Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 30 - a.s. 09/10
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 16/05/2010
raccontiscaffali

Sommario

DENTRO LA SCUOLA

E' una cosa seria?

di Claudia Fanti
Meglio tardi che mai
di Elena Carlomagno
Cosa fare contro il disastro della scuola pubblica?
di Antonio Budruni
Le adozioni dei libri di testo nelle prime classi delle superiori interessate al riordino
di Franco Labella

QUELLO CHE NON VA

Le ore del Consiglio di Stato

di Francesco Masala
Il laicismo di Gelmini e la libertà di Libero
di Giuseppe Aragno
Le difese immunitarie
di Laura Alberico
Le scuole violentate
di Franco Buccino

ORIZZONTI

Scienziati e nucleare

di Carla Giulia
Scorie
di Giuseppe Aragno


UN POPOLO DI SENZASTORIA? LETTERA - APPELLO


E' una cosa seria?
di Claudia Fanti

Carissimi colleghe e colleghi,

"mi scuso" dice la maestra, vera, in carne d'ossa, non certamente virtuale, una di quelle che sono passate dalla maestra unica, al team, ai moduli stellari, al tempo pieno modularizzato con 50 alunni, al tempo pieno normale, una di quelle che non hanno mai lasciato indietro nessuno/a, né bambino/a né famiglie, costantemente aggiornata sia sul piano delle discipline sia su quello della conduzione della classe e sulla relazione, rigorosamente laureata, "mi scuso se ho tradito la fiducia di qualcuno di quelli che sanno che solitamente se ho un'idea la applico, ma siccome é meglio vedere con i propri occhi, ho voluto verificare ciò che ho sostenuto da tempi immemorabili: anche io, con i miei alunni di classe seconda (seconda classe?), ho partecipato alle prove Invalsi di italiano come classe campione. Io, maestra della classe, fuori dall'aula predisposta per la somministrazione, l'osservatrice esterna e una maestra somministratrice incaricata dalla scuola.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Meglio tardi che mai
di Elena Carlomagno

E' del 5 maggio 2010 la nuova ordinanza del Consiglio di Stato che annulla i provvedimenti del TAR di Basilicata che negavano il rapporto in deroga a due bambine Lucane affette da disabilità, frequentanti il I Circolo della Scuola Primaria "G. Marconi" di Lauria.
In parole povere il Consiglio ha affermato che nella negazione dell'insegnante di sostegno con rapporto 1 a 1, da parte delle Istituzioni scolastiche prima e da parte del TAR poi, non si è tenuto conto della legge nella sua integrità, applicandone solo la parte che salvaguardava gli interessi economici e non quella, costituzionalmente rilevante, che contemplava la salvaguardia delle effettive esigenze del minore.
Il dato negativo è che la sentenza arriva a fine anno scolastico, quando per le due bambine in questione il danno è stato ormai compiuto.
Per evitare il ripetersi di tale triste Calvario, l'associazione AMA tutti sulla stessa Barca, invita le Istituzioni scolastiche a prestare la dovuta attenzione all'atto delle richieste degli organici di fatto per il prossimo anno, visto che gli organici di diritto sono ormai, a quanto ci risulta, stati assegnati.



Cosa fare contro il disastro della scuola pubblica?
di Antonio Budruni

Di fronte al disastro della scuola pubblica, ai tagli delle risorse, del monte ore e del personale, di fronte al dilagante degrado di uno dei principali pilastri dello sviluppo economico, sociale e culturale del Paese, non si può stare a guardare.
Pensiamo che l'intera categoria debba reagire con forza di fronte allo smantellamento della scuola di tutti.
L'ultima arma che la categoria può utilizzare per incidere davvero è il blocco degli scrutini e degli esami.
Noi sottoscritti siamo pronti ad agire, ma abbiamo la consapevolezza che l'azione di una sola scuola sia improduttiva. Chiediamo a tutti i colleghi e al personale della scuola italiana di esprimersi.
Attendiamo fiduciosi.



