Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro del 01/12/2002 - a.s. 02/03
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 01/12/2002
scaffali

Sommario
La bella che è prigioniera
di Marino Bocchi
Riflettere sulla città
di Giuseppe Aragno
A proposito di controdépliant
di Uds
Perchè alcuni esclusi?
di Paola
Discutere continua ad essere necessario
di Fuoriregistro
Non più una riforma senz' anima
di AESPI
Il prezzo delle parole di carta velina
di Anna Pizzuti
Il ministero legifera in barba alle leggi
di Alessandra Referza
La logica dei 30 punti
di Roberta Gagliardi
Le montagne e il mouse
di Anna Petricca e altri
Sulla "rivoluzione informatica nelle scuole"
di Ernesto De Fazi
Cani senza collare ovvero viaggiatori di passi perduti
di Vincenzo Andraous
Pari opportunità per l'handicap
di F.I.S-H.
Miracolo a scuola
di Francesco Paolo Catanzaro
Gli studenti della mia classe e il terremoto
di Gianni Mereghetti
La segreteria scolastica
di Francesco Paolo Catanzaro
Clemenza per il popolo degli sconfitti
di Vincenzo Andraous
Partenia
di Don Vitaliano
Gentile Monsignor Nazzaro
di Nichi Vendola

Non far passare sotto silenzio il progetto della Finanziaria che all’art. 25 penalizza bambini e bambine, ragazzi e ragazze diversamente abili
3 dicembre
giornata europea del disabile


Partecipa alla protesta inviando una mail ai tuoi amici ed una a noi per comunicarci la tua adesione
proteonews@byscuola.it - info@didaweb.net
Proteofaresaperenews - Fuoriregistro - Didaweb - Scuolidea
Tavola Rotonda Virtuale
La riforma in aula:
raccogliamo le idee
UNA SCUOLA PER
commentare
e
discutere

la Riforma

La bella che è prigioniera
di Marino Bocchi

C'è chi ha un senso della moralita’ che agli occhi degli altri e’ amoralita’, un senso della liberta’ che agli occhi degli altri e’ libertinismo. C'è chi sceglie di perdere o di essere, in negativo, cio’ che gli altri non sono. Stranieri, senza patria, perche’ quella anagrafica è solo un accidente, muoiono per la liberta’ e non la loro ma quella di altri stranieri come loro.


Riflettere sulla città
di Giuseppe Aragno

Per quale motivo, se non per avere opposto un rifiuto Caruso e compagni sono finiti in galera? Reati d’opinione, ossia riflessioni sulla città. Se qualcuno non lo avesse capito, la polis moderna non lo consente.



A proposito di controdépliant
di Uds

Senz’ombra di dubbio uno degli aspetti più inquietanti di questo D.d.L è che, con un’impostazione vecchia di decenni, vorrebbe rispondere alle innovazioni intervenute nel mondo del lavoro e nella società con un modello estremamente rigido. Questo rigido schematismo ricalca piuttosto chiaramente gli obiettivi della riforma Gentile.


Perchè alcuni esclusi?
di Paola

Con la riforma Moratti le biblioteche scolastiche verranno chiuse e saranno inutilizzate.
Perchè non si può creare la figura del docente bibliotecario, visto che le biblioteche scolastiche sono finanziate dallo Stato e ne sono patrimonio?


Discutere continua ad essere necessario
di Fuoriregistro

Nuovi contributi alla Tavola Rotonda



Non più una riforma senz' anima
di AESPI

Il parere positivo di Eurduemila sulle “indicazioni nazionali” di insegnamento relative alla scuola primaria e al primo grado della scuola secondaria sottoscritte dal Responsabile Scuola di Alleanza Nazionale, senatore Giuseppe Valditara.


Il prezzo delle parole di carta velina
di Anna Pizzuti

La ricerca e costruzione di un linguaggio chiaro per comunicare la riforma è un elemento essenziale per il successo sia della campagna di informazione e comunicazione, sia della Riforma stessa. Il Ministero dell’istruzione ammette particolare rilievo all’obiettivo di costruire questo “ linguaggio della riforma “ in modo da facilitare al massimo la trasparenza e la comprensibilità dei cambiamenti della Scuola italiana per tutte le componenti coinvolte.



Il ministero legifera in barba alle leggi
di Alessandra Referza

Gli specializzati e gli specializzandi SSIS intendono esprimere la loro indignazione per la recente risoluzione del Ministero dell'Istruzione, che con il DM del 26 novembre ha dato il via ad un ennesima sanatoria, che compromette la qualità dell'importante percorso di formazione per la professione docente.


La logica dei 30 punti
di Roberta Gagliardi

E' totalizzante. Crea un¹identità forte intorno alla quale ruota una contrapposizione del tutto artificiale, costruita, studiata. Per difendere i 30 punti si può costituire anche un¹associazione...


Le montagne e il mouse
di Anna Petricca e altri

Il malato (la scuola, cioè) è un enorme pachiderma malato e pieno di piaghe, ne sani una e se ne apre un'altra. Si inizia ad insegnare fiduciosi, alla fine non si vede l'ora di andare in pensione.
Firmato: un gruppo di insegnanti delusi e sempre meno motivati.



Sulla "rivoluzione informatica nelle scuole"
di Ernesto De Fazi

Forse il ministro non è attento alle nostre richieste, veramente urgenti: una scuola più attrezzata (computer, sistemi video, collegamenti ad internet, fotocopiatrici, laboratori con attrezzature e materiale), una scuola più sicura ( riparazioni e manutenzioni degli stabili e dei luoghi esterni). Vorrei che veramente ci fosse più interesse intorno al mondo scuola, non solo quando succedono fatti gravi o “finte rivoluzioni”.


Cani senza collare ovvero viaggiatori di passi perduti
di Vincenzo Andraous

Zoe e la sua storia di recente trovata, somiglia per intero a tante altre storie anonime, di giovanissimi dimenticati dal disinteresse più colpevole dei propri cari, abbandonati a se stessi, per rincorrere un benessere che disconosce i più deboli oppure i già vinti in partenza.


Pari opportunità per l'handicap
di F.I.S-H.

La Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap e le organizzazioni aderenti sono preoccupate per i tagli agli enti locali ed alla scuola che produrranno una forte limitazione negli interventi diretti alle persone con disabilità.


Miracolo a scuola
di Francesco Paolo Catanzaro

Può capitare che durante l’anno scolastico si abbatta sopra la scuola un temporale. Pioggia fitta, lampi e tuoni annullano il cielo sereno delle altre giornate ...


Gli studenti della mia classe e il terremoto
di Gianni Mereghetti

Non c’è bisogno di sforzarsi di essere positivi, perché uno sguardo aperto alla vita è l’unico atteggiamento realistico, e l’educazione è la capacità di portarlo dentro i fatti dell’esistenza



La segreteria scolastica
di Francesco Paolo Catanzaro

Chi fa notare che la segreteria come insediamento lavorativo è di TUTTI non sempre ottiene il sorriso di chi la gestisce, che dall’alto del suo scranno con in una mano una biro consumata e nell’altra un mouse, preso per la coda, sembra avvertire: “l’Etàt c’est moi” anzi “ l’écòle c’est moi!”
[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Clemenza per il popolo degli sconfitti
di Vincenzo Andraous

Il Pontefice ha tracciato per tutti la condotta morale per trasformare la speranza in pazienza del possibile, e ai presenti in MonteCitorio, ha consegnato le chiavi di accesso per formulare un patto sociale di responsabilità operativa delle coscienze.


Partenia
di Don Vitaliano

Questa è una parrocchia nel senso etimologico del termine: parrocchia vuol dire stare presso le case (par oikya, in greco). Questa parrocchia vuole stare presso le case che popolano il villaggio globale e virtuale, in mezzo alle “case in rete”.



