Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro del 27/10/2002 - a.s. 02/03
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 27/10/2002
scaffali

Sommario
Santa madre Russia
di Giuseppe Aragno
Nuovi scenari per il curricolo
di Giancarlo Cerini
Uno strano effetto!
di Anna Pizzuti
Monitoraggio CEDE/INVALSI per l'autonomia: i primi risultati
di Fuoriregistro
Impressioni da valutare
di Emanuela Cerutti
Il precario itinerante
di Francesco Paolo Catanzaro
No, grazie, il cappuccino mi rende nervosa....
di Sandra Coronella
Lo Smau
di Marino Bocchi
Ostacoli durante il tempo prolungato
di Francesco Paolo Catanzaro
Una guerra pacifista
di Salvatore Camaioni
Sull'articolo 11 della Costituzione
di Antonio Gentile
La denuncia di don Ciotti
di Rolando A. Borzetti

in Racconti
Il rumore del mare
di Giuseppe Aragno
...Una vita "recitata" fuori dei teatri, da spettatori che s'improvvisano attori è un fenomeno banale, un inganno comunemente accettato, una maniera d'essere. Negare di aver recitato da professionisti su tavole di palcoscenico può apparire agli spettatori un'intollerabile violazione delle regole, una diversità sediziosa, un disordine inaudito: mia madre negò, disordinata e diversa, e gli inesorabili ammiratori sparirono...

Wasubiri kifo
di Nino Vessella
...Penserai che quando usciranno da qui andranno nelle grandi case dei ricchi a sussurrare loro questo segreto della difficoltà della vita per la gente povera. Forse potrebbero, se queste case non fossero fornite di grate metalliche alle finestre.....

Santa madre Russia
di Giuseppe Aragno

Urlo per i russi ed i ceceni - vittime e carnefici di un miserabile gioco delle parti - cui il diaframma paralizzato ha bruciato, d'un tratto irrigidito, ha spezzato il respiro. Come fa l'angoscia: dieci, cento, mille volte di più. Per sempre.


Nuovi scenari per il curricolo
di Giancarlo Cerini

L'autonomia scolastica invita le scuole a progettare l'offerta formativa, a definire le caratteristiche degli insegnamenti e delle attività educative, a sviluppare forme di verifica e di rendicontazione dei processi e dei risultati. Questo diritto di iniziativa si esplica però nell'ambito di regole nazionali. C'è un problema di metodo, di tempi necessari, di sostenibilità, questioni di forte impatto per il concreto lavoro didattico degli insegnanti.


Uno strano effetto!
di Anna Pizzuti

Fa uno strano effetto andare a riguardare i documenti ritrovati da un'insegnante nell'archivio storico della propria scuola. Soprattutto di questi tempi, in cui si maschera con parole che vogliono sapere di futuro, un grande desiderio di passato.


Monitoraggio CEDE/INVALSI per l'autonomia: i primi risultati
di Fuoriregistro

Alcuni esempi dei risultati: la prima tabella permette di confrontare in maniera diretta i mutamenti e le permanenze di valutazione su singoli passaggi dell'autonomia e anche (aggiungiamo noi) su ulteriori aspetti dell'organizzazione della scuola.
Le altre ci sono sembrate interessanti in quanto registrano, in generale, l'atteggiamento degli insegnanti nei confronti dell'autonomia.



Impressioni da valutare
di Emanuela Cerutti

Qual è il servizio che la scuola rende alla comunità?

Quello di proporre un modello "produttivo" dove la valutazione è premio, moneta, di un successo prefabbricato, adeguando risposte a schemi predisposti, secondo la stessa logica per cui si induce un bisogno?

O quello "creativo", nel quale l'immaginazione si intreccia con la regola, il disordine con l'ordine, la linea chiusa con le evanescenze, il fuori con il dentro...?


Il precario itinerante
di Francesco Paolo Catanzaro

Fra gli operatori scolastici una species in continua proliferazione è quella del "praecarius disillusus". E' presente in ogni istituzione scolastica e, molto spesso, anima l'anno scolastico con la sua fantasia e spontaneità. Ogni anno riceve il suo bell'incarico dal C.S. A. e comincia a viaggiare nella provincia, sballottato da un posto all'altro,e quando la sua cattedra è orario figura in due o più scuole, abituandosi a scoprire due o più facce della sua personalità con l'adattamento ai diversi tipi di ambiente e contesti sociali.


No, grazie, il cappuccino mi rende nervosa....
di Sandra Coronella

La notizia, comparsa sul Corriere di alcuni giorni fa, dell'esistenza di un gruppo di *esperti bipartisan* che stanno lavorando su un progetto di riforma della scuola ha generato sconcerto e reazioni negative soprattutto in alcuni di noi, cioè di coloro che negli ultimi mesi più si sono impegnati nell'opposizione alla *controriforma Moratti*.
Non si è trattato di una sorpresa, diversi articoli (Mancina, Ferrantini?) erano comparsi anche in rete, ma ciò che forse ha ancora più allarmato è stata proprio l'idea dei *lavori in corso* di questo gruppo, a cena o davanti a un cappuccino...


Lo Smau
di Marino Bocchi

Ieri ci sono andato con le mie alunne. "Ci torniamo anche il prossimo anno?", ho chiesto, beffardo. "Mai e poi mai, prof. Piuttosto mi faccio interrogare in Storia".


Ostacoli durante il tempo prolungato
di Francesco Paolo Catanzaro

Una vocazione scolastica è l'adozione del tempo prolungato, che permette di combattere la dispersione scolastica. Peccato che a volte qualcuno si dimentichi...


Una guerra pacifista
di Salvatore Camaioni

nel momento in cui l'Italia mette l'elmetto
Per andare alla guerra si vorrebbe che questo sia frutto di una decisione responsabile, adottata senza l'elusione dei problemi, non soltanto etici e politici, ma anche giuridici che la scelta bellicista implica.
E sotto tale ultimo profilo bisogna prendere posizione, adesso, sull'art.11 della Costituzione, che afferma il principio fondamentale per cui " l'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali".


Sull'articolo 11 della Costituzione
di Antonio Gentile

Dai diversi tentativi di elusione del dettato costituzionale mi sembra si sia ora passati a dichiarazioni esplicite di revisione dei principi base
dell'articolo 11. In assenza di resoconti precisi e giusti inquadramenti da parte degli organi di informazione poi non riusciamo a renderci conto di cosa accade su questioni di vitale importanza.


La denuncia di don Ciotti
di Rolando A. Borzetti

NELLE ultime settimane hanno fatto alcune riunioni riservate... si sono già messi d'accordo: i beni confiscati alle mafie potranno essere messi in vendita, e non più destinati a scopi sociali". Solo poche parole, "annunciate con molta amarezza", per la denuncia che don Luigi Ciotti, presidente del Gruppo Abele e di Libera, ha fatto durante il convegno organizzato lo scorso fine settimana ad Assisi.


 

Brevi di cronaca
Limiti al trattamento
Edscuola - 26-10-2002
Portare a 6 anni il limite della condanna sotto il quale un detenuto tossicodipendente può essere ammesso al trattamento di recupero fuori dal carcere.
Se la proposta di modifica è volta solo ad alzare il limite del residuo di pena per evitare l'esposizione al carcere dei tossicodipendenti, si tratta di una cosa positiva. Se, invece, c'è dietro un obbligo mascherato di inviare detenuti alle comunità terapeutiche, allora vedo un pericoloso principio di ?devoluzione' del problema ai privati.
[ leggi ][ commenta
Certificazioni: controlli sì, ma con cautela
Superabile - 26-10-2002
Rolando Borzetti e Salvatore Nocera rispondono ai rilievi fatti dal sottosegretario Valentina Aprea in Commissione Infanzia. Se da un parte ammettono l'uso talvolta disinvolto delle certificazioni, dall'altra raccomandano cautela, ricordando che il confine tra le varie forme di disagio tra gli studenti è spesso molto indefinito.
[ leggi ][ commenta
Gli insegnanti italiani i meno pagati d'Europa
Corriere della Sera - 25-10-2002
A stipendi europei devono corrispondere carichi di lavoro europei. Il ministro dell'Istruzione, Letizia Moratti, lo ha detto in svariate occasioni ai professori. Il collegamento stretto tra retribuzioni e prestazioni lavorative dei docenti sarà il leit motiv della trattativa per il rinnovo del contratto di 750 mila docenti, scaduto lo scorso dicembre.
[ leggi ][ commenta
Una proposta alternativa
L'Unità - 24-10-2002
Di fronte a una situazione di crisi così estesa, di malcontento così diffuso, di difficoltà così palesi all'opposizione si chiede da parte di una larga opinione pubblica e dal movimento non soltanto la battaglia parlamentare, finora condotta assai bene, contro la legge delega per i cicli in discussione ancora al Senato, ma anche un passo più avanti: la presentazione di una proposta di legge alternativa a quella della Moratti che sia in grado di stare in campo nelle scuole e davanti agli italiani e che faccia vedere a tutti un'idea di scuola diversa.
[ leggi ][ commenta
Prima elementare: clandestini a ascuola
Il Messaggero - 23-10-2002
Non sono figli di immigrati bensì bambini di cinque anni che non avrebbero alcun titolo per stare in classe, ma che in molti istituti vengono "tollerati" in incognito. È il fenomeno degli "uditori", che viene denunciato dagli esperti di Tuttoscuola, secondo cui questa pratica va diffondendosi.

[ leggi ][ commenta
Da Vittorio e Luisa
Corriere della Sera - 22-10-2002
Nel gruppo consulenti della Moratti e dell'ex ministro Berlinguer: Polo e Ulivo, progetto per «salvare» la scuola. Laboratorio di esperti «trasversali» per costruire un sistema educativo che resista ai cambi di governo. «Tutto cominciò con un cappuccino al bar, poi una cena con altri amici e da allora si va avanti, tra incontri ed e-mail. Nessuno ci finanzia nè ci finanzierà»
[ leggi ][ commenta
Legittimo sospetto incostituzionale
L'Unità - 21-10-2002
Il disegno di legge Cirami sul legittimo sospetto. conterrebbe ''numerosi profili di illegittimita' costituzionale'' : è quanto afferma un documento stilato da sei giuristi e firmato da 130 docenti universitari,secondo il quale viene violato il principio del giudice naturale precostituito per legge.
[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Stefano Ingala
Il Manifesto - 27-10-2002
 storie 
Da diversi anni è protagonista di un incredibile
caso giudiziario e di una causa civile che ha intentato, chiedendo un risarcimento milionario, a una congregazione religiosa. La sua incredibile
vicenda non gli farà mai comunque dimenticare che un altro mondo è possibile.
[ leggi ][ commenta
La memoria sepolta
Nonluoghi - 26-10-2002
 libri 
"La perdita della memoria storica è uno dei pericoli gravi dell'Italia di oggi. Si sentono anche uomini politici di sinistra parlare con toni fin troppo comprensivi di chi sessant'anni fa scelse di stare dalla parte sbagliata, dalla parte del fascismo".
Parole del professor Giuseppe Tamburrano, presidente della Fondazione Nenni, che ha sottolineato l'importanza, in questo quadro, del libro di
Fabio Galluccio "I lager in Italia.
[ leggi ][ commenta
Le guerre preventive non servono
Rai news 24 - 25-10-2002
 messaggio 
La scrittrice indiana Arundhati Roy, autrice del romanzo culto, "Il dio delle piccole cose", tradotto in venti lingue, è a Roma per presentare una serie di documentari sull'India prodotti dal Festival Cinemambiente di Torino. Durante l'incontro con i giornalisti dice no ai conflitti, sottolinea l'assurdità del concetto di guerra giusta e invita i movimenti non-violenti a riorganizzarsi.
[ leggi ][ commenta
Autoinchiesta
Didaweb - 24-10-2002
 proposta 
Per sapere di piu' su chi siamo, come siamo distribuiti negli spazi virtuali del didaweb ma anche immaginarci reciprocamente nella quotidianità della vita di scuola nei diversi contesti geografici e sociali.
Per verificare l'efficacia dei servizi gia' in rete, ricevere consigli, ampliare l'offerta attiva ma anche raccogliere le vostre proposte ed allargare lo spazio, le occasioni di collaborazione.


[ leggi ][ commenta
I ragazzi di Paolo
Libera - 23-10-2002
 storie 
Un' associazione che fa suo il principio che l'impegno contro le mafie non debba e non possa restare soltanto una opera di repressione, ma un movimento culturale e morale, anche religioso, che coinvolga tutti, che abitui tutti a sentire la bellezza del fresco profumo di libertà che si oppone al puzzo del compromesso morale, della indifferenza, della contiguità e della complicità.

[ leggi ][ commenta
Brevetti e sviluppo sostenibile
Fiorello Cortiana - 22-10-2002
 comunicato 
"Conoscenza e creatività, a differenza delle materie prime, non possono essere consumate ma hanno la
prerogativa di aumentare quanto più circolano e quanto più vengono condivise e distribuite fra un vasto numero di soggetti"
Per questo vorremmo porre in modo aperto, per nulla precostituito, all'attenzione dei membri della Convenzione Europea che deve avanzare una
proposta di Carta Costituzionale, la questione della proprietà della conoscenza, della disponibilità degli alfabeti, del controllo dei processi delle filiere produttive o della medicina rispetto ai nostri corpi.
[ leggi ][ commenta
"Scritture e linguaggi del mondo": voce alla letteratura del Sud
Pietro Deandrea - 21-10-2002
 libri 
Un vecchio pastore indiano, un inglese innamorato dei ghetti sudafricani, un briccone maliano alla ricerca di avventure, un colono bianco tra gli indios dell'Amazzonia, pakistani a Londra e Algerini a Parigi sono tra i variopinti personaggi che popolano un'antologia di recente pubblicazione dedicata alla letteratura del Sud del mondo.
[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Neve Shalom - Wahat al Salam
Oasi della Pace, e' un posto unico al mondo: a meta' strada tra Tel Aviv e Gerusalemme, questa comunita' fondata negli anni Settanta e' abitata da 40 famiglie, 20 arabe e 20 ebree. E' un "laboratorio" di civilta' e di pace che ha ricevuto numerosi premi ed e' stato definito dallo scrittore Elie Wiesel "un miracolo che giustifica le piu' alte speranze". Merita aiuto, o almeno una visita:
Progetto Sud
La Comunità Progetto Sud è un aggregato di gruppi autogestiti, di famiglie aperte e di servizi, laboratori artistico artigianali, ed altre iniziative di solidarietà, di condivisione, di accoglienza, organizzati in forme associative e cooperative. Sorge con l'intento di costruire risposte concrete per alcuni handicappati, che hanno espresso l'intenzione di fare comunità ed il bisogno di lottare insieme per offrire molteplici e differenti alternative al rimanere rinchiusi in casa o al venire deportati in istituti del nord.
A riveder le stelle
Dopo le pagine dell'Osservatorio astronomico di Padova e quelle del connesso progetto didattico di divulgazione ideato per i bambini "Prendi le stelle nella rete" , per la prima volta un sito web che propone ventinove immagini di oggetti astronomici stampabili in Braille, corredate da un testo interpretabile dai sintetizzatori vocali che vengono solitamente utilizzati per i computer dei non vedenti. Il progetto è realizzato in italiano e inglese.
f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rubrica intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze.
Questa newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia collaborare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo fuoriregistro@didaweb.net e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Redazione: Emanuela Cerutti. Sito: Maurizio Guercio. - È una iniziativa DIDAweb

 


  Newsletter precedente Newsletter successiva