Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro del 01/06/2003 - a.s. 02/03
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 01/06/2003
...l'Italia che resiste...
scaffali

Sommario
Non abbiamo insegnamenti da darvi
di Gaetano Arfè
A proposito di uguaglianza
di Piero Di Marco
STO a Barbiana
di Anna Pizzuti
Giò ed il vecchio saggio
di Ilaria Ricciotti
L'obbedienza non è più una virtù
di Arturo Ghinelli
Ricomincio da tre ... citazioni.
di Grazia Perrone
Mi vergogno
di Riccardo Ghinelli
A proposito delle 18 ore
di Patrizia Lepri
Niente incarichi ulteriori
di Collegio Docenti Salvemini
Gli insegnanti disapprovano
di D.D. Garzilli
Contratto, ma non solo!
di Leonardo F. Barbatano
Formazione Oh! Oh!
di Vittorio Delmoro
Tempo pieno, dove vai?
di Gianni Rinaudo
Riflessioni con un eretico high-tech italiano
di Giovanni Marcianò
La Moratti sbaglia, poi ripara
di Salvatore Nocera
Il testamento di un insegnante
di Ilaria Ricciotti

LA REPUBBLICA


ll ministro dell'Interno
Giuseppe Romita
legge
i risultati
del referendum istituzionale
del 2 giugno 1946
Enrico De Nicola
firma l'atto
di promulgazione
della Costituzione
il 27 dicembre 1947

Non abbiamo insegnamenti da darvi
di Gaetano Arfè

Io ho oltrepassato la soglia della vecchiaia e provo una sofferenza costante di fronte a un mondo ben diverso da quello per cui combattemmo, nel quale stento a riconoscermi. Eppure vi confesso, con tutta sincerità, che ho conservato la virtù cristiana della speranza.


A proposito di uguaglianza
di Piero Di Marco

Uguaglianza significa avere uguali opportunità e diritti.
Tutto il resto è paglia.
L'uguaglianza dei diritti comincia da quella di poter frequentare scuola della stessa qualità per tutti, e che tutti siano messi in grado di terminare il ciclo di studi minimo.
[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


STO a Barbiana
di Anna Pizzuti

Ciascuno di noi che è stato a Barbiana, percorrendo quella strada in salita, ha ripercorso, dentro di sé, il proprio cammino di insegnante. E l’ha raccontato ai suoi compagni di salita, come io stavo per fare, raccontando qui l’esperienza di domenica scorsa.
E invece questo accostamento: Lorenzo Milani e Sergio Tofano, il tuffo a me lo ha fatto fare ancora più indietro.



Giò ed il vecchio saggio
di Ilaria Ricciotti

Forse anche Istruzio sarebbe cambiata ed i suoi abitanti non si sarebbero limitati a considerare l'istruzione soltanto come un insieme di regole, di cifre e di caratteri, ma come una linfa vitale che entra dentro l'essere di una persona, la scuote, la rigenera, facendola crescere .
[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


L'obbedienza non è più una virtù
di Arturo Ghinelli

A 80 anni dalla nascita di Don Milani è stata cancellata definitivamente una delle tre riforme proposte dai ragazzi di Barbiana.
Le altre due erano “non bocciare” e “agli svogliati basta dargli uno scopo”.
[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Ricomincio da tre ... citazioni.
di Grazia Perrone

Per la terza volta consecutiva il decreto attuativo sulle modalità di attuazione della legge 53/03 (riforma Moratti) fin dalla prossimo anno scolastico (e limitatamente alle classi prime e seconde) è stato stralciato dall'agenda del lavori del Consiglio dei Ministri. Allo stato, dunque, tutte le voci che circolano in merito rappresentano solo delle speculazioni/forzature dialettiche di parte senza alcun fondamento giuridico.
[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Mi vergogno
di Riccardo Ghinelli

Ma quale Sindacato avrebbe avuto il coraggio di dire " no, signori, i soldi per gli aumenti trovateli in altro modo, ma non peggiorate ulteriormente la Scuola?" e se lo avesse fatto come avremmo reagito?
[ leggi (3 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


A proposito delle 18 ore
di Patrizia Lepri

La trasformazione delle cattedre ordinarie in cattedre orario causa il venir meno di uno dei cardini del sistema: la continuità didattica dei docenti sui vari corsi.


Niente incarichi ulteriori
di Collegio Docenti Salvemini

Con tale decisione i docenti, consapevoli di rinunciare ad occasioni di incremento del pur magro stipendio, intendono contrastare la politica del Governo che con i tagli di organico stabiliti dall'ultima legge finanziaria.


Gli insegnanti disapprovano
di D.D. Garzilli

Mozione del Collegio dei Docenti sulla Legge Delega, la bozza di Decreto Delegato del Ministro dell’Istruzione Moratti e su linee guida e formazione.
[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Contratto, ma non solo!
di Leonardo F. Barbatano

La scuola è sotto attacco perché si basa sul principio di uguaglianza, sul dettato costituzionale della pari opportunità dei cittadini. Per lo stesso motivo sono sotto attacco la magistratura e il principio dell’uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge, la libera stampa e il diritto dei cittadini alla informazione, senza la quale smettono di essere tali.


Formazione Oh! Oh!
di Vittorio Delmoro

Sono stato indicato con mia grande meraviglia (ma era solo perché il mio dirigente era arrivato in fondo alla lista senza raccattare alcuna disponibilità) a fare il referente per la scuola elementare del mio istituto alla prima fase del Piano di Formazione sulla Riforma.
[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Tempo pieno, dove vai?
di Gianni Rinaudo

"L´importanza del tempo pieno non è tanto legata alla custodia. Oggi che i bambini sono spesso figli unici e possono dialogare solo con la tv e con i nonni, credo sia fondamentale per loro avere un luogo, una "piazza sicura" dove socializzare, scambiare esperienze e costruire relazioni con i loro coetanei e con gli adulti. La scuola del tempo pieno è questo"


Riflessioni con un eretico high-tech italiano
di Giovanni Marcianò

Una chiacchierata ai margini della Fiera del Libro, nata come confronto tra chi polemizza con ForTic e chi agisce per la sua attuazione perdhè nella scuola italiana entri una nuova didattica, che si richiami alla più consolidata tradizione, quella che tutto il mondo ci invidia, interpretandola - ma senza stravolgerla - anche nell’impiego delle TIC.


La Moratti sbaglia, poi ripara
di Salvatore Nocera

Nella bozza della legge delega sulla riforma della scuola mancava il richiamo all'integrazione scolastica: errore riparato dopo la segnalazione della Fish, anche se si poteva usare una formula più felice


Il testamento di un insegnante
di Ilaria Ricciotti

Dopo 33 anni di scuola, escludendo quella che mi ha visto come discente e non come docente, debbo dire che essa ha subito nel tempo diversi cambiamenti. Alcuni accettabili , altri un po' meno.


 

Brevi di cronaca
Cattedre impossibili
Cosimo Scarinzi, Cub scuola Torino - 31-05-2003
Sui giornali si parla di schiarite dopo la mobilitazione degli insegnanti “per le 18 ore” . Oggi assemblea all’Avogadro e al Liceo Cottini, confermata l’occupazione in sette istituti. Trattativa fra sindacati e MIUR regionale per rivedere la parte normativa.
[ leggi ][ commenta
Elementari, il sussidiario va in pensione
Corriere della Sera - 30-05-2003
Il vecchio sussidiario, dopo più di un secolo di onorata carriera, dopo aver introdotto alle conoscenza delle discipline decine di generazioni di studenti tra gli 8 e i 10 anni, andrà in pensione. Va al macero una sorta di monumento dell’istruzione elementare, un testo - spesso l’unico disponibile nelle famiglie - sul quale si è sviluppata la cultura del nostro Paese. E viene sostituito da un altro tipo di testo.
[ leggi ][ commenta
Incontro del Ministro Moratti con i Sindacati
Cgilscuola - 30-05-2003
I rappresentanti dell’amministrazione hanno riconosciuto che il corso in informazione e formazione sui contenuti del decreto delegato per la scuola dell’infanzia elementare e media non può essere considerato obbligatorio e che, pertanto, i collegi docenti sono liberi di decidere se attuare o meno il corso proposto.
[ leggi ][ commenta
Il G8
Rolando A. Borzetti - 29-05-2003

Si svolge in Francia a Evian dal 1 al 3 giugno.
Quest'anno, gli Otto Grandi hanno invitato al loro banchetto 12 paesi (tra cui Cina, Messico, Brasile, Nigeria, Egitto, Arabia Saudita), oltre alla Svizzera che come paese limitrofo collabora all'organizzazione del vertice.



[ leggi ][ commenta
L'Italia cambia musica
Famiglia Cristiana - 28-05-2003

La legge del 1999 trasforma gli istituti in facoltà e delega i corsi di base a licei e medie. Ma i problemi sono tanti: si rischia la stecca. Il maestro Uto Ughi, violinista che tutto il mondo ci invidia, è stato voluto dal ministro Moratti come suo prezioso consigliere. Ma non nasconde le sue preoccupazioni per il futuro della musica nel nostro Paese.
[ leggi ][ commenta
Sms anti-assenze
Corriere.it - 27-05-2003
CASSINO (Frosinone) - Tempi duri per gli studenti discoli. Soprattutto per gli assenteisti e i ritardatari. L'era delle comunicazioni facili e del controllo globale non giova certo alla loro causa. Specie se sulla stessa traiettoria delle loro lezioni scolastiche ci si mette un preside zelante che vuole informare il più possibile mamma e papà e che gli spedisce un sms ogni volta che vede un banco vuoto.
[ leggi ][ commenta
Lavoro e welfare: la sfida europea dei sindacati
L'Unità - 26-05-2003
Nei giorni peggiori dell’economia continentale, da Berlino a Roma, si ritrovano a Praga i sindacati della Ces, confederazione europea sindacale, per il loro decimo congresso, che avrà qualche rito da compiere, qualche elezione da tenere e molte questioni da discutere, a riguardo del ruolo centrale del lavoro e dei lavoratori nel futuro della comunità europea.
[ leggi ][ commenta


Tam Tam
>>> A R T I C O L O 18 <<<

Cidi - 31-05-2003
 comunicato 

"L’idea di attuare frettolosamente la riforma, a partire dal prossimo settembre 2003, coinvolgendo tutta la scuola dell’infanzia e le prime due classi elementari, apre fondati interrogativi sulla serietà dell’intera operazione. Operazione che mira prevalentemente a costruire un forzato consenso e una superficiale condivisione.
[ leggi ][ commenta
Guardandoci intorno
Redattore sociale - 30-05-2003
 storie 
Esecuzioni extragiudiziali, sparizioni, torture e altre gravi violazioni ai diritti umani. La situazione resta critica in moltissimi paesi secondo il Rapporto Annuale di Amnesty International presentato il 28 maggio a Roma. A rendere particolarmente complicata la tutela dei diritti umani anche a livello internazionale la 'guerra al terrorismo', che dopo l’11 settembre e i conflitti che ne sono scaturiti, ha spinto moltissimi paesi a restringere le libertà individuali.
[ leggi ][ commenta
Piazza della Loggia
Enrico Panini - 29-05-2003
 messaggio 

Siamo qui per riaffermare i fondamenti della convivenza e della cittadinanza. Per questi stessi valori noi operiamo tutti i giorni in una scuola che vogliamo capace di rispondere ai bisogni di conoscenza di tutte e di tutti, al grande desiderio di andare oltre lo sterile sommarsi dei dati, delle procedure.
[ leggi ][ commenta
Il contratto jugoslavo del personale della scuola
Il riformista - 29-05-2003
 espressioni 
La buona notizia è che il personale della scuola prenderà più soldi. E’ il più alto incremento dal 1988, ben oltre l’inflazione programmata, superiore alla media oraria europea. Solo che in Europa le ore sono di più e quindi gli stipendi medi europei sono più alti. E qui cominciano le notizie cattive. Aumenti uguali per tutti, tanto per incominciare. Nessuna differenziazione possibile di carriere, nessuna attenzione alla qualità delle prestazioni professionali.
[ leggi ][ commenta
Cannes, la grazia di un «Elephant»
Il Manifesto - 28-05-2003
 cinema 

Patrice Chéreau, presidente della giuria, cambia le regole e assegna a Gus Van Sant due premi: per il film e la regia. L'indipendente americano spiega così la sua ultima opera: «racconta la violenza apparentemente senza senso del nostro tempo, e che negli Usa ha una dimensione più ampia e di maggiore visibilità»
[ leggi ][ commenta
Quando la scuola canta in allegria
Francesco Paolo Catanzaro - 27-05-2003
 musica 
Una delle attività più coinvolgenti nell’ambito scolastico è il momento aggregativo, dove alunni e docenti vivono una giornata tra le note musicali, la poesia dei testi e la teatralità delle interpretazioni.
Capita in quasi tutte le scuole che si organizzino karaoke a fine d’ano, dove gli alunni possono dare libero sfogo alla loro creatività interpretativa delle canzonette famose.
[ leggi ][ commenta
ForTicSl a scuola
Carmelo Ialacqua - 26-05-2003
 software libero 

Il sito "eduBlogit" ha avviato il Progetto ForTicSL, con lo scopo proprio di raccontare agli insegnanti un'altra storia: quella del software libero. Sono stati approntati molti materiali ed aree demo, in collaborazione con alcuni siti web ed istituti scolastici, per provare soluzioni libere ed efficienti, in materia di didattica e gestione della scuola.
[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Non uno di meno
Un sito al servizio delle scuole, per la scuola di oggi e di domani, per un confronto libero e costruttivo, per riflettere, proporre ed informare.
Cocs
Un insieme di individui ed associazioni che intendono impegnarsi nella costruzione di un altro mondo possibile, basato sulla pace e la giustizia, dove la globalizzazione economica neoliberista faccia posto alla globalizzazione dei diritti.
Studenti Calabria
Il portale degli studenti e insegnanti calabresi, nato per condividere esperienze, progetti e per formulare proposte concrete in una regione difficile. Segnalato da Gino Maris
Club Scuola Italia - un'idea per la scuola
Club Scuola Italia è un portale Internet dedicato al mondo della scuola. Si rivolge agli studenti, ai genitori ed agli insegnati di tutta l'Italia. Tutti possono trovarvi informazioni, chiarimenti e riflessioni interessanti, e tutti possono contribuire a costruirlo, inviando la propria opinione sugli argomenti proposti. Club Scuola Italia organizza anche concorsi a premi per i propri iscritti ed offre aiuto sulle discipline scolastiche tramite lo sportello dell'Esperto. L'iscrizione al portale è GRATUITA per tutti. Segnalato da Cristina Franceschini
f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rubrica intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze.
Questa newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia collaborare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo fuoriregistro@didaweb.net e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Redazione: Emanuela Cerutti, Anna Pizzuti, Francesco di Lorenzo, Marino Bocchi. Sito: Maurizio Guercio. - È una iniziativa DIDAweb

  Newsletter precedente Newsletter successiva