Le adozioni dei libri di testo nelle prime classi delle superiori interessate al riordino
di Franco Labella

Trasmetto, in allegato, il nostro comunicato stampa relativo alle adozioni nelle prime classi delle superiori interessate al riordino.
Ad oggi non sono vigenti nè le Indicazioni nazionali per i Licei nè le Linee guida per Tecnici e Professionali.
Quelli che vengono spacciati come documenti cogenti sono solo bozze di lavoro e come tali sono prive di valore giuridico.
Il Collegio dei docenti, come organo tecnico competente a deliberare le adozioni proposte dai Consigli di classe, ha il dovere di verificare l'esistenza dei pressupposti normativi necessari perchè le adozioni siano adeguate sotto il profilo didattico e siano legittime dal punto di vista amministrativo.



Le ore del Consiglio di Stato
di Francesco Masala

Il Consiglio di stato "ha riconosciuto la legittimità - continua viale Trastevere - delle ordinanze nelle quali si stabiliva che ai fini dell'attribuzione del credito scolastico, determinato dalla media dei voti riportata dall'alunno, occorreva tener conto anche del giudizio espresso dal docente di religione". Il perché è presto detto. "Il Consiglio di Stato infatti ha stabilito che, nel caso l'alunno scelga di avvalersi di questo insegnamento, la materia diventa per lo studente obbligatoria e concorre quindi all'attribuzione del credito scolastico", riporta il quotidiano La Repubblica il 10-05-2010.
La seguente è la parte della sentenza scritta con inchiostro simpatico...



Il laicismo di Gelmini e la libertà di Libero
di Giuseppe Aragno

Per naturale modestia, Belpietro nega, ma lo sa bene e ne va orgoglioso: "Libero" e il suo direttore sono la punta di diamante della difesa mediatica allestita dai Berlusconi. Nulla di strano, perciò se in uno dei ripetuti giorni che segnano a lutto la vita della Repubblica, come cupi rintocchi d'una campana a morto, il suo "Libero" titoli assai poco liberalmente: "Sconfitta la linea laicista: Contrordine, ora il voto di religione vale in pagella".
Telesio Interlenghi, che impazzò nel Ventennio, non avrebbe saputo far meglio e il merito va riconosciuto.



Le difese immunitarie
di Laura Alberico

In questa società malata le difese immunitarie tendono ad abbassarsi sempre più. Si parla spesso di "immunità parlamentare", quel concetto poco conosciuto che attribuisce ai politici una sorta di salvaguardia inattaccabile contro accuse e processi che non vedono quasi mai la fine e pertanto restano relegati nel limbo del dubbio.C'è però anche l'immunità delle persone comuni, quelle che ogni giorno conducono una vita di precariato e che esercitano il loro mestiere in quartieri dove il disagio è il pane quotidiano.



Le scuole violentate
di Franco Buccino

Sia che il ragazzino abbia dato volontariamente un calcio alla maestra, sia che l'abbia colpita scalciando perché trattenuto mentre voleva azzuffarsi con un compagno, l'episodio di Barra conserva tutta la sua gravità. E si inserisce in una continuità di violenze di cui le scuole sono vittime. Innanzitutto gli alunni, e poi anche gli insegnanti. Lo sa bene chi frequenta da oltre trent'anni la zona orientale e le sue scuole. Sempre vittime gli alunni, anche quando sembrano carnefici. La ragazzina che confessava candidamente nel tema il suo desiderio di sposare un camorrista. I ragazzi che, in varie occasioni, non hanno semplicemente taglieggiato i compagni, ma imposto il pizzo. I ragazzi a scuola con la pistola; più spesso con i coltelli: tanti da riempire i cesti del cardinale.



Scienziati e nucleare
di Carla Giulia

Oggi è una giornata "orribile".
Una giornata che la mia mente ha subito associato al 5 agosto 1938, giorno in cui fu pubblicato il " Manifesto degli scienziati razzisti".
Sì oggi altri "scienziati" hanno firmato un documento scellerato: una lettera al P.D. pro CENTRALI NUCLEARI.
Da ragazza pensavo al ventennio fascista, a tutte le brutture che questa dittatura ha reso possibili , e mi chiedevo: come è potuto succedere?
In questi anni di governo Berlusconi l'ho capito.
E' successo quello che sta succedendo oggi: propaganda, individuazione di un nemico / capro espiatorio (ieri gli ebrei oggi gli immigrati), promozione di una guerra tra poveri, un uomo solo al comando, avidità ecc...



