Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 18 - a.s. 06/07
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 28/01/2007
raccontiscaffali

Sommario

DENTRO LA SCUOLA

Rivoluzione copernicana: prime riflessioni

di Francesco Mele
Sul ponte sventola bandiera bianca?
di Mario Menziani
Altre foche
di Bianca Maria Comar
Lo scandalo dei Riservisti in Campania
di Paolo Mesolella

ORIZZONTI

La memoria abusata

di Giuseppe Aragno
Eratostratismo
di Antonio Vigilante
L'economia della catastrofe e l'economia di guerra
di Lucio Garofalo

PIAZZE E PALAZZI

Appello alla sinistra radicale che tiene in ostaggio il governo

di Marco Donati
Rispondiamo alle dichiarazioni Bastico
di Conbs
Una legge che vieti i cellulari in classe
di Uffico di Alba Sasso

QUESTIONI SINDACALI

Lettera aperta ai confederali

di Assemblea autoconvocata dei delegati RSU
Quel pasticciaccio brutto che chiamano ... concertazione
di Coordinamento nazionale RSU
Problemi e richieste dei precari
di Brunello Arborio

STORIE DI CASA NOSTRA

'A nuttata nun passa cchiù

di Giuseppe Aragno
Cari compagni
di Lucio Garofalo



Partecipa al nuovo
filodiretto:

F I O R O N I SI O NO ?



Rivoluzione copernicana: prime riflessioni
di Francesco Mele

Io personalmente, non mi fido né di Fioroni né della Bastico, non penso cioè che le loro azioni siano indirizzate verso il bene della Scuola della Repubblica, la Scuola della Costituzione, la Scuola Statale. Partendo da punti di vista diversi (forse) si muovono entrambi verso quello che, come movimento, abbiamo da sempre considerato come il baratro della privatizzazione e della mercificazione della conoscenza.

Devo confessare che dire questo della Bastico mi costa molta fatica e - concedetemi - dolore, visto che sono stato un suo convinto sostenitore ai tempi della sua elezione alle ultime regionali.

[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Sul ponte sventola bandiera bianca?
di Mario Menziani

Senza voler entrare nell'intricato discorso delle trasformazioni della famiglia, seppure tenendo conto delle trasformazioni in atto sia per le mutate condizioni sociali (divaricazione sempre più accentuata tra strati sociali) sia per fenomeni ormai rilevantissimi come quello dell'immigrazione, delle nuove povertà, della precarietà, si può sinteticamente considerare che alla giornata "tipo" di un alunno di scuola media di qualche decennio fa, basata su casa - scuola - tempo libero riempito di relazioni informali, si è sostituito un modello che vede il tempo libero assumere un'importanza ben diversa, talora preminente.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Altre foche
di Bianca Maria Comar




Lo scandalo dei Riservisti in Campania
di Paolo Mesolella

Scrivo per ribadire la nostra richiesta di valutare anche i titoli ed il servizio a proposito del Concorso per Dirigenti Scolastici ancora in corso. Le scrivo perché un emendamento inserito di soppiatto nella Finanziaria al Senato (il comma 620), praticamente cancella titoli, servizio e persino le sospensive e le sentenze del TAR del Lazio e del Consiglio di Stato dalla graduatoria di merito da cui verranno presi i prossimi Dirigenti scolastici.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


La memoria abusata
di Giuseppe Aragno

Giorgio Napolitano, presidente della Repubblica grazie al voto di deputati che nessuno ha mai eletto, s'è nominato paladino ritardatario della Shoa e difensore d'ufficio del sionismo. Ho fondati motivi per temere che non durerà ancora molto, ma per il momento ognuno è libero di esprimere le sue opinioni e ne approfitto per ricordare a Napolitano come, grazie all'amnistia firmata da Palmiro Togliatti, segretario del suo partito politico, la stragrande maggioranza degli italiani responsabili dell'Olocausto l'hanno fatta franca. E qui mi fermerei per carità di patria, se il Presidente non ci avesse intimato di dimenticare le responsabilità del sionismo e non fossi preso dal timore di dover imparare ad esaltare o rifiutare "ope legis", così come per legge si va ormai decidendo quello che occorre ricordare o dimenticare.

[ leggi (3 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Eratostratismo
di Antonio Vigilante

Erostrato era un pastore, ed essere pastore non gli bastava. Aveva in sé una brutta inquietudine: voleva diventare immortale, e tuttavia non aveva nessuna delle qualità che rendevano immortale - per così dire: non c'è memoria che prima o poi non ceda al tempo - un uomo nell'antica Grecia: non era un poeta, né un atleta, né un politico. Era solo un pastore. Erostrato decise che, se non poteva diventare famoso ed immortale, sarebbe diventato almeno famigerato ed esecrato nei secoli. E così diede fuoco al tempio di Diana.



L'economia della catastrofe e l'economia di guerra
di Lucio Garofalo

Nella storia dell'umanità c'è sempre stato qualcuno pronto a speculare sulle disgrazie altrui e sulle tragedie collettive, tanto sui disastri e sui cataclismi provocati dalla furia naturale (terremoti, maremoti, frane, alluvioni, tifoni, uragani, ecc., rispetto a cui gli uomini non sono completamente esenti da responsabilità dirette) quanto sulle guerre e sulle carneficine umane.

Rammentate il clima di panico e sgomento generale suscitato intorno all'aviaria, meglio nota come "influenza dei polli"? Non esagero se dico che ci hanno indotti a temere il peggio, si era persino giunti a paventare un'epidemia, o una pandemia di proporzioni colossali, tanto che qualcuno si è spinto oltre, fino a prospettare uno scenario apocalittico di catastrofe sanitaria ed umanitaria. Non occorre risalire a un'età remota, ma solo a qualche mese addietro, all'incirca un anno fa, per ricordarsene. Il guaio di molti è che hanno la memoria corta! Cui prodest? A chi interessa spaventare la gente?



Appello alla sinistra radicale che tiene in ostaggio il governo
di Marco Donati

Se le indiscrezioni riportate dai quotidiani online si riveleranno veritiere il prossimo anno scolastico ci troveremo ad avere 32 alunni per classe (senza compresenze nel tempo pieno).
Sono passate poche settimane da quando la viceministra Bastico cercava di convincere il popolo della scuola che l'innalzamento dello 0,4 unità per classe non avrebbe sortito nessun effetto nelle città metropolitane ma che serviva per riequilibrare il numero di alunni nelle scuole dei paesini che hanno rapporti docenti/alunni non in linea con le medie europee.
All'insistenza ridicola dei giornali del media che continuano a dipingere questo governo come ostaggio della sinistra radicale vogliamo rispondere per una volta prendendoli sul serio.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Rispondiamo alle dichiarazioni Bastico
di Conbs

Si dice che i docenti inidonei all'insegnamento utilizzati nelle biblioteche - ma anche nei laboratori e nei progetti d'istituto - svolgano un lavoro squisitamente amministrativo. Svolgendo un lavoro amministrativo, è pertanto giusto, secondo la viceministro, che i docenti inidonei vengano scorporati dal corpo insegnante.
Ne consegue che la promozione della lettura, l'educazione alla ricerca, la consulenza agli utenti, la catalogazione per abstract ed indicatori, siano attività amministrative.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Una legge che vieti i cellulari in classe
di Uffico di Alba Sasso

La proposta è stata presentata dall'on. Alba Sasso, vice presidente della commissione cultura della camera, con uno scopo preciso: vietare ad alunni e docenti di introdurre, ed usare, i telefoni cellulari in classe nelle ore di lezione. Non nella scuola, entro cui si potrà continuare ad usarlo negli spazi e nelle ore consentite. "Non c'è nessuna motivazione realistica perché continui questo malcostume", ha osservato l'on. Sasso. "I ragazzi potranno essere reperibili attraverso un numero verde che le scuole andranno ad istituire, per venire incontro alle esigenze delle famiglie di poterli rintracciare in ogni momento. Niente giustifica il loro uso nelle ore di lezione".

[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Lettera aperta ai confederali
di Assemblea autoconvocata dei delegati RSU

Come sapete, in merito ai recenti accordi e successivi provvedimenti sull'anticipazione al 1 gennaio 2007 del decreto legislativo n. 252/2005 (trasferimento ai fondi pensionistici integrativi del Tfr tramite il meccanismo del silenzio-assenso), vi è nei luoghi di lavoro un diffuso malcontento derivante soprattutto dall'assenza di coinvolgimento nella discussione e nella decisione a riguardo da parte dei lavoratori/trici che sono i diretti interessati al provvedimento in oggetto.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Quel pasticciaccio brutto che chiamano ... concertazione
di Coordinamento nazionale RSU

Accordo raggiunto tra governo e sindacati, ieri sera, sul metodo della concertazione. Tra una decina di giorni partiranno tre tavoli di confronto distinti: il primo su sviluppo e crescita, un secondo sull'welfare ed un terzo su pubblico impiego e contratti di lavoro. Nell'ambito del tavolo sull'welfare si discutera', oltre che di riforma del mercato del lavoro, anche di pensioni. Ma i leader di Cgil, Cisl e Uil hanno escluso che durante l'incontro di ieri sera si sia parlato di scalone (il passaggio da 57 a 60 anni per l'età necessaria alla pensione di anzianità a partire dal 2008 in presenza di 35 anni di contributi). Hanno confermato, invece, che 'la regia dei tre tavoli di confronto sara' unica e sara' a Palazzo Chigi'. Insomma un incontro sul metodo, come ha spiegato Guglielmo Epifani al termine della cena.



Problemi e richieste dei precari
di Brunello Arborio

La strada degli insegnanti è sempre più in salita. Insegnanti a tempo determinato, per intenderci. I precari, insomma. Lo scorso anno si è chiuso con lo scampato pericolo dell'abrogazione delle graduatorie permanenti, trasformate in graduatorie ad esaurimento. I pericoli non sembrano però terminati per i docenti precari: innanzitutto ci sono i tagli agli organici previsti dalla finanziaria, che oltre a privare numerosi precari della cattedra, renderanno ingestibili le classi che diventeranno troppo numerose, a discapito della qualità dell' insegnamento oltre a determinare la chiusura di intere scuole ubicate nei piccoli centri: anche questo governo sembra considerare la scuola non una risorsa su cui investire per far crescere il Paese, ma un peso su cui operare tagli scriteriati motivati solo dall' esigenza di fare cassa.
Ma anche su altri fronti la situazione dei precari diventa preoccupante.



'A nuttata nun passa cchiù
di Giuseppe Aragno

C'è un nesso fortissimo tra lo stato comatoso in cui versa la politica e il dilagare di una violenza di marca nuova, che non è figlia di una modernizzazione delle organizzazioni criminali, ma esito fatale dell'imbarbarimento prodotto dalla fine del bipolarismo, dal trionfo di un "pensiero unico" che, parlando a se stesso, spezza irrimediabilmente il circolo virtuoso della dialettica politica. Vista da questo angolo visuale, la "questione Napoli" non solo appare ancora una volta - e fatalmente - problema nazionale, ma assurge per la prima volta e a simbolo doloroso di una gravissima crisi della civiltà occidentale.



Cari compagni
di Lucio Garofalo

Perché uno come me dovrebbe occuparsi di politica, nel senso di iscriversi e militare più o meno attivamente in un partito politico (qualunque esso sia), magari nel vostro partito, il cui scopo precipuo sembra essere la conquista di un crescente livello di potere, ovvero di un crescente numero di voti e di consensi, di tessere e di poltrone, di cariche istituzionali?

Francamente, questo modo di far politica, benché camuffato sotto le vesti posticce di movimenti di lotta, di battaglie e vertenze territoriali, guidate in maniera strumentale e fraudolenta, proprio non mi attrae e non mi interessa.



 

Sponde

consulta qui altre rassegne stampa

Indagine conoscitiva bipartisan sulla secondaria
Redazione - 25-01-2007
 osservascuola 
Oltre all'indubbia importanza di una indagine del genere, che prevede un'ampia consultazione di autorevoli soggetti istituzionali, è da rilevare il fatto che vi è stata una trasversale convergenza politica sulla indagine conoscitiva, proposta dall'esponente dell'opposizione on. Valentina Aprea, già sottosegretario all'Istruzione con il ministro Moratti.(Tuttoscuola)

[ leggi ][ commenta


Brevi di cronaca
Riforma superiori: livelli essenziali sapere certificati
Angela Bastico - 27-01-2007
(DIRE) Roma, 24 gen. - I programmi scolastici, almeno per il prossimo anno, rimarranno quelli di sempre. A cambiare da subito, invece, saranno le competenze, gli obiettivi finali di base che gli studenti dovranno raggiungere, a conclusione del primo biennio delle superiori, in ambiti come quello linguistico, informatico o logico-matematico. Conoscenze che dovranno poi essere appositamente certificate.

[ leggi ][ commenta
Sedi per traasferimenti
Sindacato Sab - 27-01-2007
Conciliazione positiva del sindacato SAB. Le tabelle di viciniorità dei comuni da porre a base per i trasferimenti o la mobilità, anche d'ufficio, del personale scolastico devono sempre rispecchiare la reale distanza chilometrica fra i medesimi.

[ leggi ][ commenta
Aspettando Godot ...
Professione Docente - 26-01-2007
Tacciono tutti, ministro e sindacati confederali, sul rinnovo del nostro contratto, che serve solo a recuperare a posteriori l' aumento del costo della vita. Ma se era immaginabile il comportamento del Ministro, che cosa dobbiamo pensare se su questo argomento continuano a tacere anche i sindacati confederali?

[ leggi ][ commenta
A proposito dell'area tecnico professionale
Flcgil - 25-01-2007
Le polemiche suscitate dall'uscita casertana del Ministro della Pubblica Istruzione Fioroni in merito alle fondazioni hanno finito col mettere in ombra l'altra parte del suo ragionamento che riguardava i processi da attivarsi nel settore tecnico-professionale dell'istruzione secondaria di secondo grado.
[ leggi ][ commenta
Editoria scolastica: tra libri di testo morattiani e deregulation
Tuttoscuola - 24-01-2007
A primavera i collegi dei docenti delle scuole del primo ciclo dovranno adottare i libri di testo per il prossimo anno scolastico, e gli editori sono da tempo in fibrillazione. L'annunciata revisione delle Indicazioni nazionali, come ripetutamente annunciato dal ministro Fioroni, prospetta per il prossimo anno scolastico la probabile introduzione di nuovi obiettivi specifici di apprendimento (OSA). Se così sarà, che senso avrebbe, tra qualche mese, adottare libri di testo di impronta, per così dire, morattiana?


[ leggi ][ commenta
Nascerà l'Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia
flcgil news - 23-01-2007
Lo ha stabilito la legge finanziaria 2007 e la CM n. 76/06 ne ha avviato le procedure: l'Indire e gli Irre sono in via di scioglimento e al loro posto nascerà l'Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia.
La soppressione dei due enti sarà gestita da commissari nominati dalla Presidenza del Consiglio.

[ leggi ][ commenta
Verso il sindacalismo di Stato
Confederazione GILDA-Unams - 22-01-2007
Un sistema di relazioni sindacali menomato che ignora il pluralismo della rappresentanza, (rappresentanza realizzata nel rispetto della Costituzione e delle leggi dello Stato) porta verso preoccupanti derive di regime e al sindacalismo di Stato.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
La storia
ilaria ricciotti - 27-01-2007
 ilforasacco 

Ha ancora senso insegnarla e/o studiarla?

[ leggi ][ commenta
Lettera di Flavio Lotti al Presidente del Consiglio, Romano Prodi
Nairobi 2007 - 27-01-2007
 NO WAR 
Caro Presidente, vista da qui a Nairobi, la base militare che gli Stati Uniti intendono costruire a Vicenza appare come un insulto a tutte queste persone private della propria dignità e di ogni diritto, straziate dal morso della fame e delle peggiori malattie, violentate e abusate, ignorate e abbandonate dal mondo. Immersi in questa miseria la costruzione di una nuova base di guerra è un inaccettabile spreco di denaro pubblico. E le cose inaccettabili non possono essere accettate. Di chiunque sia quel denaro, sono soldi sottratti alla lotta alla povertà.

[ leggi ][ commenta
Imparare e insegnare la Shoà
Fondazione La Porta - 26-01-2007
 proposta 
La Fondazione Serughetti La Porta e l'Aned hanno curato per conto dell'Ufficio Scolastico Provinciale la progettazione e l'organizzazione del corso d'aggiornamento per insegnanti delle scuole secondarie di primo e secondo grado.

[ leggi ][ commenta
Divieto d'uscita
Andrea Mucciolo - 25-01-2007
 libri 
Quello che vi presento è il mio primo tentativo nella scrittura. Non posso dire che sia perfettamente riuscito, tuttavia, in questo piccolo romanzo (la storia di un uomo che, dopo la morte della propria donna, inizia una caccia disperata per la gemella di quest'ultima) vi ho riversato tutto il mio torrente di emozioni, forse troppe.

[ leggi ][ commenta
Contro la base e contro le menzogne
Peacereporter - 24-01-2007
 NO WAR 
Da sei giorni Giorgio Benedetti non mangia. Ha deciso di rinunciare a ingurgitare cibi solidi per rispondere, con l'unica arma che possiede, a una classe politica che l'ha "tradito, umiliato, ferito". L'unica arma di Giorgio è la lealtà. Ce lo ha detto quando lo abbiamo incontrato, il terzo giorno delle proteste, nel capannone dontato da Radio Sherwood, sede del presidio contro la base, tra le nebbie della campagna di Caldogno. Aveva un megafono in mano. Ed è proprio di lealtà che parlava.

[ leggi ][ commenta
La grande fuga degli insegnanti
Tuttoscuola - 23-01-2007
 grande cocomero 
L'uscita degli insegnanti dalla scuola per pensionamento anticipato sta assumendo proporzioni massicce, assai superiori a quelle previste dalla relazione tecnica della Finanziaria, quantificate in 23.000.
Quest'anno, secondo alcune stime riportate da "Repubblica", avrebbero chiesto infatti di andare in pensione 32.000 tra maestri e professori (i termini scadevano il 10 gennaio 2007), il numero piu' alto degli ultimi dieci anni, anche se il Ministero della PI fa sapere che solo dal 10 febbraio si potranno conoscere i dati ufficiali.

[ leggi ][ commenta
Un evento per l'evento
Capdi - 22-01-2007
 proposta 
Il giorno 26 gennaio 2007 a Milano, al Convegno da noi organizzato assieme ad ALSM, Prisma e Irre discutiamo, con il sottosegretario alle attivita' motorie Giovanni Lolli, con l' on Vito Li Causi e con le altre associazioni di categoria, della professione del Laureato in Scienze Motorie e delle prospettive. Partecipa al Convegno.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Cinema e psicanalisi
Dal 28 al 31 gennaio Il cineforum del dottor Freud a cura di Alberto Castellano e Ignazio Senatore.
Cento "piccoli" film, seppelliti dalla polvere e caduti troppo precocemente nell'oblio.

Nuovo forum sul precariato
Vorrei segnalare l'apertura di un nuovo forum di discussione dedicato al precariato scolastico. Scopo del forum è quello di trovare soluzioni costruttive che tutelino tutti i docenti precari attraverso il dialogo ed il coinvolgimento delle forze politiche e sindacali sensibili al problema, superando le avvilenti divisioni che si sono verificate in questi ultimi anni tra docenti abilitati con percorsi diversi.
Brunello Arborio

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Direttore responsabile: Luciano Scateni
Ideatore: Marino Bocchi
In redazione: Emanuela Cerutti (coordinamento), Giuseppe Aragno, Grazia Perrone, Anna Pizzuti
Collaborano: Ilaria Ricciotti, Pierangelo Indolfi
Sviluppo e manutenzione del sito: Maurizio Guercio

Registrazione Tribunale di Frosinone n. 324 del 08.07.2005
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva