Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 32 - a.s. 09/10
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 30/05/2010
raccontiscaffali

Sommario

DENTRO LA SCUOLA

Le mani in tasca

di Isa Cuoghi
Libri di testo
di Barbara Serfogli
Per la musica
di Davide Sapienza
Maestre, maestri, tutti in piedi...da oggi parlerete inglese!
di Claudia Fanti

CIRCOLARE LIMINA

Tacete, non disturbate il manovratore

di Libero Tassella
Gentile Direttore
di Roberta Roberti
Breve preludio e prove di regime
di Giuseppe Aragno

QUESTO PAESE

28 maggio 1974

di Andrea Tornago
Normalizzare internet
di Gianfranco Irlanda
Essere e avere
di Laura Alberico


UN POPOLO DI SENZASTORIA? LETTERA - APPELLO


Le mani in tasca
di Isa Cuoghi

Non ha messo le mani in tasca agli italiani, dice il presidente del Consiglio.
Io con la manovra perderò l'ultimo gradone di anzianità e non potrò recuperarlo.
Avrò quindi 5000 euro (cinquemila) in meno al netto sulla buonuscita e dagli 80 ai 100 euro in meno al netto nella pensione.
E sono sicura di essere italiana, a meno che non mi abbia rubato anche la nazionalità.


[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Libri di testo
di Barbara Serfogli

In diverse scuole pisane sono state approvate mozioni per sospendere l'adozione dei libri di testo (per le classi prime nei licei, per tutte le classi nei tecnici e professionali). Il 19/5 è uscita una circolare ministeriale - prot. 3931 - con la quale si prorogano al 31/5 i termini per le adozioni dei libri di testo ".... in via eccezionale e solamente per quanto riguarda le adozioni delle classi prime" e, sulla base di questa nuova circolare alcuni presidi, che si trovano senza libri di testo adottati, stanno nuovamente convocando il collegio docenti. Ma...

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Per la musica
di Davide Sapienza

Come molti di voi già sapranno, la nuova Riforma Gelmini sul riordino del ciclo d'Istruzione Superiore ha eliminato l'insegnamento della Musica dal curricolo scolastico dei "Licei".
In particolar modo, nel prossimo a.s. 2010/2011, il nuovo Liceo delle Scienze Umane (ex-Liceo sociopsicopedagogico, gi ex-magistrale!) non avrà più lo storico insegnamento della Musica tra le materie del Piano di Studi e questo a causa della riduzione dell'orario scolastico da 34 a 27 ore di lezione settimanali.
Inoltre per i nuovi Licei Musicali e Coreutici, tanto pubblicizzati quali grande novità della Riforma, è stata autorizzata dal Ministero dell'Istruzione l'apertura di appena 28 classi in tutta Italia!!!
La grave conseguenza di tutto ci sarà che molti insegnanti precari come me, abilitati con tanto sacrificio all'insegnamento nella classe di concorso A031 (Educazione musicale nelle scuole secondarie di II grado), non avranno più la nomina a partire dal prossimo anno scolastico e i docenti di Musica oggi di ruolo risulteranno "perdenti posto" nel giro di qualche anno.
Vi chiedo quindi di cliccare su questo link...

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Maestre, maestri, tutti in piedi...da oggi parlerete inglese!
di Claudia Fanti

La coscienza si ribella dinanzi all'arroganza del potere (qualsiasi!) quando pretende di prenderci in giro col parlare di efficienza e efficacia del sistema, magari raggiunte per mezzo di prove sul territorio volte a leggere un pezzettino degli apprendimenti-insegnamenti (per poi farla lunga sui risultati), ma si ribella fino all'urlo finale con "stramazzamento" per perdita di sensi, quando, zac e zac, di contro, anzi di lato, con elegante nonchalance, ci ritiene esseri unici, non importa la nostra età di maestre/i, non importa la nostra formazione iniziale in lingua straniera, non cale l'ormai abominevole pronuncia acquisita e non più modificabile, insomma non importa cosa e come insegneremo, non importa la competenza, non importano più per nulla l'efficacia, l'efficienza, non importa la carenza di sussidi indispensabili...e...ci formerà in poche centinaia di ore dicendo: "Lazzaro, alzati e cammina...in inglese!"...



