Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro del 16/11/2003 - a.s. 03/04
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 16/11/2003
scaffali

Sommario
Pour une Europe des droits dans un monde sans guerre
di Emanuela Cerutti
Figli nostri, venduti, spacciati
di Giuseppe Aragno
I buoni e i cattivi
di Concetta Centonze
Ridare speranza
di Gianni Mereghetti
Morire in Iraq. Perchè?
di ilaria ricciotti
Qui qualcosa non quadra
di Vittorio Delmoro
Vogliamo chiarezza
di Roberta Roberti
Dentro lo stesso pentolone
di Alba Sasso
Discriminazione?
di Rolando A. Borzetti
Agire o eseguire
di Marino Bocchi
Divenire insegnanti efficaci
di Aldo Ettore Quagliozzi
Ubertini di Caluso: dirigente e gentiluomo
di Cub scuola Torino
Il Governo decide la nomina di 15.000 precari
di Piera Capitelli
Ci preparano la carriera...ma qualcuno lo sa?
di Forum per la scuola Pubblica
Le famose agende
di Patrizia Tavecchio
La finanziaria e la scuola
di Maria Pia Silla
Grazie amici di Forza Italia, ci avete aperto gli occhi!
di Elena Miglietta
Malgrado la pioggia, malgrado la Moratti
di Comitato Genitori Elementari Via Vigevano


Pour une Europe des droits dans un monde sans guerre
di Emanuela Cerutti

“La rue est à nous!” scandiscono ritmicamente les tambours, e l’assunto è talmente evidente, talmente naturale (come i diritti, come la pace, come la giustizia), che il “ruolo del movimento” si trasforma da teoria precotta in esperienza collettiva, senso e significato di una presenza dentro tutte le sue contraddizioni.



Figli nostri, venduti, spacciati
di Giuseppe Aragno

Senza disonore e senza onore, in una guerra truccata da pace, si muore e si ritorna, avvolti nella bandiera insanguinata, di dove si era partiti - ricordate? sembrano secoli e sono solo mesi - nel mare arcobaleno della pace. Quel mare che non è bastato ad impedire che accadesse. Ad impedire che accada di nuovo.

[ leggi (3 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


I buoni e i cattivi
di Concetta Centonze

Non ho dubbi che siamo in lutto per quanto è accaduto e l'uomo moderno esprime il dolore nel silenzio, al contrario dei nostri antenati che lo manifestavano chissosamente. Ma ho un dubbio.



Ridare speranza
di Gianni Mereghetti

E’ perché sono morti per un ideale più grande della stessa pace che noi tutti portiamo nel cuore la ferita e la commozione per il loro sacrificio. E diciamo orgogliosi “i nostri soldati di Nassirya”!

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Morire in Iraq. Perchè?
di ilaria ricciotti

Tutti i giorni il sangue mussulmano ed occidentale scorre, scorre, scorre ininterrottamente,
dov'è la pace, la serenità, l'allegria, la speranza di un popolo che ha perso molta della sua gente?
Quando ritornerà l'aurora a Bagdad e in altre sue città?
Quando non vedremo più armi, ed altri segni di inciviltà?
La storia ancora non ci ha insegnato nulla?
La guerra è un' invenzione molto "fasulla"!




Qui qualcosa non quadra
di Vittorio Delmoro

Manifestazione nazionale di tutte le scuole a tempo pieno e prolungato d’Italia a Bologna il 29 novembre.
Manifestazione nazionale a Roma in difesa della scuola pubblica per lo stesso 29 novembre.
Gli obiettivi delle due manifestazioni sono molto simili, quasi identici e non si capisce dunque per quali particolari motivi non debbano essere unificate.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Vogliamo chiarezza
di Roberta Roberti

Leggiamo l'appello unitario di CGIL, CISL e UIL per la giornata del 29 e ci chiediamo esterrefatti: ma stanno scherzando? Si è mai visto qualcosa di più fiacco, di meno chiaro e deciso? L'hanno capito questi signori, che è assolutamente necessario chiedere il ritiro del decreto del 12 settembre e l'abrogazione della riforma Moratti?

[ leggi (6 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Dentro lo stesso pentolone
di Alba Sasso

Mentre in Senato si registra un ulteriore regalo concesso da questa maggioranza alle scuole private (un bonus per chi le sceglie), gli studenti di Bari ci invitano a riflettere in particolare sul tema degli investimenti da compiere in quella ricchezza e in quella risorsa che sono le nuove generazioni.



Discriminazione?
di Rolando A. Borzetti

Alla fine della 1° media: un insegnante di lettere, disse a mia figlia:" tu sarai una che non studiera' mai"! Già di per se questa affermazione mi è sembrata grave.

[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Agire o eseguire
di Marino Bocchi

Anche se il tema della scuola e dell’educazione non è mai esplicitato esso agisce, per così dire, sottotraccia, intrinseco all’oggetto intorno a cui l’argomentazione si sviluppa. Tale oggetto si potrebbe formulare con una domanda: è ancora possibile parlare di Etica in una società come l’attuale, dominata dalla centralità del mercato e degli apparati tecnico-scientifici?



Divenire insegnanti efficaci
di Aldo Ettore Quagliozzi

È divenuto un obbligo, essere efficaci. Ma nell’ambito educativo l’efficacia non si sostanzia secondo il concetto oggi tanto caro ad una visione aziendalistica della vita nel suo complesso, e né tanto meno alla oramai innominabile concezione della scuola all’insegna delle tre “ I “.



Ubertini di Caluso: dirigente e gentiluomo
di Cub scuola Torino

Come è noto l'esercizio di un ruolo di autorità è per molti l'occasione per mostrare le proprie virtù personali e professionali e quanto sta avvenendo all' IIS Umbertini di Caluso è un piccolo ma significativo esempio di questa verità universalmente riconosciuta.

[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Il Governo decide la nomina di 15.000 precari
di Piera Capitelli

Dopo 2 anni di blocco totale delle nomine a tempo indeterminato il Governo ha deciso la copertura di 15.000 posti per i docenti e per gli ATA. Un risultato positivo, ma non ancora sufficiente.



Ci preparano la carriera...ma qualcuno lo sa?
di Forum per la scuola Pubblica

E’ iniziato da qualche settimana l’esame di due proposte sullo stato giuridico degli insegnanti e sulla loro progressione di carriera. Su questi temi, che abbiamo cercato di schematizzare per una prima informazione, è necessario sviluppare rapidamente un ampio dibattito e adeguate proposte.


Le famose agende
di Patrizia Tavecchio

Vorrei segnalare che la mia scuola ha rispedito al mittente le agende che il ministro dell'Istruzione si è premurata di spedire a tutte le componenti della scuola (docenti, ATA, dirigente) per "sponsorizzare" la riforma della scuola . Invitiamo tutte le scuole a fare lo stesso.



La finanziaria e la scuola
di Maria Pia Silla

L' Assessorato all'istruzione di Ascoli Piceno propone all’attenzione di tutte le amministrazioni locali di cui si auspica l’adesione il testo di un documento, che raccoglie in modo imparziale , coerente, condiviso le legittime istanze degli Enti Locali e degli Operatori scolastici impegnati quotidianamente per il buon funzionamento della scuola.



Grazie amici di Forza Italia, ci avete aperto gli occhi!
di Elena Miglietta

Facciamo “una scuola più seria nei contenuti e nei comportamenti di docenti e allievi”!!
Fino ad oggi a quanto pare ci siamo divertiti un casino, ma ora è giunto il momento di dedicarci seriamente alla scuola, basta con l’assistenza (spesso questi signori ci hanno detto che la scuola pubblica non è un centro sociale), basta con il parcheggio, sviluppiamo le competenze ludiche e sportive dei nostri studenti, facciamoli saltare nei cerchi di fuoco come si faceva una volta.



Malgrado la pioggia, malgrado la Moratti
di Comitato Genitori Elementari Via Vigevano

Il ministro Moratti spende soldi destinati all’istruzione per indorare la sua “controriforma” attraverso giornali della famiglia del presidente del consiglio, (donna moderna), attraverso “Topolino”!!!!
A noi genitori, insieme agli insegnanti, al personale della scuola e a tutti coloro che hanno a cuore la democrazia e lo stao dei tanti, tocca far sentire forte la voce dal basso, fino a quando ci sara’ possibile.
Certo, non abbiamo strumenti come raiset e mediaset, ne’ giornali e riviste, allora ci diamo da fare!


 

Brevi di cronaca

12 novembre 2003
Asili nido: indietro di trent'anni
Davide Ferrari - 15-11-2003
"La camera ha approvato oggi una legge sugli asili nido che non da' risposte ai bisogbni delle famiglie e riporta indietro di trent'anni la cultura sui diritti dei bambini".
Lo sostiene la parlamentare dei Ds Katia Zanotti, della commissione affari sociali di Montecitorio, secondo la quale il provvedimento licenziato oggi e che ora passa al senato, e' "una legge che non sostiene l'espansione degli asili nido territoriali e delega prevalentemente al privato la risposta alle esigenze delle famiglie".
[ leggi ][ commenta
29 Novembre tutti/e in piazza
Cobas Scuola - 14-11-2003
Fin dall’inizio del percorso avviato dal "COORDINAMENTO NAZIONALE IN DIFESA DEL TEMPO PIENO E PROLUNGATO" abbiamo condiviso totalmente l’impostazione e le iniziative promosse da questa struttura in difesa del tempo pieno e, più in generale, della istruzione pubblica, contro la "riforma" Moratti nella sua interezza e contro il processo di aziendalizzazione /mercificazione della scuola pubblica. Diamo quindi la più piena e partecipata adesione alla manifestazione nazionale di Bologna, e ne proponiamo una a Napoli.
[ leggi ][ commenta
Il comunismo, non solo nostalgia
L'Unità - 13-11-2003
L’eguaglianza e l’aspirazione ad essa mai dismessa da milioni di donne e di uomini: questo alla fine è il nodo da affrontare. Questo é il problema che la politica deve risolvere se non si vuole rivelare servile al potere costituito e - quel che é peggio - ad una organizzazione della società che si propone come eterna e eternamente in grado di organizzare lo sfruttamento e l’alienazione mentre può scavare la fossa all’intera umanità. Non saprei come chiamare questo compito se non comunismo. Che non risponda solo ad un dover essere e non rappresenti solo un' utopia, ma possa costituire il fondamento di un lavoro politico.
[ leggi ][ commenta
Primo decreto attuativo della riforma
Tuttoscuola - 13-11-2003
L'uscita della versione "commentata" sul sito del Miur, che inserisce tranquillizzanti interpretazioni dentro a riquadri grigi in relazione al tempo mensa, al tempo pieno, etc., potra' forse aver avuto un effetto positivo sulle scuole (da sempre inclini a dare alle interpretazioni il valore stesso della legge) ma ha invece indispettito gli enti locali che (piu' smaliziati nella lettura dell'articolato) vi hanno visto - a quanto risulta - un'azione propagandistica di cattivo gusto, ma nessuna concessione alla loro piu' volte ribadita richiesta di chiarezza normativa.
[ leggi ][ commenta
Riforma della legge sulla droga
Rolando A. Borzetti - 12-11-2003
Circondato da un fitta cortina di segretezza, dovrebbe arrivare giovedì 13 novembre in consiglio dei ministri il testo del governo per la riforma della legge sulla droga (Dpr 309/90). Un testo che ha probabilmente collezionato, da più di due anni a questa parte, il record degli annunci e delle “polemiche preventive”. Il disegno di legge governativo sarebbe stato scritto “a più mani”. L’Agenzia Redattore Sociale è venuta in possesso di una parte del testo.

[ leggi ][ commenta
Safares
Scuola Oggi - 11-11-2003
E' la nuova scuola del SApere, del FARe e dell’ESsere. Una “scuola su misura”, una “scuola tutta nuova” naturalmente, piena di laboratori, biblioteche, computer, luogo idilliaco e virtuoso di socialità e di amicizia (modello San Patrignano?..).
Singolare il fatto (ma non tanto) che mentre con una mano si tagliano fondi e risorse alla scuola reale con l’altra non si bada a spese per la diffusione di materiale di propaganda (filogovernativa) sulla Riforma Moratti e sul “meraviglioso viaggio” nella scuola che sarà…

[ leggi ][ commenta
Per la scuola pubblica
Molise scuola - 10-11-2003
Le Confederazioni Cgil, Cisl e Uil, nel definire il calendario delle iniziative di mobilitazione da far seguire al grande sciopero del giorno 24 ottobre, hanno deciso di convocare, unitamente alle categorie, una manifestazione nazionale per la difesa e la valorizzazione della scuola pubblica.
La rilevanza dell’appuntamento, che è stato fissato per sabato 29 novembre, segnala con chiarezza la nostra preoccupazione per una situazione che di giorno in giorno vediamo sempre più pesante per il futuro del nostro Paese.
[ leggi ][ commenta


Tam Tam

A P P E L L O
PER LA VALORIZZAZIONE
DEGLI ISTITUTI TECNICI E PROFESSIONALI


Chiediamo che venga rilanciato e sostenuto nei fatti
quel processo di innovazione
in grado di coniugare l’autonomia delle scuole
con l’unitarietà del sistema nazionale
che guarda l’Europa
e che sia coerente con la Costituzione Italiana
( art. 33 comma 2 )
e con l’equivalenza formativa dei diversi percorsi.

LEGGI L' ARTICOLO

Alla ricerca del tesoro perduto
Portale Parma - 15-11-2003
 giochi 
Se draghi, folletti, demoni e mostri alieni non ti spaventano, se l’idea di attraversare il fiume infuocato di Laksh non ti fa rizzare i peli sulle braccia, se la terribile risata di Kainestaar, il Signore del male, non ti fa zigo-zago alle ginocchia, o sei pazzo da legare, o sei il tipo giusto per giocare con noi ...beh...allora fatti coraggio ed entra!
[ leggi ][ commenta
Va a fér quel'eter
Clarence - 14-11-2003
 quaderni 
Onorevole Roberto Calderoli, trovando geniale la Sua idea di controllare quanto gli stranieri siano competenti in materie vitali quali il dialetto locale, mi è sovvenuto di lanciare presso le (anzi, sulle) popolazioni autoctone di quell'area un esame di Fedeltà al ceppo Marafonico, così da individuare, una volta per tutte, chi ha diritto e chi no di risiedere in quell'ameno distretto emiliano.
[ leggi ][ commenta
Miti moderni di Cartarescu
Il Manifesto - 13-11-2003
 libri 
Noi non abbiamo fatto dissidenza forse perché eravamo troppo giovani e troppo poeti per registrare anche ciò che avveniva all'esterno. Abbiamo vissuto realmente nella letteratura, abbiamo mangiato, come si usa dire, `pane e poesia', abbiamo amato più nei poemi che nella realtà, abbiamo abitato più in una Bucarest racchiusa in un verso - che assomigliava così tanto a New York - che non nel buio e nel freddo della capitale reale... Non abbiamo vissuto nemmeno per un istante, fin oltre i trent'anni, nella realtà, ma in un sottomarino giallo dove tenevamo i nostri libri, le nostre cassette, e dove avevano luogo i nostri incontri del lunedì. Noi siamo stati liberi in quegli anni, liberi nei sotterranei, ed eravamo felici di quel che facevamo, senza pensare affatto a pubblicare. Così abbiamo creato una condizione di libertà in un pezzetto di Romania, e con questo abbiamo fatto moltissimo».
[ leggi ][ commenta
Il virus della convegnite
Vita.it - 13-11-2003
 curiosità 
Nel grande marketing delle idee e delle parole, il 2003 ha messo a frutto una migliorata capacità di comunicare (solo le televisioni, pubbliche e private, non se ne sono accorte, e anche quotidiani e riviste sono spesso rimasti ancorati a stereotipi e ad analisi superficiali, oppure a racconti di storie personali, spesso cariche di enfasi retorica). E' cresciuto il “fai da te” della comunicazione trasversale delle esperienze positive, e dunque anche un certo “orgoglio disabile” ...


[ leggi ][ commenta
Domanda sbagliata, risposta inaccettabile
Social Forum Bergamo - 12-11-2003
 opinione 
Non so quanto l’esito del sondaggio europeo sulla pace minacciata sia influenzato da un atteggiamento antisemita. Vedo però che l’antisemitismo aumenta, in uno scenario drammatico entro cui rigurgitano razzismi di tutti i generi. E’ compito di tutte le forze responsabili opporsi – qualsiasi cosa dicano i sondaggi-- a queste tendenze incivili e maledette. Per cacciarle dalla storia. Per affermare valori fondamentali di democrazia, uguaglianza, diritti. Per tutti. Tom Benetollo

[ leggi ][ commenta
Il 18 novembre tutti a Orvieto
Rolando A. Borzetti - 11-11-2003
 comunicato 
Il 18 tutti a Orvieto, dove attendiamo che un giudice sciolga la sua riserva per una causa intentata da un gruppo di mamme coraggiose.
Alle 9,30 nel palazzo dei sette (Sala Archi) :
"L'Integrazione scolastica
delle Persone con disabilità"

[ leggi ][ commenta
Comincia l'era di Atlantide
Urihi - 10-11-2003
 messaggio 
Dopo il primo mese di trasmissioni sperimentali, Atlantide.TV è tornata in onda tutti i giorni su satellite dal 3 novembre. Dal 10 novembre alle ore 19:00 (in replica alle 01:00 - 04:30 - 14:00) - URIHI - UFFICIO RICERCA INDIGENI HABITAT INTERDIPENDENZA - presenta tutti i lunedì ³Altri mondi²: una selezione di documentari, servizi, reportage, realizzati negli ultimi anni nei vari continenti.
[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Salon de l'Education
A Parigi, dal 19 al 23 novembre, un "Forum per la scuola che vogliamo". Per migliorare concretamente il funzionamento del sistema educativo, ci poniamo gtre questioni fondamentali: cosa tener presente per la fine del periodo obbligatorio? Come realizzare il diritto all'istruzione per tutti ed eliminare le discriminazioni nella scuola? Come coordinare il servizio pubblico?
Inglese online
Corso di inglese di tre livelli linguistici, ricco di varie tipologie di esercizi, schede grammaticali, immagini vivaci e divertenti e brani da ascoltare. Per ogni corsista è disponibile un report dettagliato e analitico consultabile sia dallo studente che dall'insegnante.
f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rubrica intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze.
Questa newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia collaborare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo fuoriregistro@didaweb.net e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Redazione: Emanuela Cerutti, Anna Pizzuti, Marino Bocchi, Giuseppe Aragno. Sito: Maurizio Guercio. - È una iniziativa DIDAweb

  Newsletter precedente Newsletter successiva