Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro del 15/09/2002 - a.s. 02/03
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 15/09/2002

Sommario
Emergenza scuola e priorità di intervento
di Pasquale Picone
La destra mancina
di Vittorio Delmoro
I tagli e la dispersione scolastica
di Istituto Puglisi
Calendari scolastici nazionali, regionali e locali
di Francesco Paolo Catanzaro
Sciopero alla prima ora di lezione
di Gianni Mereghetti
La scuola contro la guerra
di Gsf Puglia
11 settembre: un pensiero
di Francesco Paolo Catanzaro
Riflessioni su Ground zero: fotografare il buco
di Giuseppe Aragno
Genealogia nucleare
di Angelo Baracca

SPERIMENTAZIONE: BOTTA E RISPOSTA
a che punto siamo?

alcuni link per un quadro generale dello "stato dell'arte"
Il parere del CNPI
La risposta del Ministro
Un commento tra molti
E i sindacati?
L'oggetto del desiderio
Nuova richiesta del Cnpi : "non sappiamo tutto!"

Emergenza scuola e priorità di intervento
di Pasquale Picone

In Francia è entrato in vigore il reato di “oltraggio all’insegnante”: anche i minorenni rischiano sino a sei mesi di carcere in caso di grave offesa a qualche loro docente.
Evidentemente, la ragione giudiziara si installa là dove la ragione formativa non c’è più.
Di conseguenza, scatta un’automatica difesa dell’esistente. Di fronte ad emergenze così allarmanti come vanno considerate le priorità di intervento sulla scuola stabilite dalle autorità governative? La riforma della scuola è riducibile solo al problema ingegneristico di riforma dei cicli?
“Aggiustamenti nell’ingegneria curriculare, modifiche all’esame di maturità, ristrutturazione dei consigli di classe, aggiornamento degli insegnanti in servizio, formazione degli insegnanti futuri – queste e tutte le altre misure che sono state già prese o che si pensa di portare ad effetti nei prossimi mesi, quando non sono dannose, serviranno a ben poco, a nulla, se non verranno innervate dal principio di competizione” (D. Antiseri, “Le ragioni (dimenticate?) del buono-scuola”.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


La destra mancina
di Vittorio Delmoro

Da alcune dichiarazioni dell'ultimo periodo pare delinearsi, all'interno della sinistra, un obiettivo da più parti condiviso: l’opposizione deve dare una mano a questa riforma!
Non per convincere Moratti che andava bene la riforma Berlinguer (che già sarebbe un risultato apprezzabile), quanto per introdurre dei correttivi nella riforma Moratti, così da annacquarla un po’.
E’ possibile questo? No che non lo è! Per il semplice motivo che la riforma Moratti è DAVVERO (non per pregiudizio ideologico) una botta in testa alla scuola pubblica.



I tagli e la dispersione scolastica
di Istituto Puglisi

Si ritiene inammissibile una politica scolastica basata esclusivamente sui tagli alla scuola pubblica. Le conseguenze sono devastanti e punitive nei confronti di quelle parti sociali deboli ulteriormente penalizzate, specialmente nel meridione, dalla grave situazione socio-economica presente nel Paese.


Calendari scolastici nazionali, regionali e locali
di Francesco Paolo Catanzaro

Si assiste ad una coesistenza fra l'impianto legislativo nazionale e regionale ed il federalismo regionale per cui il calendario scolastico regionale riveste un aspetto ordinatorio e non perentorio in quanto non può scontrarsi o annullare l'autonomia organizzativa e didattica delle scuole.



Sciopero alla prima ora di lezione
di Gianni Mereghetti

Un nuovo anno di scuola non può prendere il suo incipit da uno sciopero, ma da insegnanti che al suono della prima campanella entrano in classe con lo slancio appassionato e coinvolgente di chi inizia un’avventura. La prima ora di scuola, come l’inizio del giorno, vibra di un’attesa profonda perché si riprende un cammino in cui vi è in gioco la ricerca di se stessi, degli altri, della realtà intera.



La scuola contro la guerra
di Gsf Puglia

Questo appello è stato presentato in occasione dell'incontro del 10 settembre 2002 degli insegnanti delle scuole di Bari partecipanti al progetto di formazione e ricerca-azione sul tema "Educazione alla cittadinanza e alla solidarietà: cultura dei diritti umani".
Diversi insegnanti lo hanno già sottoscritto.
E' fondamentale mobilitarsi in tutte le forme possibili per levare forte la voce dei popoli contro la guerra.


Appello agli insegnanti e operatori della formazione

È cominciato il secondo anno scolastico dell'era di Enduring Freedom,
la guerra mondiale dichiarata da Bush all'indomani dell'11 settembre 2001.
Ieri l'Afghanistan, oggi l'Iraq, domani la Corea...

Le motivazioni addotte dal presidente americano Bush e dall'inglese
Blair per portare morte e distruzione a un popolo già durissimamente provato
dalle continue incursioni aeree angloamericane e da 11 anni di embargo, che
ha provocato la morte per fame e malattie di oltre un milione e mezzo di
persone inermi - tra cui 500.000 bambini - sono considerate infondate e
inconsistenti non solo da qualsiasi persona dotata di buon senso e che abbia
mantenuto un'indipendenza di giudizio, ma da diversi esperti europei e
americani - ex ispettori dell'ONU che hanno controllato gli arsenali
iracheni - e da alcuni generali israeliani, secondo i quali il potenziale
militare dell'Iraq è di gran lunga inferiore rispetto a quello che già nella
"guerra del Golfo" del 1991 fu facilmente sbaragliato dalla coalizione
guidata dagli USA. Ma Bush e la lobby del petrolio della sua amministrazione
(Cheney, Rumsfeld & C.), vogliono - al pari del lupo della favola di Fedro -
la guerra ad ogni costo, in violazione di ogni diritto internazionale.
Preparata da tempo nei minimi dettagli (cfr. la prima pagina di Repubblica
del 8.9.02), la micidiale aggressione contro il popolo iracheno è pronta a
scattare.

In questo contesto, una gravissima responsabilità incombe sul governo italiano
se dovesse trascinare il paese - il più importante paese mediterraneo dell'Unione Europea -
in una guerra in Medio Oriente.

Noi insegnanti, formatori, operatori della scuola della repubblica
italiana abbiamo tra i compiti istituzionali quello di far conoscere e
studiare alle nuove generazioni la costituzione antifascista, che ripudia esplicitamente la guerra

(il troppo dimenticato e calpestato già in
precedenti occasioni - 1999, 2001 - articolo 11).

Non possiamo rimanere indifferenti,
non possiamo tacere o rimanere inerti!


Il nostro contributo a difesa della pace contro le politiche aggressive
dei nuovi barbari del XXI secolo può essere importante nella formazione di
coscienze critiche, che abbiano argomenti per opporsi a questa distruzione
della civiltà.

Proponiamo di inserire nei POF che i collegi docenti stanno elaborando il
grande tema della pace e del diritto ad un'esistenza dignitosa per i popoli
del mondo, con particolare riferimento alla situazione in Medio Oriente
(dall'Iraq alla Palestina).


Particolare attenzione dovrebbe essere dedicata
al modo in cui i mass media presentano le notizie e costruiscono l'immagine
del nemico per offrire pretesti allo scatenamento della guerra.

[ commenta ] [ sommario


11 settembre: un pensiero
di Francesco Paolo Catanzaro

E' il giorno della commemorazione. Ma la speculazione avanza. Non lasciamoci prendere dalla logica speculativa e non acquistiamo la polvere del Trade Center. Rispettiamo i morti.


Riflessioni su Ground zero: fotografare il buco
di Giuseppe Aragno

..il nuovo anno zero è nato a New York, tra ciò che resta del tragico Ground zero. Dopo le olimpiadi classiche e Roma fondata, dopo il prodigio di Betlemme e la fuga di Medina, c’è ora il mistero di New York. Siamo all’anno uno e San Silvestro è l’undici settembre...


Genealogia nucleare
di Angelo Baracca

È ben noto, e non da oggi, che Baghdad può facilmente costruirsi la bomba, come altri 43 paesi, ed altre armi di distruzione di massa, con le tecnologie fornitele negli ultimi due decenni da Washington o da paesi terzi. Tutte queste cose risultano in documenti ufficiali dell’Onu, negli articoli dei giornali, nelle memorie dei capi di stato. La logica è quella infernale della dissuasione nucleare.


 

Brevi di cronaca
Scuola, auguri nonostante tutto
Il Tirreno - 14-09-2002
GROSSETO. A due giorni dall'apertura dell'anno scolastico arrivano gli auguri di buon lavoro del presidente della Provincia Lio Scheggi e dell'assessore provinciale alla pubblica istruzione Mariella Gennai. «Il nuovo anno scolastico - esordiscono - sta per cominciare e in questa occasione vogliamo rivolgere un augurio a nome della giunta provinciale, a coloro che si apprestano a tornare in classe e a vivere l'anno scolastico: studenti, insegnanti, genitori e operatori».

[ leggi ][ commenta
Il 14 settembre manifestiamo anche noi!
Tiennetì - 13-09-2002
Per una volta il web usato non come meccanismo per diffondere catene di S.Antonio o pubblicità ad improponibili siti di loghi e suoneria ma come strumento di democrazia.
Un mezzo per diffondere rapidamente ed in modo capillare una protesta contro il potere.

[ leggi ][ commenta
"A scuola manuali faziosi"
Repubblica on line - 12-09-2002
Forza Italia vuole una legge che regoli l' insegnamento della storia nelle scuole di ogni ordine e grado .
L'ha presentata il capogruppo azzurro nella commisione cultura
"La scelta dei testi deve essere vincolata al rigore scientifico"
Già due anni fa il centrodestra lanciò nei consigli regionali una campagna contro i libri di "derivazione marxista".

[ leggi ][ commenta
Via alla sperimentazione
Il Resto del Carlino - 11-09-2002
Scuola, al via la sperimentazione. Questione di ore e il ministro Moratti firmerà il decreto sul progetto che prevede di «testare» quella che dovrebbe essere la riforma delle scuole elementari e materne prossima ventura. Il progetto partirà entro il 20 settembre prossimo e coinvolgerà circa duecento istituti.
[ leggi ][ commenta
Proteste d'autunno, ministero all'attacco
Liberazione - 10-09-2002
. Da qualche giorno è possibile leggere, dalla posta elettronica del Ministero dell'istruzione, università e ricerca (Miur) un comunicato farneticamente dal titolo: "Autunno caldo nelle scuole: una mobilitazione gravida di violenza". Pensando che questo comunicato esce proprio nei giorni che precedono il parere del Consiglio nazionale della Pubblica Istruzione sulla mini sperimentazione della Moratti e dopo che decine e decine di riunioni degli organi collegiali delle scuole hanno già bocciato senza appello questa proposta, sarà il caso di dire il re è nudo?

[ leggi ][ commenta
Veneto: ci sarà il quorum?
Il Giornale di Vicenza - 09-09-2002
L’invito a disertare le urne per affossare il referendum regionale del 6 ottobre prossimo sui buoni scuola, che il vescovo Nonis ha diffuso nei giorni scorsi, ha già suscitato molto interesse. Il vescovo parla di un passo verso la parità, ma con i buoni scuola non vengono finanziate le scuole cattoliche , quanto i diplomifici, le scuole senza qualità e le scuole dei ricchi dove si pagano rette da 10 milioni in su all’anno.

[ leggi ][ commenta
Politica della ricerca: autunno caldo per la scienza
Galileo - 08-09-2002
Da una parte, il ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. Dall'altra, più di 1500 scienziati. In mezzo, un cumulo di indiscrezioni, smentite e silenzi assenzi su un progetto di ristrutturazione degli istituti pubblici di ricerca che Letizia Moratti avrebbe affidato alla Ernst & Young, una società specializzata in consulenze aziendali. E tanta preoccupazione sul destino della ricerca di base in Italia.
[ leggi ][ commenta


Tam Tam
L'officina dei filosofi
Swift - 14-09-2002
 proposta 
Forte del successo dei suoi seminari on-line, che hanno visto la partecipazione di esponenti di spicco della filosofia italiana, il Sito Web Italiano per la Filosofia, propone, per l’anno accademico 2002/2003, una nuova serie di forum rivolti espressamente al
mondo delle scuole.

[ leggi ][ commenta
Zoya, la mia storia
Feltrinelli.it - 13-09-2002
 libri 
Riceve il premio speciale Versilia-Viareggio una donna testimone della drammatica condizione femminile a Kabul. 24 anni, combatte da dieci la sua "battaglia per la libertà", nascondendo la propria identità dietro uno pseudonimo e il proprio volto dietro un burka "che imprigiona l'anima oltre che il corpo".
[ leggi ][ commenta
Sotto la tenda
Cooperativa Teatro Laboratorio - 12-09-2002
 teatro 
Lavoriamo a livello professionistico, sviluppando vari linguaggi teatrali: burattini, marionette, ombre, teatro mimico-gestuale, integrati con l'arte visiva e quella musicale.
L'attività didattica costituisce una voce fondamentale del nostro lavoro, a fondamento del quale mettiamo l'interculturalità, il dialogo tra i vari linguaggi teatrali ed artistici, lo scambio e la ricerca.
[ leggi ][ commenta
Alla scoperta della scrittura
Survival - 11-09-2002
 proposta 
Cari amici,
in collaborazione con VVE (un'Agenzia specializzata in comunicazione per l'infanzia) e il settore Educazione di Paper:Mate, stiamo realizzando un kit didattico dedicato ai bambini delle scuole elementari. Il kit e'
completamente gratuito, e verra' spedito a carico di Paper:Mate ai primi 5000 insegnanti o classi che ne faranno richiesta.


[ leggi ][ commenta
"Lezione di ecologia politica"
Dario Fo, Franca Rame, Jacopo Fo - 10-09-2002
 messaggio 
C'era una volta un mondo nel quale le persone che non volevano sprecarsi in conversazioni impegnative parlavano del tempo. Il clima era l'argomento neutro per eccellenza. Parlare del tempo era un formidabile
ammortizzatore delle tensioni sociali e umane. Dopo quest'ultimo agosto Il tempo ha tradito gli amanti dei discorsi futili improvvisamente e totalmente.


[ leggi ][ commenta
Città e Campagna. Frontiere 2002
Comune di Suzzara - 09-09-2002
 arte 
Per questa edizione, il Comitato Scientifico del 42^Premio Suzzara ha voluto porre a confronto aree del mondo che esprimono culture artistiche profondamente differenti. Il tema individua due possibili luoghi-simbolo rispettivamente della civiltà urbana occidentale e del sistema dell'arte avanzato e di un vasto terzomondo, cioè di una specie di moderna "campagna", caratterizzato tanto da uno strato più o meno endemico e problematico di arretratezza economica quanto, però, da una notevole creatività e spontaneità produttiva nel settore dell'arte.
[ leggi ][ commenta
Appello per la difesa dei diritti della ricerca storica
Antonio Limonciello - 08-09-2002
 messaggio 
Il prossimo 4 ottobre presso la Pretura di Partinico (Palermo) si aprirà il processo intentato dal generale dei Carabinieri in pensione
Roberto Giallombardo, contro Giuseppe Casarrubea, uno studioso che da anni si batte per la ricerca della verità sui mandanti della strage di Portella della Ginestra...Casarrubea è un testimone di ricerca della verità e della giustizia. Non lasciamolo solo e attiviamo in suo favore ogni nostra iniziativa.
[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Sportello Scuolasicura
La salute è un bene primario costituzionalmente tutelato (art. 32) e pertanto di interesse diffuso. Chiunque può rivolgersi allo sportello, gli studenti, i genitori, gli insegnanti e perché no, anche i dirigenti scolastici.
Emergency
Associazione che si occupa delle vittime civili di ogni guerra. On line l'appello contro la guerra all'Iraq.
La nuova ecologia
Il nuovo portale con le cinque W di Legambiente, dal 7 ottobre sul Web per dare visibilità ogni giorno a quello che accade sul territorio: vertenze ambientali, iniziative di associazioni, piccoli comuni e aree protette, esperienze di partecipazione e cittadinanza attiva, documentazioni, pubbliche e private dichiarazioni.
Marcia Theophilo - Amazzonia e Poesia
Sito ufficiale di Marcia Theophilo. Poesia sulla foresta Amazzonica, i suoi popoli, i suoi alberi, i suoi animali e miti. Con Biografia, bibliografia e saggi critici sulla sua opera.
Changamano
L'Organizzazione non governativa "Changamano" (parola della lingua swahili che significa Solidarietà) ha lo scopo di avviare una serie di iniziative per la promozione della crescita sociale ed economica delle popolazioni della Tanzania e per la diffusione della cultura della solidarietà e cooperazione, in particolar modo nel nostro Paese in cui è sempre consistente l'equazione immigrazione=criminalità.
f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rubrica intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze.
Questa newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia collaborare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo fuoriregistro@didaweb.net e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Redazione: Emanuela Cerutti. Sito: Maurizio Guercio. - È una iniziativa DIDAweb


  Newsletter precedente Newsletter successiva