Scorie
di Giuseppe Aragno

Una linea sottile sulla fronte larga e stempiata. Null'altro. La terribile tempesta del dubbio era tutta lì, a guardarla da fuori: una ruga che segnava la pelle. Federico era un uomo ancora giovanile, due occhi di un intenso verde acquamarina, un sorriso dolce sulle labbra sottili e nessuna inquietudine nel disegno armonioso del naso greco.
- Sicuro, certo, sicurissimo, Lina, e, per favore, non pensare che la sicurezza e il dubbio siano davvero così alternativi da essere incompatibili e alternativi. Non pensarlo, ti prego. Sai volare più alto.
Lina sprofondò nelle larghe tasche del suo camicie bianco le belle mani inquiete e sussurrò in un respiro:
- Nei patti che ci hanno unito, quando questa pazzia è cominciata, c'era anche questo, ricordi? Una sarà il dubbio dell'altra anche quando la certezza apparirà non solo ragionevole, ma sostenuta dalle prove di laboratorio possibili in queste condizioni.



 

Brevi di cronaca
Il cantiere della valutazione: prove Invalsi
A.S.A.S.I. - 14-05-2010
Qualcuno considera l'attività soltanto come un adempimento da ottemperare e "togliersi il pensiero", mentre tal esperienza, molto formativa per gli studenti, dovrebbe essere al centro dell'intero anno scolastico, punto focale di riferimento dell'intero anno scolastico Si auspica che anche con il federalismo non venga meno tale tensione unitaria di cammino evolutivo e di emulazione che sollecita e sprona verso sempre nuovi e alti traguardi.

[ leggi ][ commenta
Il voto di religione è valido per il credito scolastico
Il Sussidiario.net - 13-05-2010
L'ora di religione rientra nel credito scolastico. Lo annuncia il ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini: il «Consiglio di Stato accoglie le nostre posizioni». Così il voto di religione sarà valido per il credito. La Gelmini esulta: aveva fatto della reintroduzione del voto di religione nel credito scolastico una sua battaglia. La validità del voto di religione è stata reintrodotta nel credito scolastico dopo che i giudici amministrativi hanno ribaltato la sentenza del Tar Lazio che in estate aveva bloccato le ordinanze emanate dall'ex ministro Giuseppe Fioroni. In queste si affermava, appunto, che il voto di religione contribuisce al credito scolastico. Era stata la stessa Gelmini a fare ricorso al Consiglio di Stato per la reintroduzione del voto di religione nel credito scolastico.

[ leggi ][ commenta
Ma che fine hanno fatto i libri di testo in formato digitale?
Petizioni online - 12-05-2010
Carissima Maristella Gelmini
lo scorso hanno eravamo molto contenti nel sapere che le cartelle dei nostri figli finalmente sarebbero diventate più leggere con l'introduzione dei libri elettronici
I tempi lunghi dedicati alla riforma, forse, ti hanno fatto dimenticare questo tuo annuncio.
Che cosa ci dici? per tutti i ragazzi portatori di handicap sarebbe una svolta poter avere la cartella leggera e sentirsi figli di questa era digitale per poter almeno abbattere alcune delle barriere con cui lottano ogni giorno.

[ leggi ][ commenta
Istituito il Coordinamento regionale dei Consigli di Istituto in Emilia Romagna
Consigli d'Istituto di Bologna, Modena e Parma - 11-05-2010
Venerdì 7 maggio, su iniziativa di Presidenti di Consigli di Circolo e d'Istituto di Comuni delle Province di Bologna, Modena e Parma, è stato costituito il "Coordinamento regionale dei Consigli d'Istituto dell'Emilia-Romagna" che auspica la costituzione e l'adesione anche dei Coordinamenti delle altre province della Regione.

[ leggi ][ commenta
Napoli, alunno prende a calci la maestrae le rompe la milza: è in prognosi riservata
Il Messaggero - 10-05-2010
Operata d'urgenza per l'asportazione della milza: una maestra è stata costretta all'intervento dopo essere stata persa a calci da un suo alunno di dieci anni, rimproverato perché litigava con un suo compagno di classe: è accaduto in una scuola elementare a Barra, alla periferia est di Napoli. La notizia è riportata oggi da Il Mattino. È avvenuto tutto in pochi attimi, per un equivoco. Il ragazzino di dieci anni, credendo che un suo compagno di classe lo stesse prendendo in giro, gli scaglia contro un portapenne.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Ti ricordi il calcio?
Carlo Carzan - 14-05-2010
 libri 
Nel 2030 il mondo intero è ormai da vent'anni "senza calcio", almeno senza quello ufficiale: niente più campionati internazionali, né locali; niente più coppe né premi... Proprio in occasione di questo ventennale un giornalista riceve l'incarico di realizzare un reportage giornalistico che ricostruisca il passato glorioso di questo sport.
Prende così vita un reportage dedicato alle storie più belle del calcio, ai giocatori più talentuosi, alle partite più emozionanti.

[ leggi ][ commenta
Famiglia Italiana cosa racconti ai tuoi Figli di Maggio?
Doriana Goracci - 12-05-2010
 espressioni 

... rapide escursioni nella memoria di un maggio italiano, in cui ci si chiede quale Memoria abbia la Famiglia Italiana e come intrattenga i suoi figli. O è sempre la storia del Perdente?...



[ leggi ][ commenta
Per una Grammatica della fantasia musicale
CSMDB - 13-05-2010
 musica 
La Scuola di Animazione Musicale a orientamento Pedagogico e Sociale di Lecco rende omaggio a Gianni Rodari organizzando, nel periodo 24-29 agosto i "Laboratori formativi estivi 2010" che attraversano il territorio della "Grammatica della fantasia" di Rodari e altri suoi scritti alla ricerca di idee, spunti, materiali, proposte in grado di favorire l'invenzione e la creatività musicale.

[ leggi ][ commenta
Omsa: lettera aperta
www.usi-ait.org - 11-05-2010
 comunicato 
Amiche e amici,
vi porto via un po' di tempo raccontandovi quello che
sta succedendo in questi giorni a Faenza, più o meno nell'indifferenza generale.
Lo stabilimento OMSA di Faenza (RA) sta per essere chiuso, non per mancanza di lavoro, ma per mettere in pratica una politica di delocalizzazione all'estero della produzione per maggiori guadagni.

[ leggi ][ commenta
Usare il mese mariano, perchè no?
Mauro Artibani - 10-05-2010
 consumo 
Approposito della crisi dei debiti sovrani, il Ministro dell'Economia Tremonti, in quel di Confindustria Veneto a Roncade, dice : "A Bruxelles il ruolo del governo italiano e di Berlusconi è molto forte e spero che in queste ore sia anche fortunato".
Fortunato ? Speriamo!
Poi mostra una seconda opzione: "chiedo che nell'interesse di tutti il patriarca di Venezia, Angelo Scola, gli indirizzi una benedizione".
Non dimentichi Ministro che siamo agli inizi di Maggio, il mese mariano è lungo, alla bisogna aivoglia a snocciolare rosari per guadagnarci l'uscita dalla crisi.
Quando si ritiene, come lei ritiene, che la crisi abiti terre incognite, doveroso provarle tutte.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
68 scientifico
68Scientifico è un progetto d'informazione per la tutela delle autonomie scientifiche e professionali in favore del benessere comune, per l'esercizio al diritto della libertà di scelta. Informare per Tutelare. La scienza e la conoscenza siano patrimonio comune di ogni essere vivente per la tutela dell'esercizio della libertà di scelta che abbia come unico limite l'esercizio di libertà di scelta altrui. Per lo sviluppo del concetto di persona di fronte al diritto. Contro le oligarchie e le dittature in favore di un progetto democratico basato sulla conoscenza, sul merito, sulla competenza, sullo spirito di colleganza ovvero sul rapporto di scambio d'informazione intra ed inter-sistemico.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva