Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 33 - a.s. 09/10
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 06/06/2010
raccontiscaffali

Sommario

SCONFINAMENTI

Un atto di guerra

di Andrea Tornago
SPQI: sono pazzi questi israeliani, Mr. Obama
di Francesco Masala

BONIFICHE IN ATTO

La manovra in pillole (anzi in supposte)

di Riccardo Princi
Scoperte le carte ... anche se erano già chiare
di Isa Cuoghi
Tremonti e Berlusconi: guerra all'onestà
di Giuseppe Aragno

QUALCHE DOMANDA

Tutttialmareeeee??

di Unione Sindacale di Base della scuola
E' ora?
di Francesco Masala
Dalla Gelmini all'Aprea?
di Libero Tassella

CONTRARIAMENTE

Per la libertà di espressione, contro odiosi bavagli

di (a partire da) genitori di Bologna
La scuola che funziona
di Gianni Marconato
La scuola della vita
di Laura Alberico


PER RAGIONI REDAZIONALI LA PROSSIMA SETTIMANA LA NEWS NON SARA' DISTRIBUITA. A RILEGGERCI TRA QUINDICI GIORNI


Un atto di guerra
di Andrea Tornago

Un'imbarcazione battente bandiera turca è formalmente, e a tutti gli effetti, territorio turco. Per di più se fendente acque internazionali, ha piena sovranità e non può essere abbordata e dirottata se non nell'ambito di una specifica operazione di polizia. Il comandante della nave ha il diritto - se non il preciso dovere - di difendersi e di non consegnare il timone della nave e la sala macchine in mano ad estranei. Quando una nave viene attaccata da persone armate facenti capo ad associazioni criminali, a gruppi politici o terroristici, si tratta di un atto di pirateria. Ma quando l'attacco è sferrato da soldati dell'esercito di un altro stato sovrano, siamo di fronte a un atto di guerra.



SPQI: sono pazzi questi israeliani, Mr. Obama
di Francesco Masala

"...Questa storia non è successa nei giorni in cui in Sud Africa c'era l'apartheid o nei tempi bui prima che sorgesse il movimento dei diritti civili negli Stati Uniti o in un ghetto dell'Europa malata della Seconda Guerra Mondiale.
Le due alunne che indossano uniformi di colori diversi sono ragazzine Ebree della colonia Israeliana di Immanuel nella West Bank, che prospera sotto le bandiera e la protezione armata delle Forze di Difesa Israeliane (IDF). La scuola inoltre riceve i finanziamenti del contribuente Israeliano.

La colpa delle due studentesse è di avere origini etniche diverse. Una è Ebrea Askenazita, di una famiglia le cui radici sono in Europa, e la sua compagna è un'Ebrea Mizrahi, la cui famiglia proviene dal Medio Oriente e dal Nord Africa. È per arrivare a questo che lo stato d'Israele ha creato la sua strada attraverso fiumi di sangue dei suoi figli e dei suoi nemici? Neanche nei tempi più bui in Iraq, Egitto e Libano, i bambini Ebrei Musulmani e Cristiani sono stati separati a scuola..."



La manovra in pillole (anzi in supposte)
di Riccardo Princi

Con la firma del di è stata varata una manovra finanziaria "equa", con la quale si chiede il sacrificio di tutti per risanare i dissestati conti dello Stato e per non finire come la Grecia.
Naturalmente, a fare la parte del leone in termini di sacrifici, sono stati chiamati i dipendenti pubblici, che rappresentano la categoria che più ha contribuito al dissesto del bilancio, mentre sono state risparmiate le categorie che con il loro comportamento virtuoso, hanno contribuito a rendere meno drammatica la situazione, ovvero evasori fiscali, politici e amministratori privilegiati, corrotti, corruttori, malversatori, consulenti dalle dubbie competenze, beneficiari di stanziamenti a fondo perduto eccetera, cioè tutti coloro che negli ultimi quarant'anni, hanno utilizzato le casse dello Stato come un bancomat, per arricchirsi personalmente, se non per pagarsi nani, pupe, ballerine e zoccole. Intanto il figlio del Presidente del Consiglio, signor Piersilvio Berlusconi, ha anticipato nei giorni scorsi la sua parte di sacrificio, varando un mega-yacht da 18 milioni di euro.



Scoperte le carte ... anche se erano già chiare
di Isa Cuoghi

Con la manovra si sono scoperte le carte si è capito bene quale sia il blocco sociale di riferimento di questo governo...e forse anche dei partiti dell'opposizione.

Con questa manovra si colpisce chi non ha colpe nell'affossamento dei conti pubblici, si colpisce chi ha meno e avrà meno.

Non si colpiscono i privilegi e i costi della politica, i banchieri, gli agenti finanziari, chi ha accumulato grandi patrimoni con i contributi dello stato...chi sguazza tra corruzioni e soldi illeciti.

No, si colpisce SOLO il comparto pubblico, riducendo stipendi già miseri, impoverendo le future pensioni, continuando a regalare soldi a chi già ne prende oltre il lecito.

I potenti, i coruttori, i politici con doppi e tripli incarichi d'oro, le auto blu, i bancomat per i ministri, i sottosegretari, portaborse, ecc.. NO.
Quelli NO.



Tremonti e Berlusconi: guerra all'onestà
di Giuseppe Aragno

Saranno gli storici a dirlo domani. Oggi non è ancora possibile sapere chi ha fatto più danni negli ultimi due anni, ma una cosa è certa: nel gioco delle parti che li divide e li unisce, lo spettacolo che ieri hanno saputo offrire a "Ballarò" l'aspirante "capo" del governo, per ora semplicemente Presidente del Consiglio, e il tesoriere del disastro Italia non s'era visto in politica nemmeno ai tempi di Araldo di Crollalanza, Farinacci e Caradonna. Maestri della "comica finale", in un confronto diretto, Berlusconi e Tremonti avrebbero dato dei punti persino a Stan Lorel e Holiver Hardy, celebrati maestri della comica.
Il clima era quello del "vogliamoci bene" e teniamoci uniti. Le cose vanno ormai di male in peggio e prima o poi la gente si rivolta.



Tutttialmareeeee??
di Unione Sindacale di Base della scuola

Un senatore del PDL, tal Giorgio Rosario Costa, presenta un disegno di legge che pare sia il più corto della storia, soltanto 16 parole, col quale propone di far slittare l'avvio dell'anno scolastico ad ottobre. Questo il testo: "Per le scuole di ogni ordine e grado l'anno scolastico ha inizio dopo il 30 settembre". La telegraficità di tale proposta fa comprendere quale sia la considerazione di cui gode la scuola pubblica tra le fila del governo. Il ministro Gelmini si dichiara immediatamente "molto aperta" alla proposta di far cominciare l'anno scolastico dopo il 30 settembre. Come si può evitare di pensare che dietro si nasconde qualche altro brutto scherzo a danno dei lavoratori della scuola e soprattutto dei precari?



E' ora?
di Francesco Masala

Esiste un sindacato non confessionale che non tralascia il suggerimento del Consiglio di Stato (non di un centro sociale occupato), se non ci ha mai pensato prima, e indice un'ora di sciopero alla settimana, fino a quando il Ministero e il Governo e lo Stato non provvedono a creare 25000 cattedre circa (lo stesso numero degli insegnanti di religione cattolica) di "materie alternative", per chi non vuole frequentare le ore di religione cattolica, con insegnanti presi fra DOP e supplenti, cioè da graduatorie pubbliche e trasparenti?



Dalla Gelmini all'Aprea?
di Libero Tassella

Il Ministro Gelmini non ha speso una sola parola per gli insegnanti, a differenza del Ministro Bondi per gli Enti culturali, su cui si è soffermato lo stesso Napolitano, e La Russa per la difesa. Cresce la distanza tra questo Ministro, a mio avviso a termine, e la Scuola reale; credo che al primo rimpasto, compiuta la missione affidata all'avvocato bresciano, Gelmini andrà via per ricoprire altre cariche; abbiamo saputo dalla Stampa che questo dicastero è molto richiesto dalla Lega che preme per un federalismo scolastico, ma io credo che rimarrà saldamente nelle mani dell'ex Forza Italia, forse potrebbe andare all'Aprea...



Per la libertà di espressione, contro odiosi bavagli
di (a partire da) genitori di Bologna

Per farsi sentire il più possibile con una catena di mail numerosissime e impossibili da ignorare, per dissociarci e dire la nostra su queste pratiche di circolari in odore di intimidazione di altri tempi, un appello a tutti per inviare un messaggio al dott. Limina...



La scuola che funziona
di Gianni Marconato

La rete è ricca di luoghi di aggregazione e di interazione.
I nodi sono gli individui e la loro organizzazione attorno a temi significativi. LSCF è un network per la valorizzazione delle pratiche di insegnanti che fanno funzionare la scuola.
LSCF vuol anche essere "una voce PER la scuola"; una delle tante voci che raccontano la buona scuola. Una voce che racconta e che fa proposte. Il tema su cui si stanno concentrando i lavori dei membri in quest'ultimo periodo è quello che provvisoramente viene denominato "il giuramento di Ippocrate per gli insegnanti".


[ leggi (2 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


La scuola della vita
di Laura Alberico

Ci sono sogni che non si avverano perchè rimangono nel limbo dei pensieri, un'anticamera della realtà dove i diritti e i doveri sono ancora soldati senza macchia e pronti a difendere gli ideali calpestati e ignorati. Non c'è guerra senza perdenti e vincitori nè libertà conquistata senza il prezzo di rinunce e sofferenza. Se insegnare significa indicare la strada, mostrare e far riconoscere il significato delle cose bisogna uscire allo scoperto, respirare un'aria nuova e capire che non esistono libri sui quali imparare a crescere nè aule dove il silenzio è d'oro. La scuola della vita è una scuola fantasma ma sempre presente, spesso cattura ingenuità e disincanto, curiosità e desideri per trasformarli in armi di difesa e di offesa contro nemici invisibili. Su questo fronte che divide la realtà e la fantasia, le parole dai fatti siamo tutti chiamati a schierarci, per una scuola della vita che insegni a costruire le difese necessarie, parole e sentimenti che possono diventare inattaccabili se usati per capire, comprendere e scegliere.
[ commenta ] [ sommario


 

Brevi di cronaca
Occupazione pacifica dell'USP di Ferrara: cronaca con parole mie, nessuna metafora, niente allusioni
Cinzia Piccinini - 05-06-2010
Ho partecipato oggi all'occupazione pacifica dell'USP di Ferrara da parte del personale della scuola e conseguente incontro con il Dirigente dell'Ufficio, dr. Vincenzo Viglione. L'azione doveva essere pan-sindacale, ma i tempi stretti di organizzazione e qualche contrasto l'hanno impedito. L'incontro è stato cortese e ricco di interventi. Le risposte del dr. Viglione però sono state sostanzialmente una serie di "j'accuse" disseminati in un discorso articolato e non sempre ben individuabili.
Analizzato ora il mio disagio a quel discorso, mi metto alla tastiera (alfabetica) per rispondere a mia volta, in modo tardivo rispetto all'occasione, ma credo che sia doveroso rispetto ai colleghi presenti.

[ leggi ][ commenta
Il blocco degli scatti di anzianità pesa fino a 3mila euro l'anno
Il Sole 24 ore - 04-06-2010
Meno mille euro lordi l'anno per un collaboratore scolastico o un assistente amministrativo, da 2.500 a 3mila euro in meno per gli insegnanti. È questo il "contributo" - medio - che pagheranno i lavoratori della scuola per effetto del blocco degli scatti di anzianità, fino al 2013, stabilito dalla Finanziaria 2011-2013, entrata in vigore lo scorso 31 maggio, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto legge.
Praticamente, una "doppia manovra", che si aggiunge al già annunciato stop ai rinnovi dei contratti, 2010-2012, che per professori e amministrativi significa, secondo le prime stime Uil Scuola e Flc Cgil - altri 1.500 euro in meno a fine triennio.

[ leggi ][ commenta
Contro i tagli agli organici e alle risorse nelle scuole
Flc Cgil - 03-06-2010
- ritirare il piano di tagli al personale docente e Ata
- rispettare le leggi e la Costituzione in materia di diritto allo studio
- rispettare le scelte delle famiglie sul tempo scuola
- rispettare il Ccnl sulle prestazioni di lavoro di docenti e Ata
- garantire la funzionalità e la qualità del servizio
- rendere sicure le scuole, mettendo a norma gli edifici
- assumere a tempo indeterminato i precari docenti e Ata
su tutti i posti liberi
- finanziare i bilanci delle scuole

[ leggi ][ commenta
NO al Ddl sulle intercettazioni, NO al bavaglio all'informazione e alla libertà d'espressione
Forum Insegnanti - 02-06-2010
Il Forum Insegnanti considera la legge in discussione in Parlamento contro le intercettazioni come un tassello di un piano più generale, perseguito da questo Governo, che tende a sottrarre diritti ai cittadini, allo scopo di difendere interessi più o meno occulti, e a calpestare e a mettere "fuori uso" la Costituzione.
Per quanto ci riguarda, come insegnanti e come cittadini annunciamo che appoggeremo e parteciperemo a tutte le manifestazioni di contrasto alla devastante legge Alfano sulle intercettazioni e a questo piano di governo antidemocratico ed illegale in quanto incostituzionale.

[ leggi ][ commenta
Richiesta di una commissione parlamentare d'inchiesta sullo stato delle scuole in Italia nel 2010/11
Professione Insegnante - 01-06-2010
Professione insegnante chiede alla Senatrice Mariangela Bastico del PD di farsi promotrice di una commissione d'inchiesta sulla scuola pubblica statale per l'anno scolastico 2010/2011, per riferire sullo stato di un'istituzione della Repubblica, largamente penalizzata da due manovre economiche del Governo , da tagli i di risorse organiche ed economiche che ne hanno modificato la fisionomia e ridotto l'offerta educativa.

[ leggi ][ commenta
L'interrogazione di Marini? Pericolosa...
On Tuscia - 31-05-2010
L'interrogazione parlamentare presentata dall'on. Marini sarebbe risibile se non fosse pericolosa. Si inquadra certamente in quel disegno restauratore che vuole far allineare la scuola alle scelte del governo comprimendo gli spazi di democrazia e la libertà di pensiero, che nella scuola ed attraverso la scuola dovrebbero trovare la loro massima espressione.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Cyberbullismo
Ufficio Stampa - Quorum PR - 05-06-2010
 proposta 
Il convegno "Stop al Cyberbullismo" è un progetto di formazione rivolto a insegnanti ed educatori che nasce dall'omonimo manuale multimediale, sponsorizzato da Buongiorno nell'ambito di un importante progetto di Corporate Social Responsibility, che vede l'azienda attiva in prima persona in un'attività di sensibilizzazione nei confronti di un problema sociale che coinvolge un numero sempre più ampio di adolescenti. Il convegno ha il patrocinio della Commissione Nazionale sul Bullismo e dell'Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Milano, e rientra tra le iniziative che erogano dei crediti formativi per l'aggiornamento degli insegnanti.

[ leggi ][ commenta
Un salto di qualità nel movimento No Gelmini a Torino
tamtam - 04-06-2010
 comunicato 
Ieri pomeriggio l'Assemblea dei lavoratori dell'Istituto Magistrale Regina Margherita per la scuola pubblica ha deliberato che da oggi venerdì 4 giugno, partirà l'iniziativa "lezioni in piazza". In pratica le lezioni delle classi quinte si terranno sino a giovedì 10 giugno sullo spiazzo antistante la scuola in Via Valperga Caluso 12. Si tratta di un percorso che culminerà, in settimana prossima, con l'occupazione della scuola. La CUB Scuola valuta come straordinariamente positiva questa iniziativa e e afferma necessità di manifestare solidarietà ai colleghi ed alle colleghe dell'IM Regina Margherita passando a visitare il presidio.

[ leggi ][ commenta
Freedom Flotilla
Forumpalestina.org - 01-06-2010
 NO WAR 
Nel buio della notte, commandos Israeliani hanno abbordato la nave passeggeri Turca la Mavi Marmara, sparando. Il filmato in diretta dall'imbarcaione mostra che 2 persone sono state uccise e 31 ferite.
Al Jazeera ha appena confermato i numeri. Israele dichiara che sta prendendo possesso delle imbarcazioni.
Lo streaming video mostra i soldati Israeliani che sparano a civili, e il nostro ultimo messaggio SPOT diceva ; "Aiuto, siamo stati contattati dagli Israeliani".

[ leggi ][ commenta
Rassegna La parola alle scuole
Pigrecoeventi.it - 02-06-2010
 proposta 
Anche quest'anno la Fondazione IDIS e la Direzione Scolastica Regionale per la Campania promuovono la Rassegna La parola alle scuole che ha l'obiettivo di sviluppare interazioni tra il sistema educativo formale e informale e quello di promozione e produzione di nuovi saperi, diffondendo le migliori pratiche di educazione scientifica e i valori positivi che arricchiscono il bagaglio di competenze e comportamenti dei giovani.

[ leggi ][ commenta
La scuola è finita
Nazione Indiana - 03-06-2010
 appelli 
... credo che il tema del degrado della scuola causato dal ministro Gelmini e da questo governo sia molto grave. Tutti quelli che hanno figli a scuola lo toccano con mano ogni giorno.
Il mio articolo è davvero poca cosa, ma dice una cosa concreta, a partire dal caso del Liceo Keplero di Roma.
L'opposizione fa qualcosa per questo?
Mi pare di no. O se sì, non abbastanza.
Perché non usare il web per lanciare una proposta di mobilitazione, scuola per scuola, di fronte a questa situazione?

[ leggi ][ commenta
3 e 4 giugno a Firenze mobilitazione per la difesa della scuola della Costituzione
Tavolo regionaleToscana per la difesa della scuola statale - 31-05-2010
 comunicato 
La politica scolastica di questo Governo con i pesanti tagli agli organici del personale, con la riduzione delle risorse finanziarie necessarie per il regolare svolgimento dell'attività didattica, con le modifiche agli ordinamenti scolastici che dequalificano la scuola, introducendo pesanti discriminazioni e favorendo scelte precoci nel tempo, e da ultimo con le proposte dissennate di una scuola "localista" con personale assunto a livello locale provoca pesanti danni e disagi alla scuola statale. Questa politica, se non sarà bloccata, distruggerà il sistema scolastico statale che richiedeva al contrario l'avvio di un deciso e profondo lavoro di ricerca verso un reale diritto allo studio e maggiori investimenti finanziari.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Molecole

Contro il disincanto, per l'ottimismo della chimica.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva