Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro del 30/11/2003 - a.s. 03/04
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 30/11/2003
scaffali

Sommario
C'è stata una stagione...
di Vittorio Delmoro
Fiocchi rosa
di Emanuela Cerutti
Una lotta per andare avanti
di Alba Sasso
Io mi faccio i fatti miei
di Ilaria Ricciotti
Le bugie hanno le gambe corte
di Grazia Perrone
L'ineffabile Prof. Bertagna e la scoperta del territorio
di Dedalus
Il pacco della Moratti
di Pino Patroncini
L'apprendimento della stupidità nella cultura del danaro
di Luciana Bohne
Un impegno di giustizia in Europa?
di Erica Pedone
Del diritto ... inibito!!!
di Grazia Perrone
Software libero nella formazione
di Antonio Bernardi
Sui corsi B ForTic
di Antonio Gentile
Materiale ForTIC sotto licenza GPL
di Alessandro Ronchi
Incapacità nascoste
di Michele Sorbara
Attualità a scuola
di Gianni Mereghetti
Una dedica importante
di Ugo Avallo
Fish e Fand incontrano Maroni
di Rolando A.Borzetti
Cacca, presidenti e tg
di Giuseppe Aragno
Vorrei, ma non ci credo, provo disagio perchè...
di Michele Sorbara
Sui risultati di un questionario di “ autoosservazione “ professionale
di Aldo Ettore Quagliozzi

29 NOVEMBRE: DUE
CORTEI PER UN UNICO NO
ALLA RIFORMA MORATTI



PER UN UNICO SI' ALLA SCUOLA CHE VOGLIAMO

C'è stata una stagione...
di Vittorio Delmoro

Vorrei ricordare i pochi anni che mi restano per la pensione con la soddisfazione che deriva dall’aver cercato, per quanto possibile, di accompagnare una piccola comunità di apprendimento e di socializzazione sul percorso condiviso della crescita di ciascuno.


Fiocchi rosa
di Emanuela Cerutti

Due le novità del periodo: l'insediamento della Commissione che dovrà decidere entro il 31 dicembre in merito ai meccanismi di carriera professionale dei docenti e la proposta di rinnovo degli Organi Collegiali, secondo un preoccupante disegno piramidale.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Una lotta per andare avanti
di Alba Sasso

Non funziona la politica di Moratti del «punto e a capo». Non funziona una politica che taglia risorse per la scuola pubblica, che ne riduce l'autonomia, che cancella le esperienze più significative e generose che hanno costruito, nel tempo, la qualità della scuola italiana, a partire dalla scuola dell'infanzia, dal tempo pieno nella scuola elementare, dal tempo prolungato nella scuola media.



Io mi faccio i fatti miei
di Ilaria Ricciotti

Dato che sappiamo apparire ed essere dei ben pensanti, dobbiamo imparare, a mio avviso , ad agire non soltanto per risolvere i nostri problemi, ma anche quelli degli altri. Dei metalmeccanici, dei magistrati, dei giornalisti, dei disoccupati, degli extracomunitari, degli operatori sanitari, dei malati, dei pensionati, dei portatori di handicap, degli insegnanti, degli alunni, dei genitori, dei dirigenti e perchè no, dei politici e di tante altre categorie di uomini che sono gli anelli spezzati di una società che non può permettersi di essere diventata così maledettamente corporativa.

[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Le bugie hanno le gambe corte
di Grazia Perrone

L'ultimo CCNL ha riaffermato la vigenza della norma che nega il diritto per le lavoratici in astensione obbligatoria di essere retribuite se, all'atto dell'accettazione della nomina, non prendono servizio. La Cgil lo sapeva e ha firmato lo stesso. Ne consegue, che nel “buon” CCNL sottoscritto il 24 luglio scorso c'è una clausola nulla che deroga – in pejus – una conquista delle lavoratrici madri che risale al 1971.



L'ineffabile Prof. Bertagna e la scoperta del territorio
di Dedalus

Di fronte alle perplessità espresse dall'Anci e alla domanda posta dal responsabile della sua Commissione scuola nazionale, Massimo Nutini "… ma la scuola, si ritira?", Bertagna risponde di fatto prefigurando "un'offerta formativa territoriale che possa integrare le offerte delle scuole per le attività aggiuntive e facoltative".
Come diversivo non c'è male, specie se si tiene conto dei tagli ai finanziamenti agli enti locali disposti dalle ultime finanziarie.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Il pacco della Moratti
di Pino Patroncini

può capitare che chi decide in un tranquillo week-end romano di dimenticare per un attimo le cure del mondo scolastico e di visitare una esposizione di fumetti capiti in un mega-stand dalle pareti verdi (come il prezzemolo, appunto!), di dimensioni pari a una decina di stand ordinari in cui i bambini vengono attirati ad armeggiare intorno a computer dai giochini accattivanti: lo stand dell Moratti...

[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


L'apprendimento della stupidità nella cultura del danaro
di Luciana Bohne

nella rapacità creata dalla rivoluzione industriale, le persone abbandonano dapprima le loro menti o la loro capacità di ragionare, quindi il loro cuore o la loro capacità di empatia, finché non restano dell'equipaggiamento originario umano che i soli loro sensi o le loro domande egoistiche di gratificazione.
Di questi tempi, nel mio Stato, il governatore ha ordinato un taglio del 10% per tutti i ministeri - compreso quello dell'istruzione.



Un impegno di giustizia in Europa?
di Erica Pedone

>"Quando i bilanci degli Stati sono in difficoltà gli aiuti scompaiono. C'è un'assoluta insensibilità rispetto al problema. Vengono fatte delle campagne promozionali assolutamente false, poi di fatto gli aiuti continuano ad essere meno di quanto pattuito".



Del diritto ... inibito!!!
di Grazia Perrone

L’assemblea sindacale è indetta dalla Gilda degli Insegnanti? Allora, tutti in palestra e in piedi per due ore. E’ quanto ha stabilito la dirigente del Circolo Didattico “Marconi” di Casamassima.
Infatti, l’assemblea, regolarmente convocata per le ore 11.15 – 13.15 di Martedi’ 25 novembre u.s., è stata allogata, per disposizione della dirigente, nella palestra del plesso “Rodari”, priva, com’è ovvio, di posti a sedere.



Software libero nella formazione
di Antonio Bernardi

Contro la discriminazione del software libero nella formazione dei docenti e per l'incentivazione delle economie locali.
Il software libero a differenza di quello proprietario monopolistico è rispettoso della libertà d'insegnamento, è rispettoso della libertà di parola e non seleziona i soggetti su base economica, disincentivando così la riproduzione del software non autorizzata (pirateria).

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Sui corsi B ForTic
di Antonio Gentile

Il giudizio positivo sull'esperienza realizzata si unisce, in noi, ad una comune preoccupazione che questi corsi di carattere cruciale, in quanto rivolti a quei docenti che in questi anni sono stati protagonisti attivi nelle scuole del legame tra tecnologie e didattica, possano diventare, se dispersi in discorso seriale di "erogazione di formazione on line", dei corsi di "serie B".



Materiale ForTIC sotto licenza GPL
di Alessandro Ronchi

Visto che questo materiale è di proprietà del Ministero, non credo che qualcuno si potrà opporre alla richiesta di "liberare" questi documenti, con l'opportunità di diffondere maggiormente conoscenze elevate in campo informatico (che, come sappiamo, sono sempre più richieste dal mercato del lavoro).

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Incapacità nascoste
di Michele Sorbara

In fin dei conti quanti sono i cittadini che stanno veramente male? Quanti di questi cittadini alle prese con i disagi giornalieri hanno la possibilità di vagliare veramente i danni che questa riforma può arrecare? Quando l’essere umano avverte un pericolo concreto reagisce di conseguenza. Il pericolo, la maggior parte degli insegnanti non ha la capacità di vederlo perché presa da altre cose.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Attualità a scuola
di Gianni Mereghetti

Un insegnante potrebbe parlare tutti i giorni di attualità, ma non porterebbe a nulla se la modalità con cui lo fa è estranea alla sua umanità e a quella di chi si trova davanti.
Ben
venga quindi l’attualità, anche se la sfida di oggi è che c’entri con il destino della persona una regola di grammatica e una funzione algebrica.


Una dedica importante
di Ugo Avallo

Il dedicare un anno intero alle persone disabili è una risposta importante ed autorevole ad un interrogativo che insegnanti e studiosi del “ problema handicap “ si pongono da tempo : chi è handicappato ?



Fish e Fand incontrano Maroni
di Rolando A.Borzetti

La Fish (Federazione italiana superamento handicap) e la Fand (Federazione tra le associazioni nazionali dei disabili) vanno avanti e, in attesa della manifestazione di protesta fissata per il 3 dicembre. La Fish ha preparato una sorta di piattaforma con specifiche richieste da sottoporre al Ministro. Proprio domani, infatti, le due Federazioni si incontreranno con il titolare del Ministero del Welfare per un confronto molto importante.



Cacca, presidenti e tg
di Giuseppe Aragno

Fortuna che abbiamo Rai uno che ci pensa, sennò chi l'avrebbe saputo: il presidente del consiglio ha sentito per telefono il presidente della Camera Casini, che gli ha augurato una pronta guarigione.
Se al presidente del Consiglio dovesse, per disavventura, capitare un'indisposizione viscerale, il presidente di Garanzia farebbe come al solito la sua parte...



Vorrei, ma non ci credo, provo disagio perchè...
di Michele Sorbara

Credo che Fini stia preparandosi il terreno per soppiantare Berlusconi. Mi sono sempre chiesto perché AN abbia abiurato a quelli che erano i punti cardine della politica di destra, a dire la verità mi ero dato anche delle risposte e comincio ad averne i riscontri.


Sui risultati di un questionario di “ autoosservazione “ professionale
di Aldo Ettore Quagliozzi

L'impegno che la scuola come sistema complesso, e senza ignorare alcune meritevoli iniziative peraltro molto isolate, dedica alla discussione degli aspetti qualificanti l'azione didattica non è di certo pratica diffusa, ma ciò non toglie che questa via vada perseguita affinché la scuola possa liberarsi della “ autoreferenzialità “ che le impedisce di acquisire una prassi più corretta e sotto certi aspetti più verificabile e certificabile.



 

Brevi di cronaca

L'IMPERO E LA PACE

L'Europa investe in ricerca e l'Italia risponde con i tagli
Alba Sasso - 29-11-2003
Mentre altri Paesi d’Europa investono sul ruolo dell’Università, sull’innovazione, sulla ricerca e mettono in campo nuovi servizi per gli studenti, attivano insomma quegli impegni presi nella conferenza di Lisbona del 2000, emerge con assoluta nettezza l’assenza di un disegno strategico del governo italiano per lo sviluppo del sistema universitario nel quadro degli obiettivi e delle azioni fissati in ambito europeo e da realizzare entro il 2010.
[ leggi ][ commenta
Manifestazione per la scuola pubblica
Cgil scuola - 29-11-2003

[ leggi ][ commenta
Università senza professori
Il Manifesto - 28-11-2003
Non bastano gli studenti, i rettori, i ricercatori, i precari di ogni ordine e grado. Ora ci si mettono anche i professori universitari a fare da spina nel fianco contro il ministro Letizia Moratti. Dopo i 1.700 ricercatori «Sps» (assunti ma ancora senza presa di servizio), sono 3.800 i docenti universitari che hanno vinto un concorso pubblico, ottenuto un avanzamento di carriera ma sono rimasti al palo a causa del blocco previsto in finanziaria.
[ leggi ][ commenta
Scanzano, rabbia fuori sede
Il Manifesto - 27-11-2003
Ebbene sì. Mentre tutti i sociologi d'Occidente dibattono da anni sulla «società individualizzata» in cui i legami territoriali scompaiono, a loro è bastato fare un giro di telefonate e spargere un po' di volantini con su scritto «lucani uniamoci» per arrivare a Roma con trenta pullman e tremila adesioni, resistere in piazza dalle nove all'una, sventolare cartelli con su scritto «Cosa vuoi di più dalla vita? Un lucano...vivo»
[ leggi ][ commenta
Il 29 a Bologna
Coordinamento Nazionale in difesa del Tempo Pieno e Prolungato - 26-11-2003
PER LA DIFESA INCONDIZIONATA
DELLA SCUOLA A TEMPO PIENO
E PER LA CANCELLAZIONE DEL DECRETO MORATTI

il primo decreto attuativo della Riforma Moratti prevede la cancellazione del tempo pieno attraverso la riduzione del tempo scuola a 27 ore; prevede inoltre lo snaturamento della collegialità degli insegnanti attraverso l’istituzione dell’insegnante tutor, prevede la rinuncia alle instanze di uguaglianza, integrazione e intercultura attraverso la filosofia
della "personalizzazione".
difendendo il modello di scuola a Tempo Pieno difendiamo l'idea stessa di scuola pubblica.
[ leggi ][ commenta
Stato, Regioni, Enti locali: nubi in vista
Tuttoscuola - 25-11-2003
Non tira una buona aria per la riforma dalle parti degli enti locali. Si addensano nubi sull'iter del primo decreto attuativo della legge 53, che il Governo vorrebbe piu' spedito possibile. Dalla prima riunione tecnica della Conferenza Unificata Stato-Regioni-enti locali per esprimere il prescritto parere, svoltasi il 20 novembre, e' venuta una pioggia di critiche. Gli strali della Conferenza hanno riguardato le Indicazioni nazionali, il tempo mensa e la dotazione di organico, nonche' il meccanismo degli anticipi. In generale sotto accusa e' finita la carenza di risorse finanziarie per alimentare quanto previsto dalla riforma.
[ leggi ][ commenta
Stop censura
Articolo21liberidi - 24-11-2003
Berlusconi, Israele, il Cda Rai, il presidente Annunziata, il direttore di Raitre Ruffini, le sentenze Previti e Andreotti: ce n'é per tutti al 'Sabina Guzzanti Show'. 'Raiot' non va in onda sospeso dai vertici Rai e così l'attrice porta il suo 'Varieta' di protestà all'Auditorium di Roma. La sala Santa Cecilia era riempita da oltre 2.500 persone, ma là fuori, davanti al maxischermo sistemato davanti al piazzale dell'Auditorium ce ne sono almeno trenta mila secondo gli organizzatori.
[ leggi ][ commenta


Tam Tam

A P P E L L O
PER LA VALORIZZAZIONE
DEGLI ISTITUTI TECNICI E PROFESSIONALI


Chiediamo che venga rilanciato e sostenuto nei fatti
quel processo di innovazione
in grado di coniugare l’autonomia delle scuole
con l’unitarietà del sistema nazionale
che guarda l’Europa
e che sia coerente con la Costituzione Italiana
( art. 33 comma 2 )
e con l’equivalenza formativa dei diversi percorsi.

LEGGI L' ARTICOLO

Più pluralismo, più libertà e più sociale nel sistema delle comunicazioni
UISP - 29-11-2003
 comunicato 
La nuova legge sulla comunicazione (cosiddetta legge Gasparri), discussa in questi giorni alla Camera e tornata al Senato, rappresenta il tentativo di offrire una prospettiva per il futuro del sistema radiotelevisivo anche se lascia aperti alcuni rilevanti problemi sia sul disegno complessivo del nuovo sistema, sia sul terreno specifico della comunicazione sociale.
[ leggi ][ commenta
Mahbohnonloso...
Gretablu - 29-11-2003
 proposta 
Nuova iniziativa per grandi i piccini. Partecipi anche tu? Tra pochi giorni online sul nostro sito ...Ma una botte da piccola era un bottino?
E da grande diventa un bottone? Ma una pulce era un pulcino? E un tacco era un tacchino? Dai, inventane qualcuna tu !!

[ leggi ][ commenta
Cos'è COP9
Legambiente - 28-11-2003
 pianeta 
Nel 1992 durante la Conferenza Mondiale sull'Ambiente di Rio de Janeiro viene firmata la Convenzione sui Cambiamenti Climatici (UNFCCC) che, ratificata anche dagli USA, entra in vigore nel 1994. La Convenzione impegna gli stati alla riduzione delle emissioni di gas serra e prevede la stesura di un Protocollo attuativo vincolante. La Conferenza delle Parti (COP) viene definita come autorità della Convenzione e viene incaricata della stesura del Protocollo. Dal 1 al 12 dicembre si terrà a Milano la sua nona edizione.
[ leggi ][ commenta
Costruire oggi la pace
Vaticano - 27-11-2003
 storie 
E’ di nuovo giunto il tempo del Ramadan. Durante questo mese speciale il pasto comune, iftâr, che interrompe il digiuno al termine della giornata, riunisce i membri della famiglia e gli amici in un’atmosfera di gioia. Spesso alcune persone di altre religioni sono invitate a condividere questo momento di convivialità, e si sta allargando la consuetudine di cristiani che organizzano un iftâr per i propri amici musulmani. Questi segni di amicizia sono apprezzabili, specialmente in questo tempo in cui vi sono tante inquietudini e tensioni nel mondo.
[ leggi ][ commenta
Tangram
Infonauta.it - 26-11-2003
 giochi 
Si tratta di una rivista interamente dedicata al gioco e all’animazione, pensata non solo per gli appassionati di giochi e dintorni, ma anche per gli operatori sociali e quanti utilizzano le attività ludiche nei contesti animativi, aggregativi e formativi. E’ un tentativo, quindi, di collegare mondi ed esperienze anche diversissime tra loro, avendo come base comune il desiderio di conoscenza, di scambio e confronto.
[ leggi ][ commenta
Creative Commons: il Copyleft prende forma.
Attivista.com - 25-11-2003
 software libero 
La necessità di dare una forma legale al Copyleft, ossia l'accordarsi su quale debbano essere le forme di licenza tramite le quali i "prodotti dell'ingegno" possano essere distribuiti in maniera socialmente vantaggiosa e, nel contempo, siano capaci di tutelare la proprietà intellettuale sembra cominciare a prendere forma reale, nonchè a svincolarsi dall'ambito esclusivo delle licenze concernenti il free software: questo è il progetto Creative Commons.
[ leggi ][ commenta
Le chat s'expose
Emanuela Cerutti - 24-11-2003
 arte 

Una comicità sottile quella del grande gatto saggio, che si suiciderà alla morte del proprio autore, o che ricorda come la mamma gli abbia da sempre ripetuto di non giocare col cibo, mentre si cimenta in una partita a scacchi con un tranquillissimo topolino.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Emergenza nucleare: Lucania.net
SCANZANO È STATO SCELTO: SENZA: studi e ricerche approfondite di tipo geologico, idrogeologico, geomeccanico rinviate ad una data successiva all’individuazione del sito stesso, in contrasto con i requisiti imposti dalla IAEA: 1. La zona non deve essere né sismica né vulcanica; 2. non deve essere vicina a fiumi, laghi, falde acquifere o superficiali; 3. non deve essere vicina a centri abitati o in zone dove, ragionevolmente, si prevede uno sviluppo urbano; 4. non deve essere su coste soggette a frane, erosioni, alluvioni; 5. non deve essere in zone dove sono presenti giacimenti petroliferi o di gas. SENZA: un’analisi comparata con altri siti SENZA: una valutazione dell’impatto socio-economico in una realtà fortemente vocata all’agricoltura di qualità e al turismo (1.200.000 presenze lo scorso anno) SENZA: una procedura democratica partecipata, scavalcando la conferenza Stato-Regioni, utilizzando lo strumento del Decreto Legge impropriamente rispetto alla eccezionale complessità del problema. Per quale motivo, contro il parere della commissione Scalia (Ecomafie, XIII Legislatura), è stato deciso di adottare la soluzione del sito di profondità, pur essendo più dispendiosa economicamente e meno sicura (non rispondendo al principio di reversibilità)? Che finalità ha la costruzione di un sito militarizzato che può ospitare quantità superiori, di almeno dieci volte, le esigenze attuali del Paese? Rilancio del nucleare? Importazione di rifiuti nucleari dall’estero? Per tutte queste ragioni riteniamo che il “caso Scanzano” sia un problema nazionale, che sia necessario riportare la discussione sull’intera vicenda ad un livello pubblico, partecipabile e verificabile da parte dell’opinione pubblica nazionale, e che i controlli vengano eseguiti da un’autorità terza e imparziale che ne garantisca la rigorosità e la trasparenza.
Emergenza nucleare: Noscorie
Sei d'accordo sulla scelta del governo nazionale di stoccare le scorie nucleari a Scanzano Jonico?
Emergenza nucleare:Sos Lucania
DOPO I REGALI DEL CENTRO SINISTRA (FENICE, PETROLIO, CEMENTIFICAZIONE DELLE COSTE) ECCO IL REGALONE DI BERLUSCONI: CIMITERO NUCLEARE IN LUCANIA BASTA! I Lucani hanno già dato e ora dicono NO al deposito nazionale di scorie nucleari in Basilicata. Le nostre proposte
Emergenza nucleare: Comune di Scanzano
Scarica il modello raccolta firme per bloccare il Decreto Ministeriale che stabilisce sul territorio di Scanzano Jonico il sito nazionale di confinamento delle scorie radioattive
Emergenza nucleare: No al nucleare in Basilicata
Il circondario di Scanzano Jonico conta oltre 43.000 abitanti e basa la sua economia su turismo ed agricoltura. A Scanzano vivono dunque delle "PERSONE"! Se ancora ha senso per qualcuno la parola "persona". Concentrare in un solo posto "TUTTE" le scorie radioattive prodotte in Italia farà risparmiare denaro pubblico ma "ucciderà" un popolo che ancora ama definirsi italiano (a differenza di altri).
f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rubrica intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze.
Questa newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia collaborare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo fuoriregistro@didaweb.net e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Redazione: Emanuela Cerutti, Anna Pizzuti, Marino Bocchi, Giuseppe Aragno. Sito: Maurizio Guercio. - È una iniziativa DIDAweb

  Newsletter precedente Newsletter successiva