Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro del 13/04/2003 - a.s. 02/03
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 13/04/2003
scaffali

Sommario
Le torri non sono cadute
di Giuseppe Aragno
Un impegno concreto: la pace
di Matteo D'Andrea IV I
La guerra, la pace, la scuola e le nuove generazioni
di Vittorio Del Moro
Taccia lei, che è anti americano!
di Omer Bonezzi
Il rumore dei media, il silenzio di dio e la guerra
di Giovanni Dursi
La Guerra, la Pace, la Scuola, la Scuola cattolica, il Papa, l'Italia
di Luciano Albanese
Il posto di frontiera
di Marino Bocchi
Amore debole, amore amaro.
di Luigi Giove
Il colore dell'acqua
di Arturo Ghinelli
Boicottiamo la politica...
di Sandra Coronella
Poca soddisfazione
di Alba Sasso
Sovradimensionamento nelle scuole italiane? Ma va là.
di Bruna Bassi
Drin! Drin! E' ora di svegliarsi.
di Ilaria Ricciotti
Appunti su incontri con la RSU e OO.SS.
di Maria Rosaria Campanella
Disgusto clerico-fascista
di Leonardo F. Barbatano
Crimini e minori
di Vincenzo Andraous
La lingua del futuro? L’italiano, e vi spiego perché
di Giuseppe Tizza
Lo spot del Miur    !
di Elena Miglietta
Propaganda col naso lungo    !
di Irene Baule

Non avevamo i requisiti per rispondere al bando del Miur.
Ma li abbiamo per dire quello che pensiamo della riforma.
Anche con i nostri controspot. E’ un bel gioco, che Furiregistro vorrebbe bandire, per giocarlo insieme.
Inviateci altre proposte!

Le torri non sono cadute
di Giuseppe Aragno

Agli studenti, incontrati spesso in questi giorni di guerra che non è guerra, non ho mai nascosto di essere di parte. Ho detto a chiare lettere che una cosa sono i fatti, altra la loro interpretazione. E mi sono sforzato di essere estremo.
I ragazzi devono sapere che lo si può essere.



Un impegno concreto: la pace
di Matteo D'Andrea IV I

Personalmente credo che le manifestazioni ( ed i cortei , le fiaccolate … ) siano un ottimo mezzo per far sentire la propria voce , oltre ad un efficace strumento di mobilitazione . Però, da sole , non bastano . Bisogna trovare altri mezzi , più concreti e quindi più efficaci.


La guerra, la pace, la scuola e le nuove generazioni
di Vittorio Del Moro

La cosa peggiore (e la causa dello sconforto) non sta tanto nella sconfitta, quanto nel non intravedere alternative praticabili... Ma ogni tanto si riaccende una luce!


Taccia lei, che è anti americano!
di Omer Bonezzi

Non se ne può più. Se osi dire che quello che fanno gli Usa in Iraq non ti va, c’è sempre uno più scafato di te che ti dice: allora sei con Saddam ed antiamericano.



Il rumore dei media, il silenzio di dio e la guerra
di Giovanni Dursi

Se dio tace, parliamo noi, se ci abbandona alla guerra, qualcuno ha sempre un Papa che lavora per tutti. Il rischio vero è che la secolarizzazione della Chiesa cattolica vada di pari passo con la riconferma di sé di chi si pensa nel giusto.
[ leggi (1 commento/i) ][ leggi speciale ][ commenta ] [ sommario


La Guerra, la Pace, la Scuola, la Scuola cattolica, il Papa, l'Italia
di Luciano Albanese

Le “parole di pace” nel mondo politico italiano sono buone se sono secondo le proprie idee, in caso contrario si fa la guerra! Svaniscono i colori dell’arcobaleno.


Il posto di frontiera
di Marino Bocchi

Un bazar sporco e maleodorante, vicino ad un prato spazzatura: davanti, a pochi metri, transitano lente comitive di studenti italiani in gita verso Praga.


Amore debole, amore amaro.
di Luigi Giove

Il metodo utilizzato dal sistema informativo del MIUR per ricondurre tutte le cattedre a 18 ore di insegnamento ricorda molto da vicino quello burlone e provocatorio delle avanguardie letterarie dadaiste.
[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Il colore dell'acqua
di Arturo Ghinelli

La scuola, per sua natura, non può avere un proprio colore a cui si deve adeguare chi entra, ma deve avere il colore dell'acqua. Perché la scuola è di tutti e per tutti...non uno di meno.



Boicottiamo la politica...
di Sandra Coronella

Un boicottaggio alla rovescia: boicottaggio è *non fare* qualcosa, il mio è diverso: boicottiamo questa schifezza a cui è stata ridotta la politica, troviamo il modo di entrarci, e trasformiamola.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Poca soddisfazione
di Alba Sasso

Dubbi sulle politiche scolastiche, adi tagli degli organici all'anticipo sulle iscrizioni, segnali di debolezza rispetto alla Riforma.


Sovradimensionamento nelle scuole italiane? Ma va là.
di Bruna Bassi

Non ho ancora visto un paese nel quale gli insegnanti abbiano un contratto di lavoro peggiore del nostro sia in termini di stipendio che in termini di condizioni di lavoro eppure quel che emerge è sempre tutt'altro.


Drin! Drin! E' ora di svegliarsi.
di Ilaria Ricciotti

E' ora che iniziamo a lottare per una scuola pubblica che sia rispettosa dei principi costituzionali e delle leggi che la categoria fino ad ora ha conquistato con sacrifici.


Appunti su incontri con la RSU e OO.SS.
di Maria Rosaria Campanella

"Minacciate e otterrete nel piccolo quello che nel grande non siete riusciti ad ottenere!!!": e’ la nuova trappola legislativa che serve a tener gabbati gli stessi Sindacati...


Disgusto clerico-fascista
di Leonardo F. Barbatano

Parlare del sindacato come potere opprimente che tiene in schiavitù i docenti delle scuole significa essere completamente estranei alla storia del movimento dei lavoratori e alla storia delle battaglie civili che questi hanno sostenuto per la propria emancipazione.
[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Crimini e minori
di Vincenzo Andraous

Titolo di un convegno, ma anche preoccupazione dell’intera collettività: all’esposizione di dati e statistiche occorre affiancare la capacità dialogica che accorcia le distanze e dà spazio all' ascolto.


La lingua del futuro? L’italiano, e vi spiego perché
di Giuseppe Tizza

Un gioco comparativo per arrivare alla alla conclusione che il nostro italiano sarà la lingua che i programmatori dei cervelli umani del futuro saranno
costretti ad usare se non vorranno mandare in tilt il nostro pc-neuronale .



Lo spot del Miur
di Elena Miglietta

Io lo trovo semplicemente pazzesco, con tutti quei bei bambini tanto felici quanto virtuali che giocano a palla e alzano la mano per farsi interrogare per primi, quei bambini tanto ideali e perfetti che compaiono anche nel testo della riforma.
[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Propaganda col naso lungo
di Irene Baule

Siamo davvero indignati dallo spot radio e TV che pubblicizza la "riforma Moratti" . Chiediamo ai Sindacati di intervenire.


 

Brevi di cronaca
E' già un logo per giochi intelligenti.
Il Manifesto - 12-04-2003
Peccato sprecare la guerra, un evento con una copertura televisiva fantastica: per prima si è mossa Sony. Il motto «colpisci e terrorizza» le piaceva così tanto che ha cercato di impadronirsene. Con esso ha intenzione di lanciare un videogioco di guerra di sicuro richiamo, vista la pubblicità che circonda quel nome. Anche altre imprese hanno fatto lo stesso ragionamento e hanno chiesto all'ufficio dei brevetti Usa di poter registrare, a proprio nome, il nome della guerra, per renderla commerciale.
[ leggi ][ commenta
Baghdad
Alexander Hobel - 12-04-2003

[ leggi ][ commenta
A proposito di Professione Docente
Gilda ins. - 11-04-2003
Un’analisi sull'attuale processo riformistico praticata a partire non dalle appartenenze politico-sindacali ma dall’essere innanzitutto insegnanti e professionisti dell’istruzione, e prima ancora cittadini: giacché la libertà di insegnamento non è affare che riguardi gli insegnanti tout-court, non è difesa corporativa di privilegi e interessi esclusivi di una categoria, ma è al contrario a tutela e presidio della libertà di tutti i cittadini e rappresenta uno dei capisaldi della democrazia (non a caso trattasi di libertà costituzionalmente garantita)
[ leggi ][ commenta
Orario cattedre a 18 ore: è questa la nuova scuola?
Educazione&Scuola - 11-04-2003
In tutte le scuole, e in particolare nei licei scientifici c'è grande agitazione in questi giorni per i nuovi organici comunicati dai vari CSA. Ma il Ministro non aveva detto che nessuno sarebbe stato mandato via dalla propria scuola?E la finanziaria non prevedeva che non dovessero crearsi situazioni di soprannumero? E quando sono stata interpellata per contribuire a questo scempio?
[ leggi ][ commenta
Tragedia
Corriere della Sera - 10-04-2003
Nella città russa di Makhachkala un incendio sviluppatosi in una scuola per sordi ed alimentato dal forte vento ha causato 28 morti e circa 100 feriti, 39 dei quali in modo grave. I bambini non potevano sentire l'allarme.
[ leggi ][ commenta
L'Anci e la Riforma
Anci - 10-04-2003
La cautela dell'ANCI, nel privilegiare la qualità, rispetto ad ingressi anticipati che non garantissero le condizioni cui hanno diritto tutti i bambini della scuola dell'infanzia, ha trovato la disponibilità del Ministro Moratti, cui diamo atto della sensibilità e responsabilità. L’Anci rimane per ora in attesa che il Miur faccia conoscere le proprie osservazioni che saranno immediatamente portate a conoscenza dei Comuni, per le determinazioni di ciascuno, e per la convocazione della Commissione Scuola.

