Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro del 28/04/2002 - a.s. 01/02
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 28/04/2002

Sommario
Fazzoletti bianchi
di Fuoriregistro
Erfurt
di Emanuela Cerutti
25 aprile
di Jole Garuti
In che cosa dovremmo e potremmo credere (noi di sinistra?)
di Francesco Di Lorenzo
Confessioni di un tutor
di Anna Pizzuti
La scuola parla alla città
di Fabrizio Mangione
Quali prospettive per la professione docente?
di Luca Lattanzi e Giuseppe Manzoni
Dal Coordinamento Diecigennaio
di Lucia Bonaffino
Un caso chiave di controllo del pensiero
di Domenico Pacitti
Gli anziani chiedono: non impedite agli immigrati di aiutarci a vivere
di Comunità di Sant'Egidio
Sanità, Assistenza, Previdenza e Fisco
di Rolando A. Borzetti
Sapori e cultura per un cibo di Qualità
di Paolo Manzelli


Fazzoletti bianchi
di Fuoriregistro

Oltre 120 mila docenti (ammontano a 112.502 le risposte e-mail di adesione all'iniziativa promossa dalle riviste on-line) hanno indossato il Fazzoletto Bianco in segno di dissenso con la Moratti contro la legge delega del governo. Con questa seconda iniziativa il movimento dei Fazzoletti Bianchi ha inteso dare l'opportunità ai docenti di esprimere il proprio dissenso contro la legge delega che non piace tanto nel metodo quanto nel merito delle proposte avanzate.



Erfurt
di Emanuela Cerutti

Strage in un liceo tedesco. Un ragazzo di diciannove anni, espulso dalla scuola, ha fatto irruzione nell´istituto durante una prova di esame. Con il viso coperto da un passamontagna, una pistola e un fucile a pompa ha scatenato l´inferno. Prima di togliersi la vita è riuscito a uccidere diciassette persone, in maggioranza insegnanti, ma anche due studentesse e un poliziotto. Il cancelliere tedesco Schroeder sconvolto. Il ministro degli Interni Otto Schily: «Dobbiamo aiutare gli esclusi per evitare questo genere di tragedie».

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


25 aprile
di Jole Garuti

La celebrazione del 25 aprile risente da sempre del clima politico nazionale: è facile prevedere che quest’anno sarà un evento di massa. Ma come evitare facili retoriche, quando non strumentalizzazioni politiche?
Ricordandone ogni giorno il frutto che ha dato vita e regole intelligenti alla nostra democrazia: la Costituzione: da difendere, conoscere, far conoscere e far amare, adottare. Nata dalla Resistenza, essa è un efficace baluardo contro chi vuole subordinare le leggi ai propri interessi e disconosce l’uguaglianza dei diritti e doveri dei cittadini.
[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


In che cosa dovremmo e potremmo credere (noi di sinistra?)
di Francesco Di Lorenzo

C’è qualcuno tra i politici, oggi da noi in Italia, che ci sappia indicare una strada da intraprendere che vada oltre il contingente, la gestione del presente, il giorno dopo giorno? Una volta c’erano gruppi di intellettuali raffinati che analizzavano il presente in funzione del futuro ed indicavano dei percorsi suggerendo dei progetti. Oggi tutto questo non si vede: è possibile che chi continua ad elaborare non stia più nei partiti, che stia fuori e perciò non ha la possibilità di farsi ascoltare, è senza megafono e resta confinato nell’ombra?



Confessioni di un tutor
di Anna Pizzuti

Si da il caso che in un momento in cui il dibattito sulla funzione e sull’uso della rete, su quanto di virtuale e quanto di reale, in termini politici ed umani essa possa produrre, ci sia uno spettro che si aggira nelle scuole, lo spettro della formazione dei docenti neo assunti...secondo un modello che non diffonde contenuti ed idee, che crea esclusivamente dibattiti tecnici come accade nei forum - che implode su se stesso perché troppo pesante, perché troppo fine a se stesso...


La scuola parla alla città
di Fabrizio Mangione

Circa 150 i partecipanti all’Assemblea del 23.04.2002, promossa dal Coordinamento Docenti della Provincia di Palermo per dibattere sui problemi della Scuola e sulle prospettive che per essa si delineano alla luce dei progetti e dei processi di riforma intesi a ridefinirne strutture, contenuti e funzioni.



Quali prospettive per la professione docente?
di Luca Lattanzi e Giuseppe Manzoni

Il contributo dell'Aespi sulla professione docente e le sue prospettive, redatto in seguito al Convegno di Diesse a Bellaria. Il documento, insieme agli Atti del Convegno, sarà pubblicato sulla rivista “LIBERTA’ DI EDUCAZIONE” .


Dal Coordinamento Diecigennaio
di Lucia Bonaffino

La relazione dell'assemblea tenutasi il 18 aprile ed i prossimi appuntamenti.


Un caso chiave di controllo del pensiero
di Domenico Pacitti

Noam Chomsky, intervistato da Domenico Pacitti, dice che le accuse a Silvio Berlusconi sono banali in confronto a quanto accade negli Stati Uniti e spiega che l'Italia è stata l'obiettivo principale degli sforzi Usa per sabotare la democrazia fin dalla Seconda Guerra Mondiale. Chomsky suggerisce come via da seguire le proteste organizzate a livello internazionale. Questa
intervista è stata realizzata telefonicamente da Roma mentre il professor Chomsky si trovava nella sua casa nel Massachusetts, subito dopo le elezioni
politiche italiane. Viene pubblicata per la prima voltada terrelibere.it.


[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Gli anziani chiedono: non impedite agli immigrati di aiutarci a vivere
di Comunità di Sant'Egidio

Da tempo le famiglie italiane con un anziano, un disabile, un bambino si rivolgono a stranieri per compiti di assistenza e cura a domicilio. Molti anziani riescono oggi a vivere in casa propria grazie all’assistenza di una persona straniera. In molti casi solo grazie a questo.
La comunità di Sant'Egidio con Genti di Pace e Viva gli anziani presenta una Proposta per la regolarizzazione degli immigrati da impiegare in attività di lavoro domestico e di cura alla persona
[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Sanità, Assistenza, Previdenza e Fisco
di Rolando A. Borzetti

Sono questi i quattro temi centrali intorno a cui è stato costruito dai sindacati dei pensionati il documento programmatico che hanno approvato ieri. Un documento congiunto che racchiude il senso delle battaglie fin qui condotte e si propone come alternativa alle scelte avanzate dal Governo attuale.
In dettaglio gli elementi più significativi.



Sapori e cultura per un cibo di Qualità
di Paolo Manzelli

Parlando di "Qualita' Alimentare" e' necessario non
sottovalutare l' importanza della complessita' dei fattori psicosociali e culturali che si correlano ad una origine emozionale nella percezione e significazione del gusto...è importante per le aziende alimentari integrare il proprio sistema di "produzione di qualità" , con un ampio ed articolato network, capace di elaborare strategie di formazione permanente, che si impattano fortemente con fattori culturali e sociali la
cui complessita' rende a rischio l'intero settore.


 
Storia del Primo Maggio
Primomaggio.it - 27-04-2002
Da oltre cento anni la Festa del Lavoro viene celebrata il 1° Maggio da milioni di persone in ogni angolo del mondo.
Da oltre un secolo questa data rappresenta una giornata di festa, di lotta e di impegno civile per tutti: lavoratori, disoccupati, ed emarginati.

[ leggi ][ commenta

22 – 28 Aprile 2002 : Educazione di qualità per tutti
Cgil Scuola - 26-04-2002
La terza settimana mondiale d’azione, lanciata dall’Internazionale dell’Educazione e da numerose organizzazioni non governative internazionali, vuole ricordare l’anniversario degli impegni sottoscritti nel 2000 a Dakar nonché mantenere una pressione pubblica sui governi e sulle agenzie intergovernative perché realizzino quanto sottoscritto.

[ leggi ][ commenta

Comunicato Stampa Confederale
Cisl Scuola - 26-04-2002
CGIL Scuola, CISL Scuola, UIL Scuola e SNALS/Confsal giudicano positivamente la convocazione del 9 maggio del ministro Moratti che ha dato così riscontro ad una loro precisa richiesta inoltrata per avere risposte concrete alle rivendicazioni da tempo avanzate...e si augurano che la dichiarata volontà del Ministro trovi effettivo riscontro e porti a soluzione la "questione scuola".

[ leggi ][ commenta

Un altro modo per ricordare
Peacelink - 25-04-2002
In occasione del 25 aprile dedichiamo questo editoriale di PeaceLink a chi - sotto il nazismo - decise di disertare e di sacrificare la propria vita per la pace e non per la guerra di Hitler. Riportiamo alcuni pensieri di persone che vanno ricordate. Sono le ultime lettere di condannati a morte della Resistenza europea che avevano scelto o di dire signornò o di sabotare la guerra nazifascista. Sono lettere piene di affettuosa trepidazione, sono un messaggio di pace e di umanità per tutti noi. In questo 25 aprile - in cui fanfare, retoriche parole e militari sull'attenti non susciteranno in noi il vivo senso della memoria - scegliamo un modo completamente diverso di ricordare, diffondendo la voce di chi non si è voluto arruolare e ha disobbedito alla barbarie in nome dell'amore e della libertà. Nelle parole che leggerete non c'è odio ma in esse vive invece il messaggio della nonviolenza: oggi più che mai attuale.

[ leggi ][ commenta

I "Caimani del bell'orizzonte"
Liberazione - 25-04-2002
Un episodio poco noto della Resistenza romana: fra i rioni Valmelaina, Tufello e Montesacro si stendeva il territorio tra i più attivi della lotta antifascista prima e della Resistenza armata poi, tanto da "meritare"alla fine del '43 l'invio di tre spie qualificate dell'apparato direttamente agli ordini dei tedeschi, all'interno dei gruppi studenteschi di azione, con conseguenze facilmente immaginabili.
[ leggi ][ commenta

Scuola, griffe in cattedra
L'Espresso - 24-04-2002
Le multinazionali organizzano attività dentro gli istituti per promuoversi. In cambio, li finanziano. Un fiume di scarpette, tute, magliette e merendine è pronto a entrare nelle classi e nei consigli di istituto delle scuole italiane. Con tanto di marchio di garanzia. Quello delle aziende e multinazionali leader nel settore dello sport, dell'alimentazione e dell'abbigliamento che, a farsi pubblicità nelle classi, hanno tutto da guadagnare.

[ leggi ][ commenta

Arrivano i Vicedirigenti
Tuttoscuola - 24-04-2002
Nuove figure del comparto ministeri, che, per funzione, verrebbero a collocarsi immediatamente sotto la dirigenza pubblica.
Se la disposizione fosse applicata anche al personale di altre amministrazioni pubbliche, per la
scuola potrebbero aprirsi nuove prospettive...
[ leggi ][ commenta

Lo sciopero dei consumatori
La Repubblica - 23-04-2002
Sulle pagine di Repubblica, Umberto Eco ha lanciato una proposta ai cittadini che intendono contestare il monopolio televisivo di Silvio Berlusconi: rifiutarsi di comperare tutte le merci pubblicizzate sulle reti Mediaset. Proposta assolutamente legale per "consumatori selettivi"... Ecco il testo del suo intervento.

[ leggi ][ commenta

Bolzano, scuola bilingue
Alto Adige - 23-04-2002
Gli studenti insistono: «Scuola bilingue»
Venerdì un convegno per dare un segnale forte alla politica.«Non capiamo perché da una parte si faccia l'università trilingue, e dall'altra si neghi lo stesso principio alle scuole dell'obbligo e superiori».

[ leggi ][ commenta

Riflessioni sull'organizzazione scolastica
Il Sole 24 Ore - 22-04-2002
L'assetto istituzionale, di rapporti e di regole, determina per l’organizzazione delle scuole alcune condizioni particolari, descrivibili come sovrapposizione di diversi circuiti di potere e come sistema a legami deboli...ma è proprio l’intrinseca natura delle attività didattico educative, che impone la necessità di accettare la diversità, la non prevedibilità, la non predeterminabilità dei processi e dei comportamenti, come una caratteristica da gestire e non un difetto da correggere con forzature di ordine decisionista e gerarchico.
[ leggi ][ commenta

Il Grande Fratello esce di casa
Indymedia - 22-04-2002
Da Bergamo prende vita il più innovativo esperimento di controllo sociale: la videosorveglianza. Una fitta rete di telecamere collegata alla centrale operativa di una società privata di sorveglianza, in costante comunicazione con vigili, polizia e carabinieri.
[ leggi ][ commenta

Cesena, voti on-line
Il Resto del Carlino - 21-04-2002
Il liceo scientifico 'Augusto Righi' ha realizzato il registro di classe informatico, che dà la possibilità ai genitori di conoscere sul proprio computer i voti del figlio e controllare così il curriculum studentesco del figlio
[ leggi ][ commenta

"La lettera di Gillo"
Il Mattino - 21-04-2002
A Positano, durante il festival dell'animazione tv, viene presentato il primo cartone animato contro la pedofilia: il cartoon sarà proiettato nelle sale, forse anche in tv ,e fa parte di un gruppo di sette corti sugli abusi ai minori.
[ leggi ][ commenta

 Siti consigliati 
Mumaz, la tua musica on line
Mumaz é un punto di incontro virtuale dove autori, compositori, addetti ai lavori e amanti del fare musica posso incontrarsi, farsi conoscere ed inserire la propria musica on-line gratuitamente.
Parlamento Europeo Giovani
Fondato nel 1987, il Parlamento Europeo Giovani vuole promuovere la dimensione europea all'interno dell'educazione, dando ai ragazzi e alle ragazze di età compresa tra i 16 e i 22 anni l'opportunità di partecipare ad un'esperienza di apprendimento pratica e positiva. Le iniziative proposte e riportate sul sito in indirizzo vogliono stimolare i cittadini e le cittadine di domani a prendere coscienza del modo di pensare e di vivere diffusi negli altri paesi, a rispettare le differenze e a lavorare insieme per perseguire comuni obiettivi.
f u o r i r e g i s t r o
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rubrica intende essere una zona franca, dove non si ragiona di didattica, teorie pedagogiche o diatribe sindacali (per questo ci sono le liste del didaweb), ma si narrano episodi di cronaca scolastica che muovono al riso o allo sdegno.

Questa newsletter, che ha una cadenza settimanale, e' a disposizione di chi ha una storia da raccontare.
I contributi vanno inviati alla redazione per email o utilizzando il modulo online.
Tutti i precedenti interventi possono essere consultati all'indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/index.php.

Responsabili: Marino Bocchi, Emanuela Cerutti. - È una iniziativa DIDAweb


  Newsletter precedente Newsletter successiva