Tacete, non disturbate il manovratore
di Libero Tassella

La circolare riservata del direttore USR dell'Emilia Romagna, scritta il 24 aprile 2010 ed individuabile col n. di protocollo 489/ris, è un atto gravissimo alle libertà fondamentali, quale raramente si è visto dal dopoguerra in poi, posto in essere, è questo il dato sconcertante, da un alto funzionario dello Stato. Crediamo che debba essere ampiamente condannato dai docenti italiani e ci auguriamo che intervenga nel merito anche il Capo dello Stato, supremo garante della Costituzione Repubblicana, richiamando chi su quella costituzione ha giurato; purtroppo fino a questo momento è rimasto in silenzio.
Ci auguriamo anche che tutti i sindacati facciano unitariamente pressione per la rimozione del funzionario e del Ministro Gelmini, e si costituiscano come parte civile contro il Direttore Regionale dell'Emilia Romagna.



Gentile Direttore
di Roberta Roberti

Le scrivo questa lettera per chiederLe umilmente perdono e confessare le mie colpe di fronte a tutto il popolo italiano.
Sì, lo ammetto: non ho identificato lo Stato col partito di governo, mi sono concessa la libertà (parola ormai odiosa alle mie orecchie, in quanto foriera di tanti mali) di avere un'opinione diversa dalla Sua e da quella dei Suoi e miei superiori.
Ho colpevolmente dimenticato, e me ne pento, che non è tollerato avere opinioni e men che meno esprimerle.
Prometto che d'ora in avanti, ogni volta che la stampa mi chiederà informazioni sulla scuola, io Le telefonerò prima per chiederLe il permesso di parlare e farLe preventivamente leggere le mie dichiarazioni.



Breve preludio e prove di regime
di Giuseppe Aragno

"Gerarchia" fu la rivista ufficiale del fascismo. Nella miseria morale e nell'indigenza culturale dello squadrismo diventato governo contribuì a creare la "mistica" fascista e il mito del duce. Mussolini la inaugurò il 25 gennaio del 1922 con l'articolo Breve preludio, in cui la retorica vuota di contenuti, preannunciava confusamente i caratteri di fondo della "civiltà fascista", fondata su una "scala di valori umani, responsabilità, doveri, disciplina" che in nome dell'ordine costituito e dell'obbendienza cieca al "duce che ha sempre ragione", cancellava i diritti e metteva al bando l'intelligenza critica. Oggi è facile vederlo. La tragedia dell'8 settembre del '43 era già tutta in quel lontano gennaio del '22.

Gerarchia e obbedienza sono gli sconcertanti concetti ispiratori della circolare di Marcello Limina, alto funzionario dell'Ufficio Scolastico Regionale dell'Emilia Romagna che ha trovato in Maria Stella Gelmini, ministro della Repubblica nata dall'antifascismo, un solerte avvocato d'ufficio.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


28 maggio 1974
di Andrea Tornago

La nostra Costituzione, voi lo sapete, vieta la riorganizzazione sotto qualsiasi forma del disciolto Partito Fascista. Eppure, il Movimento Sociale Italiano vive e vegeta! Almirante, che con i suoi lugubri proclami in difesa degli ideali nefasti della Repubblica Sociale Italiana ordiva fucilazioni, e ordiva spietate repressioni, oggi ha la possibilità di mostrarsi sui teleschermi come capo di un partito che è difficile collocare nell'arco antifascista e perciò costituzionale.



Normalizzare internet
di Gianfranco Irlanda

Ieri il Senato ha approvato il cosiddetto pacchetto sicurezza (D.d..L. 733) tra gli altri con un emendamento del senatore Gianpiero D'Alia (UDC) identificato dall'articolo 50-bis: /Repressione di attività di apologia o istigazione a delinquere compiuta a mezzo internet; la prossima settimana Il testo approderà alla Camera diventando l'articolo nr. 60.
Il senatore Gianpiero D'Alia (UDC) non fa parte della maggioranza al Governo e ciò la dice lunga sulla trasversalità del disegno liberticida della "Casta". In pratica in base a questo emendamento se un qualunque cittadino dovesse invitare attraverso un blog a disobbedire (o a criticare?) ad una legge che ritiene ingiusta, i providers dovranno bloccare il blog. Il senatore Gianpiero D'Alia (UDC) non fa parte della maggioranza al Governo e ciò la dice lunga sulla trasversalità del disegno liberticida della "Casta".



Essere e avere
di Laura Alberico

Essere e avere non hanno più radici di appartenenza e di crescita personale perchè sono diventati modelli privi di contenuto e di valori, un parametro di riferimento instabile a cui l'individuo conferisce, di volta in volta, il significato più utile e spendibile sul piano concreto. I verbi ausiliari restano sulla carta e le loro declinazioni, i modi e i tempi, appartengono a un passato...remoto. C'è una massima molto bella del politico francese Jean Jaurès che riesce in qualche modo a ridare colore e vitalità a una funzione importante come quella dell'insegnamento: " Non si insegna ciò che si sa o si crede di sapere, si insegna e si può insegnare soltanto quello che si è". Parole semplici ma essenziali e significative che racchiudono il segreto di una individualità critica, capace di riuscire a trasmettere quei valori oggi in gran parte sopraffatti da una cultura di massa che si basa soltanto sul verbo "avere".



