Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro del 18/01/2004 - a.s. 03/04
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 18/01/2004
scaffali

Sommario
Impatto con l`India
di Espo, Kekko, Robi, Samantha, Mauri, Gianmario
Felici ad ogni costo!
di Giuliana De Tata
La filosofia del buco
di Ilaria Ricciotti
L' Acqua e Bonolis
di Attacbergamo
Un popolo
di Gianni Mereghetti
Uniti contro il terrorismo
di Ilaria Ricciotti
Per ricordare Norberto Bobbio
di Teo Orlando
In difesa del tempo pieno e prolungato
di Alba Sasso
Non ci pagano :(
di Gianni Mereghetti
Succede nelle scuole
di Redazione
L'Educazione Tecnica è stata cancellata
di Aldo Sala
Obbligo e facoltà
di Grazia Perrone
Vai avanti te....
di Pino Patroncini
Era un sogno ingenuo, ma tutti lo abbiamo fatto.
di Grazia Perrone
Io non rinuncio alla memoria
di Scuolafuturo
Vedi alla voce amore
di Anna Pizzuti
Il paese senza: un infuso speciale
di Noemi Lovei
Una fra tanti
di Agata Rita Judicelli

Mumbay, India
16 - 21 gennaio 2004
World Social Forum


notizie ed nformazioni su:
Attac
Carta
Unimondo

Impatto con l`India
di Espo, Kekko, Robi, Samantha, Mauri, Gianmario

Basta un viaggio in taxi dall`aeroporto al posto dove devi andare per capire che l`India non e` quella di Boldi e De Sica. Si sale in macchina, su una delle tante e tutte uguali Fiat 1100 nere e gialle, e si viene catapultati in un attimo per le strade di quello che, per un tranquillo occidentale abituato a comodi viaggi in Europa ed al massimo a qualche documentario esotico, e` semplicemente un altro mondo. E forse un altro pianeta.



Felici ad ogni costo!
di Giuliana De Tata

Oso per gli altri ed anche per me, un augurio un po’ speciale: che il 2004 ci veda meno…”felici”, ma più consapevoli del fatto che ognuno di noi è risorsa, più responsabili dello sviluppo della comunità di appartenenza e finalmente più liberi, …secondo il dettato costituzionale.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


La filosofia del buco
di Ilaria Ricciotti

Non è forse questa la società dove è intelligente soprattutto chi è furbo? Chi non si alimenta quotidianamente di quei valori propri di un'anima etica, rispettosa dell'altro, amante della giustizia, della verità e dell'accettazione di tutti gli esseri umani, anche di coloro che peccano spesso di ingenuità?

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


L' Acqua e Bonolis
di Attacbergamo

in occasione della prima grande conferenza delle Nazioni Unite sull'acqua i Governi avevano scritto che "l'acqua è un diritto dell'uomo o dell'umanità", a L'Aja nel 2000 hanno fatto un piccolissimo cambiamento "del quale potremmo non accorgerci, in un discorso così lungo", ha avvertito il conduttore durante la scorsa puntata di Domenica in.



Un popolo
di Gianni Mereghetti

Che dentro una società alla deriva operino uomini con uno sguardo positivo alla realtà e con una capacità di bene comune, è questo che dà speranza all’uomo d’oggi e lo educa a domandare e ricercare il valore della sua vita e di quella di ogni essere umano, così da ritrovare quella gratuità e quel senso di responsabilità che possono contribuire ad un futuro più prospero e pacifico del nostro Paese.



Uniti contro il terrorismo
di Ilaria Ricciotti

In passato abbiamo conosciuto questa strategia della tensione che spaventava, ed ha causato molte vittime innocenti. Poi , anche se tutti gli scheletri riposti negli armadi non sono stati tirati fuori, milioni di italiani hanno capito.



Per ricordare Norberto Bobbio
di Teo Orlando

Nell'unirmi al cordoglio generale per la morte di Norberto Bobbio, vorrei ricordarlo con due citazioni dai suoi scritti, la prima che illustra esemplarmente le idee politiche in cui io stesso credo, la seconda che indica un modello di attività filosofica a cui molto approssimativamente cerco di ispirarmi da insegnante e da studioso.



In difesa del tempo pieno e prolungato
di Alba Sasso

Riveste una straordinaria importanza l’incontro che si è svolto martedì fra i parlamentari d’opposizione della VII Commissione di Camera e Senato e i coordinamenti e i gruppi di docenti e di genitori che stanno realizzando sul territorio iniziative e mobilitazioni contro il progetto di scuola della Moratti.

[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Non ci pagano :(
di Gianni Mereghetti

Si tratta certamente di briciole, ma che dignità può avere un’amministrazione pubblica che tratta in questo modo i suoi dipendenti?
Questo comportamento del Ministero della Pubblica Istruzione e dei suoi organismi territoriali è avvilente ed è l’indizio preoccupante della poca considerazione in cui si tiene il lavoro degli insegnanti!



Succede nelle scuole
di Redazione

Insegnanti, genitori e sindacati sono sul piede di guerra contro la riforma moratti della scuola. Dal 12 al 17 gennaio ci saranno ovunque iniziative di vario genere in difesa del tempo pieno alle elementari e alle medie: assemblee di genitori e insegnanti, autogestioni, "passeggiate" sulle strisce pedonali, campagne di iscrizione al tempo pieno e prolungato, bambini tenuti a casa dalle loro famiglie, attività didattiche altrenative, occupazioni...



L'Educazione Tecnica è stata cancellata
di Aldo Sala

Gli insegnanti di scienze saranno chiamati ad insengare tecnologia e informatica, in sostituzione degli insegnanti di Ed. Tecnica.
Tutto appare chiaro, nessun commento, nessuna voce osa porsi il problema. Quasi a dire, finalmente abbiamo eliminato una categoria di insegnanti inutili dalla scuola italiana.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Obbligo e facoltà
di Grazia Perrone

Sono questi i due termini che mi saltano agli occhi leggendo la lettera aperta del Ministro Moratti. In che modo possa conciliarsi (dialetticamente, intendo) la facoltà di iscrizione anticipata alle classi prime con l’obbligo di iscrizione è un mistero.



Vai avanti te....
di Pino Patroncini

Intendo parlare della parte, meno nota, della Circolare con cui il Ministro Moratti ha diramato le disposizioni per le iscrizioni: quella riguardante le scuole secondarie superiori, dove per altro il decreto attuativo è ancora di là da venire. Nondimeno anche qui lo spirito di anticipo della controriforma la fa da padrone.

[ leggi (4 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Era un sogno ingenuo, ma tutti lo abbiamo fatto.
di Grazia Perrone

"Se ventinove anni orsono, alla liberazione dei Lager, qualcuno ci avesse predetto che il mondo libero, da cui stavamo per essere riassorbiti, sarebbe stato meno che perfetto, non gli avremmo creduto.
Ci sarebbe sembrata un’assurdità, un’ipotesi talmente sciocca da non poter essere presa in considerazione."




Io non rinuncio alla memoria
di Scuolafuturo

Riproponiamo, per il secondo anno, l’appello e la proposta di effettuare un minuto di silenzio in occasione della giornata della memoria del 27 gennaio .



Vedi alla voce amore
di Anna Pizzuti

Sono diventata insegnante per insegnare la shoah. Il che potrebbe far pensare che ne parli continuamente, in classe. Non è così. Al contrario, quando accade, le parole che mi sento pronunciare mi sembrano del tutto inadeguate.



Il paese senza: un infuso speciale
di Noemi Lovei

Alessandro viveva in Italia,
ma non a Milano o a Venezia,
nemmeno ad Arezzo o a Perugia.
Il suo paese era sconosciuto a Roma e a Napoli.
Nessuno sapeva dove si trovava e come si chiamava...



Una fra tanti
di Agata Rita Judicelli

I miei genitori hanno lavorato sodo fino a quando io e mio fratello siamo cresciuti, ci siamo sposati e solo qualche anno fa si sono ritirati nella terra dove fioriscono i mandorli. Il sogno d´avere una casa comoda e confortevole lo hanno raggiunto, ma sono ritornati soli.



 

Brevi di cronaca

BAMBINI SOLDATO

..........................................................



CIAO, TOM

Che classe
Il Manifesto - 17-01-2004
DOMENICO STARNONE: "Il tempo pieno è stato anche un patto tra madri e scuola, tra madri e insegnanti, un servizio che ha aiutato le donne, in tre decenni, a venir fuori dal patriarcato. Se oggi, per dirla molto schematicamente, la Moratti cancellasse davvero il tempo pieno, il colpo sarebbe durissimo anche perché non poche madri o dovrebbero tornare a fare gli angeli del focolare o dovrebbero ricorrere, se se lo possono permettere, alle scuole private. Cosa del resto perfettamente coerente con lo smantellamento generale del servizio pubblico perseguito dal governo di centrodestra."
[ leggi ][ commenta
Dimissioni sì, dimissioni no
L'Unità - 16-01-2004
Tutta la vicenda parlamentare, dichiarano i capigruppo Angius e Bordon, è «un segno del malessere dilagante di fronte al comportamento di un ministro che in due anni e mezzo ha raggiunto il solo obiettivo di attaccare le fondamenta della scuola pubblica. Sostituire il tempo pieno con un doposcuola significa infatti privare i bambini di istruzione ed educazione, trattare i docenti come babysitter e mettere in difficoltà le famiglie, specie quelle meno abbienti». Ma le poltrone sono incollate.
[ leggi ][ commenta
Quel tempo arricchito
il manifesto - 15-01-2004
"Il tempo pieno è una visione organica della giornata scolastica, che non significa riempirla in qualsiasi modo ma articolarla coerentemente dal punto di vista educativo. I bambini non vanno a scuola per essere custoditi ma tutti i momenti della giornata devono essere qualificati. Nel tempo pieno è centrale l'esigenza del bambino, il rispetto dei suoi ritmi, anche delle sue stanchezze...." Intervista con Clotilde Pontecorvo, docente di psicologia dell'educazione.
[ leggi ][ commenta
Sotto il ponte
Rolando A. Borzetti - 15-01-2003
Forse è il caso che da sinistra si dica qualcosa di breve, chiaro e rapido sul ponte di Messina. Non il solito pregiudizio ideologico (viva il ponte, abbasso il ponte...) ma un ragionamento, un abbozzo di analisi per far capire al paese se abbia davvero ragione lo sbracato ottimismo di Berlusconi.
[ leggi ][ commenta
Lo sgambetto
Istruzione.it - 14-01-2004
"Il termine per l'iscrizione degli alunni nelle scuole statali di ogni ordine e grado per l'anno scolastico 2004/2005 è fissato al 31 gennaio 2004."
Lo stabilisce la circolare del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca emanata oggi, 13 gennaio 2004.
Il Ministro Letizia Moratti ha inviato una lettera aperta alle famiglie italiane con la quale ha assicurato genitori e alunni sull'attivazione dell'insegnamento obbligatorio della lingua inglese e dell'informatica sin da primo anno della scuola primaria e di una seconda lingua straniera nella prima media, come previsto dalla Riforma. La circolare ministeriale consultabile sul sito fornisce, per i vari tipi di scuola, istruzioni che di seguito si riassumono.
[ leggi ][ commenta
Arresti
Nuovomunicipio - 13-01-2003
Desta preoccupazione ed inquietudine la notizia dell'operazione repressiva scatenata stamane nei confronti del movimento dei disobbedienti a Roma.
I dodici arrestati devono essere immediatamente rilasciati, ma soprattutto tempestiva ed energica dev'essere la risposta di quanti tra sindaci, assessori, consiglieri comunali abbiano a cuore gli spazi di libertà e democrazia nelle nostre città: il conflitto sociale, anche quello più radicale, è risorsa preziosissima per la vita delle nostre comunità locali e la possibilità di una sua libera espressione va difesa in ogni modo e a tutti i livelli.
[ leggi ][ commenta
La meglio scuola in campo contro la Moratti
Fabrizio Dacrema - 12-01-2004
Alla fine ci saranno tutti. Ci saranno le associazioni professionali degli insegnanti e le associazioni dei genitori, i partiti di sinistra e di centro sinistra, diversi soggetti sociali e culturali. Ci saremo, in tanti, noi della CGIL Scuola insieme agli altri sindacati confederali. Un’ampia e meritata risposta positiva all’appello a scendere in piazza sabato 17 gennaio a Roma per il ritiro del primo decreto di attuazione della controriforma Moratti.
Un appello che viene direttamente dalle scuole, da comitati e coordinamenti spontanei di genitori e insegnanti, in particolare da quella parte della società civile scolastica che si riconosce nell’esperienza del tempo pieno e prolungato e che ad essa non vuole rinunciare.
[ leggi ][ commenta


Tam Tam

A P P E L L O
PER LA VALORIZZAZIONE
DEGLI ISTITUTI TECNICI E PROFESSIONALI


Rilanciamo la proposta che ha già ottenuto moltissime adesioni nelle piazze
e sulla rete.
Obiettivo è costruire un modello scolastico che coniughi le singole autonomie con l’unitarietà del sistema nazionale, che guardi l’Europa e che sia coerente con la Costituzione Italiana ( art. 33 comma 2 ) e con l’equivalenza formativa
dei diversi percorsi.

