Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 26 - a.s. 09/10
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 18/04/2010
raccontiscaffali

Sommario

A SCUOLA

Che fare?

di Comitato di Firenze
Dopo i tagli arriva l'elemosina
di RdbCubScuola
Tempo di adozioni: prendo le distanze?
di Virginia
La storia dell'avvocato Gelmini
di Giuseppe Aragno
Appello perché le elezioni RSU non siano di nuovo rinviate
di Cinzia Piccinini

ORIZZONTI

Niente di nuovo sotto il welfare

di Francesco Masala
L'aborto che Cota difende
di Giuseppe Aragno
Ricomincia da oggi
di Maria Antonia Stefanino
Protagonismo: quando le parole diventano merce
di Vittoria Menga
Il rispetto prima forma educativa
di Vincenzo Andraous


Che fare?
di Comitato di Firenze

La Ministra Gelmini con la CM n.37 ha diramato le istruzioni per tagliare oltre 25 posti nella scuola statale; anche quest'anno, come già l'anno scorso, ha disposto tali tagli non solo sulla base di uno schema di Decreto Interministeriale (e quindi senza un regolare Decreto), ma violando tutte le leggi vigenti. Non sono state sentite difatti né le Commissioni parlamentari, né la Conferenza Unificata Stato-Regioni-Comuni e Provincie; inoltre per la scuola secondaria di II grado non sono stati pubblicati i regolamenti su cui si basano i nuovi organici.
In conclusione anche quest'anno la Ministra Gelmini interviene in modo pesante sulla scuola statale; finora però non c'è stata alcuna reazione concreta ed incisiva.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Dopo i tagli arriva l'elemosina
di RdbCubScuola

Il governo ha risolto "brillantemente" il problema degli organici anche per il 2010/2011 ha previsto il
25.600 insegnanti
15.000 personale ATA
5.000 ex-LSU ditte di pulizie e co.co.co delle segreterie

TOTALE: 45.600 tagli anche per il prossimo anno scolastico!

Risolve la questione salariale, che da anni affligge la nostra categoria (in 15 anni il potere d'acquisto reale dei nostri stipendi è calato di circa il 20%), "offrendoci" un paio di caffé.


Tempo di adozioni: prendo le distanze?
di Virginia

Ci siamo: possiamo adottare testi nuovi e per i prossimi 6 anni stare in tutta tranquillità...

Ma quali i criteri di adozione?
Il testo graficamente più chiaro?
Quello con più approfondimenti?
Quello più leggero?
Quello meno costoso?
Quello essenziale o quello completo?



La storia dell'avvocato Gelmini
di Giuseppe Aragno

E' singolare, ma non stupisce. La storia, nel nostro "liceo nuovo", è una successione cronologica di eventi "correlati secondo il tempo", in cui - occorre dirlo? - individuare le "radici del presente". A che serve un astratto percorso botanico tra i semi invisibili del lontano passato e le incomprensibili piante che costituiscono il mondo d'oggi? A capire il presente o giustificarlo? Non è la stessa cosa. L'impressione è che non torniamo a Ranke e alla histoire événementielle. E' peggio. Siamo di fronte a un corpo amputato, una cesura netta di cui la vittima designata è il pensiero critico. Lo studioso che s'arrovella sul problema drammatico del silenzio del "fatto" qui da noi da noi non ha più patria.


Appello perché le elezioni RSU non siano di nuovo rinviate
di Cinzia Piccinini

Finite le vacanze pasquali, l'anno scolastico ha imboccato la dirittura finale, al solito fittissima di impegni, per insegnanti, segreterie, uffici scolastici.
Le RSU, che quest'anno si sono viste prorogare il mandato d'ufficio (cosa vietatissima al tempo della loro istituzione, ricordate?) si apprestano alle ultime "fatiche": controllo delle richieste inviate dalla scuola a proposito di classi (questa richiesta deve essere inviata agli uffici appunto durante la sospensione pasquale delle lezioni) e, quando si saprà la parola definitiva sugli organici, sulle richieste di cattedre da parte delle scuole. E poi, finalmente, basta!



Niente di nuovo sotto il welfare
di Francesco Masala

Per migliaia di anni è esistita solo l'elargizione da parte delle classi abbienti verso i poveri, se, quando, a chi, come, perché, in cambio di cosa, era deciso dalla bontà del ricco.
Nella seconda parte del XX secolo nasce il concetto e la pratica della redistribuzione dei redditi, il welfare, a partire dalla Gran Bretagna, finanziato dall'imposizione fiscale.
Il concetto e la pratica si sono diffusi nei paesi sviluppati.
I poveri hanno pensato e cominciato a trasmettersi l'idea di avere dei diritti, per il fatto di essere cittadini, anche se poveri, di avere diritto a un sostegno per la sopravvivenza, in quanto esseri umani, un reddito di cittadinanza.
Questo non va bene, questi vogliono il figlio dottore, ognuno deve stare al suo posto.



