Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro del 02/11/2003 - a.s. 03/04
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 02/11/2003
scaffali

Sommario
Intolleranza
di Riccardo Ghineli
Il coraggio del giudice
di Marino Bocchi
Religiosità ed identità sonnacchiosa di un Paese
di Aldo Ettore Quagliozzi
Crisi e scuola
di Cristina Lezama
Lo sciopero degli insegnanti: un diritto sotto ... tutela
di Grazia Perrone
Peloso buonsenso
di Leonardo F. Barbatano
Continuità? Non con le idee della Moratti
di Maria Chiara Acciarini, Alba Sasso
Azzeccagarbugli
di Giuseppe Aragno
Le radici della riforma
di Vittorio Delmoro
Dalle funzioni obiettivo alle funzioni strumentali
di Cosimo De Nitto
Paperopoli tra noi
di Pino Patroncini
Un primo esame della riforma Biagi
di Donata Gottardi
"No alle bugie del governo"
di Rolando A. Borzetti
Sopire e sedare
di Anna Pizzuti
Lettera Aperta ai Genitori
di Forum per la scuola pubblica
Chi non sa la geometria?
di Un gruppo di insegnanti del Liceo Scientifico “G. Ferrari”
Trentunottobre
di Appello Istruzione
Dedicata ai piccoli Angeli di San Giuliano
di Ilaria Ricciotti
No droga, no party
di Vincenzo Andraous
ITC, agricoltura ed agire didattico .
di Gianni Rinaudo


Intolleranza
di Riccardo Ghineli

Ho accolto con tristezza la notizia che un giudice ha ordinato di togliere l'immagine del Crocefisso dalle aule scolastiche.
Certamente perchè è il simbolo dei valori di fondo del nostro paese, come ha detto il Cadinal Tonini.
Ma anche perchè questa è soprattutto una vittoria dell'intolleranza sul dialogo.

[ leggi (3 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Il coraggio del giudice
di Marino Bocchi

C’è voluto coraggio per fare una scelta secondo diritto e coscienza in un paese come quello in cui viviamo che della legge ha una concezione formalistica e bigotta, quando non strumentale o servile.

[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Religiosità ed identità sonnacchiosa di un Paese
di Aldo Ettore Quagliozzi

La vera e nuova identità di questo Paese ha ben poco di cristiano, e come una novella fede ha ancora da rivelarsi ai suoi adepti nella sua interezza e nella sua sostanza; essa ha messo da parte ed a tacere la sonnacchiosa identità preesistente, ma nel contempo cela la sua vera natura di nuova identità senza anima.

[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Crisi e scuola
di Cristina Lezama

Li vedo ogni sera quando torno da scuola: vengono in citta’ dalla periferia, vengo in gruppi silenziosi ma veloci. Percorrono la vie della citta’ strappando i sacchi dei rifiuti e fruganoci dentro. Non sono cani non sono ratti, sono gli umani vestigi della società argentina corrotta e di un’economia spietata e selvaggia.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Lo sciopero degli insegnanti: un diritto sotto ... tutela
di Grazia Perrone

La polemica non è nuova ma la riporto per stimolare la riflessione dei lettori. Ribadisco che le norme contrattuali e giuridiche che regolano (ma sarebbe meglio dire ... limitano) il diritto di sciopero sono già fin troppo restrittive ...



Peloso buonsenso
di Leonardo F. Barbatano

Il documento intitolato Progetto “Buonsenso per la scuola. Per un investimento sul futuro" che circola in rete, sotto le sembianze di un linguaggio “bipartisan” (com’è di moda dire ultimamente) difende a spada tratta la controriforma Moratti. I sottoscrittori di tale documento, che più che “buonsensisti” bisognerebbe definire “buontemponi”, affermano che
“è in gioco il bene non di una parte politica, ma dei nostri giovani e con loro dell’intero Paese.



Continuità? Non con le idee della Moratti
di Maria Chiara Acciarini, Alba Sasso

La scuola italiana, "percossa e attonita" dopo la lettura della terza finanziaria del governo Berlusconi che le toglie prospettive e risorse, ha potuto apprendere in questi giorni una rincuorante notizia. D'Alema: “Un centro sinistra che pensa di tornare al governo non può pensare di fare come la Moratti, usare il metodo del punto e a capo, la scuola non può sopportare una rivoluzione ogni cinque anni"
[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Azzeccagarbugli
di Giuseppe Aragno

Si sa, i soldi sono soldi e non bastano mai, ma un modo per farli c’è sempre: basta non andare troppo per il sottile. Tsse scolastiche e dei contributi di laboratorio sono spiccioli, certo, ma sangue dalle rape non ne cava nemmeno l’alchimista.



Le radici della riforma
di Vittorio Delmoro

Occorre dimenticare per un momento le derivazioni conclusive in cui l’idea si è concretizzata (il tutor, l’orario, il portfolio, …) su cui ci stiamo arrovellando in questi giorni, per tornare all’inizio del percorso, in particolare a quel documento chiamato Rapporto finale del Gruppo Ristretto di Lavoro, insediato dalla ministra nel lontano luglio 2001...

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Dalle funzioni obiettivo alle funzioni strumentali
di Cosimo De Nitto

Le ragioni profonde per cui sono state istituite le f.o. non hanno più un fondamento storico? Averle rinominate funzioni strumentali ha cambiato la loro ragion d'essere? Quello di una scuola più funzionale all'evoluzione civile, democratica ed economica della società è un bisogno che oggi non si pone più?



Paperopoli tra noi
di Pino Patroncini

con Topolino di questa settimana ecco l’opuscolo “Qui Quo Qua viaggio alla scoperta della Nuova Scuola” stampato in joint venture dal MIUR ( con tanto di intestazione) e la Disney (con tanto di copyright).



Un primo esame della riforma Biagi
di Donata Gottardi

Settembre 2001 - settembre 2003 : due anni sono bastati al Governo per passare dall'indicazione politica nel Libro bianco delle linee di riforma del mercato del lavoro alla sua attuazione mediante decreto delegato.




"No alle bugie del governo"
di Rolando A. Borzetti

CGIL CISL e UIL dicono no alla controriforma delle pensioni proposta dal Governo Berlusconi perché ritengono tale riforma inutile, dannosa, iniqua e fondata su evidenti falsità.



Sopire e sedare
di Anna Pizzuti

Le pareti dei corridoi della mia scuola sono tappezzate da manifesti di un rassicurante color verde (lo dicono gli psicologi, il verde toglie l’ansia) che sintetizzano la riforma: un po’ di inglese, un po’ di informatica, un po' di tutor, qualche stage e tanta bontà.



Lettera Aperta ai Genitori
di Forum per la scuola pubblica

Vogliamo comunicare il nostro profondo senso di disagio provocato dal Vostro parere contrario alla istituzione di nuove prime classi che ha contribuito a legalizzare una illegalità evidentissima. Poiché esso potrà avere ripercussioni molto pesanti sul futuro della scuola Pubblica e dei Vostri figli, desideriamo porre alla vostra attenzione alcuni spunti di riflessione.



Chi non sa la geometria?
di Un gruppo di insegnanti del Liceo Scientifico “G. Ferrari”

Come molti altri, anche il nostro istituto è stato coinvolto nel progetto del Ministero della Pubblica Istruzione per verificare le conoscenze degli studenti. Quello stesso progetto i cui risultati, negativi, sono stati riportati da tutti i giornali e i telegiornali nazionali.


Trentunottobre
di Appello Istruzione

Giornata provinciale per promuovere l’aggregazione, la mobilitazione compatta e coesa di genitori, insegnanti, studenti, in modo tale da promuovere iniziative per rafforzare un settore, come quello della scuola, che rappresenta una risorsa per l’intero Paese.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Dedicata ai piccoli Angeli di San Giuliano
di Ilaria Ricciotti

E' trascorso già un anno da quel tristissimo giorno,
quando bambini allegri studiavano questo mondo.

Erano pieni di sogni e di innumerevoli speranze per il futuro,
poi..., improvvisamente un terrificante boato..., ed è crollato il muro.



No droga, no party
di Vincenzo Andraous

Droga sostenibile e droga che uccide, mi pare necessaria una ulteriore precisazione, quanto meno per largo consumo………di onestà intellettuali, in condanne e conseguenti assoluzioni a poco prezzo.



ITC, agricoltura ed agire didattico .
di Gianni Rinaudo

Le ITC possono essere anche di notevole contributo per l’apprendimento delle tecniche agricole, queste però non si possono realizzare in virtuale. Ogni scuola abbia un orto, un campo, un bosco ed un giardino e se ne prenda cura.
L’agricoltura, la cura dell’ambiente, dello spazio, del paesaggio, la gestione dell’equilibrio tra terra, aria , acqua e fuoco(calore) è ciò che permetterà la continuazione della vita sul pianeta secondo standard consueti.



 

Brevi di cronaca

4 NOVEMBRE: RICORDIAMO LE VITTIME DI TUTTE LE GUERRE
Gli organi collegiali territoriali
ScuolaOggi - 01-11-2003
In cantiere un altro passaggio fondamentale della riforma della scuola: quello "degli organi collegiali territoriali". In pratica i "parlamentini" del governo della scuola che oggi sono: il Cnpi (Consiglio nazionale della pubblica istruzione), i Consigli scolastici provinciali, i Consigli di distretto. Si sta preparando un nuovo decreto legislativo di cui è già pronto uno schema da portare al consiglio dei ministri.
[ leggi ][ commenta
Riscrittura della storia nella scuola media
Educazione Peacelink - 31-10-2003
Gli uomini della Destra erano aristocratici e grandi proprietari terrieri.
Essi facevano politica al solo scopo di servire lo Stato e non per elevarsi socialmente o arricchirsi. Inoltre amministravano le finanze statali con la stessa attenzione e parsimonia con cui curavano i propri patrimoni.
Gli uomini della Sinistra, invece, no.
dal "nuovo" manuale di storia di (IIIa media), capitolo 2, paragrafo 1: "La Sinistra storica al potere"
[ leggi ][ commenta
Gli insegnanti dei professionali bocciano la Riforma
Pino Patroncini - 30-10-2003
L’Isfol ha svolto un’inchiesta sugli insegnanti degli istituti professionali e la riforma Moratti. L’inchiesta era finanziata dal Fondo Sociale Europeo ed ha coinvolto 1680 docenti di 35 scuole. Un buon campione: il 42,4% del totale di quelle scuole. Ebbene: solo il 48,6% è disposto ad insegnare nel secondo canale della riforma, il cosiddetto “sistema dell’istruzione e della formazione professionale”.
[ leggi ][ commenta
Insegnamento della religione cattolica: in arrivo i nuovi programmi
Tuttoscuola - 29-10-2003
Il ministro Moratti e il cardinale Camillo Ruini per la CEI hanno sottoscritto il protocollo d'intesa con il quale sono stati definiti gli "Obiettivi specifici di Apprendimento per l'Insegnamento della
Religione Cattolica (IRC)" della Scuola dell'Infanzia e della Scuola Primaria (quelli per la scuola secondaria arriveranno dopo).

[ leggi ][ commenta
Il crocifisso a scuola
Osvaldo Roman - 28-10-2003
Innanzi tutto ci sembra importante sottolineare con forza che non si tratta qui di uno scontro fra religioni o culture diverse o del pur doveroso rispetto di sensibilità individuali, ma del più ampio tema della laicità dello Stato, che in nessun caso dovrebbe effettuare scelte di campo in materia religiosa essendo, appunto, lo Stato di cittadini cattolici, appartenenti ad altre confessioni religiose e non credenti.

[ leggi ][ commenta
Un tavolo milanese per la scuola pubblica
Scuola Oggi - 27-10-2003
Qualche mese fa a Bologna se ne è costituito uno a Bologna che propone a partiti e sindacati di organizzare una manifestazione nazionale a Roma, «entro il mese di novembre», per riaffermare la centralità della scuola pubblica e contro la riforma Moratti. La richiesta è contenuta in un documento approvato l´8 ottobre scorso ed «esprime il sentimento diffuso in tutto il mondo della scuola».
[ leggi ][ commenta
Insegnanti dei professionali: no alla regionalizzazione
Tuttoscuola - 27-10-2003
Solo il 48,6% degli insegnanti che prestano servizio negli attuali Istituti professionali di Stato (IPS) sarebbe disponibile a continuare ad insegnarvi qualora essi fossero inseriti nel costituendo “secondo
canale”, ma di questi solo il 4% lo farebbe “in ogni caso”.
Il 35,1% si dichiara invece indisponibile. E' quanto risulta da una recente ricerca condotta dall'ISFOL su un campione di 1.680 docenti degli IPS

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Giuseppe Aragno
RIFLESSIONI SULLA STORIA

Nello Speciale La linea del tempo


Se Ingres ha posto ordine alla quiete
io vorrei porre ordine al movimento
(Paul Klee)
E' morto Alessandro Galante Garrone
Corriere della sera - 01-11-2003
 storie 
Considerato uno dei padri della Patria, il «mite giacobino» (come lui stesso si definì) aveva 94 anni. Giurista e storico, ha dedicato la vita all'impegno civile, battendosi per un'idea democrazia radicale difesa con l'azione e con i suoi scritti. Nel 1984 aveva pubblicato il volume «I miei maggiori» dove aveva ricordato i maestri di libertà della sua generazione, da Omodeo a Calamandrei, da Einaudi a Salvemini, tutti personaggi da cui Galante Garrone aveva derivato un insegnamento di vita e di pensiero,una «passione di libertà - come lui stesso diceva - sempre illuminata dalla ragione».
[ leggi ][ commenta
Archivi di Stato e “saccheggio privato”
L’Unità - 31-10-2003
 arte 
Urne etrusche, vasi romani, statue, quadri su tela, tavole, disegni, argenti, porcellane, mobili, documenti storici, lettere autografe di Machiavelli o Lorenzo de’ Medici: nell’articolo 27del decretone blindato con la fiducia e approvato al Senato, si chiamano «beni mobili» e sono il nuovo tesoro collettivo che Tremonti ha deciso di trasformare in soldi per le sue casse.
[ leggi ][ commenta
Un aspetto sconosciuto di Mazzini: la scuola per gli emigrati italiani a Londra
Tigullio Repubblicano - 30-10-2003
 curiosità 
La grande emigrazione dall’ Italia e dalla Liguria verso gli USA, verso l’ estuario del Rio de la Plata, il Cile e il Perù è iniziata verso il 1850. A Londra, a Parigi, a San Pietroburgo iniziarono ad arrivare bambini e fanciulli di Bedonia, Bardi, Né, Mezzanego, Zoagli. E’ una storia triste e sconosciuta ai più......
[ leggi ][ commenta
(Foto)romanzo popolare
L'Unità - 29-10-2003
 libri 
Parente povero di una editoria popolare già affermata, con qualche saldo ascendente nel feuilleton a cui in qualche modo rifà i connotati, s’inserisce a pieno titolo nella storia della identità italiana e. più in particolare della cultura di massa degli anni Cinquanta


[ leggi ][ commenta
Scrittura autobiografica: I giochi della mia infanzia
Libera Università dell’autobiografia - 28-10-2003
 espressioni 
Prendendo le mosse dal Circolo ideato da Stefanie Risse e promosso dalla Libera Università dell'Autobiografia di Anghiari, è'stato costituito a Roma un Circolo di scrittura autobiografica a distanza nell'ambito dell'Upter, Università Popolare di Roma.



[ leggi ][ commenta
Più lo annusi e più puzza
promiseland - 27-10-2003
 pianeta 
Puzza. Più lo annusi e più puzza, questo condono edilizio varato sotto il titolo furbetto e ipocrita «Misure per la riqualificazione ambientale e paesaggistica........

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Il paese delle streghe
A Villacidro lo giuravano tutti: IS COGAS, le streghe, avevano la coda che tenevano ben nascosta agli sguardi della gente. Naturalmente nessuno poteva esserne certo, visto che indossavano gonne lunghe fino ai piedi...
Voci del verbo insegnare
Un gruppo di docenti che hanno incominciato ad incontrarsi dal giugno 2002 animati dall’urgenza - in quel momento, con quelle condizioni - di riflettere sul proprio mestiere; e di non farlo più solo individualmente. Questa sezione del sito IGER (Istituti Gramsci Emilia Romagna) vuole porsi come crocevia di esperienze, vissute o segnalate (i materiali), e come luogo aperto alla discussione.
f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rubrica intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze.
Questa newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia collaborare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo fuoriregistro@didaweb.net e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Redazione: Emanuela Cerutti, Anna Pizzuti, Marino Bocchi, Giuseppe Aragno. Sito: Maurizio Guercio. - È una iniziativa DIDAweb

  Newsletter precedente Newsletter successiva