Gentile Monsignor Nazzaro
di Nichi Vendola

Forse non le importerà nulla di questa lettera, ma io gliela scrivo ugualmente perché sento l'urgenza di
comunicarle il grande turbamento (stavo per dire
lo "scandalo") che provoca in me il suo brutale
licenziamento di Don Vitaliano.


 

Brevi di cronaca
Prima giornata mondiale contro la pena di morte
Vita no profit - 30-11-2002
Roma, Bruxelles, Barcellona, Firenze, Venezia, New York, Antwerpen, Vienna, Napoli, Parigi, Copenhagen, Stoccolma, Reggio Emilia, Santiago e tante altre.
Il 30 novembre, in occasione della Prima Giornata Mondiale contro la Pena di Morte, si svolgerà la manifestazione "Città per la Vita-Città contro la Pena di Morte", nell'ambito della quale numerose città illumineranno in maniera speciale un monumento per dire: "Fermiamo la Pena di Morte".
[ leggi ][ commenta
«Né qui né altrove».
L'Unità - 30-11-2002
A Torino e a Lecce manifestazioni per la chiusura dei centri di permanenza temporanea per stranieri e contro la Legge sull'immigrazione. «Disobbedire alla Bossi-Fini significa concepire la violazione di una legge per rispettare una legge più grande, quella dei diritti umani. Dobbiamo costruire questo percorso con iniziative dal basso, con centri di accoglienza autogestiti».
[ leggi ][ commenta
La scuola devoluta
La Gazzetta di Reggio - 29-11-2002
Nei giorni scorsi il Senato ha approvato la legge del ministro Moratti sulla scuola che con i suoi anticipi, i suoi canali separati, la sua povertà di risorse conferma e accentua la differenziazione sociale tra i ragazzi italiani. A tutto ciò oggi con la devoluzione si aggiungono le differenziazioni territoriali: un ragazzo di una media famiglia del Sud sarà sicuramente ancor meno uguale davanti alla vita e alla scuola, di quanto non sia ora, di un ragazz o lombardo.

[ leggi ][ commenta
Per una pace preventiva
Emergency - 28-11-2002
Il 10 dicembre ricorre l'anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, il documento a cui noi ci riferiamo per continuare il nostro impegno.
Per quel giorno vogliamo organizzare eventi e segnali di Pace in tutta Italia.
Stiamo infatti organizzando una fiaccolata in tutte le città dove siamo presenti.
[ leggi ][ commenta
Niente scuola per due bambini autistici
Il Tirreno - 27-11-2002
PISA. Marco e Sandro hanno 11 anni. Dovrebbero giocare e vivere come tutti i bambini della loro età. Purtroppo un male di cui si sa ancora troppo poco li ha chiusi nel silenzio. La scuola invece, come una vergogna da nascondere o una difficoltà insormontabile, li chiude in uno stanzino, uno stanzino che una volta era un bagno (tant'è che ci sono ancora le docce dentro), con l'insegnate di sostegno e gli stessi giocattoli, poche cose, da cinque anni. Così non danno noia ai compagni.
[ leggi ][ commenta
Devolution in classe
L'Espresso - 27-11-2002
il progetto del Governo non garantirebbe «l'unitarietà del sistema d'istruzione nazionale e potrebbe indebolire nelle giovani generazioni il senso di appartenenza alla comunità nazionale. La scuola è in piena emergenza, di questo passo partiranno le prime occupazioni delle aule.

[ leggi ][ commenta
Sognavo di aprire
Tanto per abbaiare - 26-11-2002
Scoppia l'allarme ragazzini ribelli. A che soluzione si pensa? Rinchiuderli già in tenera età in carcere...
Eppure anche per loro "...una volta tutto era festa ed era bello stare tra le persone..."
[ leggi ][ commenta
Università polemiche sulla riforma
La Stampa - 26-11-2002
La laurea triennale non forma compiutamente un individuo». Con queste parole, nel giorno dell´inaugurazione dell´anno accademico, il rettore del Politecnico Giulio Ballio ha dato voce alle perplessità del mondo universitario sulla riforma dei corsi di laurea. E' sbagliato pensare che l´università possa essere gestita secondo criteri aziendali.
[ leggi ][ commenta
Il nome di un paese
Comitato Vittime della scuola - 25-11-2002
Questo paese si chiamerà semplicemente come si chiama da secoli: San Giuliano di Puglia. Esso, con i suoi abitanti intende cambiare in meglio e non intende nascondersi dietro i cadaveri dei suoi figli.
[ leggi ][ commenta
Diritti negati a varese
news@peacelink.it - 24-11-2002
Una mozione e' stata presentata in Consiglio Comunale a Varese da qualcuno (non importa chi) che si e' fatto portavoce della campagna denominata
"Diritto di asilo: una questione di civilta'" . Bisognerebbe poter capire perche', per Varese, il diritto di asilo resta un diritto da negare
[ leggi ][ commenta
Autogestione a Bolzano
Alto Adige - 24-11-2002
Intervista a tutto campo a Francesca Laureanti, eletta presidente della consulta scolastica in lingua italiana: dalla recente protesta contro la legge delega all'esame di Stato
«Priorità alla scuola senza fare politica»
I programmi della nuova presidente della consulta scolastica italiana

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
La scuola deve cambiare
Arturo Ghinelli - 30-11-2002
 libri 
La scuola, crocevia di partecipazione, perché
occasione in cui generazioni diverse possono confrontarsi sull'educare oggi, è nello stesso tempo il luogo in cui avvengono esperienze di apprendimento adulto. La scuola è il principale, se non l'unico luogo, in cui si può tentare di costruire un'etica alternativa a quella della competizione e dell'individualismo sfrenato, così come un rapporto positivo e consapevole con il territorio e con l'ambiente.
[ leggi ][ commenta
Adozioni a distanza
Associazione Amici di Lazzaro - 30-11-2002
 comunicato 
Il senso dell’Adozione a Distanza è la condivisione tra noi in Italia e il bambino che abita altrove.
Non è una adozione nel senso giuridico del termine, ma una adozione “morale”, ovvero la famiglia italiana o il singolo o il gruppo (scuole, associazioni, aziende, gruppi sportivi, compagnie teatrali…ecc.) si fanno carico di un sostegno economico col quale la casa famiglia provvede alle necessità dei bimbi e al loro futuro.
[ leggi ][ commenta
Le origini della scrittura
Francesco di Lorenzo - 30-11-2002
 botta e risposta 
Imparare a memoria? Ecco un aneddoto.
Il premio nobel Albert Einstein si trovava a Boston. Una giornalista gli presentò, per conoscere le sue risposte, un questionario fatto per dimostrare la poca preparazione dei giovani universitari americani.
Einstein lesse la prima domanda. “ Qual è la velocità del suono?” e disse: “ Non lo so, non mi imbottisco la memoria con questi dati che posso facilmente trovare in ogni libro di testo”.
Oggi, nella civiltà dei media elettronici, esercitarsi potrebbe tornare sempre utile per indicare la formazione dell’Inter nel campionato 1949-50 e i risultati di tutte le partite, naturalmente in qualche quiz televisivo.
Ma a parte gli scherzi, il passaggio dalla cultura orale ( la memoria in primo piano) alla cultura scritta è una tappa fondamentale della comunicazione umana.

[ leggi ][ commenta
Musei per tutti
Rolando A.Borzetti - 29-11-2002
 arte 
Dal 30 novembre al 3 dicembre oltre mille musei saranno accessibili e gratuiti per i disabili. Inoltre il Ministero ha costituito un gruppo misto permanente di lavoro, che accoglie ancora le associazioni di settore, gli specialisti e il mondo del volontariato, per
affrontare i problemi legati alla fruibilità da parte loro delle opere e dei luoghi d'arte.
[ leggi ][ commenta
Corso per Ludotecari
SSIS Venezia - 29-11-2002
 proposta 
La Scuola Interateneo di Specializzazione per la Formazione degli insegnanti della scuola secondaria del Veneto (SSIS) attiva un Corso di Formazione Universitaria per Insegnanti e Ludotecari sulla
"Teoria del gioco e linguaggi espressivi".
[ leggi ][ commenta
Figli del ghetto
Kater - 29-11-2002
 libri 
Il 18 e 19 giugno '99 bruciavano i campi rom di Scampia. Una serie di raid incendiari condotti da squadre di giovani in motorino tra gli applausi e le urla di incitamento di parte degli abitanti del quartiere mettevano in fuga centinaia di persone. Sono passati quasi quattro anni ma, come sottolinea l’indagine condotta da Nando Sigona, la situazione dei Rom a Napoli è ancora estremamente drammatica.
[ leggi ][ commenta
Urville
Gilles Tréhin - 28-11-2002
 storie 
Buongiorno, mi presento, sono Gilles Tréhin e sono nato nel 1972. Vivo a Cagne sur Mer, non lontano da Nizza, nel sud est francese.
Sembra che io sia autistico, qualcuno dice addirittura che ho una sindrome d'Asperger (più o meno la stessa cosa!)
Può darsi sia per questo che disegno dall'età di 5 anni e che ho sempre nutrito una profonda passione per le grandi città e gli aeroplani.

[ leggi ][ commenta
Via Dogana: una rivista che pensa
Libreria delle donne - 27-11-2002
 espressioni 
Via Dogana lavora per aprire l'orizzonte con la narrazione delle esperienze di donne e anche di uomini, perché così crediamo possa prendere forza un agire politico altro.


[ leggi ][ commenta
Oltre il conflitto
Jole Garuti - 26-11-2002
 libri 
un testo sulla mediazione e sulla risoluzione dei conflitti che tratta anche della nostra vita, delle nostre scelte e delle nostre emozioni ed anche di tecniche professionali; che indica delle opportunità concrete per la formazione personale. In molti casi, conflitti apparentemente insanabili coinvolgono aspetti assai diversi
[ leggi ][ commenta
La voce No profit sbarca in Rete
Corriere della sera - 26-11-2002
 comunicato 
Dare una voce a chi non riesce a farsi sentire: è questo che ha portato Tiscali, Internet Company europea, a varare «No profit», il nuovo spazio web dedicato al mondo della solidarietà organizzata e del volontariato. Una sorta di piazza virtuale, un palco da cui soggetti diversi possono parlare di temi spesso emarginati dalla comunicazione ufficiale.

[ leggi ][ commenta
Europa a scuola 2002
Europa - 25-11-2002
 proposta 
Un Cd-Rom e un concorso telematico per spingere i giovani (e gli insegnanti) a conoscere meglio la realtà e le prospettive dell'Unione europea, utilizzando al contempo le tecnologie dell'informazione.
[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Crocus telelespazio
Servizi a distanza per scuole plurilingue e servizi intreculturali.Lezioni di lingue anche live con docenti madrelingua, aggiornamento insegnanti, interpretariato per segreterie e famiglie, laboratori interculturali, orientamento, modulistica
Anno europeo delle persone con handicap
In partenariato con gli Stati membri e il movimento dei diversamente abili, la Commissione Europea ha dato inizio ai preparativi per l'anno europeo delle persone con handicap. Ma il successo di questa iniziativa dipende soprattutto dalla partecipazione e dall'impegno delle organizzazioni e dei cittadini d'Europa.
f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rubrica intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze.
Questa newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia collaborare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo fuoriregistro@didaweb.net e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Redazione: Emanuela Cerutti. Sito: Maurizio Guercio. - È una iniziativa DIDAweb

  Newsletter precedente Newsletter successiva