 pianeta 

E’ sdegnata la prima reazione degli ambientalisti al disegno di legge sulla riforma della caccia che andrà in discussione al Consiglio dei ministri domani 20/02/2004. “Si tratta di una proposta allucinante di modifica della precedente normativa (la legge 157/92) che se dovesse passare – spiega Nino Morabito, responsabile Fauna di Legambiente – farebbe sprofondare l’Italia indietro anni luce.
[ leggi ][ commenta
Povertà in Europa: il record è all'Est
Vita no profit - 19-02-2004
 sociale 

Presentati a Bruxelles i dati del rapporto Caritas sui paesi del Vecchio Continente. Un dato su tutti: il reddito mensile in Russia è un sedicesimo di quello dell'Austria.

[ leggi ][ commenta
Scuola tra qualità e precarietà
Cip nazionale - 19-02-2004
 comunicato 
Questo il tema di un convegno che ha dibattuto della riforma Moratti, i disegni di legge sul precariato e le disposizioni che, ancora una volta, cambieranno il modo di far scuola e reclutare il personale docente, tra ambizioni di qualità e creazione di ulteriore precarietà. ”Siamo noi a pagare la riforma e non è affatto a costo zero – è stato detto in conclusione - costa migliaia di posti di lavoro, revoca il diritto all’istruzione pluralista e di qualità alle future generazioni e condanna al passato la scuola del futuro”.
[ leggi ][ commenta
Don Mazzi
Umberto Gamba - 18-02-2004
 incontri 

Un' occasione per riflettere sul rilievo urgente che deve essere dato alla dimensione della COMUNICAZIONE e del DIALOGO tra adolescenti e adulti, a partire dall'attuale contesto ed in vista di future prospettive.
[ leggi ][ commenta
Tecnologie per i torturatori
Dentro la notizia - 18-02-2004
 pianeta 
Amnesty International ha reso pubblico un rapporto dedicato ai nuovi metodi di tortura con l'elettricità.
Oltre ai torturatori l'organizzazione denuncia anche i fornitori di questo tipo di materiale sempre più "efficace" e inabilitante, il cui uso tende a generalizzarsi. I fornitori si trovano per lo più nei paesi industrializzati e democratici, tra i quali figurano gli Stati uniti e la stessa Francia.
[ leggi ][ commenta
Pantani
Giuseppe Aragno - 16-02-2004
 storie 
hai scritto che “a volte chiudiamo gli occhi perché la realtà non ci piace” e forse non immaginavi che questo potesse diventare così presto il tuo destino. Hai anche affermato di voler continuare a scrivere quel capitolo del tuo libro che avevi lasciato in sospeso, ma ora lo stai scrivendo in una forma che a noi rimarrà per qualche tempo misteriosa.
[ leggi ][ commenta
Giochi in Comune
Argonath - 16-02-2004
 giochi 
Il Dipartimento XVI - Politiche di Promozione
dell'Infanzia e della Famiglia, in collaborazione con
l'Assessorato all'Infanzia e alla Famiglia del Comune
di Roma, lancia per i prossimi mesi un'iniziativa del
tutto innovativa, volta a valorizzare l'espressività e
creatività degli studenti delle scuole romane, e a
favorire momenti di condivisione con le loro
famiglie.
[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
La scuola siamo noi
Siamo un gruppo di insegnanti di Scuola pubblica di ogni ordine e grado che hanno deciso di incontrarsi per discutere sui temi della Riforma scolastica, al fine di informare colleghi, studenti e famiglie sulle conseguenze di certe scelte e di certi “tagli” previsti nella Scuola, ma anche al fine di presentare in modo cost! ruttivo una propria serie di proposte.
Segnalato dal Coordinamento scuole Parma
La scatola delle esperienze
Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione: la scuola dell'Infanzia - percorsi di continuità - appuntamenti e racconti. Per giocare, inventare, conoscere col misterioso computer. Altre sezioni :
Cultura altra: iniziative e L2
alcuni siti da visitare
Segnalato da Linda Giannini
La boscaglia
...è un mondo nuovo tutto da esplorare, e il viaggiare a piedi è sicuramente il modo migliore per farlo. I ritmi lenti, aprire i sensi alla Natura e lasciarla entrare in noi, allacciare dei contatti veri con le persone incontrate lungo il cammino. Noi vi facciamo scoprire parchi selvaggi e incontaminati o antichi borghi, in punta di piedi, e non solo in Italia ma anche in Grecia, Francia, Spagna, Svizzera, Slovenia, Capo Verde.
Museo Gemmellaro
Il Museo Geologico “Gaetano Giorgio Gemmellaro”, Sezione del Dipartimento di Geologia e Geodesia dell’Università degli Studi di Palermo, costituisce una delle più prestigiose istituzioni museali della città di Palermo e uno tra i principali musei geologici e paleontologici italiani. Questo è il suo siro web.
Segnalato da Antonio Di Chiara
Altrocinema
L’Associazione intende porsi come obiettivo - anche confrontandosi con altre realtà che hanno avviato percorsi e riflessioni analoghe - il contributo alla diffusione di una cultura della produzione audiovisiva libera, indipendente e critica. Nel fare questo siamo convinti della necessità di determinare un processo virtuoso, coordinato e organico, che si sviluppi attraversando aree quali la conoscenza, l’apprendimento, la progettazione, la realizzazione di contenuti e la loro diffusione.
Cunegonda Italia
Ognuno di noi può fare politica, quotidianamente, con tante piccole azioni. E' in base a questo presupposto e ispirandosi a un articolodi Umberto Eco, che è nata una mobilitazione civile di critica del consumo orientata alla promozione culturale di modelli di consumo sostenibile. Chi aderisce al progetto si concentra sulla rifondazione di un modo di fare politica che metta le donne e gli uomini davanti a tutto, così come affermava Immanuel Kant: dobbiamo considerare l'uomo come fine, non come mezzo.
f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rubrica intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze.
Questa newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia collaborare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo fuoriregistro@didaweb.net e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Il Progetto - Emanuela Cerutti (coordinamento), Giuseppe Aragno, Marino Bocchi, Grazia Perrone, Anna Pizzuti (redazione), Maurizio Guercio (sito).

  Newsletter precedente Newsletter successiva