LEGGI L' ARTICOLO

Libertà di stampa
Reporters sans frontières - 17-01-2004
 pianeta 
Ricchezza non fa sempre rima con libertà di stampa Come nel 2002, questa classifica dimostra che il rispetto della libertà di stampa non è necessariamente legato allo sviluppo economico degli Stati presi in considerazione. Così, troviamo dei paesi, tra i più poveri del mondo, come il Benin (29°), Timor-Est (30o) o il Madagascar (46°), figurare tra i primi 50 classificati.
[ leggi ][ commenta
Educazione ai mass media
http://www.zaffiria.it - 16-01-2003
 espressioni 
Può l’educazione ai mass media sviluppare un senso critico? Possiamo conoscere meglio i nostri ragazzi leggendo quello che scrivono sui giornali scolastici? Come possiamo usare e trattare i mass media con bambini stranieri o in difficoltà? E ancora: quale possibile educazione ad internet? Come promuovere la democrazia e la partecipazione sociale a partire dai mezzi di comunicazione di massa?
[ leggi ][ commenta
Co.co.co.
RAB - 15-01-2004
 sociale 
Lontana dal favorire la lotta all'abuso, la prima circolare del 2004 emanata dal Ministero del lavoro, aumenta gli elementi di ambiguità nella distinzione tra lavoro a collaborazione e lavoro subordinato: l'autonomia nello svolgimento della prestazione lavorativa viene indebolita e, contemporaneamente, si rafforzano invece i vincoli dell'orario e del coordinamento funzionale all'organizzazione dell'impresa”
[ leggi ][ commenta
Il registro dell'insegnante
Raffaele Turtula - 15-01-2004
 quaderni 
Il registro elettronico assolve a tutte le funzioni di quello cartaceo, con i formidabili vantaggi di un database che archivia, organizza e rende disponibili i dati in modo semplice ed efficace. E' stata creata un interfaccia semplice che permette l'utilizzo del software anche a chi ha imparato da poco l'uso del computer. Un' agenda completa il programma per organizzare il lavoro e gli impegni personali dell'insegnante.
[ leggi ][ commenta
Un libro per amico
Aquilone Blu - 14-03-2004
 proposta 
Un libro è un oggetto fantastico, un compagno di avventure che ti permette di viaggiare con a mente, incontrare maghi, fate, re ed eroi, ti fa conoscere posti lintani e creature mai viste. Pensa che bello poter condividere queste esperienza con un Amico.
[ leggi ][ commenta
Come è il mondo? Rotondo
La Meridiana - 13-01-2003
 libri 
Solo in Europa si contano circa 48 gruppi di minoranza linguistica.
Il mondo è dentro casa. È dentro la classe. Accanto ai bambini delle famiglie locali, sui banchi delle scuole siedono bambini con occhi verdi o azzurri o nerissimi, capelli strani e un colore diverso della pelle, una lingua incomprensibile e una storia sorprendente.
Che cosa fare per loro e con loro?
[ leggi ][ commenta
Le parole che feriscono
Il Mattino - 12-01-2004
 curiosità 
Dire il male, non calunniare, è importante, quindi la maldicenza, che è anche garanzia per i cittadini, va istituzionalizzata. È quanto emerso nel corso del primo convegno sull’arte della maldicenza che si è svolto all’Aquila: l’evento ha chiuso la due giorni dedicata alla tradizione, tutta aquilana, della maldicenza.
[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Meno beneficenza più diritti
Una campagna per incentivare le imprese a comportamenti rispettosi dei diritti umani e dell'ambiente in tutto il mondo. Obiettivo è di fare in modo che la produzione estera controllata direttamente o indirettamente dalle aziende europee avvenga nel pieno rispetto dei diritti fondamentali della persona e delle comunità locali e garantisca il rispetto e la protezione dell'ambiente.
Piazza Carlo Giuliani
Comitato formato da amiche e amici, familiari, cittadine/i che nell'evento del 20 luglio 2001 hanno visto un drammatico segno dei tempi e per questo s'impegnano a mantenerne viva la memoria e ad intervenire in ogni circostanza che presenti la possibilità del suo ripetersi. Perchè chi non ha memoria non ha futuro.
Genitore solo
Vedove/i, ragazze madri, ragazzi padri con figli a carico, condizione indipendente dal ceto sociale, cultura, religione e razza. Finalità della campagna di sensibilizzazione E’ mia intenzione raccogliere firme e adesioni a favore di quanto sopra esposto e sottoporre la proposta agli organi competenti. Una mamma di 27 anni, rimasta vedova al 4° mese di gravidanza.
Cibernetica sociale
Promuove lo sviluppo globale dell'individuo, dei gruppi e delle società secondo il Quadro di Riferimento Mentale Globale basato sulla T.O.U - Teoria dell'Organizzazione Umana - e il Cervello Triadico. Diretta dal dr.Gianni Rinaudo, è' parte integrante dell'Associazione Internazionale dei Ciberneti Sociali Proporzionalisti presieduta dal Prof. Waldemar De Gregori - Brasilia.
f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rubrica intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze.
Questa newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia collaborare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo fuoriregistro@didaweb.net e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Il Progetto - Emanuela Cerutti (coordinamento), Giuseppe Aragno, Marino Bocchi, Grazia Perrone, Anna Pizzuti (redazione), Maurizio Guercio (sito).

  Newsletter precedente Newsletter successiva