Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro del 25/01/2004 - a.s. 03/04
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 25/01/2004
raccontiscaffali

Sommario
Approvato il decreto attuativo della Riforma
di Vittorio Delmoro
Che fare
di Francesco Mele
Quando le bugie diventano verità
di Claudia Fanti
Secondo ciclo di istruzione: problemi e scenari
di Maurizio Tirittico
Cosa sta succedendo nei licei scientifici?
di Docenti di Bari
Tornando da Roma
di Vittorio Delmoro
Sono abbastanza vecchia
di Grazia Perrone
Non demagogia ma esigenze reali
di Alba Sasso
Scuole elementari, medie, dell' infanzia parlano...
di Coordinamento forlivese
La Settima Commissione
di Precarius
Il governo si rifiuta di ascoltare
di Alba Sasso
Lettera aperta a Mereghetti
di Antonio Cucciniello
La Poderosa
di Marino Bocchi
La Storia ci dimenticherà?
di Gianni Pardo
Lo spettacolo deve continuare
di Concetta Centonze
Internet e certi navigatori senza nome
di Ilaria Ricciotti
In calendario la memoria
di Giuseppe Aragno
Letture
di Emanuela Cerutti
Memoria e speranza
di Gianni Mereghetti
Porrajmos: non solo un rituale
di Radio Città del Capo

Mumbay, India
16 - 21 gennaio 2004
World Social Forum


tornando a casa:
Arrivederci Mumbay
Appello dai movimenti sociali
Ultime notizie

Approvato il decreto attuativo della Riforma
di Vittorio Delmoro

E’ stato approvato un decreto di dubbia legittimità e di difficile attuazione, che riporta la scuola indietro nel tempo. La scuola italiana scenda in sciopero unitariamente e chieda a tutte le categorie dei lavoratori uno sciopero generale. Un vento gelido sta spazzando via qualcosa d'importante: la scuola dell'autonomia.

[ leggi (3 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Che fare
di Francesco Mele

Nelle assemblee sento in continuazione un ritornello che mi fa star male: “ma voi sindacati cosa fate?”.
Mi fa star male perché è lo specchio dell’atteggiamento di delega che è molto diffuso nella nostra categoria. Il CHE FARE è cosa che riguarda tutti!



Quando le bugie diventano verità
di Claudia Fanti

Se non fosse successo qualcosa di estremamente “pericoloso” per gli equilibri a lungo cercati e conquistati nella scuola dell’infanzia, elementare e media, si potrebbe anche sorridere di fronte al parlante potere , potere per altro sempre umanamente effimero di chi se lo trova appiccicato addosso per qualche tempo.



Secondo ciclo di istruzione: problemi e scenari
di Maurizio Tirittico

Vi invio il Documento elaborato nel seminario nazionale sul secondo ciclo di istruzione, organizzato dall’ ANDiS: si tratta di una prima stesura come piattaforma per la discussione.



Cosa sta succedendo nei licei scientifici?
di Docenti di Bari

La mera logica del risparmio ha comportato e continuerà a comportare un inevitabile processo di regressione dell’azione didattica nei nostri Licei a scapito della preparazione dei nostri studenti. E’ un’illusione ritenere che la nostra lettera possa contribuire ad un ripensamento sulla opportunità di Misure di razionalizzazione così avventate e dalle conseguenze tanto dannose?



Tornando da Roma
di Vittorio Delmoro

Può un governo fare leggi contro i bambini?
Evidentemente sì, visto che sabato a Roma sonoscesi in piazza anche i bambini, soprattutto i bambini! Strumentalizzati, si dirà. Il governo Berlusconi e questo suo ineffabile ministro hanno raggiunto un risultato del tutto imprevisto, quando quasi tre anni fa si insediavano trionfalmente al potere : una saldatura intergenerazionale mai vista in Italia!



Sono abbastanza vecchia
di Grazia Perrone

Da ricordarmi la vergogna delle classi di risulta. Al mio primo incarico, da docente, mi fu affidata una classe “difficile”, di quelle che non voleva nessuno e che “affibbiavano” solo ai supplenti: una quinta con venticinque ragazzi il più grande dei quali aveva 15 anni … ed era più alto di me!



Non demagogia ma esigenze reali
di Alba Sasso

Non si può parlare di demagogia, quando a scendere in piazza sono i cittadini in carne e ossa: i lavoratori della scuola, i docenti, i genitori, gli studenti, tutti insieme a rivendicare la qualità dell’insegnamento, il diritto a un’istruzione pubblica che formi le cittadine e i cittadini di domani.

[ leggi (3 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Scuole elementari, medie, dell' infanzia parlano...
di Coordinamento forlivese

Scopo della scuola non dovrà mai essere quello di “accontentare” un’utenza qualsiasi, bensì quello di favorire la costruzione di basi per le future scelte responsabili e colte delle/dei futuri cittadini. La società civile ora dovrà difendere anche i suoi piccoli, spesso scordati perché privi di una voce udibile, apparentemente poco autorevole.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


La Settima Commissione
di Precarius

Leggendo gli atti della discussione parlamentare, si nota qualcosa di curioso. Quasi un timore a mostrarsi troppo liberisti,una sorta di ritirata strategica di facciata. Ma le abrogazioni presenti nel decreti restano, a meno di ripensamenti profondi, con tutto il loro carico di responsabilità.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Il governo si rifiuta di ascoltare
di Alba Sasso

Con la protesta delle opposizioni, che mercoledì sera hanno abbandonato la VII Commissione della Camera, è stato dato dalla maggioranza di governo parere favorevole al decreto. La stessa maggioranza che in commissione bilancio ha dato parere negativo.

[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Lettera aperta a Mereghetti
di Antonio Cucciniello

Abbiamo bisogno di organizzazioni democratiche, non eternemente in conflitto tra di loro, non clientelari, non autoreferenziali, attente alle necessità dei lavoratori ma anche a quelle dello Stato ( non certo del Governo di turno ). l'esplosione di conflitti senza regole non conviene a nessuno.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


La Poderosa
di Marino Bocchi

Chi si mette in viaggio, veramente in viaggio, non ritorna. Perché chi ritorna dopo un viaggio, un vero viaggio, non è la stessa persona che ha deciso di partire. Il viaggio, quando è veramente un viaggio, ti aiuta a trovare proprio questo: il tuo posto nel mondo.



La Storia ci dimenticherà?
di Gianni Pardo

il Ventesimo Secolo è un secolo di nipoti sciocchi che godono del grande patrimonio lasciato loro da un nonno geniale.


Lo spettacolo deve continuare
di Concetta Centonze

Scrivo questa esternazione in uno stato d’animo che oscilla tra la malinconia e lo stupore. Malinconia e stupore, un po’ agghiacciati e stranianti, che si provano di fronte ad un’eclissi della ragionevolezza, del senso delle priorità, della “carità di patria” o della più elementare umanità.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Internet e certi navigatori senza nome
di Ilaria Ricciotti

Il computer è indubbiamente un'invenzione molto importante. Nonostante ciò, come tutte le invenzioni umane, esso è un'arma a doppio taglio: da una parte la sua utilità, dall'altra la sua stupidità.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


In calendario la memoria
di Giuseppe Aragno

Non la comprenderebbe, Levi, una memoria istituzionalizzata e priva di presente. Una memoria ope legis, è un confine tirato con squadra e penna sulla geografia del tempo, come quello d’un antico stato coloniale: mente fissando un limite e consegna al passato ciò che invece è presente.



Letture
di Emanuela Cerutti

"E' molto strano che io non abbia abbandonato tutti i miei sogni perché sembrano assurdi e irrealizzabili. Invece me li tengo stretti, nonostante tutto, perché credo tuttora alla bontà dell'uomo". Anne Frank



Memoria e speranza
di Gianni Mereghetti

Il 27 gennaio 1945 il campo di sterminio di Auschwitz venne liberato. Quella data è rimasta nella nostra storia a indicare che Auschwitz non è il punto di arrivo del cammino umano, perché c’è un Bene più grande del male che l’uomo produce e che grazie all’uomo stesso si afferma.



Porrajmos: non solo un rituale
di Radio Città del Capo

Tra gli orrori della Seconda Guerra Mondiale c’è lo sterminio dei 500.000 rom e sinti nei campi di concentramento nazisti. Una storia ampiamente dimenticata e che invece merita memoria: ecco perché Popolare Network manderà in onda, in occasione della Giornata della Memoria, il documentario “Porrajmos”.



 

Brevi di cronaca

GUERRA CIECA

Una guerra per motivi ancora non rivelati, un inganno consapevole ai danni del popolo americano e del mondo intero.
(Giulietto Chiesa)
..........................................................

KAMIKAZE, SOTTO LA CENERE
Che cosa può spingere un o una adolescente, in un angolo del mondo globale, a depositare sul martirio un investimento di senso...
(Ida Domninijanni)
La Scuola risponderà
Istruzione.it Precarius - 24-01-2004
La Gilda, i Cobas, i Cub con gli Unicobas,lo Snals si preparano allo sciopero generale invitando tutti ad una coordinazione unitaria sul territorio.
Non è difficile ipotizzare che a breve seguiranno numerosi comunicati sindacali di mobilitazione da parte delle altre realtà associative dell’istruzione .
Si sta vivendo un processo storico importante, si prepara lo sciopero più imponente della storia della scuola.
[ leggi ][ commenta
V I A L I B E R A
Istruzione.it - 24-01-2004
Roma, 23 gennaio.
Il Consiglio dei Ministri ha approvato oggi in via definitiva, dopo il parere della Conferenza unificata e delle Commissioni parlamentari competenti e su proposta del Ministro Letizia Moratti, il decreto legislativo riguardante la definizione delle norme generali relative alla scuola dell'infanzia e al primo ciclo dell'istruzione.

[ leggi ][ commenta
Due lettere sul tempo pieno
Red - 23-01-2004
"La situazione è grave/ed anche i miei amici/son tutti un pò stressati/per il troppo lavorar./IL TEMPO PIENO A SCUOLA /NON LO VOGLIAMO FARE /VOGLIAMO STAR CON MAMMA E PAPA' " Questo nel testo della canzone vincitrice dello Zecchino d'oro. Per fortuna ci sono scuole, come le “Benci” di Livorno, che stanno rimettendo a posto le cose ed informano: "Caro genitore, sei tu ascegliere finalmente: oltre alle attività in orario scolastico uguali per tutti puoi chiedere di fare pittura, teatro, inglese con insegnante di madre lingua, corsi di chitarra, volley, basket, danze sud americane, perfino degustazione di vini, purchè ci sia un gruppetto di bambini disposto a pagare un piccolo contributo (facciamo prezzi modici, solo 11 euro al mese).
[ leggi ][ commenta
La Consulta dà torto alla Moratti
Repubblica - 22-01-2004
Sentenza shock della Corte costituzionale sulla scuola. La Regione vince un ricorso e chiede al ministro Letizia Moratti di fermare la sua riforma. «Quasi mi tremano i polsi...», commenta l´assessore regionale alla Scuola Mariangela Bastico con in mano il testo dei giudici costituzionali in cui si dice che la gestione del personale scolastico è di competenza della Regione. Ciò significa, secondo l´assessore, che «i 58 mila dipendenti della scuola pubblica emiliano-romagnola passeranno in capo a noi». Una rivoluzione.
[ leggi ][ commenta
Dice Diliberto
Cobas scuola - 21-01-2004
''Quando torneremo a governare noi la riforma della Moratti dovra' essere abrogata, non ci possono essere miglioramenti o aggiustamenti, come qualcuno propone nel centrosinistra, e' una vergogna da eliminare''. ''I bambini sono quelli che devono fruire della scuola, ho trovato assolutamente normale che i genitori portassero i figli alla manifestazione'' conclude il segretario dei Comunisti italiani.
[ leggi ][ commenta
Maturita': le materie fanno scoprire una scuola che non c'e' piu'
Tuttoscuolanews - 20-01-2003
912 sono gli indirizzi per i quali il Miur ha definito altrettante materie per il secondo scritto.
La scuola che tutti si immaginano in effetti da tempo non c'e' piu', nel senso originario del termine.
La prova piu' eclatante viene dagli istituti magistrali che, dopo aver perso per cancellazione della norma di base la propria antica caratteristica di istituto quadriennale per la formazione dei maestri, hanno soltanto indirizzi sperimentali autonomi. Per l'esattezza ben 171.
[ leggi ][ commenta
La partita resta aperta
Scuolaoggi - 19-01-2004
Se il prossimo anno venisse confermato l’organico docenti attuale le scuole verrebbero a disporre delle risorse del vecchio Tempo Pieno per attuare il nuovo modello previsto dalla riforma Moratti. In questo caso i collegi docenti potrebbero rifiutersi di attuare un impianto organizzativo fondato sul docente tutor più satelliti vari, e confermare in buona parte il modello organizzativo esistente, basato sul gruppo docente paritario e la contitolarità.
E se invece MIUR e governo approveranno il decreto così com’è, con un successivo decreto sugli organici che assegna alle scuole docenti in proporzione al "monte ore strettamente necessario" e non alla doppia titolarità (2 insegnanti ogni classe di T.P.)??

Nei commenti, da Lorenzo Picunio una scheda su
Riforma e Circolare iscrizioni

[ leggi ][ commenta


Tam Tam

A P P E L L O
PER LA VALORIZZAZIONE
DEGLI ISTITUTI TECNICI E PROFESSIONALI


Rilanciamo la proposta che ha già ottenuto moltissime adesioni nelle piazze
e sulla rete.
Obiettivo è costruire un modello scolastico che coniughi le singole autonomie con l’unitarietà del sistema nazionale, che guardi l’Europa e che sia coerente con la Costituzione Italiana ( art. 33 comma 2 ) e con l’equivalenza formativa
dei diversi percorsi.

LEGGI L' ARTICOLO

Storia, burle e politica: l' egoarca e i misteri del bel paese
Aldo E. Quagliozzi - 24-01-2004
 opinione 
Ho da narrare ai miei pochi lettori della rete la storia di una burla in verità un po’ datata. Lo scenario della burla è la vecchia Inghilterra di inizio secolo, ovvero dell’anno 1912. Il protagonista della storica burla un avvocato, tale Charles Dawson, dilettante archeologo del Sussex, che fece passare per fossili le ossa rinvenute e che, in verità, erano state sotterrate, artificialmente colorate, e per i denti rinvenuti in quel sito, abilmente limati.
[ leggi ][ commenta
Meglio il carcere minorile che a casa
Angela Nicoletti - 24-01-2004
 storie 
“Vi prego, arrestatemi, ma non portatemi a casa. Lì non ci voglio andare. Ho fame, ho freddo e vengo maltrattato”
Questo si sono sentiti rispondere i carabinieri della Compagnia di Frosinone, l’altro ieri sera, quando sono intervenuti nei pressi del centro commerciale Carrefour dov’era stato segnalato un tentativo di scasso a delle automobili.
[ leggi ][ commenta
Il futuro nasce dal Sud
Galassia Gutenberg - 23-01-2004
 libri 
La più importante fiera del Libro e dell'Editoria del Sud Italia, propone per la sua quindicesima edizione (dal 13 al 16 febbraio 2004 a Napoli, nei nuovi spazi della Mostra d'Oltremare), un programma attento alle trasformazioni del mondo editoriale legato all'Università e alla formazione, ma anche ai nuovi fenomeni del linguaggio e della comunicazione.
[ leggi ][ commenta
La Campagna di tesseramento 2004
Libera - 22-01-2004
 espressioni 
Parte la campagna per aderire a Libera, aperta a singoli, scuole, classi ed associazioni locali e nazionali. Diverse le modalità di tesseramento, con la possibilità di abbonarsi alle riviste Narcomafie e Macramè

[ leggi ][ commenta
Risorse e povertà
Fuoriregistro - 21-01-2004
 pianeta 
“La Terra non possiede le risorse per permettere a tutti i suoi abitanti di vivere come l’europeo e l’americano medio. Che nei prossimi decenni dovrebbero ridurre fino al 90% il loro uso ineguale d’energia e materie prima. Pena: la catastrofe ecologica, sociale e psicologica del pianeta, ormai alle porte”. Ma siamo sicuri che l'America sia messa bene?
[ leggi ][ commenta
Corso di perfezionamento universitario
Daniela Antonello - 20-01-2003
 giochi 
Un momento significativo di aggiornamento, per i docenti, sull'importanza del gioco e dei linguaggi espressivi, per il perfezionamento e la professionalizzazione di giovani laureati sulle tematiche riguardanti i giochi, i giocattoli, le esperienze ludiche in genere e i linguaggi attraverso cui l'esperienza ludica diventa formativa in laboratori creativi.
[ leggi ][ commenta
Spazio Scuole
Greta Blu - 19-01-2004
 proposta 
Uno spazio a disposizione di alunni, insegnanti e genitori per partecipare alle attività promosse e per aiutare i bambini ad affrontare, insieme agli adulti, tematiche e problemi sociali utilizzando le favole, tanta fantasia ed i propri pensieri.
[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
ANIAT
L'ANIAT è l'Associazione nazionale degli insegnanti dell'Area Tecnologica di ogni ordine e grado di scuola e di coloro che sono in possesso del titolo di studio per accedere a tali insegnamenti. Priva di scopi di lucro, si propone di valorizzare la Cultura Tecnologica e gli insegnamenti scolastici di tutti gli ordine di scuola che ad essa fanno riferimento. Persegue, pertanto, obiettivi di carattere culturale, con iniziative tese a consolidare e a migliorare la professionalità docente, curando sia la formazione iniziale che quella in servizio. Tutela altresì gli interessi occupazionali, professionali ed economici degli insegnanti promuovendo all'occorrenza, nella salvaguardia della qualità del servizio scolastico prestato, adeguate e democratiche azioni rivendicative.
Caravaggio: una mostra impossibile
Ovvero:l'opera d'arte nell'era della sua riproducubilità digitale.Il sito Web che si apre in occasione della mostra di Castel Sant ’Angelo si caratterizza per l ’altissima definizione delle immagini digitali,che consentono un ’esplorazione delle immagini presentate in rete (tutta l ’opera del Caravaggio)secondo modalità intuitive e di facile impiego e, soprattutto,con un grado di definizione finora mai conseguito in un sito Internet. (Dal Giornale della Mostra")
Unla
L'Unione nazionale per la lotta contro l'analfabetismo è l'unico ente che nel nostro paese si occupa istutuzionalmente di educazione degli adulti. Il suo mpegno centrale è oggi volto ad aggredire la dura realtà del diffuso semianalfabetismo esistente nel Paese. Infatti secondo i più recenti dati ISTAT (2003) su circa 57 milioni di Italiani poco più di 3.500.000 sono forniti di laurea, 14.000.000 di titolo medio superiore, 16.500.000 di scuola media e ben 22.500.000 sono privi di titoli di studio o possiedono, al massimo, la licenza elementare. In percentuale 39,2% dei nostri concittadini sono fuori della Costituzione che, come si sa, prevede l’obbligo del possesso di almeno otto anni di scolarità.
Scuola Dante Alighieri, Comitato Mondavio
All'interno del nostro impegno per la diffusione della lingua italiana , vi proponiamo materiale, scaricabile gratuitamente, che nasce dalla nostra diretta e quotidiana esperienza di insegnanti a studenti stranieri. Speriamo che quanto troverete qui possa esservi utile e possa stimolare di più i vostri ragazzi. La pagina verrà costantemente aggiornata.
f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rubrica intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze.
Questa newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia collaborare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo fuoriregistro@didaweb.net e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Il Progetto - Emanuela Cerutti (coordinamento), Giuseppe Aragno, Marino Bocchi, Grazia Perrone, Anna Pizzuti (redazione), Maurizio Guercio (sito).

  Newsletter precedente Newsletter successiva