[ leggi ][ commenta
Il nuovo sistema scolastico: una riforma a rischio
Infantiae.org - 09-04-2003
Intervista a Sergio Spaggiari, dirigente del servizio Educazione e Formazione del Comune di Reggio Emilia: "Uno dei difetti più vistosi di questo progetto di riforma? La sindrome schizofrenica tra il dire e il fare. Si dicono e si riportano valori di riferimento e principi generali che possono essere almeno in parte condivisi ma di fatto poi, operativamente, l’impianto organizzativo della scuola si muove nella direzione contraria".
[ leggi ][ commenta
Aiuti umanitari
Redattore Sociale - 08-04-2003
Oltre 45 tonnellate di alimenti verso l'Iraq, frutto di iniziative e donazioni. Associazioni e Movimenti al lavoro per curarne la consegna ai civili colpiti dai bombardamenti. "Si tratta di una iniziativa molto importante, segno e testimonianza di solidarietà verso un popolo che oggi sta vivendo la sofferenza e la tragedia di una guerra crudele".
[ leggi ][ commenta
Brocca, l’anti-Bertagna
Tuttoscuola - 07-04-2003
In difesa del modulo didattico, che rappresenta l’unità organizzativa e didattica attuale dell’elementare, Brocca si sta impegnando in un attacco senza sconti contro l’idea del docente tutor-coordinatore, che rappresenta l’elemento di destrutturazione del modulo stesso.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
CIAO BAMBINI E BAMBINE
DI TUTTE LE SCUOLE!



Spediamo la pace!
La guerra da archiviare
L'Unità - 12-04-2003
 libri 
C'è un'inflazione di libri sulla guerra. E molti - perché non dirlo? - sono libri di «facile consumo». Ma accanto a questo c'è anche una produzione «fatta» di riflessioni, ricordi, pensieri. Fatta di parole già dette o ancora da dire. Parole da raccogliere magari non attraverso un libro tradizionale.

[ leggi ][ commenta
Li chiamano sciacalli
Indymedia - 11-04-2003
 storie 

Non ci stanno i ragazzi di Baghdad. Non ci stanno più ad essere programmati in un modo o in un altro per quello che non sono. Non hanno scelto né Saddam né Bush, e non vogliono più dire sissignore a nessuno. Oggi si sentono, sono, i ragazzi di Baghdad. E basta.
[ leggi ][ commenta
Città per bambini
Rete Organi Collegiali - 10-04-2003
 comunicato 

I Sindaci del Veneto sono invitati il 12 aprile 2003 dalle 9,30 alle 13,00 a discutere con l'Unicef il tema "Promozione e tutela dei diritti dei bambini e dei giovani" per riflettere insieme sui contenuti proposti dalla Sessione Speciale ONU sull'infanzia.
[ leggi ][ commenta
La guerra, il trauma e i bambini.
Telefono azzurro - 09-04-2003
 proposta 
In un momento storico di estrema complessità ed instabilità, quale quello che caratterizza la nostra società, su cui gravano una guerra ed il rischio di attentati terroristici, appare più che mai urgente poter creare intorno ai bambini e agli adolescenti un contesto famigliare e scolastico stabile, sereno ed in grado di supportarli cognitivamente, emotivamente e psicologicamente.

[ leggi ][ commenta
Grafica contro la guerra
Redattore Sociale - 08-04-2003
 arte 

[ leggi ][ commenta
No alla caccia nei parchi!
WWF Italia - 07-04-2003
 proposta 

Una cosa è certa: i parchi e la caccia non sono compatibili. Conservazione della natura e caccia non possono andare d'accordo. Se venisse approvata la proposta di legge che mira ad abrogare il divieto di caccia nei parchi, l'Italia farebbe un salto indietro di cinquant'anni nel campo della conservazione della natura. L'appello del WWF.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Marcia di Barbiana
Il 25 maggio sarà una giornata di proposta, speranza, identità, che riparte ancora una volta da Barbiana. Invitiamo i cittadini e le cittadine, gli insegnanti, gli studenti, i genitori, gli amministratori locali ad essere con noi; invitiamo tutti coloro che si riconoscono nell'insegnamento di Don Lorenzo Milani, da cui hanno appreso i valori di radicalità educativa sui diritti civili, la giustizia sociale, la libertà di pensiero, la visione mondiale dei temi sociali, della pace, di un mondo accogliente per tutti.
f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rubrica intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze.
Questa newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia collaborare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo fuoriregistro@didaweb.net e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Redazione: Emanuela Cerutti, Anna Pizzuti, Francesco di Lorenzo, Marino Bocchi. Sito: Maurizio Guercio. - È una iniziativa DIDAweb

  Newsletter precedente Newsletter successiva