L'aborto che Cota difende
di Giuseppe Aragno

Non lo dice nessuno, ma si sa: Cota è notoriamente abortista. Non si tratta di sfatare un mito e non c'entra nemmeno il Garibaldi frà massone, pirata e faccendiere dei sussidiari sfascisti su cui si forma la gioventù leghista. In discussione, se ma, c'è il modello "culturale" - si fa per dire - che Cota, Maroni e Goisis rappresentano al meglio. Lo ha ripetuto a lettere chiare persino Napolitano, che di solito, ama collocarsi "fuori della mischia": la criminalità organizzata "meridionale" fa affari d'oro con le complici regioni del Nord. La "questione settentrionale" del Nord leghista, perciò, non passa certamente, come piacerebbe a Cota, l'ineffabile ex secessionista, per la "pillola abortiva", ma un problema di aborto in casa leghista esiste certamente e riguarda la scelta di interrompere lo sviluppo di un popolo civile.



Ricomincia da oggi
di Maria Antonia Stefanino

Ricomincia da oggi è il titolo di un bel film di Tavernier del 1998 che racconta in anticipo ciò che viviamo ad Adro e dintorni... e se ricominciassimo tutti da oggi a provare a difendere qualche briciola di umanità ?
Già la vicenda dei 9 bambini a pane e bottiglietta di minerale, aveva suscitato in me disgusto, fatto riaffiorare ricordi, con la magra consolazione di aver minimamente contribuito anche con uno scritto, ospitato all'epoca su queste pagine, ad evitare almeno che a Napoli potesse avvenire ciò che oggi avviene altrove (nel 2007 un paventato aumento dei costi della refezione scolastica vide una correzione in tempi utili per cui, a tutt'oggi, i soggetti deboli ria hanno totale gratuità, la gran maggioranza paga 5 euro, fino ad un massimo di 68 euro per i redditi medio alti).



Protagonismo: quando le parole diventano merce
di Vittoria Menga

Negli anni '90 un vento nuovo attraversava la scuola italiana. Il protocollo d'intesa tra Ministero della Pubblica Istruzione e Ministero della Sanità per frenare la diffusione tra i giovani di droghe e AIDS fece nascere il Progetto giovani e i C.I.C. (Centri di Informazione e Consulenza). Per la prima volta la scuola usciva dalla tradizionale chiusura e autoreferenzialità per collegarsi al territorio e ai temi del sociale. Gli esperti di educazione sessuale, educazione alimentare e educazione stradale potevano essere accolti nelle classi e presentare progetti di intervento e di collaborazione. Chi, come me, insegnava in quegli anni, sentì pronunciare con sempre maggiore frequenza e insistenza la parola "protagonismo". I giovani, fino ad allora ricettori passivi del sapere, dovevano esere aiutati a diventare protagonisti del proprio percorso formativo.



Il rispetto prima forma educativa
di Vincenzo Andraous

La politica è un punto dolente per sua esplicita ammissione, infatti non fa più proseliti né sforna nuovi eroi, rimane lì, a barcamenarsi tra spot elettorali e slogan scopiazzati qua e là.
Gli uomini al vertice, quelli a metà, gli altri alla base della piramide, sono a disagio nell'agire comune per programmare minimi obiettivi, per cui diventa miraggio la pratica condivisa nell'impegno di una buona vita, molto meglio stare in ordine sparso, in attesa, pronti al balzo.
Un microcosmo di gestualità portate di taglio per fare più male, di parole lanciate come fossero cluster bomb per esser certi di conseguire il danno importante.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


 

Brevi di cronaca
Cose che non vanno
Liceo Scientifico Vian - Bracciano - 17-04-2010
Il Collegio dei Docenti del Liceo Scientifico "I Vian" di Bracciano, dopo aver esaminato con attenzione i quadri orari e i Regolamenti attuativi della Riforma della Scuola Superiore, approvata dal Consiglio dei Ministri il 4 febbraio 2010, esprime, in merito agli aspetti prettamente didattici inerenti ai percorsi formativi dei licei classico, scientifico e linguistico, le considerazioni che seguono...

[ leggi ][ commenta
Adro: la voce della ragione
La Stampa blog lettori - 15-04-2010
Sono figlio di un mezzadro che non aveva soldi ma un infinito patrimonio di dignità. Ho vissuto i miei primi anni di vita in una cascina come quella del film "L'albero degli zoccoli". Ho studiato molto e oggi ho ancora intatto tutto il patrimonio di dignità e inoltre ho guadagnato i soldi per vivere bene. E' per questi motivi che ho deciso di rilevare il debito dei genitori di Adro che non pagano la mensa scolastica.

[ leggi ][ commenta
Ricorso al Tar contro la Gelmini
Repubblica - Parma - 10-04-2010
Perché organizziamo un ricorso collettivo al Tar del Lazio contro la Circolare ministeriale (Cm) 17 sulle iscrizioni alle scuole superiori ? Perché i provvedimenti di riordino delle superiori, come quelli della primaria mettono in atto il tentativo di indebolire la scuola pubblica e aprire la strada al mercato e ai privati.
Questi provvedimenti devono essere contrastati con ogni mezzo. Perché tutti i provvedimenti Gelmini violano gravemente lo stato di diritto e le procedure previste per l'emanazione di qualsiasi legge. Perchè i provvedimenti creano un grave danno al futuro scolastico di tutti gli studenti iscritti alle scuole superiori.

[ leggi ][ commenta
Chi rappresenta le scuole
Repubblica - Napoli - 06-04-2010
Per le scuole è tempo di bilanci. Innanzitutto i bilanci preventivi e consuntivi, sempre più rapidi, semplificati e magri, perché manca la materia prima, i finanziamenti dello Stato. Ora, sostiene Gelmini, stop anche ai contributi richiesti alle famiglie. Eppure, sempre più, solo con i soldi delle famiglie le scuole stanno funzionando. D´altra parte, per il prossimo anno scolastico sono confermati i circa trentamila tagli di personale, tra docenti e ata; in Campania saranno forse cinquemila.
Argomenti sui quali torneremo: sono, da anni, il cavallo di battaglia della lunga estate della scuola e dei suoi precari.

[ leggi ][ commenta
Per il ministero dell'Istruzione...
Professione insegnante - 05-04-2010
Il Ministero dell'Istruzione ha individuato in linea di massima i 28 istituti scolastici dove, a partire dal prossimo anno scolastico 2010-2011, saranno attivati i nuovi licei musicali. Ad oggi figurano 28 istituti, nessuno di questi istituti sarà previsto nella provincia di Napoli.
Siamo sorpresi e indignati che una città come Napoli sia stata esclusa dall'elenco.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Che sarà che sarà di noi ...
Doriana Goracci - 16-04-2010
 pianeta 


Io dico NO al nucleare, perchè è guerra

[ leggi ][ commenta
Luoghi pubblici e laicità
Virginia Mariani - 14-04-2010
 opinione 
La libertà di religione è una delle fondamenta su cui si reggono i Diritti Umani Universali e la civile convivenza. Il diritto ad avere, non avere e cambiare una religione è sancita dall'Articolo 18 della Dichiarazione del 1948 e questo diritto è considerato così importante da non poter essere sospeso per nessuna ragione al mondo (Art 4.2 e Art. 18 del ICCPR).

[ leggi ][ commenta
Il lavoro non è una merce
Centro Formaz. e Ricerca Don Lorenzo Milani e Scuola di Barbiana - 10-04-2010
 libri 
...il senso che la libertà, la libertà concreta di fare e di decidere nel proprio orizzonte minimo di persone comuni, è alla prova dei fatti una parola priva di senso...

Il lavoro stabile, ben retribuito, con buone prospettive di carriera e di gratificazione personale, non è destinato a scomparire.

[ leggi ][ commenta
Conversazioni civiche a Milano
Veronica Rossi - Fratelli dell'Uomo - 08-04-2010
 incontri 
Emozioni, paure, dubbi, smarrimenti e domande intorno alla scuola pubblica nell'era Gelmini. Se ne discute il lunedì, in aprile e maggio, presso CHIAMAMILANO.


[ leggi ][ commenta
V Certame Letterario
Liuliana Colucco - Liceo N. Zingarelli - 07-04-2010
 quaderni 
Il Liceo Classico "N. Zingarelli" di Cerignola (FG) ha indetto il V CERTAME LETTERARIO "N. ZINGARELLI", concorso nazionale di poesia rivolto agli studenti di scuola secondaria superiore di tutta Italia . La manifestazione ha lo scopo di promuovere tra i giovani la pratica della scrittura creativa, diffondere la conoscenza della lingua e della letteratura italiana, approfondire le problematiche relative all'insegnamento della letteratura nella scuola secondaria superiore.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Genitori tosti
Gruppo di genitori con figli disabili dal Monte Rosa al Gennargentu.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva