Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 35 - a.s. 09/10
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 27/06/2010
raccontiscaffali

Sommario

DENTRO LA SCUOLA

Il baratto ovvero si salvi chi può

di Libero Tassella
Per pacco si intende...
di Maurizio Tiriticco
Via la prova Invalsi dall'esame di terza media
di Libero Tassella
Buco nero
di Maurizio Tiriticco
Attenzione, Gelmini fantastica!
di Cosimo Scarinzi
La vecchietta dove la metto?
di Giuseppe Adernò
L'età non conta
di Laura Alberico
Riduzione legittima?
di Ugo Masucci
Il riordino delgi Istituti alberghieri
di Giuliana Cavallo Guzzo

DENTRO IL PAESE

Berlusconi censura: una legge di guerra

di Giuseppe Aragno
Legge bavaglio: cos'è stato fatto fino ad oggi?
di Andrea Tomago
Dietro Marchionne
di Giuseppe Aragno
Storie di animali?
di Francesco Masala
L'Aquila, il miracolo che non c'è
di Andrea Tornago


Fuoriregistro si è ... ripreso in tempo per darvi l'ultimo saluto prima della pausa estiva. Con oggi la newsletter settimanale è sospesa, ma, come sempre, lo spazio web e la casella postale rimangono aperti per commenti, contributi, segnalazioni, future proposte o collaborazioni...
Nell'augurarvi una buona estate vi ringraziamo per averci seguito e vi diamo appuntamento a settembre
La Redazione


Il baratto ovvero si salvi chi può
di Libero Tassella

Tremonti e il governo Berlusconi mettono a segno un bel colpo e lo annunciano per primo ai quattro sindacati del teatro Quirino ( CISL UIL SNALS FGU), che gli offrono una platea plaudente e anche un bel momento di relax ( visione di una partita del mondiale), il giorno prima dello sciopero generale CGIL. Insomma Tremonti ci restituisce quanto non ci poteva togliere, per sua stessa ammissione, e si riprende quel 30% ( circa un miliardo) della prima manovra (leggi tagli attuati con la riforma Gelmini) che era stato destinato alla scuola.



Per pacco si intende...
di Maurizio Tiriticco

...una scatola di cartone sigillata con nastro adesivo... e protetta da una fettuccia di plastica telata termosaldata a croce. Chi non sa che cosa sia un pacco, ora lo sa! Ritroviamo tale definizione nel glossario che apre la cm 50 dello scorso 7 giugno con cui il Miur dà indicazioni sulle modalità di svolgimento della prova nazionale negli esami di scuola media. Ma, perché non mi si dice quanto misura il pacco, quanto pesa, di che colore è la carta che lo avvolge? E poi... c'è la termosaldatura! Basterà un paio di forbici per tagliare la fettuccia? O ci vorrà una diavoleria elettronica? Dentro il pacco ci sono plichi... attenzione non sono solo plichi, sono "plichi ordinari", perché più avanti vengono "plichi speciali", tutti debitamente virgolettati.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Via la prova Invalsi dall'esame di terza media
di Libero Tassella

La prova Invalsi, unica per tutto il territorio nazionale (sic!), esca definitivamente dalle prove di esame della scuola secondaria di primo grado e sia fatta eventualmente a campione, a metà anno scolastico, corretta a livello centrale e somministrata da esterni alla scuola. Dobbiamo intraprendere una lotta culturale, politica, sindacale, legale, affinché sia raggiunto questo obiettivo già dal prossimo anno scolastico. Le prove dovranno dare un quadro statistico delle scuole del Paese, ma non dei ragazzi e delle ragazze alla conclusione del primo ciclo di studio in sede di esame, sottoposti a ben 5 prove scritte.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Buco nero
di Maurizio Tiriticco

Mi sembra che la prove Invalsi siano servite soprattutto a dire ai nostri insegnanti: dove sono le vostre materie di sempre, ben definite e distinte l'una dall'altra? Dove sono le vostre infinite regole, le pagine da mandare a memoria, quando ai vostri studenti chiediamo, invece, di operare in modo diverso? Non è giunto il momento in cui rivedere un po' il tutto di questa obsoleta organizzazione disciplinare della scuola media? Sotto questo profilo, le prove Invalsi vanno accolte come una occasione preziosa per rivedere l'organizzazione dell'intero triennio medio, tenendo conto di ciò che c'è a monte e a valle, o dovrebbe esserci: perché il discorso è sempre sistemico. Occorre, cioè, andare oltre la "provocazione" Invalsi. Se la sua lezione non viene accolta ed appresa, il rischio che correremo è fortissimo: che il buco nero diventi sempre più nero, fino a costituire un limite per un rinnovamento reale dell'intero Sistema!

[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Attenzione, Gelmini fantastica!
di Cosimo Scarinzi

Scopriamo che, secondo il Ministro della (ex) Pubblica Istruzione, l'ineffabile Maria Stella Gelmini, lo sciopero degli scrutini non si sarebbe verificato, esisterebbe solo sui giornali e nei servizi dei telegiornali e simili amenità.
Se questa signora, e soprattutto i suoi padroni, crede che negare un fatto, un'esperienza vissuta da molte decine di migliaia di lavoratori della scuola e che ha coinvolto un numero straordinario di scuole basti a farlo sparire si vede che veramente confonde la realtà effettuale con le sue fantasie.
In realtà, le piaccia o meno, i fatti hanno la testa dura.



La vecchietta dove la metto?
di Giuseppe Adernò

Le recenti disposizioni circa i limiti dell'età pensionabile per i dipendenti dello Stato ha creato non pochi malcontenti nel mondo della scuola, dove la figura femminile è prevalente.
Prolungare il servizio fino a 65 anni dei termini per la pensione anche per le donne ancorché lo imponga una disposizione europea, si ritiene che la norma non dovrebbe coinvolgere il mondo della scuola, anche se gli operatori sono "dipendenti statali".
La funzione docente è, infatti, una della "professioni logoranti" e quindi avrebbe diritto a beneficiare di particolari attenzioni, e il termine dei 65 anni di età per la conclusione del lavoro attivo non dovrebbe avere valore prescrittivo, ma solo indicativo e d'indirizzo, a seconda della tipologia, delle condizioni di salute, del rendimento, del gradimento personale e condiviso dalla Comunità scolastica.



L'età non conta
di Laura Alberico

Immagino la scuola come una signora attempata, desiderosa a tutti i costi di non mostrare la sua vera età. E per questo ogni anno affida il suo corpo alle cure estetiche più avanzate, un ritocco di qua e poi un ridimensionamento dove gli "accumuli" di grasso hanno lasciato il segno di forme tondeggianti. Sono cure costose ma necessarie per apparire sempre in forma e pronta a dimostrare che gli anni passano ma si può fare qualcosa per fermare il tempo. La signora è sempre pronta a fare qualunque sacrificio economico pur di apparire in perfetta forma fisica, le apparenze d'altronde hanno il potere di costruire una immagine perfetta e priva di difetti.


Riduzione legittima?
di Ugo Masucci

Chiedo lumi sulla legittimità della riduzione nelle classi seconde, terze e quarte degli istituti tecnici (da 36 a 32) e professionali (da 36 a 34) senza la modifica dell'ordinamento.
L'autonomia del 20% non consente una complessiva riduzione ma solo una riduzione nell'ambito del 20% di una o più discipline a vantaggio di altre.
I Licei, compresi quelli inseriti nell'Istruzione tecnica, non dovevano essere toccati da queste riduzioni e invece non è stato così! (vedi Quinquennio Biologico TFAF che ha avuto riduzioni in 2a e 3a - da 34 a 32 - e in 4a - da 35 a 32).

[ commenta ] [ sommario


Il riordino delgi Istituti alberghieri
di Giuliana Cavallo Guzzo

invio in allegato un documento sul riordino degli Istituti Alberghieri redatto dall'IPSAR "Carlo Porta" di Milano e sottoscritto da 111 docenti, nel quale segnaliamo alcuni aspetti che a nostro avviso impoveriscono il profilo professionale dei futuri operatori dei servizi ristorativi e alberghieri. Vi preghiamo, se possibile, di pubblicarlo e di aiutarci a diffonderlo.



Berlusconi censura: una legge di guerra
di Giuseppe Aragno

Un conflitto c'è. Montato ad arte da una classe dirigente che da decenni concentra nelle proprie un incontrastato e stabile potere politico ma, con singolare improntitudine, si dichiara "perseguitata politica" e si scaglia con inaudita violenza contro la stampa. Sarebbe solo un patetico paradosso se, tradotto in attività politica, il conflitto non avesse prodotto atti di guerra. Il fatto è che si approntano leggi marziali. Non serve ignorarlo, fingere di non saperlo, dichiararsi equidistanti, estranei, rivoluzionariamente nauseati o puerilmente divertiti. Un conflitto c'è, non riguarda la natura dello Stato - di cui potremmo tranquillamente disinteressarci - e non è questione di "potere", con tutto quanto pure vuol dire questa parola in termini di egemonia di classe e dei consueti e immancabili corollari: sfruttamento, esercizio "legale" della forza, utilizzata a fini repressivi contro il dissenso, emarginazione dei ceti subalterni, espulsione e dentenzione di emarginati, clandestini e "figli d'un dio minore".
[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Legge bavaglio: cos'è stato fatto fino ad oggi?
di Andrea Tomago

Cos'è stato fatto fino ad oggi contro il ddl 1425, meglio noto come «legge sulle intercettazioni» o «legge bavaglio»?

Nulla, a parte una raccolta di firme on-line sul sito «nobavaglio», cui in molti hanno generosamente aderito e che però non ha alcun valore legale (260.000 firme raccolte), ed eccezion fatta per l'omologa iniziativa degli editori lanciata da Giuseppe Laterza (13.500 firmatari). Non mi pare una risposta adeguata alla gravità della legge. L'approvazione della legge e l'eventuale - purtroppo, attesa - firma del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano segnerebbe un autentico salto di qualità nella già gravissima situazione politica e democratica del paese.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Dietro Marchionne
di Giuseppe Aragno

In base alla tradizione classica che risale ad Adamo Smith, il mercato è incompatibile con l'etica, perché la "condotta morale" volontaristica è contraria alle sue regole. Non è una convinzione bolscevica; l'ha sostenuto recentemente il papa tedesco [1] e non c'è chi ne dubiti: nulla di più rozzo e approssimativo della pretesa padronale di levare i principi dell'economia borghese a conoscenza finita e perfetta della filosofia della storia e dei meccanismi che producono gli ordinamenti sociali.
Non esiste certezza teorica sull'etica del capitalismo, a meno che il determinismo della legge del profitto non giustifichi se stesso e non ci dichiariamo disposti ad accettare uno sconcertante principio etico: le leggi del libero mercato sono di per se stesse "buone" e producono necessariamente il bene, al di là della morale dei singoli.

[ leggi (3 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Storie di animali?
di Francesco Masala

...Uno scorpione vuole attraversare un fiume, ma non sa nuotare. Chiede a una rana di traghettarlo. La rana non si fida, ma lo scorpione la rassicura: "se ti pungessi annegherei". La rana generosamente accetta, ma a metà percorso lo scorpione la colpisce con il suo aculeo velenoso. La rana, disperata e morente, gli chiede "Perché?". Lo scorpione, prima di morire annegato, risponde "È la mia natura"...



L'Aquila, il miracolo che non c'è
di Andrea Tornago

C'è una certa preoccupazione mercoledì alla sede romana della Fnsi, alla presentazione dell'ultima inchiesta sul terremoto. Maria Luisa Busi e il segretario del sindacato dei giornalisti Franco Siddi illustrano L'Aquila 2010. Il miracolo che non c'è (Castelvecchi), reportage dei due giovani giornalisti romani Sabrina Pisu e Alessandro Zardetto che restituisce un quadro inquietante di come il terremoto del 6 aprile 2009 abbia sconvolto la vita degli abitanti dell'Aquila e gli equilibri democratici nel nostro paese....



 

Sponde
Precipita senza rumore
La Redazione - 26-06-2010
 mappamondo 
Trent'anni dalla strage di Ustica, una delle tante stragi «in cerca d'autore» dell'Italia repubblicana. Sulla caduta del DC-9 dell'Itavia, precipitato nel mare Tirreno tra le isole di Ponza e Ustica il 27 giugno 1980, la verità storica si conosce da tempo: l'aereo civile italiano I-TIGI, in volo da Bologna a Palermo con ottantuno persone a bordo, è stato abbattuto da un missile aria-aria, probabilmente francese. Perché?

[ leggi ][ commenta


Brevi di cronaca
Tar del Lazio: altolà
Tavolo regionale per la difesa della scuola statale - 26-06-2010
Il TAR del LAZIO, con ordinanza n. 1023 del 25-6-10, ha accolto la richiesta dei legali dei ricorrenti, Maria Virgilio e Corrado Mauceri e ha disposto la sospensione dei provvedimenti impugnati ed ha ordinato al Ministro di depositare nel termine di quindici giorni una documentata relazione che riferendo sui fatti di causa, controdeduca puntualmente sui motivi dedotti con il ricorso. Il TAR ha rinviato al 19 luglio la prossima udienza per decidere se confermare o meno la sospensione dei provvedimenti impugnati.

[ leggi ][ commenta
La ricerca nella nebbia
La Voce.info - 25-06-2010
Le vicende del bando "Futuro in ricerca" per i giovani ricercatori rappresentano l'ennesimo esempio di un sistema che si affida a meccanismi lenti e opachi e dai finanziamenti incerti. Lo scopo di sostenere le eccellenze scientifiche era certamente nobile. Tanto che i progetti presentati sono stati molti. Ma la storia del suo svolgimento sembra suggerire che senza una gestione chiara e trasparente del processo di valutazione e di assegnazione delle risorse, il richiamo ai principi di meritocrazia è solo uno slogan.

[ leggi ][ commenta
Gli insegnanti sono felici e orgogliosi di stare in cattedra
Docenti scapigliati - 23-06-2010
La Terza indagine nazionale sulle condizioni di vita e di lavoro degli insegnanti nella scuola italiana, svolta nel 2008 da Istituto IARD con il sostegno del Ministero della Pubblica Istruzione e della Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo (a seguito delle precedenti realizzate nel 1990 e nel 1999), si è proposta di approfondire i cambiamenti che hanno contrassegnato le opinioni e le pratiche didattiche dei docenti nell'ultimo decennio.

[ leggi ][ commenta
Completato il percorso dei licei, in dirittura d'arrivo quello dei tecnici e professionali
Newsletter Adi - 22-06-2010
Il ministro Fioroni emanò le nuove Indicazioni per il curricolo del 1° ciclo e il Nuovo Obbligo a fine agosto 2007 con applicazione dal primo settembre, ed è così ora con il ministro Gelmini. Tutti i testi definitivi saranno disponibili quando la scuola starà per cominciare. La triste conclusione è che, tranne l'orario, le scuole non cambieranno nulla, almeno finché gli editori non avranno avuto il tempo di rifare i libri di testo! C'è una situazione, però, per la quale non vale questa regola: gli istituti professionali, che sono stati distrutti prima di essere riformati.

[ leggi ][ commenta
Scioperi a Torino
Cub Scuola Torino - 17-06-2010
Lo sciopero degli scrutini in provincia di Torino coinvolge ormai una cinquantina di scuole.
Siamo di fronte ad un primo segnale di rivolta da parte di una categoria di lavoratori colpita prima dal taglio degli organici e poi da quello delle retribuzioni.
Alla mobilitazione i colleghi e le colleghe partecipano costituendo ovunque collettivi di scuola che raccolgono tutti coloro che sono disponibili ad agire a prescindere dall'appartenenza o meno ad un sindacato come sempre avviene nei movimenti.

[ leggi ][ commenta
Radio Kapital: la scuola s'è destra
Nazione Indiana - 15-06-2010
L'importante è che nessuno lo sappia, soprattutto i diretti interessati. Altrimenti non sarebbe così semplice licenziare l'equivalente dei lavoratori di tutti gli stabilimenti Fiat e di tutto il petrolchimico italiano: 150 000 persone, in cinque anni.
Per un po' ha funzionato: la riforma delle elementari è stata fatta passare in fretta e furia l'anno scorso, è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale in estate, ma era illegalmente già in vigore da mesi (e con lo stesso metodo si sta facendo passare quella delle superiori). Sì, hanno protestato in tanti, pure in una trasmissione Rai, ma il silenzio successivo sui media nazionali ha funzionato.

[ leggi ][ commenta
Non metteremo le mani nelle tasche degli italiani ...
argo.catania.it - 12-06-2010
Gentilissima on. avv. nonché titolare pro tempore del MIUR,
senza mia responsabilità personale, sono un suo dipendente e sto per andare in pensione, non per mia scelta; mi era stata concessa, bontà vostra, la deroga di un anno per raggiungere l'ultimo scatto di stipendio e speravo anche nell'ulteriore adeguamento stipendiale con il rinnovo del contratto collettivo, peraltro già scaduto da un anno. Mi avete ingannato.
[ leggi ][ commenta
Risarcita precaria di sostegno
Sindacato SAB - 10-06-2010
Riconosciuto, a seguito di conciliazione positiva del sindacato SAB, il risarcimento del danno pari a 1.500,00 euro a docente precaria di sostegno della scuola primaria che non si era visto prorogare il contratto da parte dell'ex dirigente scolastico dell'Istituto Comprensivo di San Demetrio Corone.
[ leggi ][ commenta
Lettera aperta alla preside Costetti
blog di Sonia Alfano - 08-06-2010
Il 27 Maggio, un gruppo di alunni della scuola romana "Giuseppe Gioacchino Belli", al termine di una manifestazione scolastica cui erano presenti alcuni dirigenti del Ministero dell'Istruzione, hanno messo in atto un particolare 'fuori programma' intonando 'Bella Ciao'. La Preside dell'Istituto, inspiegabilmente turbata, ha ritenuto opportuno scrivere una lettera di richiamo e distribuirla a docenti e genitori degli allievi.
Le ho scritto una lettera aperta che trovate qui di seguito...

[ leggi ][ commenta
Con un brivido d'orgoglio
Il Venerdì di Repubblica - 07-06-2010
Ogni tanto il governo fa anche cose buone ed è giusto riconoscerlo. La Finanziaria, per esempio, ha identificato e punito la categoria che maggiormente danneggia il Paese, la più pericolosa per la democrazia. I lettori a questo punto penseranno agli evasori fiscali. Ma in quale Paese vivete? Gli evasori sono brave persone, laboriose, creano reddito, soprattutto per se stessi, votano a destra. Per questo il governo li premia con un altro condono.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Don Lorenzo Milani, il destino di carta
Gianni Zappoli - 27-06-2010
 libri 
Questo volume, a cura di Liana Fiorani, raccoglie ed ordina la vasta letteratura relativa a don Lorenzo Milani apparsa sulla stampa periodica dal 1949 al 2005. Articoli, reportage, saggi, critiche, recensioni, strilli, annunci, lettere: un materiale vastissimo e fragile, difficile a reperirsi, costituisce il corpus di questo archivio...

[ leggi ][ commenta
No nucleare day apartitico
Roberto Brambilla - 25-06-2010
 pianeta 
E' una manifestazione nata e costruita unicamente da quei cittadini che hanno voluto informarsi in maniera approfondita su rischi e vantaggi circa l'introduzione del Nucleare in Italia ed in seguito a questa ricerca, hanno sentito la necessità di organizzare una manifestazione, soprattutto informativa, per rendere la popolazione più consapevole sulla posizione da prendere nei confronti della prospettata reintroduzione del Nucleare.
[ leggi ][ commenta
Le morti sui luoghi di lavoro ...continuano
Giocondo Talamonti - 23-06-2010
 sociale 
La salute e la sicurezza sul lavoro, sono i capisaldi delle condizioni minime per dare dignità all'essere umano nell'esercizio di ogni attività. Il profitto non deve essere l'unico obiettivo importante per la vita e la competitività di un'impresa, ma prevalente deve essere il rispetto di chi, in carne ed ossa, vi opera con la propria professionalità. Sotto questo punto di vista la formazione continua è fondamentale e deve essere percepita dal lavoratore come qualcosa di cui non si può fare a meno.
[ leggi ][ commenta
RomaFictionFest
Info handicap - 22-06-2010
 cinema 
Da lunedì 5 a venerdì 9 luglio 2010, presso il Multisala Adriano - Piazza Cavour - a Roma, dopo il successo dello scorso anno, il RomaFictionFest propone 10 proiezioni in 5 giorni nella fascia serale a cui potranno partecipare tutti, disabili sensoriali compresi.

[ leggi ][ commenta
Università: una realtà
Giocondo Talamonti - 17-06-2010
 comunicato 
Se continueremo a coniugare mondo del lavoro e università, istruzione e università, ricerca e università e se sapremo insistere nel mantenere un linguaggio politico unitario nel bene e nell'interesse della popolazione, molte altre potenzialità si presenteranno al territorio per crescere e migliorarsi.
[ leggi ][ commenta
Una canzone per Castor
Mari Cavalli - 10-06-2010
 libri 
Un pomeriggio di gennaio, Castor decide di rinunciare alla vita. Chi è? Perché? Cos'è successo? Cosa succede quando muore un ragazzo di vent'anni? Cosa rimane dei suoi sogni e della sua energia? Il nostro libro parla di temi forti, difficili, però non fa discorsi da manuale. Racconta di una storia, la nostra, con la sincerità di un dialogo tra voci vere.
[ leggi ][ commenta
Vittime e carnefici
Vincenzo Andraous - 09-06-2010
 proposta 
Invito alla presentazione di un che testo tratta temi quali bullismo, l'uso e abuso delle sostanze, ruolo e utilità della pena e del carcere.

[ leggi ][ commenta
Il terrorismo di Israele e il nuovo antisemitismo
Lucio Garofalo - 07-06-2010
 NO WAR 
Chiunque abbia difeso finora il governo di Israele, si arrampica sugli specchi in modo goffo e maldestro per avallare le assurde "ragioni" di uno Stato rivelatosi terrorista e criminale. Ma è impensabile, oltre che immorale, avallare una linea strategica priva di qualunque fondamento razionale, per cui rischia di ritorcersi contro chi la sostiene. Nessuno che davvero conti all'interno della "comunità internazionale" ha osato condannare gli atti di terrorismo di Stato commessi da Israele contro popolazioni inermi come quelle presenti nella striscia di Gaza.

[ leggi ][ commenta
Educare nell'epoca dei cambiamenti climatici
Legambiente - 15-06-2010
 pianeta 
Il seminario residenziale, della durata di 17 ore, è rivolto al personale della scuola e agli educatori, con particolare riguardo ai formatori dell'associazione professionale Legambiente Scuola e Formazione. Proseguendo la riflessione delle due precedenti edizioni, il seminario di quest'anno intende affrontare i nodi che stanno dietro ad un mutato approccio educativo verso le problematiche ambientali caratterizzate dalla crisi climatica.

[ leggi ][ commenta
I mondiali del ludomastro
Carlo Carzan - 13-06-2010
 giochi 
Attento perché venerdì 11 giugno inizia la prima partita. Non sei pronto?Allora vieni ad allenarti. Il calcio si gioca ovunque, su un campo regolamentare, ma anche in strada, su un prato, in palestra e anche in casa. La mamma non vuole che giochi a calcio dentro casa? Non ti preoccupare questo calcio si gioca sul tavolo e poi potrai ascoltare storie di calcio, partecipare al quiz mondiale e tanto altro ancora...
[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Personalità confusa
La cronografia di un modo del tutto personale di distinguere il bene dal male, e il brutto dal bello.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva