Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro del 01/02/2004 - a.s. 03/04
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 01/02/2004
raccontiscaffali

Sommario
Una proposta pazza
di Mario Fermante
Lettera aperta
di Enrico Panini, Daniela Colturani, Massimo DiMenna
La Scuola risponderà
di Precarius
Chiamiamolo Antonio
di Dedalus
Il Decreto attuativo e la riforma scolastica
di On. Piera Capitelli
Giù le mani !
di Gianni Mereghetti
Quando il gioco si fa duro
di Fabrizio Dacrema
Procediamo all' incontrario
di Claudia Fanti
Lo sciopero? Una questione morale
di Mirco Pieralisi
Quando il gioco si fa duro …
di Grazia Perrone
Per il futuro della scuola
di Gianni Mereghetti
Altra temibile puntata: carriera, valutazione...
di Claudia Fanti
Bella cosa. Diserti!
di Giuseppe Aragno
Non dimenticare mai!
di Ilaria Ricciotti
Puoi dire da qual fiore l’ape raccolga il miele soave?
di Aldo E. Quagliozzi
L'isola dei colibrì
di dodici in tutto
Irene e Paolo
di Roberta Bedosti
Un nuovo inizio
di Naila


Una proposta pazza
di Mario Fermante

Carissimi genitori, ho una proposta pazza per voi :
per darci una visibilità insuperabile propongo di portare il nostro dissenso alla Moratti negli stadi dove la domenica si catalizza l'attenzione di metà della popolazione italiana.


Lettera aperta
di Enrico Panini, Daniela Colturani, Massimo DiMenna

Sentivamo il bisogno di ribadirvi le ragioni che ci hanno guidato in questi mesi e che rappresenteremo nel confronto con il Ministro, e di rassicurarvi circa il nostro impegno a continuare un’iniziativa sindacale tesa a garantire qualità perché le ragioni e le richieste della scuola pubblica devono trovare risposte coerenti.
[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


La Scuola risponderà
di Precarius

La Gilda, i Cobas, i Cub con gli Unicobaslo Snals si preparano allo sciopero generale invitando tutti ad una coordinazione unitaria sul territorio. Non è difficile ipotizzare che a breve seguiranno numerosi comunicati sindacali di mobilitazione da parte delle altre realtà associative dell’istruzione.

[ leggi (3 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Chiamiamolo Antonio
di Dedalus

E' evidente che nel nuovo assetto che si viene a delineare una figura docente emerge e si staglia con particolare rilievo. Non vogliamo chiamarlo (chissà per quale prouderie..) "prevalente" ? La sostanza non cambia.



Il Decreto attuativo e la riforma scolastica
di On. Piera Capitelli

Berlusconi ha affermato che i movimenti e l’opposizione hanno detto bugie fino ad ora. Ma è vero che tale decreto è il primo passo di una riforma che rinnova e prospetta un assetto formativo migliore per tutti?

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Giù le mani !
di Gianni Mereghetti

Sì, maggioranza e opposizione, sindacati e confindustria, devono finirla con il tentativo ricorrente di voler mettere la museruola alla scuola, perché la sua unica possibilità di futuro è che siano insegnanti, studenti e genitori a costruirla.
[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Quando il gioco si fa duro
di Fabrizio Dacrema

Il decreto per attuare le legge 53 nella scuola dell’infanzia, elementare e media è stato approvato, ma la partita rimane aperta.
Sul fronte politico e sindacale le questioni poste da questo decreto sono tutt’altro che risolte dall’approvazione forzata del provvedimento. Gravi anche i problemi riferiti alla legittimità del provvedimento.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Procediamo all' incontrario
di Claudia Fanti

Gli attuali padroni del vapore ci dicono che nulla cambierà, che le risorse impegnate per l’istruzione sono aumentate, che le famiglie saranno ascoltate e avranno voce in capitolo , che la scuola da loro disegnata apre tante possibilità per i giovani… Allora bisognerebbe fare l’ennesimo “eroico” sforzo alzando lo sguardo oltre di loro.



Lo sciopero? Una questione morale
di Mirco Pieralisi

Care colleghe e colleghi, cosa intendiamo fare dopo l’approvazione del decreto? Intendiamo limitarci, tra le pieghe di quello che concede la legge sull’autonomia scolastica, alla riduzione del danno?

[ leggi (3 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Quando il gioco si fa duro …
di Grazia Perrone

Perché – Dacrema – taci di questo, gravissimo, aspetto della dinamica sociale che – avvelenando i rapporti personali all’interno delle singole istituzioni scolastiche – ha già prodotto conseguenze nefaste nel tessuto solidaristico e sociale delle scuole?



Per il futuro della scuola
di Gianni Mereghetti

La rissa che caratterizza i teatrini del potere politico e di cui si nutre l’informazione può diventare anche la logica dominante dei rapporti scolastici. Questa minacciata conflittualità, faccia o non faccia in mille pezzi la Riforma, di fatto distruggerà la vita quotidiana della scuola.



Altra temibile puntata: carriera, valutazione...
di Claudia Fanti

Noi, semplici e umili cittadini di un mondo impazzito per quattro euro, vogliamo continuare a prendere su sorrisi di politici, ammiccamenti di associazioni, spiegazioni di quotidiani che un giorno si schierano di qua e uno di là…? Vogliamo veramente credere alla buona fede di chi ci propina la giustezza della differenziazione retributiva?



Bella cosa. Diserti!
di Giuseppe Aragno

Contro la riforma è buona parte della società civile.
Le cose però non sono così semplici. Sul terreno non si fronteggiano, come pure sembra, due schieramenti nettamente contrapposti. Se fosse così, non saremmo al punto in cui siamo. Esiste una palude insidiosa e indefinita che sfuma i contorni dello scontro; sabbie mobili entro le quali potremmo sprofondare subito dopo l’attacco.

[ leggi (4 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Non dimenticare mai!
di Ilaria Ricciotti

Gli uomini veri sono coloro che nel profondo,
possiedono il senso del Rispetto ,
per ogni essere che si trova in questo mondo.



Puoi dire da qual fiore l’ape raccolga il miele soave?
di Aldo E. Quagliozzi

Dedico, come fiore che non appassisce mai, la meravigliosa poesia del pensatore indiano Krishnamurti a tutte le vittime innocenti della barbarie nazifascista, affinché la verità, tutte le verità, non abbiano mai a perire dalla memoria degli uomini di buona volontà.



L'isola dei colibrì
di dodici in tutto

C’era una volta un paese di nome Biancastagno. Si chiamava così perché le castagne sui castagni erano bianche, e molti colibrì ci volavano intorno. Abitavano lì dodici bambini con i loro genitori......



Irene e Paolo
di Roberta Bedosti

Un anno di vita di ragazzi di terza media. Una serie di piccoli flash sulla loro vita scolastica, i loro sogni, le amicizie, i primi amori. Appositamente frammentato in capitoli brevissimi, perché la vita a 13 anni è fatta di capitoli brevissimi.



Un nuovo inizio
di Naila

“La mia vita, d’ora in poi, sarà semplicemente un continuo imparare a conoscere il mondo e me stessa. Sarà una grande ricerca di tesori da regalare al mio cuore”.



 

Brevi di cronaca

NELLA CITTA' DEI FANTASMI
La storia e la vita quotidiana
di un’anziana coppia di ceceni
tra le rovine di Grozny.
Il tentativo di tornare alla normalità
cercando libri tra le macerie


ALLA MIA CARA MAESTRA
Era la conquista della normalità
il sogno di Eli Zfira.
Un sogno spezzato per sempre
su quell’autobus che ogni mattina
sfidava la sorte
Il ruolo dei docenti
Professione Docente - 31-01-2004
Intervista sui temi della scuola ad Albertina Soliani, Senatrice della Repubblica nel gruppo Margherita-DL-L’Ulivo. Membro della 7 Commissione permanente (Istruzione pubblica, Beni Culturali) e della Commissione parlamentare per l’infanzia, per l’Ulivo si sta occupando del settore Scuola all’ interno del programma politico per le elezioni europee.
[ leggi ][ commenta
Scuole in piazza
Giornale di Brescia - 31-01-2004
Dopo Roma, anche Brescia scende in piazza per dire no al primo decreto attuativo della Riforma Moratti che riorganizza, dal prossimo settembre, le scuole materne ed elementari e il primo anno delle medie. E per chiederne l’immediato ritiro perché «penalizza il diritto allo studio e la scuola pubblica (statale, perché anche quella paritaria è pubblica, ndr.), dequalifica l’attuale offerta formativa ed educativa, smantella il tempo pieno e prolungato e riduce gli organici del personale».
[ leggi ][ commenta
La scuola è il nostro futuro
La Repubblica - 30-01-2004
«La crisi può favorire la metamorfosi del sistema, in direzione di una società-mondo più ricca e complessa, una società più umana e giusta, capace di far fronte alla sfide del futuro». A condizione però che la civiltà occidentale rinunci a rincorrere ostinatamente un´idea di progresso «basata esclusivamente sulla fiducia cieca nel potere della tecnica e dell´economia».Parla Edgar Morin che oggiriceve il premio Nonino
[ leggi ][ commenta
Rallenta la dispersione scolastica
Italia Oggi - 29-01-2004
La dispersione nasce alle scuole medie. Mentre è quasi sconosciuta alle elementari. È questo il dato di fondo emerso dall'indagine campionaria sulla dispersione scolastica realizzata dall'Ufficio di statistica del ministero dell'istruzione, relativamente all'anno scolastico 2002-03. Inoltre il fenomeno, pur caratterizzando tutto il territorio nazionale, assume connotazioni diverse a seconda delle aree geografiche prese in considerazione, tanto che si può parlare di due diverse tipologie di dispersione scolastica.
[ leggi ][ commenta
Alla fiera dell'est
Scuolaoggi - 28-01-2004
Ci sembra che il superamento della presunta "rigidità" dei modelli organizzativi della legge 148/90 (moduli e tempo pieno, che consentivano orari diversi garantendo comunque le compresenze), porti ad una differenziazione di tempi non solo discutibile dal punto di vista della qualità della scuola ma addirittura difficile da gestire sul piano organizzativo. E ritorniamo alla domanda iniziale: quali organici e, soprattutto, in base a quali parametri? Il punto sta qui. Come dicevano gli antichi "Qui è Rodi, qui occorre saltare".
[ leggi ][ commenta
La scoperta dell'acqua calda: l'inglese
Tuttoscuolanews - 27-01-2004
L'alfabetizzazione nella lingua inglese, secondo quanto delineato dalle indicazioni nazionali anche nelle prime due classi della scuola primaria, e' uno degli aspetti piu' pubblicizzati e qualificanti della nuova scuola, ma, a dire il vero, e' una novita' che affonda le radici in programmi gia' rodati. Non solo, fino a oggi l'insegnamento dell'inglese e' di 3 ore settimanali, mentre da domani con le 27 ore complessive sara' sicuramente inferiore, probabilmente di 2 ore dalla seconda in poi. E le altre lingue straniere che fine faranno? Le risorse professionali appositamente formate andranno disperse?
[ leggi ][ commenta
Servono risorse per migliorare la qualità
Uilscuola - 26-01-2004
La discussione sulla professionalità docente avviene in un contesto favorevole in quanto abbiamo alle spalle un buon contratto ed una verifica elettorale di consenso alle confederazioni sindacali. Il sindacato confederale ha ora un mandato rafforzato che ne fa l' interlocutore insostituibile e che ne aumenta le responsabilità per scelte che debbono essere innovative e non conservatrici.
[ leggi ][ commenta


Tam Tam
IL TATZEBAO


educazione lavoro politica pace giustizia democrazia : appelli coordinamenti e pubbliche iniziative dal villaggio globale da inviare a fuoriregistro


vai all'indice
Biodiversità
LAC - 31-01-2004
 pianeta 
In questa legislatura stiamo assistendo a un attacco senza precedenti contro l'ambiente, non soltanto per quanto riguarda la caccia, ma le aree protette, i parchi, le aree demaniali, il patrimonio artistico e ambientale del nostro Paese svenduto ai privati, solo per citare alcuni dei provvedimenti più disastrosi dell'ultimo periodo.
[ leggi ][ commenta
Gli Stati generali della comunicazione
Anna Pizzuti - 31-01-2004
 espressioni 


L’informazione e la cultura rappresentano beni fondamentali dei cittadini. La corretta informazione, la conoscenza piena dei fatti, la pluralità delle espressioni culturali nelle diverse forme, sono elementi fondamentali di civiltà e di libertà, parte integrante di quel diritto alla cittadinanza garantito dalla Costituzione.

[ leggi ][ commenta
Il 24 gennaio
Aldo E. Quagliozzi - 30-01-2004
 opinione 
Ivan Aleksejevic andò alla stanza Vescenskaja chiamato dal presidente del revcom del distretto. Doveva tornare verso sera.
Miska Koscevoj sedeva nella casa deserta di Mohov, nell’antico gabinetto da lavoro del padrone, davanti alla scrivania larga come un letto a due piazze
[ leggi ][ commenta
Se la scuola
Lucia Maddii - 29-01-2004
 proposta 
Carissimi colleghi, vi segnalo questa importante inziativa, che sarà occasione di scambio e di confronto a livello nazionali sui temi della accoglienza, didattica dell'italiano L2, educazione interculturale.
Il convegno si terrà a Firenze dal 25 al 27 febbraio.
Tutte le informazionisul sito dedicato all'evento.
[ leggi ][ commenta
Leggere nella società tecnologica e multiculturale
Andrea Angiolino - 28-01-2004
 quaderni 
Meglio tardi che mai! Riceviamo da Andrea la notizia di questa interessantissima e densa giornata di studio, che si terrà a Firenze il prossimo 13 maggio. Le iscrizioni scadono il 31 gennaio, affrettatevi!!
[ leggi ][ commenta
La costruzione del tempio
Rossana Rossanda - 27-01-2004
 libri 
Se a scuola ci fosse un'ora di insegnamento delle religioni i miei figli li manderei. E di quali libri li vorrei dotati? Vorrei avere per le chiese cristiane e per l'islam libri come questo di Luzzatto. Perché è un volumetto chiaro e accessibile, ricco di informazioni, singolare esempio di illustrazione dell'ebraicità, con una pietas - l'autore è anche il capo della comunità ebraica in Italia - che non rinuncia al metodo storico-critico.
[ leggi ][ commenta
La qualità dell'integrazione scolastica
Fish - 26-01-2004
 sociale 
La FISH scrive al Ministero dell'Istruzione, della Salute, ai Direttori degli uffici scolastici, i coordinatori dei Csa, i Dirigenti scolastici e i sindacati scuola sulla programmazione della qualità dell'integrazione scolastica. La lettera ricorda anche ai genitori gli obblighi delle Amministrazioni e dei Dirigenti.
[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Symantec Security Response
Team di esperti sulle intrusioni, tecnici della sicurezza e gruppi di supporto tecnico globale che operano in collaborazione per fornire copertura estesa per la clientela di aziende e privati. Fornisce ai clienti competenze sulla sicurezza in Internet complete, globali, aggiornate, per vigilare contro le odierne minacce di tipo misto provenienti da Internet. Permette inoltre di verifica l'esposizione del computer a un'ampia gamma di minacce on-line. È un servizio gratuito ed efficace che aiuta a stabilire le esigenze di sicurezza Internet. In particolare Symantec Security Response ha reso qui disponibile uno strumento di rimozione per eliminare le infezioni causate da W32.Novarg.A@mm .
Didattica della danza
In questa sezione del portale InformaDanza raccogliamo, divisi per le diverse tipologie e categorie, documenti, tesi, articoli, saggi, ricerche inerenti la danza in tutte le sue forme e manifestazioni. Il nostro Progetto Nazionale di studio mira ad una definizione programmatica degli obiettivi della danza nella scuola di base
Newtopia
"Ahi, Velasquez, fino a quando inventeremo un nido di rose ai piedi dell'arcobaleno e tante stelle, tante nelle notti chiare per questo mondo, questo mondo da cambiare?" Un altro viaggio, o una nuova piazza, con forum in cui dibattere di scuola, ma non solo; il confronto ai allarga alla politica, all'attualità, e, perchè no?, alle amenità varie! Benvenuto a chiunque voglia iscriversi!
Rete di scuole capaci di futuro
Il progetto di Legambiente scuola e formazione vuole favorire la costruzione di una scuola attenta alla crescita culturale e civile degli allievi, al miglioramento del rapporto tra scuola e territorio, alla riflessione professionale e culturale. La rete prevede la possibilità di confronti di esperienze e di forum tematici dedicati a problemi della scuola di oggi (sul piano organizzativo, culturale, educativo, professionale)
f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rubrica intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze.
Questa newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia collaborare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo fuoriregistro@didaweb.net e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Il Progetto - Emanuela Cerutti (coordinamento), Giuseppe Aragno, Marino Bocchi, Grazia Perrone, Anna Pizzuti (redazione), Maurizio Guercio (sito).

  Newsletter precedente Newsletter successiva