 

Sponde
Messaggio al Presidente Giorgio Napolitano
La Redazione - 25-05-2010
 mappamondo 
Data la gravità della situazione, riteniamo necessario non lasciare nulla di intentato, e vi esortiamo a inviare il seguente messaggio al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per chiedere di non firmare il ddl Alfano sulle intercettazioni.

[ leggi ][ commenta


Brevi di cronaca
Quando a scuola si gioca coi poeti
La Stampa - 29-05-2010
C'è chi si permette di dire che i professori sono dei fannulloni. Lo sostiene chi non sa nulla della scuola. In questi giorni ho ricevuto decine di lettere di una scolaresca, alunni della Media di Villa Lagarina (Trento) che ogni anno analizzano l'opera di un poeta italiano. Li guida un professore (Gianpaolo Armani) cinquantenne, insegnante da 25 anni, che lavora (come tanti colleghi suoi del resto) con un entusiasmo pari a quello dei primi anni.

[ leggi ][ commenta
Dipendenti pubblici in fuga per evitare penalizzazione
Tiscali notizie - 28-05-2010
L'allarme per le misure penalizzanti della manovra economica per pensioni e liquidazioni stanno spingendo molti dipendenti, ma soprattutto alti dirigenti, a presentare la domanda di pensionamento. Secondo numeri che si fanno in ambienti sindacali, solo al ministero della Pubblica Istruzione in poche ore sarebbero sette le nuove richieste, mentre al ministero dell'Economia tra ieri e oggi sarebbero pervenute dieci domande. Numeri complessivamente destinati ad aumentare.

[ leggi ][ commenta
Cercasi tempo pieno disperatamente
Legambientescuolaformazione.it - 26-05-2010
In queste settimane in diverse città italiane, a mano a mano che si diffondono i dati sugli organici, si stanno svolgendo proteste spontanee di genitori, insegnanti, dirigenti che si vedono negare non solo la richiesta di attivazione di nuove classi a tempo pieno per l'a.s. 2010/11 ma anche la conferma di alcune di quelle funzionanti quest'anno.
Il Ministro Gelmini ci racconta un altro Paese, fornendo dati in controtendenza che preannunciano l'attivazione nella scuola primaria di 782 nuove classi a tempo pieno nell'a.s. 2010/11, che andrebbero ad aggiungersi alle 2176 in più attivate quest'anno. I sindacati sono scettici sui dati ministeriali e chiedono un incontro per chiarire questo apparente paradosso.

[ leggi ][ commenta
Ecco i falsi invalidi!
Fish - 27-05-2010
Il Ministro dell'Economia la scorsa settimana fa ha annunciato che a pagare la Manovra sarebbero stati "falsi invalidi e veri evasori". Autorevoli esponenti della Maggioranza hanno pervaso i media di invettive contro i falsi invalidi - causa del disastro economico - sui quali sarebbe caduta la scure di una politica nuova che elimina le ingiustizie e fa cassa. Sono seguite veline artatamente false che buona parte dei giornali, schierati e non, hanno rilanciato acriticamente, senza approfondire i fatti e i risvolti. Dimenticando, ad esempio, che l'Italia per l'invalidità civile spende meno della Polonia, dell'Ungheria, della Francia e della Germania e di molti altri. Che meno di noi spende solo la Grecia, l'Estonia, la Bulgaria, l'Iralnda.

[ leggi ][ commenta
Posticipare è danneggiare
Moige - 25-05-2010
La proposta di posticipare l'apertura delle scuole ad ottobre per favorire le famiglie nell'organizzazione delle vacanze e in tal modo anche la stagione turistica" afferma Bruno Iadaresta responsabile scuola del Movimento Italiano Genitori "non ha niente a che fare con l'istruzione e la formazione degli studenti, due fattori che non possono essere posti in secondo piano rispetto ad esigenze legate al settore turistico o economico".

[ leggi ][ commenta
Il bavaglio ai lavoratori e alle lavoratrici
Flc Cgil - 24-05-2010
Il direttore dell'ufficio scolastico regionale dell'Emilia Romagna ritiene che i lavoratori e le lavoratrici della scuola non possano esprimere a mezzo stampa "posizioni critiche" nei confronti di un Governo che sta smantellando, con tagli indiscriminati, la scuola pubblica e ancora, ritiene "improprio" che gli stessi lavoratori indirizzino ad alte autorità politiche appelli, richieste od altro per rappresentare la gravità della situazione. Questo è quanto si legge in una nota riservata dell'USR Emilia Romagna....
L'unica risposta che attendiamo è il ritiro immediato della nota e le dimissioni del direttore dell'Ufficio scolastico regionale dell'Emilia Romagna.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Disabili mentali discriminati
Corriere del Veneto - 29-05-2010
 sociale 
Le linee guida della Regione Veneto indicano il ritardo mentale come una controindicazione al trapianto e di fatto escludono pazienti con disabilità intellettiva da questa procedura salvavita. Tali disposizioni -affermano i medici - non trovano nessuna giustificazione di tipo etico, clinico o giuridico. Che il ritardo mentale medio o grave sia una controindicazione al trapianto è una disposizione discriminatoria priva di logica e tanto più grave se perpetrata da un'istituzione pubblica. Non c'è nessuna prova scientifica che giustifichi l'esclusione dei disabili intellettivi.

[ leggi ][ commenta
Antartide: una galleria d'arte a cielo aperto
Manifesto per i Poli - 28-05-2010
 pianeta 
Niccolò Bonini Baraldi è stato nella Penisola Antartica nel gennaio 2010. Questa è la sua prima esperienza antartica e la sua prima mostra. D'altronde ha solo 19 anni e non è un fotografo professionista. Ha fotografato con una Nikon D90 con ottiche Nikon e Sigma.
Il tema della Mostra gli è stato "imposto", tutto il resto è sua personale selezione e cura. Il suo obiettivo è di comunicare la stessa attrazione, emozioni e interesse che lui ha provato per questa parte di mondo, offrendone quelli che lui ritiene "significativi dettagli".

[ leggi ][ commenta
Il Giornale del docente di Educazione Fisica
C.A.P.D.I. - 27-05-2010
 quaderni 
Un registro di poche pagine (18), di buon prezzo ( 5 euro) costruito in due versioni: uno per la scuola media e uno per le superiori, pratico, a colori, di rapida compilazione, funzionale alla registrazione delle prove di verifica e soprattutto precompilato nell'indicazione delle competenze motorie, degli obiettivi specifici di apprendimento e negli standard per la valutazione.

[ leggi ][ commenta
Assemblea a Polistena
info@scuola.rdbcub.it - 26-05-2010
 messaggio 
Polistena, 24 maggio 2010. I precari della scuola di Reggio Calabria rappresentati dalla sigla sindacale RdB stanno indicendo, in questi giorni, assemblee sindacali nel territorio della provincia. Lunedì 24 maggio 2010, presso il Salone delle Feste del Comune di Polistena si è radunata una nutrita partecipazione di insegnati e personale ATA (circa 140) un'assemblea sindacale dove hanno fatto da relatori proprio i precari della scuola coinvolgendo i presenti in sala sulle questioni che stanno causando la distruzione della scuola statale.


[ leggi ][ commenta
Nuovo Dizionario di autori contemporanei
Stefano Valle - 25-05-2010
 libri 
Di notevole interesse e validità letteraria il nuovo repertorio "Letteratura italiana del XXI secolo: primo dizionario orientativo degli scrittori" (2010, pag. 244, 38,00 euro), uscito di recente ad Arezzo, edito da Helicon.

[ leggi ][ commenta
Starnone docet
Laura Alberico - 24-05-2010
 riletture 
Siamo addestrati e addestriamo a a perdere la capacità di porre "perchè", come se fosse un insulto all'autorità dell'interlocutore. D'altronte gli stessi "perchè" infantili si vanno dissolvendo sempre più precocemente: i perchè per cercare di capire, i perchè che per un pò gli adulti ritengono divertenti , poi soltanto fastidiosi, alla fine irritanti. Restano, al massimo, i perchè-smorfie di bambini addestrati per genitori narcisisti ad apparire intelligenti...

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Scuola di cittadinanza interculturale
La Scuola, posta su una collina vicina a Rimini, accoglie la necessità di un'offerta formativa di alta qualità che presenti opportunità di ricerca-azione, possibilità di sperimentazione diretta e scambi di esperienze; il luogo in cui è collocata risponde all'esigenza di affrontare la formazione in un ambiente sereno, isolato dalla grande viabilità, adatto agli incontri e allo studio. I moduli, consultabili sul sito, sono gratuiti. Le iscrizioni sono aperte. La precedenza sarà data a tutti coloro i quali presenteranno una tessera d'iscrizione ad associazioni di volontariato.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva